Connect with us

Soap e serie tv

Rocco Schiavone, il primo episodio

Live il primo episodio di Rocco Schiavone con Marco Giallini
Samuele Perotti

Pubblicato

il

Live il primo episodio di Rocco Schiavone con Marco Giallini
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Pubblicità dentro articolo 2} 

Prima della sigla voliamo sul luogo dell’omicidio odierno: un gatto delle nevi a Crest investe un uomo. Subito dopo il vicequestore è avvisato dell’accaduto, proprio mentre si trova insieme alla sua amante Nora (Francesca Cavallin). Scopriamo che la squadra non è certo di primo livello: l’agente Casella è anziano e per problemi alla prostata urina sul luogo del delitto, mentre l’agente D’Intino ha paura dei cadaveri.

9nov rocco schiavone squadra

Conosciamo anche un po’ di vita privata di Rocco Schiavone: all’interno della sua abitazione infatti l’uomo parla con Marina, la moglie morta da diverso tempo. Nonostante ciò non riesce proprio a resistere al fascino di Nora. Ecco qua un altro vizietto del vicequestore, che per rilassarsi ama fumare un bel spinello.

9nov rocco schiavone moglie

Le indagini sono ancora ferme e il Questore Andrea Costa inizia ad incalzarlo, con un gergo sin da subito moto colorito. 36 ore per scoprire qualcosa da dire ai giornalisti. I primi passi sono mossi grazie alla preziosa autopsia del medico legale Alberto Fumagalli (Massimo Reale).

9nov rocco schiavone medico legale

Luisa Pec, una donna del posto, denuncia la scomparsa del marito e sarà proprio un tatuaggio a confermare che l’uomo, Leone Miccicchè, è la vittima. Pià tardi il vicequestore va al rifugio della donna. Luisa smentisce possibili problemi con la criminalità organizzata ma evidenzia una lite con il maestro di sci. Schiavone non sembra convinto, nonostante la donna provi a portarlo dalla sua parte con la notizia di una gravidanza.

9nov rocco schiavone luisa pec

Ad Aosta arriva anche Sebastiano, un amico storico di Rocco, che come sempre propone affari non leciti. I sospetti si fanno sempre più intensi sul maestro di sci Omar; infatti non solo l’uomo ha avuto una lunga storia con Luisa prima del suo matrimonio, ma la porta della scuola era anche aperta.

9nov rocco schiavone amico sebastiano

Furbo come una vecchia volpe Schiavone scopre, facendosi dare la carta d’identità, l’indirizzo dell’uomo e così decide di entrare in casa sua, dove trova tantissime foto di Luisa Pec e la piantina del rifugio. Il vicequestore coinvolge, nell’affare illegale del camion di droga, anche il giovane e valoroso, ma bisognoso di soldi Italo Pierron (Ernesto D’Argenio).

9nov rocco schiavone tir

Nel rimorchio prima della droga però vengono trovati diversi profughi. Dopo un ora l’episodio ancora non decolla: ritmo lento, poche emozioni e bisogna dire che anche la bravura di Marco Giallini appare fuori luogo nelle dinamiche narrative. Sorpresa nella sorpresa, oltre alle sostanze stupefacenti ci sono anche delle armi.

In soccorso alla squadra arrivano i verdetti dell’autopsia: nel fazzoletto che Leone aveva nella trachea c’è una traccia ematica differente da quella della vittima ma sempre di un uomo. Così per confrontarlo con il sangue del maestro di sci, il principale indiziato, decide di dargli un pugno. Omar svela come Luisa abbia un debito con lui. Il confronto del DNA però conferma compatibilità.

9nov rocco schiavone maestro sci

Altro “colpo di scena” tra le lettere della vittima viene ritrovato un’analisi dello sperma che dimostra come fosse sterile. Ritornato sul luogo del delitto insieme al fidato Pierron, il vicequestore trova un mozzicone di sigaretta e firma un duplice mandato di arresto: “perchè i colpevoli sono due”.

9nov rocco schiavone mozzicone

{module Pubblicità dentro articolo}

Il vicequestore irrompe durante il funerale: la prima colpevole è proprio Luisa Pec, l’altro invece il capo dei gatti delle nevi Luigi. L’uomo cerca di scappare ma è bloccato dagli altri uomini della squadra. Durante gli interrogatori arrivano le due confessioni, ma entrambi sostengono che non volevano ucciderlo.

9nov rocco schiavone arresto

Accelerata in modo spasmodica la risoluzione del caso, senza però che a casa si riesca a capire e vedere come Rocco Schiavone è arrivato a questo punto. L’altra nota stonata sono le continue parolacce e gesti poco conformi alla legge del vicequestore. Il lato positivo delle storia invece è l’anima della moglie, che continua a dare consigli e stare accanto al marito nonostante sia morta.

