I miei vinili su Rai 3 | 28 febbraio | l’ospite è Amadeus


I miei vinili su Rai 3 | questa sera l'ospite è Amadeus. Il conduttore di Soliti ignoti- il ritorno e Ora o mai più svela a Riccardo Rossi le musiche da lui preferite.


L’ospite di questa sera è Amadeus.

Disc jockey, conduttore radiofonico e televisivo, all’anagrafe Amedeo Sebastiani, il presentatore di Soliti ignoti- il ritorno e Ora o mai più, si confessa nello studio de I miei vinili e racconta tutte le sue preferenze musicali.
Si inizia con “Video killed the Radio Star” dei Buggles che fa da colonna sonora ai ricordi di Amadeus su come ottenne un lavoro “per caso”. Il conduttore svela che, dopo la scuola dell’obbligo aveva iniziato a lavorare nei bar e nelle discoteche come disc jockey.

Con Riccardo Rossi si sofferma sulle emozioni e sulle sensazioni provate all’ascolto della canzone “Tu” di Umberto Tozzi, suonata da un juke box estivo.

Poi, più indietro negli anni, Amadeus parla della sua infanzia e di come ascoltava con attenzione le canzoni alla radio durante i lunghissimi viaggi in macchina fatti con i genitori. Una, in particolare gli è rimasta in mente: “Città Vuota” di Mina.
Si riderà anche di una gaffe in una discoteca sulle note di “Baker Street”, di Gerry Rafferty.

Poi un omaggio a Johnny Dorelli con il vinile “L’immensità”, e un ricordo particolare di un momento fortunato della sua vita, legato a “Run To Me” di Tracy Spencer, mentre con “Hotel California” si passerà alla passione per gli Stati Uniti e per le sonorità degli Eagles.

Infine un classico della dance: “You Should Be Dancing” dei Bee Gees.

I protagonisti del programma I miei vinili, raccontano le diverse fasi della loro vita attraverso i vinili ai quali sono maggiormente affezionati.

Ogni ospite sceglie cinque vinili, si siede su uno sgabello davanti ad un giradischi, risponde alle curiosità del conduttore.

Naturalmente la prima curiosità riguarda le motivazioni di questa scelta: “Perché quel disco? A quali avvenimenti lo riporta di preciso quel brano? Un ballo, un viaggio, un concerto, un luogo, un bacio, una cena, un addio, un’estate…”.

Vengono così rispolverati i ricordi evocati dalla canzone da loro scelta. Ed è proprio attraverso i dischi che si scoprono curiosità inedite dei numerosi volti che si alterneranno. Quanti segreti può nascondere un solo disco? Quale era la canzone che ascoltavano sempre ad occhi chiusi?



0 Replies to “I miei vinili su Rai 3 | 28 febbraio | l’ospite è Amadeus”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*