Connect with us

Soap e serie tv

Io sono Mia il film tv su Mia Martini | la conferenza stampa

Io sono Mia, la conferenza stampa in diretta del film tv sulla grande artista Mia Martini. Al cinema solo dal 14 al 16 gennaio e a febbraio su Rai1.

Pubblicato

il

Io sono Mia, la conferenza stampa in diretta del film tv sulla grande artista Mia Martini. Al cinema solo dal 14 al 16 gennaio e a febbraio su Rai1.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel film troviamo Serena Rossi nei panni della protagonista, accanto a lei Maurizio Lastrico, Lucia Mascino, Dajana Roncione, Antonio Gerardi, Nina Torresi, Daniele Mariani, Francesca Turrini, Fabrizio Coniglio, Gioia Spaziani, Duccio Camerini, Simone Gandolfo, con Corrado Invernizzi ed Edoardo Pesce .
Si tratta di una produzione Eliseo Fiction in collaborazione con Rai Fiction per la regia di Riccardo Donna.

Ascoltiamo le testimonianze di tutti gli intervenuti in conferenza stampa.

A prendere per prima la parola è Eleonora Andreatta, responsabile di Rai Fiction: “Siamo qui un anno dopo aver presentato Fabrizio De Andrè – Principe Libero che così come Io sono Mia ha avuto una grande anteprima cinematografica prima di approdare su RaiUno. Come la storia precedente, il tv movie su Mia Martini non vuole essere una classica biografia, ma vuole cogliere l’essenza, l’unicità e il talento di questa grande artista. Contemporaneamente è una nuova modalità di sfruttamento del prodotto portandolo al cinema, con Nexo, che è una grande società di distribuzione, che ha saputo reinventare la modalità di fruizione in sala“.
La Andreatta continua: “Io sono orgogliosa di poter far conoscere la storia di Mia a quei giovani che non hanno potuto conoscerla. È il racconto della sua umanità e specialità di donna e degli anni ’70, che hanno visto la sua ascesa e il successo, di quel mondo musicale, così come degli anni ’80 in cui avvenne il suo esilio. Sono stati anni di coraggio in cui le donne conquistavano anche dei diritti nuovi. In un ambiente libero come quello della musica, la storia di Mia ci fa vedere come il pregiudizio e l’esclusione potesse essere delle ferite terribili a cui lei ha risposto con classe e forza. È un racconto popolare che appartiene al nostro immaginario, ma al contempo ci narra una violenza su una donna e come lei abbia resistito a tutto ciò. Penso che il film restituisca la memoria e il nome a questa donna e artista. Sono felice del taglio narrativo che Monica Rametta ha voluto dare e della interpretazione appassionata di Serena Rossi. Voglio ringraziare più di tutti Loredana Bertè per la commozione con cui ha accolto il film e per averci permesso di realizzare questo film“.

Le fa eco Luca Barbareschi, produttore con Eliseo Fiction: “come ogni progetto ha una lunga gestazione. Con Tinny in questi anni abbiamo avverato diversi sogni. Lavorando insieme con Serena a Tale & Quale Show le dissi: semmai dovessi riuscire a realizzare un lavoro sulla Martini, sarà lei. Alla Andreatta portai un suo provino perché, a mio parere, è un valore aggiunto il suo saper cantare così. Uno degli aspetti più discutibili di questi anni è la maldicenza. Cadere in basso è più facile. Mia Martini è stata distrutta dalla maldicenza. In un periodo di fake news questo film è ancora più importante“.

Interviene Franco Di Sarro, amministratore delegato di NexoDigital: questo sarà un evento sociale che ci permetterà di contattare il territorio tramite le sale cinematografiche, che saranno circa 285, augurandoci di arrivare anche a 300. Quando ho visto questo film, io per primo ho conosciuto una persona e un’interprete straordinaria e mi auguro possa accadere lo stesso a chi lo vedrà su grande e piccolo schermo. A mio parere arriva in un momento giusto. Oggi ho visto che Bohemian Rapsody – un altro film su un grande artista – è ancora secondo in classifica dopo due mesi, mi auguro che questo lavoro sulla Martini possa superare questo traguardo“.