Rocco Schiavone termina qui e vi da appuntamento a venerdì con il secondo appuntamento.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Narni nel gennaio del 1987. Dopo gli studi al liceo scientifico, mi laureo in Scienze della comunicazione alla Sapienza con una tesi su Nicolò Carosio, il primo radiocronista sportivo. La laurea specialistica in “Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione” arriva grazie ad una tesi sui talk show sportivi italiani. Sono un grandissimo appassionato di sport e del mondo della televisione, soprattutto della fiction italiana e dei programmi comici. Sono stato anche uno speaker in una web-radio.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

Un Passo dal Cielo 6 Leone di Montagna – trama, cast, finale

Il leone di montagna è il terzo episodio in onda questa sera con protagonista Daniele Liotti.
Beatrice Martini

Pubblicato

il

Un passo dal cielo 6 Il leone di montagna Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un passo dal cielo 6 – I guardiani torna con l’episodio dal titolo Il Leone di montagna. La puntata va in onda su Rai 1, giovedì 15 aprile alle 21.25. Nel cast i due protagonisti principali sono Daniele Liotti e Enrico Ianniello. Gli attori nei rispettivi ruoli di Francesco Neri e Vincenzo Nappi continuano ad operare nella nuova caserma della Polizia a San Vito di Cadore. Qui lottano contro la criminalità e si ergono, soprattutto a custodi dell’ambiente che li circonda. I paesaggi, infatti sono spettacolari e incontaminati, tra i boschi, i laghi alpini e le vette delle Dolomiti.

Un passo dal cielo 6 Il leone di montagna attori

Un passo dal cielo 6 Riassunto puntate precedenti

Nella puntata di sette giorni fa, l’attenzione si era soffermata su Francesco Neri. Si era analizzato il momento particolare in cui si trovava dal punto di vista personale. Il capo della Forestale infatti non aveva ancora trovato un equilibrio tra il suo desiderio di partire e il bisogno di rimanere accanto a Vincenzo Nappi per aiutarlo. Quest’ultimo nel frattempo aveva dovuto fare i conti con le truffe di Carolina.

Un passo dal cielo 6 Il leone di montagna dove è girato

Un Passo dal Cielo 6 Leone di Montagna – trama

Una rifugiata curda incinta scompare nel nulla. Una storia d’amore tra pastori osteggiata dalle rispettive famiglie fa da sfondo a un rapimento a scopo di riscatto, o forse di vendetta per una guerra lontana.

Mentre Vincenzo e Francesco indagano sulla vicenda, Dafne si sveglia, e inizia a raccontare quello che si ricorda del suo passato. Francesco e Vincenzo vengono travolti dal suo racconto, che scioglie alcuni misteri, ma ne apre altrettanti.

Un passo dal cielo 6 Il leone di montagna finale

Il cast completo

Di seguito il cast completo della sesta stagione di Un passo dal cielo

  • Francesco Neri– Daniele Liotti
  • Vincenzo Nappi– Enrico Ianniello
  • Manuela Nappi– Giusy Buscemi
  • Carolina– Serena Iansiti
  • Huber Fabricetti– Gianmarco Pozzoli
  • Elda– Anna Dalton
  • Isabella Ferrante– Jenny De Nucci
  • Enrico Costa– Luca Chikovani
  • Giorgio– Filippo De Carli
  • Dafne– Aurora Ruffino
  • Emma Giorgi– Pilar Fogliati
  • Cristoph– Carlo Cecchi

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Alice Nevers 13 episodi Intima convinzione e Sforzo – trama, cast, finale

Torna Alice Nevers con la tredicesima stagione e con nuove indagini che la coinvolgono in casi di cronaca nera.
Beatrice Martini

Pubblicato

il

Alice Nevers 13 Intima convinzione trama
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alice Nevers torna con la stagione numero 13 e con gli episodi i cui titoli sono Intima convinzione e Sforzo. L’appuntamento è su Giallo, canale 38 del digitale terrestre, a partire da giovedì 15 aprile per cinque giovedì consecutivi in prima serata.

Si tratta di una serie televisiva poliziesca francese trasmessa su TF1, il primo canale in terra madre per ascolti.

Alice Nevers 13 Intima convinzione dove è girato

Alice Nevers 13 – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di René Manzor. Protagonista principale è il giudice istruttore Alice Nevers interpretata da Marine Delterme. Accanto a lei il suo fidato assistente Fred Marquand a cui dà il volto l’attore Jean Michel Tinivelli. Nel cast anche Gregori Baquet nel ruolo di Ludovic.

