Connect with us

Intrattenimento

Prodigi – La musica è vita | 30 novembre 2018 | Michele Santaniello è il vincitore

La terza edizione di Prodigi - La musica è vita, evento di solidarietà condotto da Flavio Insinna e in onda su Rai 1, in tempo reale.

Pubblicato

il

La terza edizione di Prodigi - La musica è vita, evento di solidarietà condotto da Flavio Insinna e in onda su Rai 1, in tempo reale.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Flavio Insinna ha aperto la serata insieme al piccolo Daniele Muzio, vincitore della scorsa edizione di Prodigi.

Insinna ha presentato la giuria di quest’edizione: Serena Autieri, Daniel Ezralow, il maestro Peppe Vessicchio e Pippo Baudo.

Le esibizioni sono state valutate anche da una giuria tecnica composta da 100 elementi.

Dopo aver presentato l’orchestra diretta da Mirca Rosciani, l’attrice Nathalie Guetta ha fatto il proprio ingresso sul palco, dicendo “Buongiorno” al pubblico. Flavio Insinna: “E’ il fuso orario di Parigi!”.

Giulia Golia, 12 anni, è stata il primo prodigio di questa terza edizione. Giulia è una cantante che si è esibita con la canzone Un poco di zucchero, tratta dal musical Mary Poppins.

Giulia ha espresso anche ottime doti di attrice.

Pippo Baudo: “Per me, il giudizio è O-TTI-MO!”. Anche Serena Autieri è rimasta senza parole.

Il secondo prodigio della serata è stato Joseph D’Urso, 11 anni. Joseph è un musicista, per la precisione, un pianista. Grazie al pianoforte, Joseph sta ottenendo grande successo con le ragazze…

Joseph D’Urso si è esibito con un medley ideato da lui, mostrando doti incredibili.

Nella presentazione, si è capito poco perché Insinna si è divertito a punzecchiare un’impacciata Nathalie Guetta. Insinna: “L’abbiamo chiamata pure dalla Francia!”.

Tornando a Joseph, Peppe Vessicchio ha sottolineato le sue qualità di compositore.

E’ andato in onda un reportage realizzato in Guinea Equatoriale da Geppi Cucciari. La comica sarda ha fatto il proprio ingresso sul palco, regalando al pubblico qualche battuta sui giudici: “Sono l’unica che Pippo Baudo non si vanta di aver scoperto!”.

Geppi Cucciari ha parlato nel dettaglio del progetto Unicef in Guinea Equatoriale che riguarda strettamente le donne.

Dopo la messa in onda del filmato, si è esibita la cantante e musicista Nelida Karr insieme a due bambine della Guinea Equatoriale.

In Guinea Equatoriale, Geppi Cucciari ha realizzato anche una parodia di Masterchef, intitolata Unichef.

Il terzo prodigio della serata è stata Michela Caprarulo, ballerina di 14 anni. Per inseguire il suo sogno di ballerina, Michela ha già dovuto lasciare la propria famiglia.

Michela si è esibita con l’Habanera dalla Carmen. Anche la ballerina classica ha regalato un’esibizione di alta qualità.

Daniel Ezralow si è complimentata con Michela.

Dopo l’esibizione, Flavio Insinna ha intervistato il signor Sergio, un donatore regolare di Unicef.

Silvia Zappa è stata il quarto prodigio di quest’edizione. Silvia è una cantante di 16 anni.

La ragazza si è esibita con una canzone decisamente impegnativa, I will always love you di Whitney Houston, facendo un’ottima figura.

Serena Autieri: “Mi è arrivata un’emozione incredibile, ho trattenuto le lacrime”.

Nathalie Guetta ha avuto un “blocco mentale” al momento di presentare il ballerino Raimondo Todaro. Flavio Insinna: “Il blocco mentale, l’ho avuto io quando ti ho chiamato!”.

Il ballerino di Ballando con le Stelle ha realizzato un reportage nella Repubblica Democratica del Congo. Il progetto Unicef, in questo caso, ha coinvolto la danza, la capoeira e i bambini vittime di guerra.

Raimondo Todaro ha raccontato la propria esperienza davanti a bambini fortemente denutriti.

