#cartabianca | 18 dicembre 2018 | diretta | Malgioglio contro l’omofobia


#cartabianca | 18 dicembre 2018 | puntata in diretta. Nuovo appuntamento con il talk show del martedì sera di Rai 3.


Bianca Berlinguer apre la puntata con la notizia del passaggio del reddito di cittadinanza  e della quota 100. Dopodiche la presentatrice introduce i propri ospiti, dedicando qualche minuto come sempre, al signor Corona che risponde alle domande di Bianca con la solita ironia.

Mauro risponde a tono su ogni tema proposto da Bianca. Si comincia con la difficoltà di gestire il reddito di cittadinanza e si prosegue con il programma di Matteo Renzi “Secondo me”.

Dopo uno scambio di battute molto lungo, Bianca fa andare in onda un servizio dedicato al terremoto che colpì l’Italia ad agosto 2016. Vediamo gli abitanti di Amatrice vivere ancora in condizioni quasi disperate. Le poche case costruite sono decisamente border line e poco adatte per il posto nel quale si trovano considerando soprattutto quanto sono costate.

Bianca Berlinguer cambia capitolo e presenta in studio Marco Minniti, un alto volto noto alla Rai. La conduttrice dice di vedere bene il politico e Corona come esponenti del partito democratico.

Bianca cerca di fare da arbitro al dibattito tra Minniti e Corona a proposito dell’auto esclusione del politico del PD dal fronte del suo partito. La linea viene chiesta da Piazza della Minerva a Roma poichè Salvini sta rilasciando delle dichiarazioni in merito alla decisione presa dall’UE. Il ministro dice la sua a proposito della notizia appena rivelata ma afferma che bisogna ancora passare dalle parole ai fatti. Prima di salutare tutti il ministro degli interni augura buon Natale a tutti e ringrazia Minniti per quanto fatto in passato.

Bianca introduce in studio Nicola Molteni, appartenente alla Lega. Fin da subito i due politici si beccano su diversi fronti.

A far inasprire ancora di più i toni ci pensa un servizio sull’integrazione degli stranieri in Italia. Molteni accusa Minniti di diverse colpe mentre l’ex ministro si difende spiegando che la via che si stava intraprendendo serviva a non far accadere spiacevoli eventi come i fatti di Strasburgo.

Bianca Berlinguer deve cambiare totalmente argomento e lo fa salutando i politici in studio ed introducendo Cristiano Malgioglio. L’artista risponde inizialmente alle domande di politica e poi dice la sua su diversi temi sottoposti dalla presentatrice. Malgioglio dice di non essere pro Lega ma di simpatizzare per Salvini però lo critica sul pensiero contro i migranti e lo invita a stare più vicino ai deboli specialmente gli omosessuali.

Dopo l’ex concorrente del GF Vip Bianca ha come ospiti l’esponente della CGIL Maurizio Landini e in collegamento il giornalista Mario Giordano. I due si scontrano su ogni tema e la presentatrice non riesce mai a proferire parola.Landini rimane per molto poco dopodiche Bianca fa andare in onda un servizio dedicato alle mense dei poveri.

Dl servizio si passa a parlare del tema in studio con diverse personalità. Oltre a Giordano arrivano anche Manlio Di Stefano del Movimento 5 stelle, il giornalista Alan Friedman e Marco Furfaro appartenente a Futura. Si parla subito di Reddito di Cittadinanza e l’ambiente si scalda dopo pochi minuti. I due politici in studio iniziano a beccarsi anche su altri temi e la situazione si fa subito ostica.

Tra i temi scottanti ovviamente c’è lì’economia italiana che viene paragonata anche a quella degli altri paesi e soprattutto il problema dei pensionamenti. Friedman non si capacità come si possa andare in pensione così tardi in Italia.

Bianca Berlinguer cerca di tenere calmi i toni fino alla fine della puntata per poi ringraziare tutti quanti ed augurare delle buone feste agli italiani.



0 Replies to “#cartabianca | 18 dicembre 2018 | diretta | Malgioglio contro l’omofobia”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*