Superbrain – le Supermenti | puntata dell’11 gennaio | vince Simone


Debutta la nuova edizione di Superbrain - le Supermenti | Conducono Paola Perego e Francesco Paolantoni. La giuria della prima puntata è composta da: Bocci, Canalis e Brignano


A tra poco con la diretta!

Inizia Superbrain. Paola Perego presenta i giurati di questa sera: Cesare Bocci, Elisabetta Canalis ed Enrico Brignano. Introduce poi il suo compagno d’avventura: Francesco Paolantoni.

In studio viene ricostruita Piazza di Spagna, un celeberrimo luogo turistico di Roma. Un pittore, una fioraia, dei turisti, la fontana…tutto è riprodotto minuziosamente.

Il primo concorrente in gara è Matteo Zaralli, 23 anni, studente di economia che vive a Roma. Ha una grande memoria fotografica e dovrà affrontare la prova “Qualcosa è cambiato”.

Matteo dovrà memorizzare tutti i particolari della scena composta in studio e dovrà successivamente individuare i tre particolari che saranno modificati da uno dei giudici.

Dopo aver studiato e memorizzato i dettagli della scena, Matteo viene bendato ed isolato con delle cuffie e della musica molto alta. Cesare Bocci apporta delle modifiche: decide di invertire la saliera ed il porta pepe in un set sul banco dei souvenir; toglie poi il fermacravatta ad un signore che legge il giornale ed inverte due gessetti colorati nel set del pittore.

E’ il momento per Matteo di affrontare la prova. La prima modifica che individua è lo scambio del sale e del pepe. Capisce poi che è stato tolto il fermacravatta al signore con il giornale. Incredibilmente riesce ad individuare anche i gessetti invertiti, specificandone anche il colore.

Il secondo concorrente è Simone Santarsiero, ha 28 anni ed è un informatico di Pistoia. Il suo talento speciale è quello di risolvere il cubo di Rubik in pochissimi minuti.

La prova che dovrà affrontare si chiama il “Ritratto di Rubik”. Dovrà ritrarre uno dei giudici utilizzando le tessere di 100 cubi di Rubik. Sceglie come sua musa Elisabetta Canalis.

Ha soli 30 secondi per memorizzare una foto della Canalis e scomporla mentalmente. Passa poi a creare il ritratto.

Al termine della prova, nessuno sembra vedere somiglianza tra l’opera di Simone e la foto, ma ecco che Simone gira sottosopra tutti i cubi ed appare il volto di Elisabetta.

Francesco Paolantoni presenta il suo momento “Extra brain”, un talent nel talent in cui mostra menti a suo parere geniali ed incomprese.

Il primo è Leo Caragnan, cuoco e musicista che dirigerà “l’Inno alla gioia” eseguito con alcuni frullatori. Leo è accompagnato nell’impresa da talentuosi “orchestrali”.

La terza concorrente è Sara Sigolo, ha 12 anni e viene da La Spezia. Dovrà memorizzare il prezzo di 100 giocattoli e poi dovrà calcolare il costo totale di 15 giocattoli scelti da uno dei giudici.

Sara viene bendata ed Enrico Brignano sceglie i giocattoli di cui la ragazza dovrà ricordare il prezzo. Un orso di peluche, un carrello per la spesa, un teatrino delle marionette, una fisarmonica, una vespetta di legno, Pinocchio, un bambolotto, il castello delle principesse, il kit per la pizza, la macchina da cucire, i pattini a rotelle, un pianoforte, la macchina per i pop corn, una lavatrice ed un cane di peluche.

Una cassiera scannerizza il codice dei giocattoli scelti, mentre Sara osserva e calcola mentalmente il costo totale. “557,50” è la sua risposta, ma secondo lo scontrino la risposta corretta è 527,50. Purtroppo la ragazza non supera la prova.

