Connect with us

Soap e serie tv

Tango per la libertà, la recensione

Riflessioni sull'esordio della nuova miniserie interpretata da Rocio Munoz Morales e da Alessandro Preziosi
Marida Caterini

Pubblicato

il

Riflessioni sull'esordio della nuova miniserie interpretata da Rocio Munoz Morales e da Alessandro Preziosi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Pubblicità dentro articolo}

 Invece la saggezza popolare non si smentisce: al peggio non c’è mai fine. Il peggio lo ha offerto, martedì sera in prime time, la prima puntata della minsierie Tango per la libertà andata in onda su Rai1. Ed è stato incarnato dalla protagonista femminile: Rocio Munoz Morales. Un nome che le cronache del gossip hanno incastonato nelle pagine di settimanali e magazine specializzati per essere la compagna di un sex symbol come Raoul Bova. Un personaggio femminile che è riuscito, però, ad arrivare alle vette più alte della popolarità. Come? comparendo lo scorso anno sul palcoscenico del teatro Ariston di Sanremo dove ha fatto la sua figura in abiti eleganti senza parlare troppo. Ruolo perfetto (si fa per dire) per una bellezza abituata più ad apparire che a mostrare contenuti.

Quando la Munoz Morales, invece, ha cominciato ad aprire bocca addirittura per recitare in un ruolo da protagonista, lo scoramento del telespettatore è stato totale. Soprattutto perchè la fiction Rai che ha interpretato è pagata anche con i soldi del canone, quindi i nostri. Non è bastato metterle accanto un attore come Alessandro Preziosi. Anzi l’operazione è stata deleteria perchè ha evidenziato ancor più drammaticamente i limiti della improbabile attrice. Per cui non resta che stendere un velo pietoso.

Tango per la libertà racconta la storia di Anna Ribeiro, la più importante cantante di tango argentina alla quale, dopo che i militari hanno preso il potere a metà anni Settanta, è stata rapita la sorella. La conoscenza con il vice- console italiano Marco Ferreri, si trasforma in un sentimento più profondo che mette in crisi le certezze del funzionario, impossibilitato ad aiutarla.

Il dramma dei desaparecidos è stato affrontato con estrema approssimazione: troppe scene sono state girate in maniera molto superficiale, in assenza quasi totale di esterni e di scene corali e di massa. Tutto è apparso evanescente, avvolto nell’incertezza di una sceneggiatura scontata e prevedibile. Anche la ricostruzione dell’epoca era poco credibile, salvo qualche divisa militare e qualche minimo accorgimento nei costumi, nulla rimandava al modo di vestire del tempo.

Infine: la regia ha utilizzato, per tutta la durata della puntata, inquadrature strette, in modo da evitare, per motivi di risparmio economico, scene di più ampio respiro.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista, esperta di spettacoli, in particolare di televisione. È stata per dieci anni critico televisivo de Il Giornale d’Italia con la direzione di Luigi D’Amato. Dal 1997 si occupa per il quotidiano Il Tempo di spettacoli, soprattutto di tv. Si occupa di cultura per il sito di Panorama. Ha collaborato in passato con le maggiori testate nazionali, tra cui Il Sole 24 ore, Il Mattino, Il Giornale. Ha ricoperto il ruolo di docente di Teorie e tecniche della critica televisiva nel master per laureati in Scienze della Comunicazione, organizzato dall’Università La Sapienza di Roma. Ha vinto il dattero d’argento al Salone Internazionale dell’umorismo di Bordighera. É stata titolare per tre anni della rubrica “Dietro le quinte” su Il Giornale d’Italia, analizzando, ogni settimana, un evento di cronaca, di politica o di spettacolo sotto la lente dell’umorismo.

Continua a leggere
Advertisement
4 Comments

più commenti

  1. Avatar

    VANNA CAVACIOCCHI

    13 Gennaio 2016 at 12:30

    Da anzianotta ….spettatrice non mi è risultato del tutto sgradito il prodotto se non fosse stato troppo edulcorato. Sarebbe stato d’uopo aver citato più Hector Werbinsky e far vedere l’Argentina di Masera, Videla, Pio Laghi e …….Bergoglio. Il “dramma” della Ribeiro non lo conoscevo……conosco invece il riferimento alle Sorelle Mirabal (regime Trujillo) al quale probabilmente Negrin si rifà per creare un poco di tensione in più.

