La Settimana Tv 28 aprile al 4 maggio – Il Meglio e il Peggio della programmazione


La Settimana Tv 28 aprile al 4 maggio – Il Meglio e il Peggio della programmazione. Al Bano e d'Urso a tutto pepe


Settimana tv turbolenta. Almeno se prendiamo in considerazione gli sfoghi di due protagonisti del piccolo schermo. Al Bano e Barbara d’Urso, sempre loro. Il primo deve aver pensato a Loredana Lecciso quando si è ribellato al pubblico, ammonendolo per i cori fatti all’indirizzo delle scelte della giuria sulle esibizioni dei talent.

La conduttrice invece è sbottata contro i concorrenti del Grande Fratello che si sono resi protagonisti di episodi di bullismo dentro la Casa.
Nonostante le performance di Al Bano e D’Urso, i rispettivi programmi non sono riusciti a convincere in pieno il pubblico a casa. The Voice of Italy fatica non poco ad arrivare con la media di ascolti in doppia cifra. Si è attestato ormai intorno al 9% di share. Il GF alza la colonnina degli ascolti, tuttavia in prima serata non riesce ancora a tallonare da vicino Il Commissario Montalbano. Mentre spopola in seconda serata, al punto che Fabio Fazio subisce dei contraccolpi non certo piacevoli.

Barbara D’Urso

Protagonista della settimana sono stati il calcio e Matteo Renzi. La tv è andata nel pallone sia con la partita Inter-Juventus, trasmessa in pay tv da Sky e Mediaset Premium, che sabato scorso ha raggiunto il 14% di share, togliendo pubblico alle due regine del serale prefestivo, Milly Carlucci e Maria De Filippi. La prima (trascinata da Suor Cristina) ha vinto allo sprint la sfida degli ascolti. La Champions League ha permesso a Canale 5 di aggiudicarsi le prime serate di martedì e mercoledì, rispettivamente con gli oltre 6 milioni (23,5%) di Real Madrid-Bayern e gli 8 milioni e 700 mila di Roma – Liverpool (27%).

Tranne Montalbano e la Corrida di Carlo Conti, Raiuno non fa scintille. Il film Qualcosa di nuovo non è andato oltre il 12,5%; la Mafia Uccide solo d’Estate fa il 15% e Questo Nostro Amore 80 il 17%.
Sempre bene i magnifici tre di La7. Giovanni Floris, nonostante la Champions come competitor, tiene il suo pubblico e sfiora l’8%. Corrado Formigli al giovedì fa il 6,3% battendo nettamente Quinta Colonna. Alla domenica Massimo Giletti si conferma con una media di ascolti buona (6,3%), nonostante avesse contro un Fabio Fazio che ha schierato Matteo Renzi, facendo registrare una media share superiore al 18%, un risultato ottimo per Che Tempo Che fa.
Questa settimana è stata anche quella del Concertone del Primo Maggio, che seppure non entusiasmi più di tanto il pubblico televisivo, ha portato a casa due punti in più di share rispetto all’anno scorso. In prima serata ha sfiorato il milione e mezzo e il 7%, mentre al pomeriggio ha raggiunto una media di oltre 1 milione e 100 mila spettatori con l’8,7%.



0 Replies to “La Settimana Tv 28 aprile al 4 maggio – Il Meglio e il Peggio della programmazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*