Dopo la prima pausa pubblicitaria, abbiamo ritrovato Pippo Baudo sul palco: il conduttore ha proceduto con un appello a favore della lotta contro la fame.

Le esibizioni sono ricominciate con Giuseppe Scaramuzzi, un ballerino di 16 anni. Il padre, per lui, sognava un futuro da calciatore ma la danza ha avuto la meglio.

Giuseppe si è esibito sulle note di Meraviglioso di Domenico Modugno, dimostrando una bella personalità.

Flavio Insinna e Nathalie Guetta hanno presentato Nino Frassica. L’attore siciliano ha esordito così: “Sono stato un prodigio anch’io, sono stato campione di nascondino: sono stato nascosto per 7 mesi!”.

Frassica ha presentato l’esibizione dei suoi bambini prodigi, “7 bambine di cui 4 maschi”: i bambini prodigio di Frassica, però, erano degli adulti… Frassica: “Dovevano fare con me un programma nell’83 che non si è più fatto!”.

I 7 bambini prodigio di Frassica hanno tentato di entrare tutti insieme in una cabina telefonica. Frassica: “Numero riuscito!”.

Successivamente, gli ex bambini prodigio si sono esibiti singolarmente: un ballerino particolarmente in carne ha conquistato Ezralow o “Ozpetek”, così come chiamato da Frassica.

Anche la “piramide umana”, infine, si è rivelata un fallimento…

Carlo Mistretta, sesto prodigio ad esibirsi, è un musicista di 13 anni che, per inseguire il sogno di suonare l’oboe, ha iniziato a studiare in un’altra città, facendo grandi sacrifici.

Carlo si è esibito con Gabriel’s Oboe di Ennio Morricone: un’esibizione da brividi.

Peppe Vessicchio, al termine dell’esibizione, ha sottolineato proprio i sacrifici e l’impegno di Carlo.

Il piccolo Daniele Muzio ha promesso una “vacanza al mare” a chi farà una donazione. Insinna: “Non ti esporre così!”.

Il settimo prodigio della serata è stata Anita Scaravaggi, una ballerina di 12 anni.

Anita si è esibita sulle note di Arrival of the birds e Transformation dei The Cinematic Orchestra.

Daniel Ezralow si è espresso così al termine dell’esibizione: “Sei una ballerina già arrivata!”. Pippo Baudo, invece, ha sottolineato la grande sicurezza di tutti i ragazzi visti stasera.

E’ andato in onda anche un filmato riguardante Elias, bambino dello Yemen, vittima della guerra, che ha ritrovato la speranza grazie alla musica.

Elias si è esibito, con la sua chitarra, davanti al pubblico dello studio di Cinecittà World e ha raccontato anche la propria esperienza con la guerra: “Voglio diventare presidente per far diventare lo Yemen il paese migliore del mondo”.

Le esibizioni sono proseguite con Michele Santaniello, musicista di 16 anni, anche lui pianista.

Michele si è esibito con la “Toccata” in Mi Bemolle di Aram Khachaturian: difficoltà elevatissima, un’esibizione incredibile.

La storia successiva, invece, ha riguardato il Venezuela. In questo caso, è stato il maestro Peppe Vessicchio, ambasciatore Unicef, a realizzare il reportage a Caracas.

Il progetto Unicef, che coinvolge la musica, è a favore dei ragazzi messi a dura prova dalla violenza e da un paese in gravi difficoltà economiche.

Al termine del filmato, abbiamo trovato sul palco Josué, musicista venezuelano di 12 anni, che si è esibito con il suo mandolino, insieme ad altri giovanissimi musicisti.

Il nono e ultimo prodigio che si è esibito nel corso della serata è stata Giorgia Romano, cantante di 15 anni che sogna di diventare una protagonista di musical.

Giorgia ha eseguito The winner takes it all degli ABBA: anche in questo caso, abbiamo assistito ad un’esibizione impeccabile.

Giorgia ha ricevuto i complimenti di Serena Autieri.

Flavio Insinna, invece, ha fatto visita all’Istituto Penale per Minorenni di Airola insieme al rapper Lucariello. E’ andato in onda il filmato riguardante questo progetto Unicef italiano.

