La tv del 2015, ecco tutti i flop dell’anno


Gli insuccessi televisivi dell'anno


 Sicuramente invece, a differenza di Forte Forte Forte, a molti il titolo About Love dirà poco. Autore Federico Moccia, condotto da Alvin e Anna Tatangelo, il programma di Italia 1 è stato sospeso dopo una sola puntata, attestatasi al minimo storico del 2,95% di share. Rimanendo sempre nella rete giovane di Mediaset, Wild Oltrenatura: Carlton Myers e Fiammetta Cicogna, visti i bassi ascolti intorno al 4%, sono stati retrocessi dalla prima serata domenicale all’access prime time.

È invece arrivato all’ultimo appuntamento previsto il recente Monte Bianco, l’adventure show di Rai 2 condotto da Caterina Balivo e Simone Moro. La scalata alla vetta più alta d’Europa, a dispetto della promozione altisonante, si è rivelata priva di appeal, monotona e incapace di coinvolgere lo spettatore.

Andando a ritroso nel 2015, un altro flop è stato Senza Parole, programma all’insegna delle emozioni. Un people show sulla scia di C’è posta per te con la conduzione di Antonella Clerici, che ha dovuto presidiare il sabato sera di Rai 1 mentre su Canale 5 Maria De Filippi schierava la corazzata spettacolare di Amici. Lungo, strabordante di buoni sentimenti senza storie che facessero da contraltare alla retorica, col passare delle settimane, il programma ha ceduto sempre più il passo alla concorrenza. 

frizzidallachiesa

Da segnalare anche La posta del cuore, esperimento estivo del pomeriggio di Rai 1. Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa hanno elargito consigli a chi aveva problemi di cuore in una trasposizione televisiva delle classiche rubriche da giornale rosa. Rimanendo sempre nell’estate 2015, Fabrizio Frizzi è stato anche al timone del quiz show in prima serata Gli italiani hanno sempre ragione: gli ascolti si sono fermati al 14-15%, un responso poco soddisfacente per la rete ammiraglia di Viale Mazzini.

Anche l’ approfondimento di seconda serata BBC-Buono, Brutto, Cattivo è passato senza lasciare traccia: Carlo Puca, trasferitosi dalla carta stampata alla tv, non ha mantenuto le aspettative, cioè stravolgere i tradizionali programmi d’informazione. Analizzare un argomento da tre punti di vista sembrava un approccio interessante, ma la realizzazione non ha funzionato.

carloconti

E su Rai 1, lo scorso 27 novembre, persino il re Mida degli ascolti Carlo Conti ha mancato il bersaglio: la serata di Sanremo Giovani ha ottenuto solo l’11,9% di share con un pubblico di 2milioni 561mila telespettatori. Un’accoglienza a dir poco tiepida, poer questo speciale che ha strizzato l’occhio ai talent con una giuria in studio.

Infine, per quanto riguarda Rai 1, fallisce anche il grande teatro di Dario Fo e Paola Cortellesi. Purtroppo la piece Callas, dedicata alla cantante lirica, è stata seguita da appena 1milione 80mila telespettatori, pari in valori percentuali al 7,81% di share.

Delusione anche a Rai 3 per Teo in the box: doveva essere il ritorno di Teo Teocoli, invece la sua vis comica è stata ingabbiata in un format che non gli ha permesso di esprimersi al meglio. L’esordio è avvenuto con un misero 4,8% di share.

Passiamo infine a un flop di La7: Il Boss dei Comici. Doveva essere il talent show della comicità, l’innovazione di contenuti della rete di Urbano Cairo, invece è stato chiuso dopo appena due puntate.



0 Replies to “La tv del 2015, ecco tutti i flop dell’anno”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*