Incontriamo Mia Martini dalle parole della sceneggiatrice, Monica Rametta:quando mi è stato proposto tale progetto da Saverio D’Ercole e Luca Barbareschi, sono stata contenta di avere l’opportunità di poter approfondire la storia della Martini e di poterla raccontare a voi. C’è stata una gestazione lunga, ho parlato con tante persone, tra cui Loredana Bertè e Alba Calia (amica di Mia). A un tratto ho messo tutto da parte e ho scritto la mia impressione su Mia Martini per tirare fuori l’anima, restituendo l’artista e la donna“.
A ruota ascoltiamo il regista Riccardo Donna, amante della musica: “ho avuto un po’ paura perché mi è apparso una montagna insuperabile. Poi ho letto la sceneggiatura e ho visto un vecchio provino di Serena. A lei ho detto: trova l’anima di Mimì e sii te stessa.
Ho fatto molta attenzione perché fosse tutto verosimile, che Sanremo fosse davvero il festival di Sanremo, così come gli studi di registrazione e abbiamo fatto un lavoro certosino su trucco, parrucco, costumi. Ci tengo a ricordare a tal proposito Alessio Torresi Gelsini (fotografia), Enrica Barbano (costumi), Vincenza Lamparelli (capo truccatore), Sergio Gennari (capo parrucchiere). Inoltre, avendo a disposizione una grande cantante come Serena, abbiamo potuto far ricantare tutti i brani, con un lavoro incredibile sulle musiche.
Io appartengo a quella generazione che ha vissuto in pieno il periodo in cui Mimì ha subito tutto quello che dicevamo e credo che questo film sia un modo per chiederle scusa perché tutti noi, me compreso, non abbiamo fatto abbastanza per combattere ciò che le stava accadendo“.

Serena Rossi con voce emozionata racconta la propria esperienza: “Io sono Mia, ma sono la punta di un iceberg di un’ottima squadra. Abbiamo iniziato a girare il 14 maggio, il giorno in cui è stata ritrovata per cui ho pensato che non fosse una coincidenza, abbiamo iniziato dove lei ha finito.
Io le ho dato ogni fibra del mio essere, in ogni inquadratura anche in quelle di spalle cantavo perché volevo che si vedesse la vena del collo. Non imitandola perché sarebbe stato impossibile e non giusto perché, a mio parere, l’imitazione è un po’ sterile, priva di sentimento e anima. Ho provato a regalare a lei anche un pezzo del mio cuore pur non avendo vissuto tutto ciò che ha provato lei e penso non mi ricapiterà più un ruolo così“.

Loredana Bertè:per me è stato un colpo al cuore quando ho visto Serena recitare Mimì. Ha preso delle cose esclusive di mia sorella, i suoi scatti, la malinconia, il dolore che portava dentro, è impressionante come in certe scene mi sia sembrata lei. Si è vista l’anima di Mimì, non so come abbia fatto senza il suo vissuto. Devo ringraziare il regista che ha dato un taglio preciso e già dalla prima scena ho visto che era lei.
A suo tempo, delle due si chiedevano chi fosse la matta, pensavano fossi io, ma la pazza era lei (dice affettuosamente).
Sono molto contenta che mi abbiano permesso di contribuire alla sceneggiatura perché alcuni particolari potevamo saperli solo io e Alba, la Rossi li ha presi e fatti suoi. Ha una voce potente e mi ha spettinata completamente. Questo sì che è un omaggio a Mimì, lei ne sarebbe molto fiera. Nel suo pubblico immenso non è mai morta, la Rossi con questa interpretazione le ha dato ancora più forza“.