Le vicende sono incentrate sui casi giudiziari affrontati dal giudice istruttore Alice Nevers. Il titolo completo della serie è Alice Nevers – professione giudice che dalla quattordicesima stagione diventa semplicemente a Alice Nevers.

Lo scorso 11 gennaio 2021 TF1 ha ufficializzato la fine della serie dopo la diciassettesima stagione.

Le riprese si sono svolte in Francia, in particolare nella capitale Parigi. Molte scene sono state girate anche in Belgio.

La produzione è della Ego Productions per TF1. Il titolo originale è Alice Nevers: Le juge est une femme.

Una curiosità: ogni episodio termina con la canzone Pride interpretata dalla banda britannica Syntax.

Alice Nevers 13 Sforzo attori

Alice Nevers 13 trama episodio Intima convinzione

Dopo essere stata colpita all’addome durante un’operazione di polizia, Alice Nevers viene portata urgentemente in ospedale. Qui viene sottoposta ad un intervento chirurgico.

Tutto sembra andare per il verso giusto fino a quando il giudice donna non si sveglia dall’anestesia e dice di essere tormentata dalla visione di un cadavere. È una visione incerta sulla quale non sa dare alcuna spiegazione. Una volta tornata al lavoro 15 giorni dopo indaga con il comandante Marquand su uno strano caso. Camille Verdier esperta psichiatrica del tribunale cade improvvisamente dall’alto della scala nel Palazzo di Giustizia. Portata immediatamente in ospedale ne viene riscontrata la morte. L’autopsia rivela che è stata avvelenata. Dovrà essere Alice Nevers insieme al comandante Marquand a scoprire l’assassino e soprattutto la causa per la quale è stata uccisa.

Trama episodio Sforzo

Manon Rizzoli, la leader di una squadra di cheerleader, viene trovata senza vita su un campo da tennis. Suo padre, proprietario del complesso sportivo, è stato l’ultimo a vederla viva. Interviene Alice Nevers con tutta la sua squadra.

Si scopre così che nel complesso sportivo esisteva una stanza destinata alla preghiera. Qui c’era una foto di Manon velata. La ragazza si era convertita all’Islam.

Intanto la Nevers è ancora vittima di incubi ed ha dei dolori molto forti come conseguenza dell’operazione subita. Si reca dunque dal suo chirurgo che le prescrive morfina per il dolore.

Da parte sua Marquand accoglie nel suo appartamento l’agente di polizia Lea Delcourt. Dovrà ospitarla alcune sere a settimana. Nel frattempo è impegnato con la Nevers per scoprire chi ha voluto la morte della giovane cheerleader.

Alice Nevers 13 Sforzo finale

Alice Nevers 13 – il cast completo

Di seguito il cast della serie Alice Nevers 13 e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Marine Delterme – Alice Nevers
  • Jean-Michel Tinivelli – Fred Marquand
  • Grégori Baquet – Ludo
  • Alexandre Varga – Mathieu Brémond
  • Georges Claisse – Anton Avenberg
  • Vincent Solignac – François Avenberg
  • Jean Dell – Lemonnier
  • Anne-Charlotte Pontabry – Laurence
  • Sandy Lobry – Betty
  • Sylvie Audcoeur – Christelle Avenberg
  • Arielle Sémenoff – Hélène Kimoff
  • Laurent Olmedo – Marco Bianchi

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Il Commissario Montalbano Salvo amato, Livia mia – trama, cast, finale

La pellicola del commissario interpretato da Luca Zingaretti torna in replica su Rai 1
Alessandro De Benedictis

Pubblicato

il

Il Commissario Montalbano episodi 2020 - Stasera Salvo amato, Livia mia
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rai 1 propone questa, in replica, Salvo amato, Livia mia che fa parte del ciclo Il Commissario Montalbano. La pellicola è la prima dopo la morte di Andrea Camilleri e dello storico regista Alberto Sironi, sostituito da Luca Zingaretti.

Il Commissario Montalbano episodi 2020 - Stasera Salvo amato, Livia mia

Il Commissario Montalbano episodi Salvo amato, Livia mia

Il caso di “Salvo amata, Livia mia” che va in onda stasera è un groviglio attorno all’omicidio della giovane Agata Cosentino. La vittima – interpretata da Federica De Benedittis – era un’amica di Livia, alias Sonia Bergamasco, compagna del Commissario, che torna a Vigata per seguire le indagini e supportare la famiglia di Agata.

