I delitti della salina dal 24 agosto su Canale 5


Si chiama "I delitti della salina" la nuova miniserie francese che Canale 5 propone in prima serata a partire da giovedì 24 agosto. Il titolo originale della fiction è "La main blanche".


Nel corso della sceneggiatura si susseguono scomparse di molti personaggi e delitti apparentemente incomprensibili. La serie originale francese è composta da quattro episodi, ognuna della durata di circa un’ora. La versione italiana dovrebbe, invece, andare in onda in due serate, giovedì 24 e venerdì 25 agosto in prime time.

Il racconto inizia in una clinica psichiatrica gestita da Paul Creuzot e dalla moglie Catherine. Qui è ricoverata Isabelle, una paziente in preda a continue allucinazioni. Un giorno la donna realizza un disegno che potrebbe essere considerato la scena di un crimine: ha rappresentato una mano tagliata che viene fuori da un cumulo di sale. Sembra soltanto l’assurda creazione di una persona in preda a disturbi psichici, se non fosse che il giorno dopo  accade un evento sconvolgente: Gregory Bessì, un salinaio con precedenti penali trova nella salina in cui lavora una mano mozzata.

la main blanche 2

Per seguire le indagini  viene chiamata da Parigi l’antropologa giudiziaria Marion Ravel (Ingrid Chauvin). L’esperta lavora accanto a Franck Mercœur (Bruno Madinier già visto nella serie Il comissario Cordier). I risultati sono sorprendenti: l’arto appartiene alla bisnonna di Catherine scomparsa il 16 ottobre del 1918. Sono trascorsi 90 anni e lo stesso giorno Chaterine è vittima di un misterioso incidente automobilistico dopodiché vengono perse del tutto le sue tracce. La donna scompare. La polizia inizia naturalmente ad indagare e scopre che Gregory Bessi è stato assoldato da qualcuno per seguire e fotografare Catherine. Viene sottoposto ad un serrato interrogatorio nel corso del quale però nega con tutte le sue forze ogni coinvolgimento nella comparsa della donna.

I colpi di scena non sono terminati. Infatti Marion e Mercoeur scoprono la presenza di una seconda mano mozzata nelle saline.

A questo punto Paul Creuzot viene arrestato. L’accusa è di spingere subdolamente Isabelle a disegnare le mani che poi, puntualmente, vengono ritrovate.

Nel frattempo,  Marion e Mercoeur intuiscono che l’assassino sta agendo allo stesso modo di un serial killer che ha ucciso cinque donne nel lontano 1918.

A questo punto viene rapita Mathilde, una giornalista che stava seguendo il caso e che, attraverso indagini svolte da lei stessa, aveva effettuato un’importante scoperta. Ma non era riuscita a cominicarla alla polizia. Mercoeur, che si è visto togliere la responsabilità delle indagini, decide di continuare da solo, all’ insaputa di tutti.

La sua scoperta è di notevolissimo interesse: ae la prima mano apparteneva alla bisnonna di Catherine, la seconda appartiene alla bisnonna di Mathilde. Ambedue le donne sono state vittime del serial killer nel 1918.

Creuzot viene scagionato dalle accuse e per diostrare ulteriormente la propria innocenza, mostra a Mercoeur Isabelle mentre disegna nel sonno.

Intanto Marion Revel riceve un messaggio intimidatorio che è chiaramente un invito a desistere dalle indagini. L’esperta, però, non molla e scopre che le due mani  mummificate, risalenti del 1918, erano state nascoste in una grotta per molti anni.  Mercoeur e Marion riescono a localizzarla. Ma quando entrano, fanno una macabra scoperta: trovano la gionalista Mathilde in stato di shock accanto al cadavere di Catherine.



0 Replies to “I delitti della salina dal 24 agosto su Canale 5”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*