Le Iene Show | puntata del 10 ottobre | la diretta


Le Iene show | puntata del 10 ottobre in diretta | Alessia Marcuzzi e Nicola Savino, tra informazione ed intrattenimento, conducono lo storico programma di Italia 1.


Questa sera, 10 ottobre, alle ore 21.20 su Italia 1 andrà in onda Le Iene Show. Al timone Nicola Savino ed Alessia Marcuzzi. Al fianco dei presentatori, come di consueto, l’irriverente Gialappa’s Band. Da seguire l’intervista al Presidente Conte da parte della Iena Antonio Monteleone.

A tra poco con la diretta.

Inizia la puntata delle Iene Show, Savino prende in giro la Marcuzzi perchè si è rotta il mignolo giocando a nascondino.

L’inviato de Le Iene, Nic Bello, si è recato al raduno della Lega per interrogare i sostenitori di Salvini in merito ai precetti dell’Islam. Fingendo di leggere il Corano, in realtà Nic legge passi della Bibbia (alla quale ha cambiato la copertina). Emerge chiara l’Islamofobia e la poca conoscenza della materia. I pregiudizi imperano.

Savino, Alessia e la Gialappa’s commentano la nuova storia d’amore: Trump ha infatti dichiarato di essersi innamorato di Kim Jong-un.

Viene mandato in onda un servizio sul “pezzotto”, l’ultimo ritrovato della pirateria. Con questo dispositivo si possono vedere anche le tv via cavo, a pagamento, Netflix, Dazn, ad un prezzo davvero modico – circa 12 euro al mese. Basta solo un box android e qualche “istruzione per l’uso”.

Per ottenerlo bisogna avere le conoscenze giuste però e l’inviato finge di volerlo per infiltrarsi nell’ambiente. Parte tutto da un server posizionato fuori l’Italia. I “pirati” hanno un abbonamento per ogni servizio offerto e dirottano il segnale al server attraverso flussi. Sono decine di milioni gli euro che ogni anno riescono a sottrarre alle tv a pagamento. In Italia ci sono circa un milione e mezzo di utenti.

Giulio Golia parla ancora una volta di “vicini da incubo”. Ci sono faide tra i Bellotti, Jessica, Adele e Cesarina e Golia ce ne ha raccontato i particolari in un servizio precedente. Stavolta si arriva a toni davvero accesi e devono intervenire i Carabinieri per calmare il signor Serafino. Partono denunce ed i Bellotti vengono ammoniti per atteggiamenti “vessatori” e “violenti”.

Si cercano di calmare gli animi e si organizza un incontro al Comune in presenza degli avvocati. Il problema è la strada che i vicini condividono. Sembra si riesca a trovare un punto d’incontro.

Il problema è che dopo il primo servizio i Bellotti sono stati bersagliati da tutto il paese ed uno di loro ha minacciato di suicidarsi. Dopo un periodo di quiete nel vicinato però, i Bellotti hanno riniziato a prendere in giro i vicini.

Loro hanno dunque deciso di installare delle telecamere, ma i Bellotti li hanno denunciati per violazione della privacy. I vicini, esasperati, sono ormai incattiviti.

Calabresi è l’aspirante vigile del Sindaco di Venezia, che li vuole aitanti, senza grasso, delle specie di Rambo. Calabresi va vestito da vigile alla Alberto Sordi, per la città interrogando i vigili in già carica, per capire se sono come li vuole il Sindaco.

Alessia parla del servizio di Maria Elena Boschi per la rivista maschile Maxime. Savino e la Gialappa’s la prendono in giro e paragonano una foto della Boschi alla Brigliadori. Poi trovano un’altra soviglianza con una foto di Salvini sdraiato sul letto, Savino aggiunge che tira più un pelo Salvini che un carro di Boschi.

Renzo 15 anni è stato invenstito da una macchina mentra era sul motorino e se ne andato. I genitori gli regalarono il motorino al compimento dei 15 anni e per quanto era grato per quel regalo gli telefonava sempre quando si spostava. Un giorno il suo migliore amico la chiama e gli dice che Renzo aveva avuto un brutto incidente. Renzo era in gravissime condizione e dopo 26 ore d’agonia, muore. Una famiglia distrutta, piena di dolore e con la coscenza pulita che non è stata colpa di Renzo.

Un macchina nell’altra corsia esegue un sorpasso finendo dall’altra parte, investendo il ragazzo ed altre persone. L’investitore è figlio però di un vigile urbano del luogo, non gli ritirano la patente e gli danno solo una sanzione amministrativa, in più la macchina non poteva circolare perchè sprovvista di assicurazione. Nina Palmieri va da un collega del padre di Santo Salerno, per chidergli perchè un verbale pieno di sviste e perchè non hanno eseguito un alccol test a Santo. Nina con la sua determinazione insegue il vigile per arrivare ad una confessione ma niente. Santo verrà processato il prossimo hanno solo per omicidio stradale per svista.