Il delitto avviene nell’Archivio storico comunale. Nonostante Agata fosse un’archivista, il primo compito del Commissario Montalbano è capire cosa ci facesse lì. Tutti erano in ferie per permettere i lavori di manutenzione, l’unico ad aggirarsi negli uffici era il Direttore Antonio Cannizzaro (Rosario Lisma).
Quella che sembrava una violenza sessuale sfociata in delitto, si rivela qualcosa di più complesso.
Il Commissario insieme a Pasquale, figlio di Adelina
La vicenda di Agata si amalgama con quella di Pasquale (Fabio Costanzo), il figlio di Adelina, bloccato da un metronotte durante l’incursione furtiva in una villetta.

La sceneggiatura nasce infatti dall’intreccio di due diversi racconti di Andrea Camilleri: “Salvo amato, Livia Mia” e “Il vecchio ladro”. Un lavoro complesso, dal momento che il primo era nato in forma epistolare e raccontava le indagini de Il Commissario Montalbano condotte lontano da Vigata.

Ancora una volta, colpisce la profondità dei personaggi tratteggiati da Andrea Camilleri. A partire dalla vittima, Agata, che rivive nei flashback interpretati da Federica De Benedittis in un’articolazione crescente. Complice la figura dell’amica Caterina Giunta, cui dà il volto l’attrice Katia Greco, con la quale si scoprirà avere un rapporto inaspettato.

Insieme al personaggio di Rosario Lisma, compongono un trittico che per tutto l’episodio restituisce la complessità umana, attraverso sviluppi sì sorprendenti e audaci, ma senza forzature. Un risultato affidato solo alla scrittura che ci accompagna nella loro scoperta, replicando appieno la sensibilità della penna di Andrea Camilleri, sempre impegnato a farci comprendere le sfaccettature dell’uomo senza dare giudizi.

Il cast e la regia di Luca Zingaretti per i nuovi episodi in onda dal 9 marzo 2020

Il cast e la regia di Luca Zingaretti

Federica De Benedittis è tra le poche ospiti nel cast de Il Commissario Montalbano. Una scelta esplicita della produzione. La Direttrice di Rai Fiction Eleonora Andreatta ha spiegato: “La struttura del racconto ci ha fatto optare per la scelta di attori che lavorano in maniera corale e su più registri. Il Commissario Montalbano si caratterizza da sempre per l’alternanza tra ospiti protagonisti e lavori più corali”.

A “Salvo amato, Livia mia”, partecipa anche Roberta Giarrusso, nei panni della Signora Caruana. È un ruolo meno centrale, ma rientra appieno nel discorso corale fatto dalla Andreatta.

I nuovi episodi, però, si caratterizzano soprattutto per la regia di Luca Zingaretti. Lo storico Direttore Alberto Sironi è morto durante le riprese, ad appena qualche settimana di distanza dalla scomparsa di Andrea Camilleri. Un doppio colpo che ha segnato profondamente il cast e la produzione. Zingaretti ha poi preso in mano la regia con il supporto dei colleghi di sempre, a partire da Cesare Bocci, Peppino Mazzotta ed Angelo Russo.

Nei suoi ricordi affettuosi di Sironi, Luca Zingaretti ha detto: “Non ho fatto la mia regia. In una situazione del genere devi solo cercare di capire cosa avrebbe fatto chi ti ha preceduto”.

La regia degli episodi de Il Commissario Montalbano 2020, in effetti, non tradisce la volontà di aggiungere troppo. Semmai, dall’episodio “Salvo amato, Livia mia” appare una sospensione ancora maggiore dei tempi e dei luoghi. In alcuni passaggi, la stessa Vigata sembra assumere contorni più eterei, sfumati, di quelli a cui eravamo abituati.

 

Il Commissario Montalbano 2020

Il Commissario Montalbano 2020 – Il futuro della serie di Rai 1 dopo la morte di Andrea Camilleri e Alberto Sironi

La morte di pilastri come Andrea Camilleri e Alberto Sironi potrebbe compromettere il futuro della serie di Rai 1.

Lo ha ammesso Zingaretti, concorde con il cast storico: “Vogliamo innanzitutto celebrare questi due episodi, salutare i nostri eroi e poi riflettere. Vedere se è il caso di finirla qua oppure continuare e chiudere in bellezza con l’ultimo romanzo nella cassaforte di Sellerio. Dobbiamo vedere se andare avanti. Per quanto mi riguarda, voglio elaborare il lutto e capire se abbia senso o meno”.

Il titolo dell’ultimo romanzo custodito dall’Editore Sellerio è sconosciuto, ma dovrebbe contenere una svolta decisiva nella vita de Il Commissario Montalbano, probabilmente la sua stessa scomparsa.

Intanto, c’è la certezza di un altro episodio già pronto, girato sempre la scorsa estate. Verosimilmente, dunque, Rai 1 e Palomar hanno tenuto nel cassetto l’episodio per il gran finale del prossimo anno.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it