  2. Avatar

    Franco

    13 Gennaio 2016 at 15:09

    Buon pomeriggio! Ho letto la sua recensione e devo dire che sono d’accordo su quasi tutto se non fosse che oltre ad interpretazioni improbabili ce ne sono state altre molto buone che anche in altri contesti avrebbero retto molto bene. Di queste, che andrebbero esaltate proprio per valorizzare attori bravi, non se ne parla mai e così non facciamo crescere chi se lo merita.
    Grazie

  3. Avatar

    eduardo

    13 Gennaio 2016 at 16:34

    la Ribeiro dovrebbe essere un personaggio di fantasia,credo;per quel che concerne l’interpretazione un plauso a Simone Gandolfo,non aggiungo altro ma la fiction è deludente.

  4. Avatar

    Michele

    14 Gennaio 2016 at 16:04

    Credo che senza citare Horacio Verbitsky, sarebbe bastato prendere uno o due esempio dal Nunca Màs redatto dalla commissione presieduta da Ernesto Sabato. Il dramma della Ribeiro è impossibile conoscerlo perchè non è mai esistita: anche qui sarebbe stato facile rifarsi a qualche vicenda reale. Troppa fatica per le produzioni RAI documentarsi bene ed essere accurate anche solo dal punto di vista di costumi e allestimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

Mare Fuori 2 al via le riprese, tutte le novità della seconda stagione

Tutte le anticipazioni e le novità sulle riprese della seconda stagione della serie interpretata da Carolina Crescentini.
Alice Toscano

Pubblicato

il

Mare fuori 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono al via le riprese di Mare Fuori 2, la seconda stagione della serie che è andata in onda lo scorso autunno su Rai 2. Protagonisti alcuni giovanissimi che sono rinchiusi in un carcere minorile e che hanno alle spalle un passato di violenza e di sofferenza. Stanno pagando il loro debito con la giustizia. Il titolo prende spunto dal fatto che dalle loro celle i ragazzi vedono soltanto il “mare fuori”.

Mare fuori 2 riprese

Mare Fuori 2 al via le riprese tutte le anticipazioni

Le riprese della seconda stagione hanno una data: il 19 aprile 2021 a Napoli. E continueranno nelle settimane successive coinvolgendo questa volta molti altre location della città partenopea. In particolare il centro storico con i suoi vicoli. Questa è una delle differenze rispetto alla prima stagione che si era basata maggiormente su riprese interne.

Inoltre nel sequel, ma in maniera più incisiva rispetto alla prima serie, ogni puntata è dedicata a raccontare da vicino le giovani esistenze dei detenuti. Insomma ciascun appuntamento è dedicato ad un protagonista le cui vicende all’interno del carcere, si intrecciano con quelle degli altri. In particolare le puntate saranno basate su molti flash back finalizzati a mostrare al pubblico la vita passata dei detenuti. Mettendo in evidenza tutte le dinamiche e gli eventi che li hanno portati alla reclusione nel carcere minorile.

Un altro punto di distacco rispetto alla prima serie è la maggiore introspezione psicologica di ognuno dei ragazzi che vengono conosciuti adesso nella loro personalità complessiva. Un filo rosso, insomma, rappresentato proprio dai flash back, mette in relazione il passato al presente.

Mare fuori 2 quando inizia

I nuovi personaggi e la regia

Secondo indiscrezioni, Mare fuori 2 si avvale per la maggior parte di un cast che è stato riconfermato. Ma ci sono new entry come sempre accade in un sequel di una fiction. Al momento sappiamo che i personaggi nuovi sono due: La prima è una giovanissima di colore, molto bella e avvenente che porterà scompiglio nel carcere, nel reparto femminile. Il secondo è un ragazzino il cui nome è Sasà troppo vivace per la sua età che si è macchiato di vari crimini. Entrambi provengono dal centro storico della città di Napoli.

Ma ci sarà anche un personaggio che andrà via, forse uno dei più scalmanati della serie precedente.

Cambia la regia: non è più Carmine Elia che aveva diretto la prima stagione. Dietro la macchina da presa ci sono nel sequel Milena Cocozza e Ivan Silvestrini.

La Cocozza ha esordito alla regia la scorsa estate con il film Letto n.6 andato in onda su Sky. Silvestrini è un esordiente con alle spalle la regia di alcune web series e un paio di film.

Gli attori confermati

Il cast degli attori si divide tra under 18 e over 30.

Tra i primi sono confermati Massimiliano Caiazzo e Nicolas Maupas. Tra i secondi, torna Carolina Crescentini nel ruolo di Paola Vinci responsabile del carcere minorile dove si svolgono gli eventi.