Savino e la Gialappa’s parlano del futuro reddito di cittadinanza e di cosa ci si potrà comprare visto i divieti di spese immorali e di lusso imposti dal Governo. Non si capisce chi ne potrà usufruire e in che modo.

Alessia inizia con la gag dello stacchetto, visto che è infortunata e non può ballare, quindi non è nelle coreografie della puntata, ma quando accendono le luci riappare sempre lei. Ora la storia di un fratello ed una sorella che non si sono mai conosciuti. Vincenzo lavorava a Zurigo e mise incinta una donna, ma lui non ne era a conoscenza, poi inseguito torna in Italia e metto su famiglia a Prato, la futura figlia saputa questa storia, comincia la ricerca del fratello sconosciuto. Clarissa la figlia di Vincenzo contatta Le Iene per le ricerche, un inviato del programma si reca nel paese vicino Zurigo dove lavorava il padre, per vedere se con le poche informazioni in possesso riesce a ricavare qualche traccia. Dopo un colpo di fortuna trova il nome del ragazzo tra gli elnchi di tiro al poligono, attività molto diffusa tra i giovani del luogo.

Alla fine trova la famiglia di Mitchelle, i nonni sono contenti che dall’Italia sono arrivate notizie e fanno da complici per fare una sorpresa la ragazzo. Ma poi avvisano il ragazzo che chiama l’inviato per dirgli che è sotto shock e non è convinto della cosa, ma poi si convince dopo essersi tranquillizzato. La situazione si ribalta ore la sopresa è per Clarissa, con una scusa la nostra Iena porta la ragazza in Svizzera.

Mitchelle racconta che non ha più rapporti con la madre, proprio per non avergli mai parlato del padre. Anche lui è molto curioso e contento di incontrare Clarissa. Decidono di far soffrire ancora un pò la ragazza, fingendo che devono tornare immediatamente in Italia, ma ecco in tanto desiderato incontro, si incontrano per caso in macchina e all’inizio Clarissa è perplessa.

I due ragazzi si ritrovano, tra l’inbarazzo e la sorpresa, si commuovono come in magico film, conoscendosi tra pianti e spiegazioni che li rassicurano. Un momento da pelle d’oca, tenero come pochi momenti nella vita, i due ragazzi avranno molto da raccontarsi.

Luigi Pelazza ora parla della storia di Robin, che dichiara di essere stato derubato da una banca, dalla Montepaschi di Siena. Robin aveva una casseta di sicurezza nella banca, lui era titolare di una chiave che apriva la cassetta insieme ad una altra chiave gemella. Un giorno per un guasto all’interno del caveau, viene chiamato un tecnico, visto che la chiave non apriva più, alla riapertura la cassetta di Robin era vuota.

Dentro c’erano piu di cento mila euro e Robin viene restituita una cassetta con soli mille euro all’interno.  Luigi si reca alla banca per chiedere spiegazioni ma lo evitano e viene liquidato con no secco. La Iena si reca poi a Siena alla sede centrale, ma cnhe li un nulla di fatto. Robin rimarrà con un pugno di mosche in mano.

Ismaele per verificare le minacce alla associazione dedicata a Don Pino Puglisi, il centro Padre Nostro è stato scosso per le offese e minacce ricevute da un energumeno verso il presidente del centro Maurizio Artale. Ismaele riesce a trovare questo energumeno e ammonirlo, per fargli capire la gravità delle sue parole.

Alessia parla di una storia già affrontata la scorsa settimana su uomo che affeto da Hiv, andava con delle donne ignare della sua seriopositività, senza precauzioni. Romina la scorsa settimana parlava di Claudio su ex ragazzo che andava in giro ad infettare le persone, sia uomini che donne. Ora Claudio è in galera ma dopo aver visto questo servizio Giuseppe un uomo, si accorge che forse è stato infettato anche lui da Claudio. Anche lui come Claudio andava sulle chat per cercare sesso occasionale.

Claudio è un negazionatista, che l’Hiv non esiste e si può fare del sesso senza nessun tipo ri protezione. Lui era molto abile a soggiocare i suoi partner, convingendoli di essere immune alla malattia. Se si scrive il nome di Claudio su internet, ancora oggi escono inserzioni in tutta Italia. Al terzo incontro Giuseppe si concede del tutto senza protezione è in quel momento Claudio smise di essere gentile perchè aveva raggiunto il suo scopo.

