Connect with us

Interviste

MasterChef Italia 10 Jia Bi «amo la cucina, ma non sarò una cuoca» Eduard «voglio aprire un ristorante»

Intervista ai due eliminati nella puntata di giovedì 18 febbraio 2021. Aspirazioni e progetti futuri.

Pubblicato

il

MasterChef Italia 10 Jia Bi e Eduard Alcantara
Intervista ai due eliminati nella puntata di giovedì 18 febbraio 2021. Aspirazioni e progetti futuri.
Condividi su

Jia Bi ed Eduard Alcantara sono i due eliminati dalla puntata di MasterChef Italia 10 andata in onda su Sky Uno giovedì 18 febbraio 2021.

I due concorrenti sono stati eliminati allo skill test in quanto nell’appuntamento non c’è stata la trasferta esterna. Ospite è stato Andrea Tortora, enfant prodige del made in Italy.

Ricordiamo ai nostri lettori che MasterChef Italia 10 è fruibile, oltre che su Sky Uno e on demand, anche sulla piattaforma NowTv.

Abbiamo raggiunto telefonicamente i due concorrenti. Questa è l’intervista rilasciata al sito www.maridacaterini.it.

MasterChef Italia 10 Jia Bi intervista

MasterChef Italia 10 – intervista a Jia Bi e Eduard Alcantara

Quale significato ha avuto per ambedue la sfida di MasterChef?

Jia Bi: «Prima di MasterChef conoscevo la cucina italiana soltanto a livello amatoriale. Preparavo ricette come casalinga. Il cooking show di Sky Uno mi ha insegnato ad approfondire la cultura gastronomica del vostro paese».

Eduard Alcantara: «Io desideravo diventare prima barista, poi barbiere. Ma ho sempre avuto una passione per la cucina. Devo ringraziare la mia compagna Roberta che mi ha iscritto a MasterChef regalandomi un’esperienza davvero unica».

Come riuscite a coniugare la cucina delle vostre terre di origine con quella italiana?

Jia Bi: «La cucina è soprattutto tradizione. La classicità deve rimanere, ma con una certa intelligente innovazione. Non bisogna però stravolgere una ricetta, ma usare tecniche differenti con intelligenza».

Eduard Alcantara: «La mia è una cucina di contrasto, ma cerco sempre di rendere armoniche tutte componenti provenienti da varie parti del mondo, tipico della cucina fusion».

MasterChef Italia 10 Eduard Alcantara intervista

Quali sono i vostri concorrenti preferiti per la vittoria?

Jia Bi: «Per me sono tutti bravi. Sono rimasti i migliori. Ma punterei per la vittoria su Aquila e Antonio. Spesso però il risultato finale, oltre che dalla bravura, dipende anche da un pizzico di fortuna».

Eduard Alcantara: «Io ho diversi favoriti. Monir, Aquila e Antonio. Tutti hanno ancora molto da dire. E sono arrivati alle puntate finali dopo aver affrontato prove molto dure».

Quali sono i vostri rispettivi punti di forza e di debolezza?

Jia Bi: «Credo di avere due punti di debolezza: il primo è il tempo a disposizione che per me è sempre poco. Il secondo è l’impiattamento che io rendo in maniera sempre molto abbondante. Vi aggiungo anche la mia difficoltà a comprendere la lingua italiana. Il mio punto di forza invece è la testardaggine ed il mio amore per la cucina».

Eduard Alcantara: «La mia debolezza è l’ossessione di volermi sempre superare, di mettermi sempre in condizioni di vincere e di migliorarmi. Ma penso che questo sia anche il mio punto di forza».

MasterChef Italia 10 Jia Bi eliminata

Vi siete riguardati nel corso delle puntate? E come vi siete trovati?

Jia Bi: «MasterChef è nel mio cuore, ma devo ammettere che come spettatrice tutto è diverso. Trovarsi lì è un’emozione unica È indescrivibile. Nel corso delle puntate ho notato di essere sempre migliorata. Ho voluto partecipare soltanto per constatare il mio grado di conoscenza della cucina italiana. E adesso sono soddisfatta».

Eduard Alcantara: «Io ho guardato tutte le puntate di cui sono stato protagonista, insieme alla mia compagna e ad i suoi genitori. È strano, è come se vedessi me stesso come un avatar. Devo sottolineare che i social sono stati parecchio duri nei miei riguardi. Io però comprendo che è una gara, ho accettato tutto, anche se spesso ci sono stati commenti sopra le righe. Puntare sul personale e non sulla professionalità non è bello per nessuno».

Come avete vissuto questa esperienza di MasterChef particolarmente multietnica?

Jia Bi: «Ci sono sempre stati stranieri, ed io ho quasi dimenticato di essere cinese. Sono stata amica di tutti e molte amicizie rimarranno anche al di là del programma televisivo».

Eduard Alcantara: «Eravamo sei ragazzi stranieri, ma nessuno si è sentito tale. Ci siamo considerati soltanto 21 concorrenti pronti a cucinare per mettersi alla prova. È stato un momento di integrazione, pulito ed onesto».

Il vostro futuro è nella cucina?

Jia Bi: «Probabilmente io non sarò una cuoca. Mi piacerebbe però far conoscere la cultura della cucina in un modo che devo ancora stabilire».

Eduard Alcantara: «Io avrei l’obiettivo di aprire un canale dedicato alla cucina. E dopo voglio puntare anche ad un ristorante tutto mio».

Qual è il vostro menù ideale?

Jia Bi: «Tre portate principali: un antipasto fresco di varia composizione, tra carne e pesce. Il primo piatto è rigorosamente fatto di pasta italiana. Ed anche il dolce per me sarà soltanto made in Italy».

Eduard Alcantara: «Il mio antipasto è di capesante con cocco, marmellata e sfoglie di zucca caramellata. Il primo è certamente un risotto con Amarone o Valpolicella. Infine un dolce della mia terra: una crostata con frutto della passione (maracuja) e crema di mandorle».


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it