Dopo la vera Bertè, prende la parola l’attrice che l’ha interpretata sullo schermo Dajana Roncione: “anch’io mi sento fortunata nell’aver preso parte a questo progetto. La Bertè mi ha costretta a pormi questa domanda: come faccio a essere libera come lo è lei. Ho visto anche un video di un’altra artista, Nina Simone, che ne parlava. È meravigliosa l’energia fisica che ha“.

In un film dedicato ad una grande artista, fondamentale è la musica perciò in conferenza stampa sono intervenuti anche i compositori musicali Mattia Donna & La Femme Piège. In rappresentanza Mattia Donna: “abbiamo cercato di far vedere com’è cambiato il suono nelle epoche, tenendo conto che veniva trasmesso oggi“.

Partono le domande della stampa accreditata

Per Serena Rossi: quali aspetti di Mia Martini le sono maggiormente rimasti nel cuore?

Una vagonata di emozioni contrastanti: rabbia mista a disperazione e a gioia. Mi ha lasciato un grande esempio di dignità, non si è mai piegata a compromessi. In generale Mia Martini è un grande esempio di donna.

A Tinny Andreatta:  Quale aspetto l’ha colpita di Mimì?
La ragione per cui ho voluto questo Tv movie è stata la sua voce, è stata un vero talento con una straordinaria capacità artistica. Poi volevo raccontare come può essere violento il pregiudizio. Un tempo le donne troppo forti, in qualche modo venivano bruciate come streghe. Era giusto far conoscere Mia a tutti perché la tv ha questa missione.

Per Loredana Bertè: può condividere un suo ricordo legato alla rinascita di sua sorella nel Sanremo del 1989?
Ricordo con tristezza molti registi, anche noti, che non volevano nelle proprie trasmissioni Mia Martini. Avevano il terrore quando arrivava lei, immaginate come potesse sentirsi Mimì. La sua voglia di fare musica era immensa e gliel’hanno impedito per quindici anni. Lei aveva una conoscenza musicale infinita, suonava quasi tutti gli strumenti. Con questi signori ho ancora a che fare e continuo a non prendere mai parte alle loro trasmissioni.
Chi organizzò il festival di Sanremo nel 1989 non la voleva perché temeva che sarebbe cascato il teatro. È dovuta intervenire una persona e fecero un contratto segreto che prevedeva che quest’uomo fosse in prima fila così nel caso in cui fosse cascato il teatro, sarebbe morto anche lui.

Per la Bertè: con quale pensiero andrà a Sanremo quest’anno?
Non voglio parlare di Sanremo perché non lo trovo giusto, mi auguro di fare una bella performance. Per quanto riguarda Mimì mi fa piacere la coincidenza di uscita del film tv  nello stesso periodo.

Per Serena Rossi: ha provato un sentimento di paura anche? visto che i video delle esibizioni della Martini sono rintracciabili su internet…
Paura di deludere sicuramente c’è stata. È inarrivabile. Quello che le sue corde vocali hanno sopportato è stato enorme. La mia voce è cristallina. Le ho dato voce senza pensare a questo confronto perché comunque avrei perso. Non è Tale & Quale Show. Io ho cercato di far notare il suo modo di stare sul palco, restituendo un po’ tutto di lei, senza imitarla. Paura sì, ma immenso rispetto.
Arriveranno critiche e complimenti, io sento di aver dato tutto quello che potevo per cui sono contenta comunque.

Una curiosità: era così propensa a fumare?
Bertè: Sì fumava due pacchetti al giorno.

Non si fa mai cenno a Fossati…come mai?
Bertè: Ci sono due personaggi che non hanno voluto essere nominati, Ivano Fossati e Renato Zero. Non si può forzare. Mi dispiace molto, ma non ha tolto nulla a questo film.

Rametta: noi abbiamo messo al centro del racconto Mia. La storia d’amore con Andrea è esemplificativa, come se fosse un percorso. Per il resto ci siamo adeguati a quelle che erano le esigenze della persona in questione che non ha voluto essere presente.

