Chi vuol essere milionario? | Puntata 11 gennaio 2019 | Diretta


Chi vuol essere milionario? | Puntata 11 gennaio 2019 | Diretta. Nuova puntata per il quiz di Canale 5 condotto da Gerry Scotti. È la prima di quattro ulteriori serate programmate dopo il successo di quelle andate in onda a dicembre per l'edizione speciale del gioco


Gerry Scotti e i vertici di Canale 5 speravano in buoni risultati, ma non avevano previsto l’exploit che poi li ha convinti a continuare le registrazioni.

Il meccanismo del game show si è dimostrato ancora in grado di catalizzare l’attenzione dei telespettatori e di reggere la prima serata, tanto da riuscire battere nello share persino Sanremo Giovani. Tutto ciò anche grazie ad un Gerry Scotti talmente a proprio agio nella conduzione da neutralizzare l’età del format.

Questa sera, invece, sarà interessante vedere come si comporterà nella sfida con Superbrain di Paola Perego, in onda su Rai1.

La sfida dei concorrenti rimane la scalata al milione attraverso quindici domande. Sono cambiati gli aiuti – con il nuovo “Chiedi a Gerry” e l’“Esperto in studio” che sostiuisce la telefonata a casa – oltre alla possibilità del giocatore di fissare un proprio traguardo.

Seguiamo insieme la diretta della puntata.

Gerry Scotti introduce la puntata proprio parlando del successo che li ha convinti a registrare altre puntate.
Poi presenta il primo concorrente della serata: Luca, dottorando venticinquenne di Cisterna di Latina e romano d’adozione.
La prima domanda è sul colore del pollice simbolo del “Mi piace” di Facebook,la seconda sulla forma del divieto di transito. Incredibilmente, sbaglia la seconda domanda e deve abbandonare il gioco. Si dispera.
La concorrente successiva è Simona Castelnuovo, lecchese che vive a Milano. Prima domanda su quale fosse il nome della Dea greca dell’amore e della bellezza.
Seconda domanda su quale fosse la città di Lorenzo il Magnifico, mentre la terza è sulla corretta ortografia del cacciucco livornese. Simona risponde correttamente.
Quarta domanda: chi fu la prima donna italiana a vincere l’Oscar?
La concorrente non conosce bene la risposta e chiede l’aiuto a Gerry Scotti.
Ricordiamo che il conduttore legge tutte le domande insieme ai concorrenti. In ogni caso, la risposta giusta è “Anna Magnani” ed è la stessa suggerita dal presentatore.
La quinta domanda è sulla città in cui si svolgono le vicende di Happy Days. Anche in questo caso Simona Castelnuovo risponde correttamente e raggiunge il primo traguardo, quello dei 3mila euro.
Per la sesta domanda, Simona indovina a quale animale si riferisono gli inglesi quando parlano di “pollo d’India”: al tacchino.La settima è più complicata per Simona, perché deve indovinare il nome della fata della “Bella addormentata nel bosco”, oltre a Flora e Fauna.

Chiede l’aiuto del pubblico, che però non l’aiuta perché si divide equamente tra le quattro opzioni. Alla fine arriva da sola all’opzione corretta, “Serena”.
L’ottava domanda da 10mila euro chiede quanti derby stracittadini sono previsti nella stagione calcistica 2018-2019 della Serie A italiana.

Simona conosce il calcio, ma non abbastanza da poter rispondere prontamente. In ogni caso, sta facendo un ragionamento che va nella direzione giusta.
Infatti, dà la risposta giusta, cioè “Quattro” e raggiunge i 10mila euro.

Nona domanda: “Nella foto di Piazza Tienanmen, cosa tiene in mano il ragazzo che cerca di fermare il carro armato?”.

Simona si indirizza da subito verso la risposta esatta, ma prende comunque tutto il tempo utile per pensarci. Sceglie “Un sacchetto della spesa” e indovina. 15mila euro per lei.
La decima domanda è su come finì l’avventura di Mata Hari, la celebre spia considerata il primo agente segreto donna.
Simona è in difficoltà e sceglie di utilizzare l’aiuto del 50:50, che non la agevola più di tanto. Infine, sceglie l’opzione “D”, “venne fucilata”, quella giusta. 20mila euro per lei.
E poi scegli di fissare il suo traguardo personale a 30mila euro, corrispondente alla domanda numero undici. Ciò vuol dire che nel caso in cui rispondesse correttamente alla prossima domanda, anche in caso di successivo errore, sarà certa di portare a casa quella cifra.