Entrano in studio molte sosia di Raffaella Carrà, saranno proprio loro le protagoniste della prova di Pio Maiori. 25 anni, informatico di Lucera, sin da quando era solo un bimbo imita i balletti della Carrà.

La prova che deve affrontare si chiama “Carramba che trucco”: Pio dovrà memorizzare il volto di 20 ballerine truccate da Raffaella Carrà e dovrà poi riconoscerne una in una sua foto da struccata. L’unico elemento che distingue le ragazze è un foulard che portano al collo ed è proprio da quello che Pio dovrà risalire all’identità della ragazza.

Elisabetta sceglie la sosia che il concorrente dovrà riconoscere da struccata.

Pio ricorda che la ragazza che indossava il foulard che gli viene mostrato era Giulia ed effettivamente la sosia scelta dalla Canalis era proprio lei.

Torna “Extra Brain”. Nicola, il genio incompreso, stavolta deve mettere una ciotola piena d’acqua in equilibrio su alcuni sassi. Incredibilmente ci riesce. Poi deve mettere in equilibrio, sempre sui sassi, una bicicletta. Riesce anche stavolta e lascia tutti a bocca aperta.

L’ultimo concorrente di questa sera è Flora Sol Accursio. 51 anni, di Milano, Flora ha spiccate doti nell’enigmistica e nella risoluzione degli anagrammi.

La concorrente dovrà anagrammare 30 parole e, memorizzati questi anagrammi, li dovrà inserire in uno schema. La linotipia è una griglia per inserire gli incroci obbligati ed è proprio quella che dovrà comporre Flora.

Flora riesce a comporre i 30 anagrammi ed ora li deve memorizzare. Appare poi la linotipia. In soli 5 minuti Flora dovrà inserire tutti gli anagrammi composti, utilizzando solo la sua memoria.

Riesce nell’impresa 58 secondi in anticipo rispetto al tempo a sua disposizione.

Mikael Wesstrom ha 44 anni ed è di Fiumicino. Entra in studio ricoperto di elettrodi che gli controllano l’attività cerebrale e la funzionalità cardiaca perchè la prova che dovrà affrontare è molto dura a livello fisico.

Mikael sarà ricoperto da una tonnellata di ghiaccio, ma riuscirà a non andare in ipotermia: “Riesco a chiudere fuori il freddo” – afferma.

“A mente fredda” – così si chiama la prova – prevede che Mikael, dopo aver memorizzato la temperatura di 15 città europee, risponda interrogato su di esse mentre è ricoperto dal ghiaccio.

La temperatura a cui si trova Mikael è -8 gradi e sottoposto a questo freddo il corpo ha grande difficoltà a memorizzare ed a ragionare. Nonostante le condizioni in cui si trova siano davvero critiche (gli si creano persino tagli sulla pelle a causa del freddo), Mikael riesce ad indovinare tutte le temperature corrispondenti alle città.

Al termine delle prove la giuria – composta da Canalis, Bocci e Brignano – seleziona le tre prove più meritevoli. Secondo loro i tre talenti più brillanti sono Matteo, Simone e Mikael.

Ora spetta al pubblico in studio scegliere chi tra loro merita di vincere la prima puntata di Superbrain.

Mentre attendiamo il verdetto, viene lanciata una delle grandi novità di questa edizione: la sfida internazionale. Una campionessa italiana di Superbrain gareggia contro una campionessa portoghese.

Ilaria e Tania memorizzano il percorso che dovranno affrontare. Costellato di linee da attraversare con destrezza e senza far scattare i sensori, il percorso è svolto con successo da Ilaria, che è la prima campionessa di questa gara internazionale.

E’ il momento di scoprire chi è il vincitore della puntata di questa sera: terzo classificato è Matteo, secondo classificato è Mikael, primo classificato è Simone.

La sua prova con i cubi di Rubik ha conquistato il pubblico, è lui la supermente più brillante di questa puntata.



0 Replies to “Superbrain – le Supermenti | puntata dell’11 gennaio | vince Simone”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*