Connect with us

Spot in TV

Spot in TV | Fiorello e Rovazzi in coppia per Wind

Spot in TV | Fiorello e Rovazzi in coppia per Wind. Lo showman insieme allo youtuber e cantante per la promozione di Wind Fibra 1000. Una coppia inedita che oltre al set della pubblicità sarebbe in grado di regalarci sorprese. Ecco l'analisi dello spot

Pubblicato

il

Spot in TV | Fiorello e Rovazzi in coppia per Wind. Lo showman insieme allo youtuber e cantante per la promozione di Wind Fibra 1000. Una coppia inedita che oltre al set della pubblicità sarebbe in grado di regalarci sorprese. Ecco l'analisi dello spot
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lo spot, in effetti, ha una trama piuttosto semplice, condita con la giusta dose di simpatia per rendere la pubblicità piacevole ed efficace in una battuta. Ciò che conta, però, è la sua resa.

In sostanza, Fabio Rovazzi interpreta un ragazzo che si è barricato in casa prendendo in ostaggio una giovane famiglia di quattro persone. Fiorello, al contrario, è un Ispettore di polizia che arriva sul luogo del sequestro quando gli ostaggi sono già stati liberati, mentre il loro aguzzino è ancora barricato nell’abitazione e non vuole saperne di uscire.
Siamo negli Stati Uniti – a giudicare dall’ambientazione, oltre che dalle auto e dalle divise della polizia e dei mezzi di soccorso – e nel cortile assolato i soccorritori stanno accudendo le vittime, mentre una schiera di poliziotti tiene sotto tiro il malvivente.
Fiorello arriva a bordo di una sportiva americana nera, scende con la tranquillità di chi è abituato a quelle scene senza esserne minimamente intimorito e chiede all’agente già sul posto, con sufficienza, “Cosa abbiamo?”. La donna risponde che il soggetto ha liberato la famiglia, ma non vuole uscire di casa.

A quel punto, Fiorello fa la domanda che risolve il caso: “Questa casa ha la Fibra Wind?”. La risposta è “Sì” e lui chiude con un sorrisetto compiaciuto: “Lo sospettavo”.
Come a dire che la Fibra Wind è talmente performante e permette di fare un numero tale di cose che saresti disposto a rapire una famiglia senza arrenderti alla polizia, pur di non privartene.
Fabio Rovazzi, in effetti, si trova nel salotto della casa ad armeggiare contemporaneamente con un tablet, un pc e la smart tv. Una vera abbuffata tecnologica resa possibile dalla potente Fibra Wind.
Quando gli agenti staccano la connessione – una sorta di irruzione di ultima generazione – per Rovazzi è finita.

Fuori lo aspetta l’Ispettore impersonato da Fiorello, che lo guarda in silenzio mentre viene portato in manette verso la volante. Rovazzi si agita in tono di sfida verso di lui: “Bravi! mi avete tolto la fibra, ma tanto ho i giga. Non finisce qui!”. In risposta riceve un beffardo e supponente “Brrr, che paura!”.
Questo passaggio vuole mettere in risalto la composizione dell’offerta pubblicizzata, che comprende non solo la connesione in fibra per la casa, ma anche 100Gb di navigazione in Internet per gli smartphone di tutta la famiglia. E lo spot si chiude così, lasciando presagire che la pubblicità con il seguito della vicenda non tarderà ad arrivare.

La collaborazione tra Fiorello e Fabio Rovazzi – pur solamente in uno spot – è interessante perché mette a confronto esperienze inconciliabili e simili allo stesso tempo. Stiamo parlando di due artisti appartenenti a generazioni diverse, arrivati al grande pubblico in contesti mediali radicalmente differenti, con personalità e linguaggi nient’affatto simili.
Tuttavia, nel Fiorello che ha cercato di darsi un’identità ben precisa per poi sfidare se stesso nei contesti più disparati durante tutta la carriera, si potrebbe ritrovare qualcosa del Rovazzi nato e cresciuto come “personaggio multimediale”. Due articolazioni diverse, in epoche agli antipodi, del tentativo di creare un personaggio-professionista dai connotati precisi, in grado di adattarsi via via ai linguaggi che si andavano moltiplicando.

Fiorello comico, cantante, imitatore, presentatore, showman televisivo e radiofonico, protagonista quasi dal nulla su Youtube (e poi su Sky) con “Edicola Fiore”, ha fatto di sé un professionista multiforme e imprevedibile, pur rimanendo, in sostanza, con un’identità precisa.
La differenza con Fabio Rovazzi, probabilmente, (oltre al non essere un comico e showman) sta nell’evidenza che nel suo personaggio quest’ultimo fonde già all’origine tutti i linguaggi contemporanei.