Tinny Andreatta: a noi interessava raccontare più i sentimenti di Mia a prescindere dagli specifici eventi. Era fondamentale narrare, ad esempio, la sua capacità di amare.

Serena Rossi: viene messo in scena un grande amore che ai fini della storia esprime la sua grande propensione per l’amore.

Per Loredana Bertè: ci può raccontare quello che ha vissuto accanto a lei?
È stato doloroso ovviamente, ma ho provato anche felicità. Serena sembrava Mimì, l’ha resa umana com’era lei, dentro era una bambina anche se faceva la superwoman e Serena ha tirato fuori quella bambina. Anche se non ci sono Fossati e Zero non fa la differenza perché al centro c’è lei. Mimì avrebbe dovuto vincere nel 1989.

La conferenza stampa si conclude qui.
Appuntamento al cinema 14, 15 e 16 gennaio e su RaiUno subito dopo Sanremo 2019.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

Brave and Beautiful anticipazioni puntate dal 2 al 6 agosto su Canale 5

Tutte le anticipazioni sulla quinta settimana di programmazione nella nuova serie turca di Canale 5.

Pubblicato

il

Brave and Beautiful 2-6 agosto
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le anticipazioni dal 2-6 agosto della serie turca di Canale 5 dal titolo Brave and Beautiful. Si tratta di un serial di genere drammatico con atmosfere thriller e sentimentali.

La serie nell’edizione originale si articola di 32 episodi. In Italia invece è stata rimodulata per 96 appuntamenti della durata di 45 minuti circa.

Brave and Beautiful 2-6 agosto attori

Brave and Beautiful 2-6 agosto – anticipazioni

S1 Ep21 – Tahsin va a trovare Suhan a Istanbul e le spiega che la sua relazione con Adalet è di lunga data, che lei lo ama e non ha secondi fini. Così la convince a tornare a casa a patto che il padre smetta di tiranneggiare la gente. Un rappresentante della società di Antalya si presenta all’azienda Korludag e mostra una mail di Cesur in cui dice che Tahsin aveva intenzione di far fallire il progetto della costruzione dei grattacieli.

Cesur nega di essere l’autore della mail e chiede che vengano svolte delle indagini. Intanto il piano ideato da Bulent, Cahide e Ayse va avanti. Hanno coinvolto Turan facendogli credere che Cesur è stato incaricato di ucciderlo. Poi organizzano un agguato facendo credere a Cesur che Suhan sia in pericolo. Anche Tahsin inizia a sospettare che Cesur sia il figlio di Hasan e per liberarsi di lui una volta per tutte gli tende una trappola attraverso Mithat.

S1 Ep22 – Cesur, attirato nella trappola architettata da Cahide, viene ferito da Turan, mentre Tahsin e gli uomini di Mithat lo stanno aspettando a Istanbul per sbarazzarsi di lui. Rifat chiama i soccorsi e, dopo un’operazione d’urgenza Cesur viene dichiarato fuori pericolo. Suhan e Tahsin vanno a trovarlo in ospedale e apprendono da Banu la storia del messaggio inviato a nome di Suhan. Rimasti soli, Cesur e Suhan si parlano sinceramente perché lei ha scoperto la sua vera identità. Cesur le rivela che Tahsin è l’assassino di suo padre e che per ottenere giustizia, ha dovuto cambiare identità. Intanto Sirin porta Fugen da sua madre, a casa Korludag: nel salone della villa, la donna riconosce il quadro di Muzaffer.