Dopo un monologo sulla guerra recitato da Flavio Insinna e Nathalie Guetta, Nelida Karr si è esibita nuovamente con la canzone Nel blu dipinto di blu.

Per quanto riguarda la fase finale della gara, Silvia Zappa è stata scelta come finalista della categoria Canto.

Per la categoria Danza, invece, è stato scelto Giuseppe Scaramuzzo.

Per la categoria Musicisti, infine, la giuria ha scelto Michele Santaniello.

Il vincitore è stato deciso dalla giuria tecnica.

Pippo Baudo, insieme a Flavio Insinna, ha decretato il vincitore: la terza edizione di Prodigi è stata vinta da Michele Santaniello.

Prodigi – La musica è vita, evento televisivo di solidarietà organizzato da Unicef ed Endemol Shine Italy, ha avuto sia il pregio di non ammorbare il pubblico con una serata troppo seriosa che il merito di alternare sapientemente momenti leggeri ad approfondimenti seri senza scadere nel cattivo gusto.

Nathalie Guetta è stata indubbiamente la protagonista della serata: la sua sbadataggine, involontaria o meno, ha regalato momenti giocosi durante la serata, evitando così il rischio di assistere ad un evento troppo impostato e angosciante. Anche Flavio Insinna, che non ha ancora ritrovato la completa serenità dopo i famosi fatti dell’anno scorso, ha giovato della presenza dell’attrice francese, con cui aveva già un ottimo feeling.

L’elemento talent, invece, può anche passare in secondo piano: i nove bravissimi protagonisti della serata che si sono contesi una borsa di studio, infatti, si sono esibiti in quello che possiamo chiamare varietà e non in un comunissimo talent show, nonostante la presenza delle giurie e di quella scrivania davanti al palco che, oramai, incute inquietudine.

Prodigi – La musica è vita è un evento che meriterebbe di avere il suo posto per una serata all’anno a patto che non perda questo piacevole vizio di trattare i drammi che affliggono il mondo con il sorriso e la speranza, senza lasciarsi andare all’enfasi o giocare sul senso di colpa.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Instant Family: trama, cast, finale del film in onda su Canale 5

Una coppia decide di adottare tre fratelli. Dovrà fare i conti con la madre biologica che, appena uscita dal carcere, vuole riprenderli con sé.

Pubblicato

il

Instant family film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi Canale 5 trasmette il film Instant Family. La pellicola statunitense di genere commedia, ma dalle atmosfere drammatiche, è arrivata nelle sale il 21 marzo 2019. La durata è un’ora e 58 minuti.

Instant family film attori

Instant Family: regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Sean Anders che si è occupato anche della sceneggiatura con John Morris. I protagonisti del film sono Mark Wahlberg che interpreta Pete e Rose Byrne nel ruolo di Ellie. Gustavo Quiroz e Julianna Gamiz, invece, sono rispettivamente Juan e Lita.

Le riprese del film si sono svolte interamente negli Stati Uniti. Le scene infatti sono state girate a Chicago e in Atlanta, capitale dello Stato della Georgia.

Le musiche sono di Michael Andrews. Clayton Hartley si è occupato della scenografia mentre Lisa Lovaas ha curato i costumi. La fotografia è di Brett Pawlak. Brad E. Wilhite si è occupato, infine, del montaggio.

Il film è prodotto da Paramount Pictures ed è, infine, distribuito da 20th Century Fox.

Instant Family film dove è girato

Instant Family: trama del film in onda su Canale 5

I protagonisti del film sono i quarantenni Pete e sua moglie Ellie. La coppia è stufa di essere continuamente derisa dai parenti sul fatto che non possono avere figli. Iniziano così a pensare di adottare un bambino perché non vogliono ricorrere alla fecondazione assistita.

Si iscrivono ad un corso per genitori adottivi dove incontrano due assistenti sociali, Sharon e Karen. A tutte le coppie partecipanti offrono la possibilità di partecipare ad un evento per poter incontrare dei ragazzi in attesa di una famiglia affidataria.

Pete e Ellie preferirebbero adottare un bambino piccolo in modo da poterlo seguire nella crescita. Ma alla fine decidono di accogliere in casa la quindicenne Lizzy.