Il quesito chiede quale edificio è soprannominato “Monache in mischia”. Risponde “Opera House di Sidney”, che è la risposta esatta.
Il traguardo è raggiunto e anche in caso di errore porterà a casa l’assegno da 30mila euro.
Ma ha comunque ancora un aiuto a disposizione (quello dell’“esperto in studio”, che in questo caso è suo figlio) e sta dimostrando di essere molto brava.
Dodicesima domanda nient’affatto facile: chiede in quale film compare la canzone “Who wants to be a millionaire”, di Frank Sinatra.
Simona Castelnuovo rischia la risposta “Bulli e pupe”, sulla scorta di una cdiscreta conoscenza dell’argomento, ma sbaglia. La risposta esatta era “Alta società”.
La concorrente porta a casa ugualmente i 30mila euro.
Avanti con il terzo concorrente, Giuliano Leo da Terracina (LT), coordinatore di un’azienda che si occupa di verde pubblico. Coma “esperto in studio” ha portato suo figlio Claudio.
La prima domanda è su quale animale sia il detective di Geronimo Stilton, cioè un topo.
La seconda riguarda il numero di persone presenti sul modulo lunare “Eagle”, blocca per qualche minuto il concorrente, che non è sicuro. Gerry Scotti lo aiuta informalmente,.
Vista la sua apparente preparazione, Giuliano utilizza il “Chiedi a Gerry”, con il conduttore che dà la riposta esatta, cioè “Due”.
Terza domanda su “Il Marchese del grillo” e su quale mestiere facesse Gasperino, il sosia del protagonista interpretato da Alberto Sordi.
La quarta domanda sulla carta è accessibile, perché riguarda i famosi tic verbali dell’allenatore di calcio Giovanni Trapattoni, ma Giuliano sembra non conoscere la risposta.
Allora chiede l’aiuto del 50:50, che lo aiuta indirizzandolo proprio verso “Giovanni Trapattoni”.
È il momento della quinta domanda, che segna il primo tragurdo da 3mila euro. Indovina la capitale del Paraguay e lo raggiunge.
Domanda numero sei: chi canta “Think” in un famosissimo film?
Giuliano utilizza il suo terzo aiuto, quello del pubblico. La platea sceglie correttamente “Aretha Franklin”, e lo porta a 5mila euro. La settima domanda è su cosa stringe in mano il “Bacchino malato” di Caravaggio. Giuliano sceglie, correttamente, “Un grappolo d’uva” e raggiunge i 7mila euro.
Ottava domanda dedicata alla disciplina d’origine dell’espressione “essere in auge”. Il concorrente sceglie “Astronomia”, la risposta corretta.
È il momento di fissare il traguardo: alla domanda numero nove, da 15mila euro.
Un quesito che chiede quale applicazione viene utilizzata per trovare l’anima gemella. Giuliano non ne sa molto.
Chiede l’ultimo aiuto a disposizione, quello all’“esperto in studio”, in questo caso suo figlio Claudio. Dà la risposta esatta, cioè “Tinder”, e regala i 15mila euro a suo padre.
Domanda numero dieci: quale evento è accaduto prima del nuovo millennio? Giuliano sceglie “Il Nobel a Dario Fo” e approda ai 20mila euro.
Domanda numero undici, da 30mila euro. Chiede da quale città portuale francese si ritirò l’esercito inglese nella Seconda Guerra Mondiale. Giuliano sceglie correttamente “Dunkerque”, dopo un’attenta valutazione.
Gerry Scotti consegna a Giuliano l’assegno da 30mila euro.
Ora si fa sul serio con la domanda da 70mila euro.

Apparentemente non è proibitiva, ma nasconde delle insidie: “A Paperopoli un personaggio conosce l’identità di Paperinik. Chi è?”.

Suona la sirena, ma Giuliano Leo non conosce la risposta, quindi decide di fermarsi portando a casa 30mila euro. È una scelta saggia, perchè avrebbe detto “Nonna papera”, che però era la risposta sbagliata. Quella giusta era “Archimede”.

La puntata di Chi vuol essere milionario? finisce qui.

Gerry Scotti riprende da dove aveva lasciato in fatto di capacità di coinvolgimento e gestione delle sfide dei concorrenti. Ancora una volta, il quiz è apparso vivo, nonostante la fissità del meccanismo e le scalate senza grossi sussulti. Appuntamento a venerdì prossimo, per la seconda puntata.



0 Replies to “Chi vuol essere milionario? | Puntata 11 gennaio 2019 | Diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*