Giuseppe ha paura di dirlo al compagno, non vuole che la gente lo eviti, alla fine però si convince di effettuare il test per l’Hiv. Il kit test è negativo, ma deve fare un test decisivo in ospedale, Giuseppe piange come liberato da un peso, anche se fosse positivo oggi ci sono le cure per condurre una vita normale. Arriva il giorno del risultato definitivo fortunatamente è veramente negativo. Il ragazzo non avevo effettuato il test prima perchè nel suo paese il test non è anonimo, in tutta la sua regione solo in due ospedali si può effettuare il test anonimamente.

Alessia e Nicola scherzano sul Presidente del Consiglio, sulla sua figura un pò anonima e sulla oha affermato ombre sulla sua cattedra come professore ordinario. Il quotidiano Repubblica pochi giorni fa ha affermato, che Conte abbia svolto il concorso tra amici. La Iena Monteleone ferma il Premier, per fargli delle domande su questa cattedra forse illegittima. Conte è stato esaminato secondo il giornale e il programma, da amici di avvocatura e di ricerca, così da essere favorito per la futura cattedra.

Monteleone in più occasione cerca il Premier per chiedere spiegazione e punzecchiarlo in cerca di una gaffe. Ma Conte in maniera un pò incerta, da comunque delle spiegazioni chiare e convincenti.

Alessia e Nicola parlano di meteore dello spettacolo, si parlo di Fausto Terenzi, una leggenda della radio degli anni 70. Un servizio ci fa vedere che fine ha fatto Fausto. Terenzi anni fa è stato colpito da un Ictus ed è sull’astico dopo una vita di successi. L’uomo racconta della sua scalata verso il successo e del suo programma Fausto Terenzi show, fino a partarlo al club 54 di New York come Dj.

Poi parla dei suoi stravizi negli anni 80 che gli hanno portato questa malattia. Da quando è sulla sedia a rotella è stato abbandonato da tutti, come succede purtroppo di solito. A Fausto è stata sopesa da poco anche l’assegno d’invalidità, in più il suo assegno non è stato nemmeno trasformato in pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni d’età. Con l’aiuto delle Iene Fausto riesce ad ottenere la pensione e tutti gli arretrati per l’ammontare di sette mila euro.

Ora si parla di sushi e un vecchio servizio di Nadia Toffa ci fa vedere come scegliere un buon rstorante dove mangiarlo senza rischiare la salute, visto il moltiplicarsi di all you can eat. Viene accompagnata da un esperto di sushi, dentro questi ristoranti per vedere la qualità del pesce. Il sushi in alcuni ristoranti risulta di gomma, senza sapore e sembra finto. In Italia si sono moltiplicati questi tipi di ristorante, Nadia impacchetta del sushi per farlo analizzare. Poi se reca da un famoso chef di sushi, per capire come individuare il pesce fresco, quando si va al ristorante.

Lo chef poi parla del verme anisakis, che è facile da trovare nel pesce, l’abbattitore serve per eliminarli. Le analisi sono pronte e su otto ristoranti solo tre vanno bene. Al contrario nei ristoranti con prezzi normali, otto su otto superano le analisi. Nadia si reca in uno dei ristoranti non a norma e la situazione è tragica, il pesce non è tenuto bene, i banconi sono sporchi.

Alessia e Nicola parlano delle mini moto, parte un servizio sui bambini che guidano questi mini razzi. Questi baby fast and furios, si dedicano completamente a questo sport, mettono anche in disparte la scuola per guidare.

Un papà racconta che il seguire questi ragazzi spericolati è molto fatico sia moralmente che con i nervi. I bambini in gara cadono e genitori sono accaniti per sollecitare il loro campioncini. Questi bambini vengono spinti dai sogni dei genitori che frustrati cercano di farli diventare delle super macchine. Un ragazzo addirittura gareggia con il consenso della mamma, con un occhio nero e il naso quasi rotto.

Il padre di un ragazzo ha avuto un ischemia per lo spavento, dopo un incidente del figlio. Le pressioni sono tanti e i rischi sempre dietro l’angolo.

Si parla ora del ritorno come allenatore di una squadra di calcio di Giampiero Ventura, che ora allenerà il Chievo Verona dopo essere stato esonerato come tecnico dell’Italia, per la mancata qualificazione all’ultimo Mondiale di calcio.

Torna Pregiudizio Universale con Maurizio Lastrico, viene accolto con molto calore dal pubblico, lui comicnia con la sua auto ironia, legge dei post che lo denigravano. Introduce l’argomento eithers, che si scagliano per lo più contro i deboli, donne, gay e immigrati. Gli eithers come azzannano le loro vittime, quando sono deboli, ma come fanno se la vittima social è più ingombrante, si unsicono tra loro scambiandosi i loro neuroni. Sui social si insultano anche le sinfonie di Beethoven ormai, commentando : “ma chi è questo sordo”. Maurizio racconta che gli eithers insultano anche i personaggi di fantasia o che sono frutto solo di un copione.



0 Replies to “Le Iene Show | puntata del 10 ottobre | la diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*