The voice of Italy 4, la prima puntata di Battle

Live il primo appuntamento con le battle di The voice of Italy 4, condotto da Federico Russo.


La puntata inizia con un riassunto della prima fase e la successiva descrizione con degli aggettivi dei quattro team che si sono formati. Successivamente scopriamo i Special coach di questa edizione: Patty Pravo per il team Killa, Giorgio Moroder per quello di Dolcenera, Piero Pelù per Raffaella Carrà e Francesca Michelin a disposizione del Team Pezzali.

6apr tvoi francesca michelin

Sono gli stessi coach a spiegare il meccanismo delle Battle: 3 componenti dello stesso team si sfideranno sul ring con lo stesso brano. Uno solo passerà il turno, mentre ogni coach potrà ripescare un membro dell’altra squadra attraverso lo Steal

Il primo a salire sul ring è il team Killa. Veronica Moscara, Charles Kablan e Corinne Marchini, Veronica Moscara e Charles Kablan canteranno In the night dei The Weeknd. Le coach donne spingono per la promozione del ragazzo: stesso pare per Emis Killa, che lo premia nonostante una minore presenza scenica. Nessun ripescaggio per le due ragazze.

6apr tvoi Charles Kablan

Si passa la Team Carrà. Alessia Langella, Erika Finotti e gli iWolf cantano Viva la Vida dei Coldplay. Il componente del duo si esibisce in un rap gradevole e ricco di entusiarmo. Per questo arrivano anche i complimenti del severo Emis Killa. A sorpresa a proseguire è Alessia Langella, nonostante le imprecisioni riconosciute dallo stesso coach.

6apr tvoi alessia langella

Steal di Max Pezzali che salva meritatamente gli IWolf. Erika Finotti invece termina, tra le lacrime, il suo percorso a The voice of Italy 4. Secondo noi l’ex leader degli 883 ha giocato alla grande il suo steal.

6apr tvoi iwolf

La palla passa al Team Dolcenera. Ad esibirsi sono Alice Paba, Sara Caratelli e Agata Aquilina che cantano Svalutetion di Adriano Celentano. Complimenti a tutte e tre per come hanno domato con energia il ring. Alice Paba passa ai Knokcout. Niente Steal per le altre due.

6apr tvoi alice paba

Torna protagonista il team Killa. Si proseptta una battle stellare quella tra Gianfranco Cataldo, William Prestigiacomo e Salvo Matarazzo. “Sul palco tra di voi c’era un leader” questa la motivazione che porta alla scelta di William Prestigiacomo, per il dispiacere di Raffaella Carrà che gli aveva promesso uno Steal. Nessun ripescaggio.

6apr tvoi william prestigiacomo

Kimia Ghorbani abbandona il talent per portare avanti al sua gravidanza con tranquillità. La concorrente è l’iraniana che era anche stata in patria perchè cantava. A sfidarsi restano Davide Carbone e Katy Desario; il brano Se tu non torni di Miguel Bosè. Premiato lo sforzo di adattamento di Davide Carbone.

6apr tvoi davide carbone

In fase di commento Raffaella Carrà aveva apprezzato il suo vibrato e il modo in cui aveva iniziato il pezzo e per questo decide di utilizzare il suo Steal, salvando Katy Desario.

Torniamo al Team Carrà con le Foxy Ladies, Ottavia “Brown” Bruno e Valentino Bianconi che cantano Tutta mia la città. Ennesima scelta prevedibile; per ora al di là delle doti vocali si punta molto sul “personaggio: le Foxy Ladies volano ai Knockout. Nessun ripescaggio.

6apr tvoi foxy ladies

Il Team Dolcenera torna sul ring con Joe Croci, Domenica Caringella “Derek” e Danylo Palyeyev Barmansky. Si torna a scatenarsi con Wake me up. La personalità del sedicenne (Joe Croci ndr) è sorprendente e il suo timbro di voce unico. Proprio lui passa il turno. Dolcenera scoppia a piangere per le eliminazioni dei “piccolini”.

6apr tvoi joe croci

Mariangela Corvino, Davide Ruda e Roberta Nasti del Team Killa si esibiscono ne Il Paradiso, di Patty Pravo, loro special coach. Il ragazzo dimentica le per qualche secondo ma sa riprendersi e tirare fuori la sua voce. Essendo entrata meglio nel pezzo Roberta Nasti passa il turno. Nessun steal.

6apr tvoi roberta nasti

Team Pezzali sul ring con Cristina Cascone, Viviana Colombo e Aurora Lecis. Francesca Michelin chiede a tutte e tre di sporcare di più le loro performance. Tanto energia e grinta per tutte e tre ma ai KO passa Viviana Colombo. Nessun ripescaggio per le altre due.

6apr tvoi viviana colombo

Greta Squillace, Edith Brinca e Rocco Fiore del Team Dolcenera cantano La Fine di Tiziano Ferro. Tra sceneggiate e spiegzioni interminabili la cantante salentina continua a voler fare la protagonista a tutti i costi. “L’interpretazione più vissuta in modo naturale è quella di Edith Brinca“, che passa alla fase successiva. Emis Killa non salva gli altri due.

6apr tvoi edith brinca

Tempo di battle per il Team Carrà con Tanya Borgese, Daniele Soffiani e Andrea Palmieri, “che sono coraggiosi“. Livin’ on a Prayer è il brano da eseguire. Qui la mano di Piero Pelù (special coach) è evidente. “Il mio attaccante è Tanya Borgese“. Nessun steal e fischi dal pubblico, che stizzano molto Emis Killa. Il rapper “accusa” Raffaella Carrà di aver fatto una cavoalta.

6apr tvoi tanya borgese

Di nuovo protagonista il Team Dolecenera con Giulia Franceschini (ex Amici), Anna Maria Castaldi e Agnese Cacciola “Neja” (icona della musica dance anni 90). Troppo teatrale Dolcenera! A passare il turno, meritatamente è Anna Maria Castaldi e la coach salentina promette a Neja di scrivere una canzone fuori dal talent. Niente da fare per le escluse.

6apr tvoi annamaria castaldi

Ecco i talenti che sono stati promossi ai Knockout (in grassetto i concorrenti che sono stati ripescati attraverso lo steal.

Team Carrà: Alessia Langella, Katy Desario, Foxy Ladies, Tanya Borgese.
Team Dolcenera: Alice Paba, Joe Croci, Edith Brinca, Anna Maria Castaldi.
Team Pezzali: iWolf, Davide Carbone, Viviana Colombo.
Team Killa: Charles Kablan, William Prestigiacomo, Roberta Nasti.

The voice of Italy, vi da apputamento a mercoledì prossimo, 13 Aprile, per la seconda e ultima puntata di Battle.



0 Replies to “The voice of Italy 4, la prima puntata di Battle”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*