Brave and Beautiful 2-6 agosto trame

Brave and Beautiful trama episodi 23 e 24

S1 Ep23 – Suhan ha scoperto l’identità di Cesur ed è sconvolta, perché pensa che l’abbia usata solo per avvicinarsi a suo padre. Turan insegue l’auto di Bulent e lo costringe a fermarsi. All’arrivo della polizia, Turan minaccia Bulent di vuotare il sacco, parlando di un piano ai suoi danni, ordito da lui e Cahide. Korhan e Suhan assistono increduli alla scena. Tornati alla tenuta Korludag, Hulya e Cahide inventano una storia per giustificare le reazioni di Turan. Hulya dice che Turan era il suo uomo e che ha ucciso il dr. Nedim per gelosia. In ospedale, Kemal ascolta per caso Banu e Cesur parlare di Tahsin Korludag. Cesur lo prende da parte e gli rivela tutta la verità. Cesur firma e lascia l’ospedale prima del tempo. Insieme a Kemal e Rifat va a cercare Mithat, vecchio amico di suo padre Hasan e Cesur.

S1 Ep24 – Suhan dice al padre che l’ha delusa, e che ora teme che le stia mentendo su tutto quello che ha fatto. Kemal, Cesur e Rifat cercano informazioni su Mithat e scoprono che è in combutta con Tahsin e il Commissario Mehmet. Tahsin e Adalet decidono di partire per Capodanno e andare in Europa. Cahide riesce a convincere Korhan a far rimanere Hulya a casa loro. Più tardi, si riuniscono tutti per parlare di Turan, e appare evidente che Cahide, Hulya e Bulent hanno paura di essere scoperti. Banu propone a Turan di difenderlo in modo da provare che non c’entra nulla con l’omicidio del dottore. Sirin scopre che Cesur ha raccontato la sua storia a Kemal e gli dice che Suhan le ha confessato di essere innamorata di Cesur. Mihriban scopre che i quadri appartengono alla famiglia Karahasanoglu.

Trama episodio 6 agosto

S1 Ep25 – É la notte di Capodanno e c’è una festa a casa Korludag. Cesur regala a Suhan una poesia che suo padre aveva trascritto a mano per regalarla a sua madre. Poi arriva la polizia per arrestarlo: è accusato di aver falsificato dei documenti. Al processo, però, riesce a dimostrare la sua innocenza.

Brave and Beautiful 2-6 agosto finale

Brave and Beautiful, il cast completo della serie tv

Di seguito il cast completo della seria turca Brave and Beautiful con i rispettivi personaggi interpretati:

  • Kivanç Tatlitug: Cesur Alemdaroglu
  • Tuba Büyüküstün: Alemdaroglu
  • Tamer Levent: Tahsin Korludag
  • Erkan Avci: Korhan Korludag
  • Serkan Altunorak: Bulent Aydinbas
  • Sezin Akbasogullari: Cahide Korludag
  • Devrim Yakut: Mihriban Aydinbas
  • Gözde Türkpençe: Banu Vardar
  • Irmak Örnek: Sirin
  • Firat Altunmese: Kemal
  • Zeynep Kiziltan: Hülya
  • Müfit Kayacan: Rifat
  • Cansu Türedi: Necla
  • Isil Dayioglu: Reyhan
  • Nihan Büyükagaç: Adalet Soyozlu
  • Oktay Korunan: Salih
  • Yigit Özsener: Riza

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Love is in the air anticipazioni puntate dal 2 al 6 agosto 2021

Tutte le anticipazioni della serie in onda su Canale 5 nel day time pomeridiano, giorno per giorno.

Pubblicato

il

Love is in the air 2-6 agosto
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nuova settimana di programmazione per Love is in the air con le puntate del 2-6 agosto. Ecco tutte le anticipazioni della soap in onda su Canale 5 nel day time pomeridiano.