L’ultima puntata della prima stagione è andata in onda il 28 ottobre 2020.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

La fuggitiva seconda puntata, Michela scopre il rifugio di Arianna

Tutti gli eventi che accadono nel secondo appuntamento della serie con protagonista Vittoria Puccini.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

La fuggitiva seconda puntata
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La fuggitiva torna con la seconda puntata, lunedì 12 aprile alle 21.25 su Rai 1. Si tratta di un action-thriller al femminile con Vittoria Puccini nel ruolo di Arianna, una donna in fuga per dimostrare la propria innocenza dall’accusa di aver ucciso il marito. La coproduzione Rai Fiction – Compagnia Leone Cinematografica è diretta da Carlo Carlei che firma anche soggetto e sceneggiatura. Insieme a lui Salvatore Basile, Nicola Lusuardi, Alessandro Fabbri e Federico Gnesini. Nel cast anche Eugenio Mastrandrea nel ruolo del giornalista Marcello Favini. Ci sono poi Pina Turco ovvero l’irreprensibile poliziotta Michela Caprioli e Sergio Romano nella parte del Commissario Berti.

La fuggitiva seconda puntata attori

La fuggitiva seconda puntata, trama episodio 3

Nel terzo episodio di La fuggitiva, grazie a Marcello, Arianna comincia a capire che, attorno a Fabrizio, c’erano persone che potrebbero nascondere qualcosa. Un colloquio con la sorella del defunto Bonzani, va venire alla luce un evento. I due scoprono che la vittima era in collera con il suo ex datore di lavoro, Fusco, un costruttore molto noto nella zona. Il professionista era presente anche all’inaugurazione del polo residenziale a cui aveva preso parte Fabrizio.

Intanto Michela, sempre più decisa a catturare Arianna, comincia a sospettare che dietro il suicidio di Bonzani ci sia qualcosa di poco chiaro, nonostante Berti la spinga a concentrarsi sulla fuggitiva. Seguendo quella che pensano possa essere una pista, Arianna e Marcello penetrano di notte nell’azienda di Fusco. E riescono a impossessarsi di alcuni dati trovati sul suo pc aziendale. Ma vengono sorpresi da uomini armati.

La fuggitiva seconda puntata trama

Trama episodio 4

Nel quarto episodio, invece, Arianna e Marcello si rifugiano nel campo rom di Fatima, che Arianna conosce bene perché arrivarono in Italia insieme da profughe. Mentre Arianna, che è stata ferita, viene operata, Marcello prova a decodificare i dati recuperati dal pc di Fusco. Ripresasi, Arianna si mette sulle tracce dell’uomo visto sul luogo del suicidio di Bonzani, identificato da un amico di Fatima. Lo trova mentre parla con il Commissario Berti, che si accorge di essere stato scoperto e inizia a sparare contro Arianna.

A salvarla è il provvidenziale arrivo di Marcello. Intanto Michela, grazie a una soffiata, ha scoperto il rifugio di Arianna e ordina una retata al campo rom. Lì però viene catturata dalla fuggitiva e dal giornalista, che le rivelano il coinvolgimento di Berti nel complotto. Dopo aver liberato Michela, i due scappano verso la Svizzera. Marcello ha infatti scoperto nei file di Fusco, Litium, una società finanziaria con sede a Lugano, e il nome di un beneficiario: Simone Comani.

La fuggitiva seconda puntata finale

La Fuggitiva – il cast completo

Di seguito il cast della serie tv La Fuggitiva e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Vittoria Puccini (Il processo) – Arianna
  • Pina Turco – Michela
  • Eugenio Mastrandrea – Marcello
  • Sergio Romano – Berti
  • Maurizio Marchetti – Feola
  • Antonio Gerardi – Mannara
  • Ivan Franek – Kerim
  • Giorgia Salari – Daniela
  • Laura Mazzi – Marta
  • Giovannino Esposito – Simone
  • Emma Benini – Arianna da bambina
  • Daniela Morozzi – Suor Donata
  • Magdalena Grochowska – Louise
  • Ludovica Frasca – Sara
  • Franz Cantalupo – Bondi
  • Massimo Cagnina – Marchi
  • Andrea Pennacchi – Fusco

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

La Compagnia del Cigno 2 episodi Il ritorno e Verità nascoste – trama, cast, finale

La seconda stagione inizia dopo due anni dalla nascita della Compagnia quando i sette studenti si preparano per la maturità.
Riccardo Chiaravalli

Pubblicato

il

La Compagnia del Cigno 2 Il ritorno Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Compagnia del Cigno 2 arriva questa sera in video con gli episodi Il ritorno e Verità nascoste. L’appuntamento con la seconda stagione della serie è a partire da domenica 11 aprile 2021 in prima serata su Rai 1. Sei le puntate previste, ognuna delle quali si compone di due episodi.

