Connect with us

Informazione

Spot in tv: il rapper Ghali per Vodafone

Un mix che può essere anche quello di culture: così Vodafone promuove la sua ultima offerta, Shake Remix, affidandosi alla rime del rapper Ghali.

Pubblicato

il

Un mix che può essere anche quello di culture: così Vodafone promuove la sua ultima offerta, Shake Remix, affidandosi alla rime del rapper Ghali.
Condividi su

La Shake Remix, dedicata ai ragazzi fino ai 30 anni, consente di scegliere il proprio piano telefonico: giga, minuti, messaggi, a seconda delle singole esigenze. Si può cambiare la composizione, mixando in maniera personale rispetto ai bisogni dell’utente.
E così, per parlare al pregiato target under 30, è stato scelto un artista che si è affermato partendo dalla rete. Ghali, 24 anni, nasce proprio caricando i suoi video su You Tube, e lanciando il singolo di debutto su Spotify, senza farlo passare dai negozi digitali: un rapper conosciuto dal pubblico più giovane, che lo ha ascoltato in massa in streaming. Nato in Italia, figlio di genitori tunisini, Ghali è anche il rappresentante perfetto di una generazione multiculturale la cui identità è composita.
Coerente al suo testimonial, che rimane defilato nello spot, la Vodafone confeziona un messaggio semplice quanto d’effetto: un volto diviso in tre parti, ciascuna quale ruota rapidamente assumendo di volta in volta nuovi lineamenti. Pelle diversa, occhi e bocca delle etnie più varie. Un viso che cambia sempre forma: proprio come la Shake Remix.
Solo in conclusione, nell’ ultima immagine, le tre parti si ricompongono a creare il viso di Ghali: il protagonista imprime la sua firma allo spot, senza però monopolizzarlo.
Da sottolineare che la campagna coniuga alla mera pubblicità, la contemporaneità del messaggio: non solo nel contenuto che parla di nuove generazioni, ma anche nel formato dello spot, che tanto rimanda nel taglio quadrato a un video da social network.

Il pensiero corre ad altri spot i cui testimonial sono rapper, anche loro scelti per rivolgersi ai ragazzi. Il riferimento è naturalmente a Fedez e Fabri Fibra, uno con le Giravolte e l’altro per Wind. Senza dubbio, un emergente ha dato ad entrambi una lezione di stile in quanto a vendersi a un brand e mantenere una credibilità professionale.


Condividi su

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
1 Commento

1 Commento

  1. Angelo Tosoni

    22 Novembre 2017 at 16:03

    Per favore Basta. E’ da due mesi che quotidianamente mi tocca ascoltare più e più volte questo brano che se dapprima era simpatico nella sua ignoranza, ora si è fatto insopportabile. Frasi buttate li senza un senso comune ed alcune incomprensibili anche di per se. Il telefono che non prende nell’ interland e la zattera in darsena sono incredbili. Più demenziale c’è solo la pubblicità del rapper del cornetto Algida. Dopo due mesi faccio appello a tutti voi perchè si chieda alla vodafone di eliminare per sempre questo spot che ha già scassato abbastanza. Angelo Tosoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Seguici su:
Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it