Love is in the air 2-6 agosto attori

Love is in the air 2-6 agosto

S1 Ep46 – Serkan cerca di cancellare Eda dalla sua vita, ma Efe la convince a tornare ad ArtLife costringendo i due a lavorare a stretto contatto. Con Selin e Ferit che cercano un modo per convivere pacificamente nello stesso posto, Eda e Serkan che si lanciano frecciatine e l’attrito tra i soci maggioritari della holding, lo studio di architettura è una vera e propria polveriera. Serkan getta benzina sul fuoco proponendo di rifare i disegni del progetto del porto. Inevitabilmente, si creano due “schieramenti”, Eda, Efe e Ferit da una parte, Serkan e il resto dall’altra. Quando arrivano Ceren, che tenta un avvicinamento con Selin, e Figen, intenzionata ad affrontare Erdem, la tensione si taglia col coltello. Intanto, Aydan si aggiorna sulle vicende di ArtLife, tramite Piril, mentre suo marito va a trovare Ayfer e sembra essere sul punto di rivelarle la verità sui genitori di Eda, quando qualcosa lo trattiene. Nonostante il rapporto distaccato, il gelo tra Eda e Serkan è solo apparente.

Trama episodio 3 agosto

S1 Ep47 – Eda, ora che lavora per Efe, può permettersi di pagare l’università a rate e di portare a termine gli studi. Dopo aver appreso dei problemi economici di zia Ayfer da Figen e Ceren, Eda decide di parlare con sua zia; le due chiariscono la faccenda e si promettono di non avere più segreti. Intanto allo studio Art Life fervono i preparativi per la presentazione dei due progetti del porto. In questo frangente, Seyfi, per ordine di Serkan, porta a Eda una scatola con tutti i suoi oggetti e i suoi regali. Eda, furiosa, butta tutto quanto, sotto lo sguardo triste di Serkan. Ma la visita di Seyfi ha un secondo fine: quello di controllare la coppia per la signora Aydan, che ha recentemente scoperto che suo figlio ha intenzione di traslocare. In seguito alla presentazione dei due progetti del porto, il cliente chiede a Serkan di combinare la sua parte architettonica con quella paesaggistica di Eda.

Love is in the air 2-6 agosto trame

Love is in the air 4 agosto

S1 Ep48 – Mentre tutti sono al campo base in attesa dei risultati delle prove, si accorgono che Eda non è con loro. Efe racconta che Eda era in auto con lui e che era voluta scendere dall’auto per fare una passeggiata. Viene dato l’allarme e tutti si mettono alla ricerca di Eda. Serkan dopo alcune ore di ricerche la trova svenuta dentro una buca. La porta da un medico e si rende contro che Eda non ricorda che hanno litigato e che continua a chiamarlo amore. Il medico inoltre spiega che tra poco Eda recupererà la memoria ma che allo stesso tempo Serkan deve fare attenzione a non farla addormentare. In tutto questo gli altri continuano a cercarla ma Serkan manda un messaggio a Ceren dal telefono di Eda pensando di tranquillizzarla ottenendo però l’effetto contrario. Serkan per accudire Eda la porta al suo cottage estivo; mentre sono in viaggio Eda riacquista la memoria e scatena una lite furibonda con Serkan in auto.

Trama episodio 5 agosto

S1 Ep49 – Eda si becca una bella ramanzina da parte di sua zia per aver preferito l’aiuto di Serkan a quello di Ayfer dopo l’incidente che ha avuto. La promettente paesaggista continua a sospettare che Serkan l’abbia lasciata per un altro motivo, così conduce le sue ricerche in ufficio chiedendo a Piril e a Leyla se sanno qualcosa. Al lavoro, gli screzi tra Serkan e Efe non accennano a diminuire, anzi la diffidenza del giovane imprenditore verso il famoso architetto paesaggista è tale che Serkan chiede a Engin di indagare su Efe. Serkan rivela ai suoi amici che Efe si è offerto di acquistare le azioni di Ferit, quindi Selin affronta il suo ex nella speranza di acquisire la sua quota, ma il tentativo è inutile. Il vivaio di Ayfer non va molto bene, così Figen propone alla proprietaria di affittare lo spazio al bar accanto, per poter contare su un’entrata extra, scelta che non piacerà molto alla nipote EDA.

