Sacrificio d’amore | seconda stagione dal 20 giugno su Canale 5


Sacrificio d'amore | seconda stagione dal 20 giugno su Canale 5. Torna in video dopo 5 mesi di assenza la fiction interpretata da Francesco Arca, Giorgio Lupano e Francesca Valtorta. Gli eventi che avverranno sono ancora pieni di sofferenza per i protagonisti principali.


Torna la serie Sacrificio d’amore che Canale 5 aveva già trasmesso nella stagione invernale ma che poi era stata interrotta perché si era conclusa la prima parte della fiction. Il primo impatto con il pubblico non era stato positivo e le puntate trasmesse erano andate al di sotto delle aspettative della vigilia.

La principale rete Mediaset era stata così costretta a togliere la serie dalla programmazione spiegando ai fan che si erano concluse le puntate della prima stagione. Le seconde sarebbero andate in onda nella tarda primavera. E adesso abbiamo finalmente la data del ritorno in video. Tutte le puntate sono programmate a partire da mercoledì 20 giugno ogni settimana nella medesima collocazione oraria del prime time, ovvero alle 21:25.

Ricordiamo che l’inizio di Sacrificio d’amore era andato in onda l’8 dicembre 2017 mentre l’ultima puntata, ovvero la sesta, era stata trasmessa il 10 gennaio. Ricordiamo inoltre che Mediaset aveva promesso il ritorno in video nel mese di maggio. Invece si è voluto attendere la conclusione della stagione.

Sacrificio d’amore | dove eravamo rimasti

Silvia (Francesca Valtorta), moglie di Corrado Corradi (Giorgio Lupano), si era innamorata di un giovane cavatore di marmo, Brando Prizzi (Francesco Arca). La famiglia Corradi è una delle più note ed importanti di Carrara. Tra i due nasce un amore sconvolgente che è destinato a portare solo sofferenza: infatti Brando aveva scoperto di essere gravemente malato e con pochi mesi di vita. Ma grazie alle cure costose realizzate in una clinica Svizzera e pagate da Silvia è riuscito a salvarsi. Silvia però aveva fatto un patto col marito. Se lui avesse pagato le cure per il suo amante, lei avrebbe rinunciato al suo amore per sempre.

Intanto la sorella di Brando, Maddalena (Desiree Noferini) lavorava come cameriera in casa Corradi. La giovane si innamora corrisposta di Tommaso (Rocco Giusti), precettore di Simone figlio di Silvia e Corrado.  La signorina Maffei (Sara D’Amario) governante di casa Corradi ha osteggiato fin dall’inizio questo rapporto arrivando ad avvelenare Maddalena. La giovane si era salvata soltanto per il pronto intervento dello stesso Tommaso.

Sacrificio d’amore | anticipazioni settima puntata

La serie continua mostrando Silvia che soffre ferocemente per il patto stipulato con il marito di non vedere più Brando. Quando Brando è partito per il sanatorio svizzero, Silvia è stata costretta a subire i ricatti e la violenza di Corrado. L’uomo forte oramai di quanto aveva fatto per l’amante della moglie, cerca ogni occasione per umiliarla. Non solo ma Corrado per ritorsione tenta di approfittarsi sessualmente della cameriera Maddalena. La ragazza riesce fortunosamente a salvarsi ma è costretta ad abbandonare la villa. Silvia per aiutarla le regala una collana preziosissima di smeraldi e le consiglia di venderla per avere un fondo economico con cui potersi sostenere prima di trovare un nuovo lavoro.

Ma la signorina Maffei mostra la sua cattiveria anche in questo caso e fa in modo che Maddalena non possa vendere la collana. Intanto la giovane donna è partita ed ha dovuto lasciare il suo Matteo. Ma la Maffei continua a perseguitarla invasa da una voglia frenetica di vendetta. Maddalena potrebbe a causa della governante ritrovarsi addirittura in galera.



One Reply to “Sacrificio d’amore | seconda stagione dal 20 giugno su Canale 5”

  • paola

    sono molto felice della ripresa della fiction che a mio parere e’ molto bella e anche ambientata in un momento storico che non tutti ricordano grazie.

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*