Ulisse- il piacere della scoperta, questa sera su “Zar, gloria e caduta”


Seconda puntata, questa sera, sabato 15 aprile, di Ulisse, il piacere della scoperta. Alberto Angela si occupa dei Romanov.


Dopo la prima puntata dedicato al gladiatore romano Spartaco, oggi l’argomento centrale è lo sterminio dei Romanv, la famiglia imperiale russa in un paese che risentiva non solo della Prima Guerra Mondiale ma anche della Rivoluzione che avrebbe cambiato l’aspetto e le sorti della Grande Madre Russia.

La storia, drammatica dei Romanov assoglia ad una tragedia shakespeariana di cui contiene, purtroppo, tutti gli ingredienti. Innanzitutto i personaggi coinvolti, poi i luoghi e, non ultimo, l’intersecarsi di eventi storici con fatti puramente privati che hanno influito notevolmente a determinare gli scenari futuri.

Fra le tante vicende ancora con lati oscuri, il rapporto del discutibile personaggio di Rasputin con la famiglia reale. Rasputin aveva un legame stretto con la zarina che gli aveva affidato la salute del figlio affetto da una malattia che poteva essere l’emofilia, allora ancora non conosciuta.

Una leggenda si era creata intorno all’ultima delle figlie dei Romanov, la principessa Anastasia che potrebbe essersi salvata dalla morte. Su questa leggenda è stato realizzato un film dal titolo proprio Anastasia. Girato e arrivato nelle sale nel1956, era diretto da Anatole Litvak e interpretato da Ingrid Bergman, Yul Brynner e Helen Hayes

 Molti sono anche gli altri film sulla sfortunata famiglia imperiale.

Alberto Angela prenderà le mosse dalla Venaria Reale di Torino, la reggia dei Savoia, dove la famiglia Romanov era stata ospite pochi anni prima, del tutto inconsapevole della tragedia che si sarebbe abbattuta sui suoi componenti.

Nella Reggia si è appena conclusa una mostra sulle “meraviglie degli zar”. In esposizione  abiti, divise militari sfarzose, ritratti, mobili, porcellane e le creazioni di Fabergé, uno degli artigiani più famosi di tutti i tempi, di cui i Romanov erano collezionisti.

Muovendosi tra le sale della mostra, Angela junior traccerà un profilo della famiglia Romanov, partendo dall’ultimo zar Nicola II, personaggio dal carattere molto riservato ma estremamente credente. Vedremo gli altri componenti della famiglia, tutti destinati a una tragica fine: la moglie Alexandra Feodorovna e i figli Olga, Tatiana, Maria, Anastasia e il piccolo Aleksei. A causa della salute di quest’ultimo ammalato di emofilia, fa il suo ingresso a corte, fino a diventare membro occulto della famiglia e del governo, Gregory Efimovich Rasputin, tra le figure più enigmatiche e sinistre del periodo. Angela junior ce ne spieghera la figura e soprattutto la morte simile a quanto accade in un film dell’orrore.

Il destino dei Romanov non sarà meno tragico. La Rivoluzione incalza sempre di più e, con l’avvento al potere dei bolscevichi, la famiglia imperiale passa dai palazzi di Mosca al confino, poi alla prigione e infine allo sterminio.

Ma sono davvero morti tutti? Chi è la donna che dichiara di essere Anastasia, la figlia dello zar scampata alla morte? E se non è Anastasia, di chi si tratta? E chi la manovra? Domande che troveranno una risposta soltanto dopo molti anni, in tempi recentissimi.



0 Replies to “Ulisse- il piacere della scoperta, questa sera su “Zar, gloria e caduta””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*