La regia è di Ivan Cotroneo, autore anche della sceneggiatura insieme a Monica Rametta. La produzione è della Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction.

Nel cast i personaggi principali sono Alessio Boni ed Anna Valle che interpretano rispettivamente i ruoli di Luca Marioni e Irene Valeri. Ma i veri protagonisti sono gli studenti di musica del conservatorio di Milano che nel frattempo sono cresciuti. Ecco i nomi degli attori: Emanuele Misuraca, Ario Sgroi, Chiara Pia Aurora, Francesco Tozzi, Hildegard De Stefano, Leonardo Mazzarotto e Fotinì Peluso.

La Compagnia del Cigno 2 Il ritorno attori

La Compagnia del Cigno 2 – trama episodio Il ritorno

La trama del primo episodio della seconda stagione inizia due anni dopo la nascita della Compagnia del Cigno. I sette ragazzi che la compongono sono più amici che mai. Tutti pronti ad affrontare un momento fondamentale per la loro vita: ovvero gli esami di maturità.

La preoccupazione per un difficile momento familiare che sta vivendo, rischia però di compromettere la prova orale di Barbara, la più brava tra i ragazzi.

A questo sentimento si aggiunge anche l’emozione per l’arrivo al conservatorio di un ex allievo, Teoman Kayà, divenuto maestro e violinista di fama internazionale. A lui toccherà il compito di dirigere l’orchestra preparata con amore e con passione negli anni da Luca Marioni. Apparentemente le intenzioni di Kayà sono benevole. Luca Marioni e la moglie Irene lo conoscevano da anni. Ma la sua presenza, nonostante sia accompagnata da intenzioni apparentemente benevole, riesce a riaprire vecchie ferite. Irene infatti è stata la ragazza di Kayà prima di sposare Luca Marioni.

La Compagnia del Cigno 2 Verità nascoste trama

Trama episodio Verità nascoste

Nel secondo episodio Irene avverte che Luca Marioni le sta nascondendo più di qualche dettaglio sul suo rapporto con Teoman. Tra i due maestri infatti esiste una frattura profonda nel loro rapporto che risale a tempi lontani del passato. I pochi giorni che Teoman trascorre ancora a Milano rappresentano l’occasione per riportare alla luce scomode verità del passato.

Il maestro inoltre fa capire chiaramente che il passato non è del tutto superato come sembra.

L’attenzione si sposta poi sui ragazzi della compagnia. Tutti sfruttano il poco tempo a loro disposizione prima del concerto con Kayà, per aiutare Rosario alla ricerca del suo vero padre.

Anche Barbara ripensa al suo passato. La giovane però non sa che la causa del suo trasferimento a Milano sta per tornare prepotentemente a galla e modificare la sua vita.

La Compagnia del Cigno 2 Verità nascoste attori

La Compagnia del Cigno 2 – il cast completo

Di seguito il cast della serie tv La Compagnia del Cigno 2 e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Luca Marioni – Alessio Boni
  • Irene Valeri – Anna Valle
  • Teoman Kayà – Mehmet Gunsur
  • Matteo – Leonardo Mazzarotto
  • Barbara – Fotinì Peluso
  • Domenico – Emanuele Misuraca
  • Sara – Hildegard De Stefano
  • Robbo – Ario Nikolaus Sgroi
  • Sofia – Chiara Pia Aurora
  • Rosario – Francesco Tozzi
  • Daniele – Alessandro Roia
  • Vittoria – Carlotta Natoli
  • Miriam – Francesca Cavallin
  • Nico – Claudia Potenza
  • Guido Sestieri – Rocco Tanica
  • ssa Gabriella Bramaschi – Angela Baraldi
  • Direttrice Conservatorio – Pia Lanciotti
  • Antonia – Barbara Chichiarelli
  • Daniele 2 – Michele Rosiello
  • Ines – Haydée Borelli
  • Giulio – Fabrizio Coniglio
  • Arianna Modiano – Vanessa Compagnucci
  • Ssa Parise – Marta Pizzigallo
  • Michele – Pasquale Di Filippo
  • Scheggia – Nicolas Orzella
  • Natasha – Sofia Iacuitto
  • Nathan – Ruben Giuliani
  • Lorenzo Miri – Giacomo Del Papa
  • Pietro Musella – Andrea Matacena
  • Anna Nagabiki – Anna Nagai
  • Kimi Nagabiki – Nana Funabiki
  • Alessandro – Luciano Scarpa
  • Stefano Kayà – Lorenzo Aloi
  • Francesco Rengone – Francesco Maria Tricarico

Foto: PH Sara Petraglia


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it