Grazie alle informazioni fornite dalle assistenti sociali scoprono che la madre biologica è una tossicodipendente ed è attualmente in prigione. La ragazza inoltre ha anche altri due fratelli, Juan di 10 anni e Lita di 6 anni.

Il finale del film 

Seppur consapevoli che il percorso di adozione è estremamente complicato Pete e Ellie hanno intenzione di adottarli tutti e tre per non dividere i fratelli. E quando comunicano la notizia alla famiglia di Ellie, i parenti reagiscono con stupore perché mai avrebbero creduto che la coppia prendesse una decisione così importante.

Quando però Pete e Ellie iniziano a vivere insieme ai ragazzi, si rendono realmente conto di quanto sia difficile essere genitori. Hanno infatti numerose discussioni con Lizzy, Juan e Lita perché sono capricciosi e poco collaborativi.

Nel frattempo la loro madre biologica, uscita dal penitenziario, intende riottenere l’affidamento dei figli. Nel finale Pete e Ellie sperano invece che i giudici finalizzino l’adozione dei tre ragazzi.

Instant Family film finale

Instant Family: Il cast completo del film

Ecco il cast del film Instant Family ed i relativi personaggi interpretati:

  • Mark Wahlberg: Pete
  • Rose Byrne: Ellie
  • Isabela Moner: Lizzy
  • Gustavo Quiroz: Juan
  • Julianna Gamiz: Lita
  • Octavia Spencer: Karen
  • Tig Notaro: Sharon
  • Tom Segura: Russ
  • Allyn Rachel: Kim
  • Brittney Rentschler: Linda
  • Jody Thompson: Jim
  • Margo Martindale: Nonna Sandy
  • Julie Hagerty: Jan
  • Michael O’Keefe: Jerry
  • Joan Cusack: Mrs. Howard

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Morgan gusto sano in cucina dal 13 giugno su Food Network

Tutte le anticipazioni sul nuovo programma che si occupa esclusivamente di cucina vegana con ricette a tema.

Pubblicato

il

Morgan gusto sano in cucina
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Su Food Network canale 33 arriva Morgan gusto sano in cucina, il primo programma food interamente dedicato alla cucina vegana.

L’appuntamento è in prima tv a partire dal 13 giugno ogni domenica alle 15:00 e disponibile in streaming su discovery+ subito dopo la messa in onda lineare.

Morgan gusto sano in cucina dal 13 giugno su Food Network

Morgan Witkin è una chef vegana nata a Miami ma che vive a Roma da diversi anni. E’ la fondatrice di Morganic Kitchen, un progetto dedicato alla nutrizione e al benessere attraverso la cucina. La sua filosofia si basa sulla qualità dei prodotti e la creatività delle ricette, per nutrire il corpo con gentilezza e trattare la Terra e i suoi prodotti con rispetto. Insomma una filosofia all’avanguardia che spera, si affermi sempre di più.

In ogni puntata, Morgan ci accompagna il telespettatore alla scoperta della sua cucina vegana. Una cucina fatta di ingredienti sani, colorati e gustosi. La vediamo proporre tante sfiziose ricette, come il timballo di quinoa con pesto di zucchine, l’hummus di barbabietola, i mini muffin ai mirtilli rossi o i brownies al cioccolato.

Inoltre, Morgan mostrerà come creare piatti buoni e saporiti ma che siano vegani, gluten free e senza zuccheri raffinati. Tutto ciò per far scoprire anche a chi non conosce questo tipo di cucina il piacere di mangiare preparati gustosi, alternativi e allo stesso tempo salutari, rigorosamente con i prodotti della natura. La chef e conduttrice è pronta ad accompagnare i telespettatori in un mondo di colori, sapori e salute. Dove gusto e benessere sono inscindibili.

Puntate e produzione

Il programma Morgan gusto sano in cucina  è composto complessivamete da sei puntate. Ognuna ha la durata di trenta minuti. E’ prodotto da TheCircle per Discovery Italia.

Inoltre Food Network è visibile al Canale 33 del Digitale Terrestre, Tivùsat Canale 53. La serie sarà disponibile anche in streaming su discovery+ subito dopo la messa in onda lineare.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Un alibi perfetto: trama, cast, finale del film in onda su Iris

Un giornalista, per svolgere un'inchiesta, inscena un omicidio per farsi arrestare. Ritenuto colpevole dovrà dimostrare la propria innocenza.

