Cucine da incubo, Chef Cannavacciuolo è allo Stuzzichino di Milano


tutte le fasi del programma con Chef cannavacciuolo che salva dal fallimento un noto locale di Milano


{module Pubblicità dentro articolo}

 La puntata inizia con la conoscenza di Paolo il proprietario dello Stuzzichino che si trova a Milano. Paolo è anche la persona che si occupa della cucina. Siamo in presenza di un ristorante a conduzione familiare. Infatti accanto a Paolo ci sono la moglie e le figlie. Una mano per la gestione del locale la dà anche un genero. Cannavacciuolo fa la storia del locale.

Così sappiamo che Paolo è arrivato a Milano nel 1981. Aveva trovato lavoro come sguattero in alcuni locali. Ad un certo punto però capisce di avere una predisposizione ed una passione per la cucina. E così rileva lo Stuzzichino appena può permetterselo.

cucine da incubo 2

Ora però chef Cannavacciuolo comincia a vedere quali sono le difficoltà. Intanto il menù è alquanto antiquato anche se le figlie di Paolo hanno più volte consigliato al padre di rimodernare le pietanze e di renderle più vicine ai gusti dei giovani.

Però Paolo non dar retta a nessuno perché vuole fare tutto da sola ed allora ecco che arriva chef Cannavacciuolo. Appena giunto in cucina si rende subito conto della grande confusione che regna. E naturalmente nota subito che il menù è pieno di troppe pietanze ed è confuso.

cucine da incubo paella

Chef Cannavacciuolo inizia le sue indagini e trova che la paella che piace tanto a Paolo non è adatta in un ristorante milanese per di più gestito da un egiziano. Inoltre anche gli ingredienti sono sbagliati. Finalmente arrivano le polpette e il giudizio è ancora più negativo. Qualche merito in più, Cannavacciuolo lo trova nel kebab il piatto forte del locale anche se c’è da rivedere l’impiattamento è persino qualche ingrediente che non va.

{module Pubblicità dentro articolo}

Dopo dopo avere assaggiato altri piatti  scadenti chef Cannavacciuolo passa alla riunione con i familiari.

Lo Chef fa notare a Paolo che non può pretendere gli stessi sacrifici che ha fatto lui quando è arrivato in Italia. Cannavacciuolo sottolinea che dovrebbe avere più fiducia nelle figlie.
Le ragazze riescono a capire quanto sei importante il lavoro nel ristorante e per farle davvero innamorare del mestiere chef Cannavacciuolo prepara insieme a loro degli stuzzichini con melanzane grigliate pomodorini e grissini spezzati: l’impiattamento è davvero perfetto. E, per rilanciare il locale chef Cannavacciuolo, Paolo e le figlie, portano gli “stuzzichini” ai passeggeri di un tram ristorante. Tutto questo serve per rilanciare il locale e avvertire della apertura. Dopo la pubblicità, il rinnovo del locale.

cucine da incubo 3

Ed ecco la trasformazione dello Stuzzichino: colori moderni in bianco e blu, atmosfera ringiovanita. 

 Chef Cannavacciuolo ha rinnovato anche il menù. Adesso ci sono pietanze più vicine ai gusti dei giovani e su intendenza con la zona di Milano dove si trova lo stuzzichino. Lo chef davvero soddisfatto e lo comunica a Paolo e dalle figlie.

Arrivano i clienti per la nuova apertura che segna la nuova vita per Lo Stuzzichino. Tutto va alla perfezione. Il successo è conquistato. E lo Chef se ne va, in cammino per la prossima missione.

Arrivederci alla prossima puntata.



One Reply to “Cucine da incubo, Chef Cannavacciuolo è allo Stuzzichino di Milano”
  • Avatar

    Rendina Rosa Maria

    Fantastico il posto speriamo sia semplice per arrivare essendo in carrozzina.Speriamo.,in settimana di venire a stuzzicare. Grazie rosy

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*