x

Connect with us

x

Informazione

#Maipiùbullismo torna dal 10 gennaio su Rai 2 con Pablo Trincia

Tutte le anticipazioni sulla seconda edizione del programma in onda su Rai2 con Pablo Trincia

Pubblicato

il

Tutte le anticipazioni sulla seconda edizione del programma in onda su Rai2 con Pablo Trincia
Condividi su

Ma ce ne saranno tante altre di edizioni, fa intendere il direttore di Raidue, Andrea Fabiano, che strappa la promessa e l’impegno del ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, e del presidente della Rai, Monica Maggioni, affinché il programma non venga fermato in futuro.

Comunque non è un programma facile da realizzare” – ha spiegato il conduttore Pablo Trinciaanzi è difficilissimo, un vero incubo. Ci sono tanti rischi da correre, perché si ha a che fare con le famiglie che spesso si scontrano con gli insegnanti. Ci sono infinite dinamiche familiari che possono fare da muro alla narrazione della storia. Ogni puntata richiede settimane di preparazione – conclude la Iena Trinciamettere una telecamera nello zainetto dello studente e registrare tutto quello che avviene in classe, per poi tagliarlo e montarlo è un lavorone”.

Mai più bullismo è un progetto a cui desidero dare continuità”ha sottolineato il direttore di Raidue – “siamo il primo paese che sta già trasmettendo la seconda edizione. Si tratta di un tema di cui il servizio pubblico deve farsi carico. Un programma dal linguaggio crudo, che affronta la realtà, guardando in faccia il problema nel tentativo di superarlo”. Fabiano ha anche promesso alla ministra Fedeli che troverà un’altra collocazione per replicare le puntate del programma, in un orario più consono alla visione dei giovani. Ed infatti ogni puntata sarà in replica il sabato nel day time. La decisione annunciata in conferenza stampa è stata formalizzata subito dopo.

Il presidente Maggioni ha espresso parole di elogio per il programma, visto anche all’estero, che qualifica il servizio pubblico della Rai: “I grandi problemi del paese si affrontano raccontandoli e cercando le soluzioni per risolverli”.

Secondo il ministro Fedeli di bullismo e cyberbullismo più se ne parla più escono cose. “Ci sono due punti importantissimi a cui i ragazzi devono far riferimento” – ha aggiunto la responsabile del Miur – “il primo riguarda chi denuncia di aver subito atti di bullismo, che deve essere sostenuto da tutto il mondo che lo circonda. Perché denunciare non significa fare la spia. Il secondo: mai sentirsi in colpa se si è vittime”.
Alla presentazione erano presenti anche gli alunni di una scuola di Ladispoli, la Corrado Meloni, che hanno deciso di affiancare il referente voluto dal ministero con un gruppo di ragazzi, in quanto gli studenti conoscono meglio le situazioni all’interno delle classi. Una specie di commissione eletta dagli stessi compagni di scuola.


Condividi su

Marco Castoro, giornalista freelance, professionista dal 1990. Oggi: scrive di televisione da 20 anni. Collaboratore de Il Messaggero. Titolare della rubrica Tele&Visioni sul Messaggero.it. Collaboratore de Il Corriere dello Sport e di RTL102.5. Blogger del Fattoquotidiano.it e www.marcocastoro.it. Ieri: vicedirettore "La Notizia". Caporedattore centrale e giornalista parlamentare a Italia Oggi. Caporedattore centrale e capocronista al Tempo. Inviato ai Mondiali di calcio Italia '90 e al terremoto di Nocera Umbra.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

ARCHIVIO

Maggio 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it