Pubblicato

il

Un alibi perfetto Iris
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi Iris trasmette il film Un alibi perfetto. La pellicola statunitense, di genere thriller ma dalle atmosfere noir e drammatiche, è arrivata nella sale il 13 novembre 2009. La durata è un’ora e 45 minuti. Si tratta del remake del film del 1956 L’alibi era perfetto che è diretto da Fritz Lang.

Un alibi perfetto film attori

Un alibi perfetto: regia, protagonisti, dove è girato

Il film è diretto da Peter Hyams. Il regista si è anche occupato della sceneggiatura e della fotografia. I protagonisti sono Jesse Metcalfe che interpreta Christopher John Nicholas e Amber Tamblyn nel ruolo di Ella Crystal. Michael Douglas e Joel David Moore, invece, sono rispettivamente Mark Hunter e Corey Finley.

Le riprese del film si sono svolte negli Stati Uniti e in Canada. Le scene infatti sono girate a Benton, Shreveport, entrambe appartenenti allo Stato della Louisiana. Ma anche a Winnipeg, la città più popolosa della provincia canadese Manitoba.

Le musiche sono di David Shire. James A. Gelarden ha curato la scenografia mentre Jeff Gullo si è occupato invece del montaggio.

Il film è prodotto da Foresight Unlimited in collaborazione con RKO Radio Pictures, Signature Pictures. E’ distribuito invece da Medusa film.

Il titolo originale, infine, è Beyond a Reasonable Doubt.

Un alibi perfetto dove è girato

Un alibi perfetto: trama del film in onda su Iris

Il protagonista del film è il giornalista televisivo Christopher John Nicolas. Per non essere licenziato dall’emittente per la quale lavora deve realizzare, nel più breve tempo possibile, uno scoop.

Decide così di iniziare ad indagare sul conto del procuratore distrettuale Mark Hunter perché è convinto che dietro i suoi successi si nasconda una fitta rete di corruzione.

Per poter agire dall’interno Christopher trova il modo di farsi arrestare dalla Polizia fingendo di aver ucciso una prostituta. Con l’aiuto del collega Corey si procura l’arma del delitto ed altri oggetti da far trovare agli inquirenti nella propria abitazione. Mentre inscenano l’omicidio Corey filma tutto con la sua telecamera.

Il finale del film 

Cristopher viene scortato in tribunale per l’inizio del processo. L’accusa, rappresentata appunto da Mark Hunter, sostiene di aver trovato delle tracce di Dna dell’imputato sul luogo del delitto.

Christopher, per difendersi, si scaglia violentemente contro Hunter sostenendo che ha falsificato le prove per poterlo incastrare. Christopher però non viene creduto dai giudici perché lo ritengono colpevole.

A sostegno della propria tesi è infatti disposto a mostrare loro il filmato che documenta la messa in scena dell’omicidio. Ma l’unico a possederne una copia è Corey che nel frattempo viene ucciso da un detective ingaggiato da Hunter. Nel finale Christopher, per non finire in prigione, dovrà fare di tutto per dimostrare la propria innocenza.

Un alibi perfetto film finale

Un alibi perfetto: Il cast completo del film

Ecco il cast del film Un alibi perfetto ed i relativi personaggi interpretati:

  • Jesse Metcalfe: Christopher John Nicholas
  • Amber Tamblyn: Ella Crystal
  • Michael Douglas: Mark Hunter
  • Joel David Moore: Corey Finley
  • Orlando Jones invece è Ben Nickerson
  • Lawrence P. Beron: tenente Merchant
  • Sewell Whitney: Martin Weldon
  • David Jensen invece è Gary Spota
  • Sharon K. London: giudice Sheppard
  • Randal Reeder: venditore di armi
  • Ryan Glorioso è invece l’impiegato del canile
  • Grant James: dottor Aaron Wakefield
  • David Born: sergente
  • Megan Brown invece è Roberta
  • Tony Bentley: Roger Milner
  • Krystal Mayo infine è reporter

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it