Love is in the air 2-6 agosto finale

Love is in the air trama episodio 6 agosto

S1 Ep50 – Piril festeggia il suo compleanno in un locale con Eda, Ceren, Figen, Erdem, Selin, e Leyla, mentre Engin, che se ne è dimenticato, gioca alla play station con Ferit, Serkan, Alptekin, Efe, e Seyfi. Accortosi della svista Engin si precipita al locale con gli altri ragazzi, tranne Serkan, che poi comunque li raggiunge, e si incontra-scontra con Eda, che non riesce a capacitarsi del perché lui l’abbia lasciata. Il motivo è legato all’incidente di cantiere in cui erano rimasti uccisi i genitori di Eda, e di cui Eda è inconsapevole. Di conseguenza Serkan annuncia ai genitori rammaricati, l’intenzione di andarsene di casa, e Aydan convoca una psicanalista per curare le sue ferite interiori. La psicanalista la invita a riallacciare i rapporti con Eda, e Aydan promette che ci penserà. Nel frattempo, in incognito, Serkan raccomanda il negozio di fiori di Eda e Ayfer ad una committente molto importante; Serkan svolge indagini su Efe, di cui non si fida.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Grand Hotel episodi L’anniversario e Il battesimo su Canale 5 – trama, cast, finale

Tutte le anticipazioni dell'ottava puntata della serie spagnola trasmessa in prima serata su Canale 5.

Pubblicato

il

Grand Hotel L'anniversario
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Grand Hotel intrighi e passioni torna su Canale 5 con gli episodi L’anniversario e Il battesimo. L’appuntamento è per questa sera alle 21:25. Si tratta di un period-drama ambientato in un hotel deluxe di inizio secolo, in una storia che unisce commedia a mistero.

Grand Hotel L'anniversario trama

Grand Hotel L’anniversario e Il battesimo – dove è girato

La regia è di Ramon Campos che ha creato il prodotto ed ha contribuito alla sceneggiatura. Protagonista è Jon González presente in tutte e tre le stagioni nel ruolo di Julio Olmedo. Principale personaggio femminile è Amaia Salamanca che si cala nel ruolo di Alicia Alarcón.

Le riprese si sono svolte in Spagna, in particolare a Santander nella regione della Cantabria. Location principale di molti set è stato il Palazzo della Maddalena.

La produzione è della Bambù Producciones. Il titolo originale è il medesimo con cui è stata distribuita a livello internazionale.

Grand Hotel Il battesimo dove è girato

Grand Hotel L’anniversario – trama

Javier è stato ucciso dal marito geloso di Adriana. Mentre si prende cura di lui, Andrés trova la sua morfina rubata nel comodino. Belén rivela a Diego che hanno avuto due gemelli e lo minaccia di rivelare che lei è la vera madre di Alejandro.

Il battesimo – trama

Belén cerca il suo bambino Juan scomparso nel villaggio. Nel frattempo Alfredo e Sofía battezzano il loro figlio, senza sapere che il piccolo Alejandro ha un gemello, che è in grave pericolo.

Grand Hotel Il battesimo finale

Grand Hotel – il cast completo

Di seguito il cast della serie tv Gran Hotel e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Adriana Ozores (Velvet Collection) – Doña Teresa
  • Amaia Salamanca – Alicia Alarcón
  • Yon González – Julio Olmedo
  • Eloy Azorín – Javier Alarcón
  • Fele Martínez – Alfredo Vergara
  • Pep Anton Muñoz – Ayala
  • Pedro Alonso – Diego
  • Luz Valdenebro – Sofía Alarcón
  • Llorenç González – Andrés
  • Marta Larralde – Belén
  • Antonio Reyes – Hernando
  • Iván Morales – Sebastián
  • Concha Velasco – Ángela Salinas
  • Dion Córdoba – Mateo
  • Raquel Sierra – Natalia
  • Manuel de Blas – Benjamín
  • Tato Loché – Jesús
  • Asunción Balaguer – Lady
  • Cristóbal Araqué – Camarero

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it