Settimana tv | dal 14 al 20 luglio | Il meglio e il peggio della programmazione


Settimana tv | dal 14 al 20 luglio | Il meglio e il peggio della programmazione. Vincono i dottori della tv sulle reti Rai


Sono i dottori i protagonisti della prima settimana del dopo Mondiali. The Good Doctor, la serie che segue le vicende di Shaun Murphy, un giovane chirurgo autistico, ha conquistato il pubblico di Raiuno con i primi episodi delle sue avventure.

Alla fine la media di ascolti ha sfiorato il 28% di share con oltre 5 milioni e 200 mila spettatori. È piaciuto anche Rosewood, la serie tv di Raidue che racconta le vicende di un anatomopatologo famoso e preparato che ha uno studio privato a Miami, dove conduce autopsie che aiutano la polizia a risolvere i casi più difficili. Una specie di Bones, la serie tv che illustra le indagini dell’antropologa Temperance Brennan, alle prese con cadaveri e la loro struttura ossea dei corpi. È da questo che deriva il soprannome della donna, Bones. Per Rosewood un bel 5,8% che è un buon trampolino di lancio.

Comunque il picco della settimana è della finale mondiale tra Francia-Croazia: 11 milioni e 668 mila la media spettatori con il 66,6% di share. Nel secondo tempo la media ha superato i 12 milioni. Il tutto in un pomeriggio estivo. Bene anche il post partita con oltre 7,6 milioni e il 49% di share. Chiude in bellezza pure Balalaika su Canale 5 con il 34,3% e 5 milioni e 400 mila spettatori.

La settimana tv sorride anche al reality di Canale 5 Temptation Island che ottiene un ascolto medio di 3 milioni e 800 mila spettatori pari al 21,5% di share, superando la fiction di Rai1 Tutto può succedere con poco meno di 3 milioni e il 14,8%. Terzo posto per lo speciale Bersaglio Mobile: 5,7% di share e la conferma che La7 è sempre più la rete di riferimento per l’attualità e l’approfondimento. Seppure Bud Spencer e Terence Hill con il film Dio perdona… io no fanno meglio di Luca Telese e David Parenzo, i due conduttori del talk In Onda su La7.

Anche in replica il pubblico tv conferma l’affetto per Don Matteo che vince la serata di giovedì con il 15% di share e 2 milioni e mezzo di spettatori. Battuto il Wind Summer Festival che si ferma al 12,8%. Vince la tappa del mercoledì Superquark con Piero Angela con 2 milioni e 700 mila spettatori di media e il 15,3% di share. Secondo posto per lo Speciale Chi l’ha visto? di Raitre con 9,2% e un milione e 700 mila spettatori.

Delude la fiction Sacrificio d’amore di Canale 5 che non spicca il volo. Bene su Italia 1 la serie Chicago Fire. Mentre sotto tono il concerto di Cesare Cremonini a San Siro trasmesso da Raidue. Addirittura è stato superato anche dal vecchio Rocky su Rai3.



0 Replies to “Settimana tv | dal 14 al 20 luglio | Il meglio e il peggio della programmazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*