Rovazzi nasce da subito con un mix inscindibile di connotati da youtuber, cantante, personaggio televisivo e cinematografico. Tanto che molti suoi video su YouTube, ad esempio, includono allo stesso tempo le sue canzoni, il relativo videoclip, piccoli film e un’estetica pop perfettamente spendibile sui social network.
Tentativi diversi – perché fatti in tempi e con linguaggi differenti – di proporre al pubblico un personaggio pop, in grado di intrattenere rimasticando con creatività ironica il mondo contemporaneo (e i tic dei relativi mostri sacri: da Mike Buongiorno, Maurizio Costanzo, e Pippo Baudo, per Fiorello; a Morandi, Pippo Baudo, Massimo Boldi e un’infinità di altri per Rovazzi).

L’interesse è tutto qui: due artisti nati in mondi separati che mostrano la possibilità di comunicare tra loro. E chissà che non ne venga fuori altro.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spot in TV

Spot in Tv: Luca Ward promuove il turismo in Sardegna

Luca Ward è la voce narrante della pubblicità istituzionale volta a promuovere il turismo sull'Isola nel periodo estivo.

Pubblicato

il

Spot Sardegna 2021 Sicuri di sognare
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sulle reti Rai è attualmente in rotazione lo Spot 2021 della Regione Sardegna. La pubblicità è diretta dal regista cagliaritano Andrea Iannelli. La durata è 34 secondi.

Prossimamente lo spot verrà trasmesso sulle Reti Mediaset e nelle Stazioni delle principali città italiane. Ma anche nelle reti di porti e aeroporti. Verrà inoltre tradotto in inglese, francese e tedesco per favorirne la diffusione anche a livello internazionale.

Il testimonial è il doppiatore Luca Ward che interpreta il ruolo di narratore. Ma non è la prima volta che presta la propria voce anche ad uno spot. In passato ha infatti pubblicizzato marchi di profumi, prodotti alimentari fino a promuovere i servizi delle Ferrovie dello Stato.

Spot Sardegna 2021 mare torre medievali

Spot Sardegna 2021 Sicuri di sognare: presentazione dello Spot

Il Presidente di Regione Christian Solinas ha scelto di realizzare un spot per esortate gli spettatori a visitare la Sardegna per le vacanze estive. Si tratta di un‘iniziativa per rilanciare il settore del turismo, che assieme a tanti altri, ha risentito maggiormente degli effetti negativi della pandemia. L’emergenza sanitaria infatti, nell’ultimo anno e mezzo, ha ridotto drasticamente gli spostamenti per evitare, il più possibile, di veicolare il virus.

Fortunatamente grazie alla riduzione dei contagi e alla percentuale in crescita di cittadini che stanno ricorrendo alla vaccinazione, il settore turistico è in graduale ripresa.

Con il claim Sicuri di sognare, gli ideatori dello spot intendono trasformare la Sardegna nella meta ideale per trascorrere qualche giorno di vacanza. La raccontano infatti come un territorio ricco non solo di bellezze paesaggistiche ma anche di storia e di tradizioni.

La pubblicità diventa un’espediente per esortare i turisti italiani a rimanere nel proprio Paese per far ripartire l’economia. Si trasforma invece in un invito per i turisti stranieri a tornare nuovamente in Italia. La Sardegna inoltre, come altre regioni, si sta organizzando per accogliere in sicurezza i visitatori.

La Regione ha scelto come voce narrante dello spot Luca Ward in quanto per il suo caratteristico timbro vocale conferisce allo spot un’atmosfera che rievoca quella cinematografica.

Spot Sardegna 2021 Chiesa san Paolo Olbia

Il racconto dello spot

Lo spot cerca di mettere in risalto alcune caratteristiche peculiari del territorio sardo. Si inizia dalle spiagge, che sono circondate dal mare cristallino. Rappresentano una meta ideale non solo per i bagnanti ma anche per gli appassionati di sport acquatici. Appare infatti un surfista che tenta di superare le onde.

L’attenzione si sposta successivamente sul paesaggio montuoso. In Sardegna è infatti possibile avventurarsi in percorsi di trekking o visitare luoghi incontaminati.

Nella terza parte invece la pubblicità si sofferma sul patrimonio storico-architettonico della Regione. Mostra, ad esempio, le torri di avvistamento sul mare e la Chiesa di San Paolo ad Olbia. La particolarità è che la cupola è rivestita da maioliche a mosaico con colori contrastanti.

