La lunga estate della Perego: La gogna mediatica mi ha dato forza. Ora scelgo programmi che mi divertono


La lunga estate di Paola Perego. "La gogna mediatica mi ha dato forza. Ora scelgo programmi che mi divertono". Intervista alla conduttrice che si racconta a tutto campo.


Hanno provato ad abbatterla con i missili. È caduta ma ha saputo rialzarsi. A fatica. Perché le ferite erano profonde, tuttavia lei si è rimessa in piedi ed è ripartita.  É Paola Perego che si prepara ad una lunga estate piena di impegni, alla Radio e in tv.

Sul piccolo schermo di Rai 1 torna in seconda serata dal 25 giugno con “Non disturbare” un programma tutto al femminile, in cui la conduttrice incontra signore dello spettacolo in camere di albergo. Noi vi abbiamo anticipato tutti i nomi delle dodici protagoniste.

La Perego si racconta a maridacaterini.it svelando la propria amarezza ma anche la determinazione di una professionista che non si è mai arresa. Ecco l’intervista.

Paola Perego, ma quanto è stato pesante essere rimossa in pochi minuti da un programma Rai con una sentenza frutto di un processo sommario e lapidario?
«Molto pesante. Non lo auguro a nessuno. Dimenticare non si può. Soprattutto dimenticare la gogna mediatica che ho subito per cose di cui ti accusano e non hai fatto».

Però ha resettato ed è ripartita…
«Devo confessare che dopo tanto dolore questa vicenda mi ha trasmesso una grande forza perché ora vedo il lavoro con più distacco. Mi piace quello che faccio e adesso scelgo le cose che mi divertono e non mi interessa affatto se faccio o no la prima serata. Piuttosto preferisco programmi che mi intrigano, che mi piacciono. Non inseguo più gli ascolti. Dopo 36 anni che faccio questo lavoro non ho più nulla da dimostrare. Tanto a chi sono piaciuta e mi ha sempre stimato, piaccio, mentre a chi non sono piaciuta, non finirò mai di piacere. Quindi mi diverto».


Ma veniamo all’estate calda di Paola Perego. Cominciamo dalla radio.
«Al posto del cuore è il titolo di un programma che conduco con Laura Campiglio. Rispondiamo alle lettere d’amore con ironia, cinismo e sarcasmo. Io sono quella più romantica, lei quella cinica e a tratti spietata. Diversi gli argomenti. E poi c’è una rubrica dal titolo “Quello che le donne non dicono ma dovrebbero dire” per gli uomini. Andiamo in onda tutto luglio e agosto al sabato e la domenica dalle 11 alle 12 su Radio 2».

E ora la tv.
«Il 25 giugno su Raiuno prima puntata di Non Disturbare, un format molto carino della Stand by me, nel quale io entro nelle camere d’albergo di donne e ci facciamo delle belle chiacchierate. Non sono interviste, perché nelle camere d’albergo non si fanno le interviste. Escono cose che non uscirebbero mai».

Ma in tv per Paola c’è anche il Premio Bellisario, Donne ad alta quota.
«Presentare l’Oscar delle donne è un vero e proprio onore. Premieremo tante eccellenze del mondo dell’imprenditoria, politica, spettacolo tra cui il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, Paola Cortellesi, Lucia Annunziata e tante altre. In tv si va in onda il 19 gennaio in seconda serata su Raidue».

E poi sotto con Superbrain…
«Sì. Riparte a gennaio con sei puntate. E Io già da settembre ci lavoro. Perché scegliere i concorrenti non è mai facile…».



0 Replies to “La lunga estate della Perego: La gogna mediatica mi ha dato forza. Ora scelgo programmi che mi divertono”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*