Nell’ultimo segmento lo spot dedica spazio infine al folklore mostrando un uomo che indossa una delle tipiche maschere sarde. Ma anche alle tradizioni gastronomiche con le immagini del Pane Carasau in cottura nel forno a legna.

A rendere ancora più suggestivo il racconto è la voce fuoricampo di Luca Ward, che serve a rafforzare i concetti di unicità e bellezza.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Spot in TV

Spot Barilla 2021: la pasta come elemento di comunicazione

Nella nuova campagna pubblicitaria la storica azienda parmense specializzata nella produzione di pasta racconta degli episodi di quotidianità puntando l'attenzione sulle emozioni.

Pubblicato

il

Spot Barilla 2021 Un gesto d amore
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono in rotazione sulle reti generaliste i nuovi spot della Pasta Barilla 2021.

Le pubblicità sono dirette da Saverio Costanzo, che ha realizzato L’Amica Geniale. E’ la fiction tratta dai best sellers di Elena Ferrante. La campagna precedente della Barilla era invece affidata a Sergio Rubini, Daniele Luchetti e Alessandro Genovesi.

Spot Barilla 2021 famiglia

Barilla 2021: presentazione dello Spot

La Pasta Barilla è solo uno dei marchi dell’omonimo gruppo che ha sede a Parma. E’ nato nel 1877 per volere di Pietro Barilla, che inizialmente possedeva solo un piccolo panificioMolti anni dopo, nel 1910, riuscì a trasformare l’attività in una vera e propria azienda con l’apertura del primo stabilimento. 

La pasta è uno dei piatti più apprezzati dagli italiani che la consumano regolarmente più volte a settimana. Oltre ad essere un alimento cardine della Dieta Mediterranea per i suoi valori nutrivi, è un prodotto che si presta alla preparazione delle ricette più variegate.

Molte aziende del settore si stanno anche specializzando nella produzione di diverse varianti per rispondere alle esigenze dei consumatori.

La Barilla, oltre a preservare la tradizione, è tornata a valorizzare il Made in Italy con l’utilizzo di materie prime autoctone dopo le polemiche sulla provenienza estera del grano.

Pasta Barilla: Un gesto d’amore

Con il claim Un gesto d’amore l’azienda vuole illustrare come la pasta può trasformarsi in un elemento comunicativo quando non riusciamo a trasmettere agli altri le sensazioni che proviamo.

Ha scelto così di puntare sull’aspetto emozionale della condivisione di un pasto. Intende infatti dimostrare che è possibile comunicare, ciò che non si riesce ad esprimere con le parole, anche attraverso la preparazione di un piatto.

Gli autori della pubblicità hanno scelto di raccontare le attuali famiglie italiane, con le loro differenti caratteristiche. In tal modo gli spettatori possono identificarsi in ogni singola storia.

La colonna sonora dello spot è Hymne di Vangelis che la Barilla ha proposto innumerevoli volte, con diversi arrangiamenti. Serve per creare un trait d’union tra passato e presente della storia del marchio.

Spot Barilla 2021 coppia

Barilla 2021: il racconto degli Spot 

Per la nuova campagna pubblicitaria Barilla ha realizzato alcuni spot che si stanno alternando sulle reti generaliste. Gli autori, attraverso il linguaggio cinematografico, raccontano alcune storie di quotidianità familiare. Le scene sono prive di dialoghi per mettere in risalto le emozioni dei protagonisti. 

Nel primo racconto un adolescente torna a casa dopo gli allenamenti in palestra. Si accomoda sul divano senza proferire parola perché è giù di morale. I genitori non indagano su quanto accaduto ma cercano di dimostrare la propria comprensione attraverso un piatto di pasta. L’episodio si chiude con i loro sguardi di complicità.

La protagonista della seconda storia è una donna in carriera. Ha appena affrontato una complicata giornata di lavoro e sembra essere molto preoccupata. Il suo compagno però tenta di rasserenarla preparandole per cena un gustoso primo di pesce. Attraverso il gesto cerca di farle comprendere che tutte le difficoltà possono essere superate.

Cambio di ambientazione per il terzo episodio, che si svolge in un ristorante. Un cuoco è impegnato ai fornelli per preparare le ordinazioni sotto l’occhio vigile del cameriere che è pronto a servirle ai tavoli. Il protagonista ha portato con sé il figlio perché, probabilmente , non aveva nessuno a cui affidarlo. Il bambino, che si trova in un angolo della cucina, è visibilmente annoiato. Il genitore si avvicina a lui porgendogli una porzione di fusilli per ingannare l’attesa.

Spot Barilla 2021 padre e figlio

Gli altri episodi dello spot

Nel quarto racconto invece un giovane accetta l’invito a cena dei genitori. Saluta tutti i famigliari tranne il padre che preferisce ritirarsi in cucina. E’ chiaro che, in passato, hanno avuto qualche incomprensione. Il figlio però decide di raggiungerlo per un confronto ma non riesce ad iniziare una conversazione. Così il genitore, per stemperare la tensione, gli porge della pasta per controllarne lo stato di cottura.

Nell’ultimo episodio una famiglia sta pranzando nel terrazzo della propria abitazione assieme ad alcuni amici. Al tavolo sono presenti quattro adulti ed un bambino che osserva scrupolosamente il piatto destinato a qualcuno che non si è presentato. Il piccolo protagonista decide di rientrare per raggiunge la sorella, che si trova nella sua stanza, con due porzioni di pasta. Preferisce mangiare insieme lei anziché con gli altri commensali.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Spot in TV

Spot in tv: Gerry Scotti diventa testimonial per Brancamenta

Gerry Scotti è il nuovo testimonial della storica azienda milanese specializzata nella produzione di distillati.

Pubblicato

il

Spot Brancamenta 2021 Gerry Scotti
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sulle reti Mediaset è in rotazione lo spot Brancamenta 2021. La pubblicità è diretta da Ago Panini, regista di numerosi videoclip musicali.

Il testimonial è Gerry Scotti, ormai un volto noto anche in ambito pubblicitario. Nel corso degli anni infatti ha pubblicizzato numerosi prodotti, dal campo dell’alimentazione al settore energetico.

Spot Brancamenta 2021 protagonista

Spot Brancamenta: presentazione dello Spot

Brancamenta è uno dei liquori prodotti dai Fratelli Branca Distillerie. L’azienda è stata fondata nel 1845 a Milano da Bernardino Branca.

Per la nuova campagna pubblicitaria l’azienda ha deciso di celebrare il 50° anniversario dello spot, trasmesso nel 1971, che ha reso popolare il marchio. Ha scelto infatti di rievocarne le atmosfere riproponendo il classico bicchiere di ghiaccio che è diventato il simbolo del Brancamenta. 

Con il claim Have a nice day l’azienda mira ad esaltare la qualità e le caratteristiche uniche del liquore. Il prodotto può essere ideale per le serate trascorse in compagnia. Ma essendo una bevanda ad alta gradazione alcolica va necessariamente consumata con moderazione.

Brancamenta ha scelto come protagonista Gerry Scotti perché è in grado di raggiungere un pubblico trasversale. Grazie alla sua ironia riesce a trasmettere una sensazione di normalità in uno scenario dalle caratteristiche surreali. La durata dello spot è di 60 secondi.

Spot Brancamenta 2021 Scotti

Spot Brancamenta: il racconto dello spot

Lo spot Brancamenta 2021 è stato girato a Milano, dove ha sede l’azienda produttrice. In apertura della pubblicità Gerry Scotti è sul terrazzo della propria abitazione per una riunione informale con il team di lavoro. Una degli ospiti propone al gruppo un momento di pausa e chiede al padrone di casa se può offrire loro qualcosa da bere.

A sorpresa Gerry Scotti esce di casa ritrovandosi tra le montagne, avvolto in un’insolita tempesta di neve. Pur di esaudire il desiderio degli ospiti è pronto ad affrontare le condizioni climatiche avverse. Il conduttore tenta di recuperare una bottiglia di Brancamenta nascosta nel terreno. Quando riesce però ad estrarla rimane all’interno di una lastra di ghiaccio.

Una volta rientrato in casa Scotti raggiunge prima il soggiorno e poi si sposta in cucina. Munito di martello e scalpello, inizia ad imitare gli stessi gesti dello spot del 1971. Riesce infatti a ricavare dal ghiaccio il celebre bicchiere, dove versa una quantità contenuta di prodotto. Aggiunge poi della menta piperita e qualche cubetto di ghiaccio per evidenziare le caratteristiche tipiche di freschezza del Brancamenta.

Dopo aver offerto il drink agli ospiti, uno di loro nota della neve che si è depositata sulla sua giacca. Scotti svia l’argomento con ironia rispondendo con il classico Brrr!, il tormentone del liquore Brancamenta.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it