Connect with us

Intrattenimento

Le iene | puntata del 9 aprile 2019 | Il metodo P.O.P.P.E. e lo scherzo ad Anna Tatangelo

Torna il consueto appuntamento infrasettimanale con Le Iene Show, in onda stasera, martedì 9 aprile 2019, a partire dalle 21.25 su Italia 1.
Avatar

Pubblicato

il

Torna il consueto appuntamento infrasettimanale con Le Iene Show, in onda stasera, martedì 9 aprile 2019, a partire dalle 21.25 su Italia 1.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Durante la puntata assisteremo ai servizi dedicati ai processi di Fausto Brizzi e Gianfranco De Lorenzis. La protagonista dello scherzo invece sarà Anna Tatangelo.

Alessia Marcuzzi e Nicola Savino aprono la puntata con la loro solita comicità ed ironia.

Il primo servizio della puntata è dedicato ai due premi alla carriera consegnati a Luciano Moggi e Lele Mora.

L’inviato de Le Iene va a parlare con i premiati cercando di capire se almeno a loro sembra strana questa assegnazione.

Sia Mora che Moggi affermano di aver meritato il riconoscimento ed afferma la stessa cosa anche il direttore artistico che ha assegnato il premio.

Matteo Viviani si occupa del secondo servizio per aiutare Collins,, un ragazzo proveniente dalla Nigeria che va in giro per le strade di Milano, consegnando curriculum per le vie della città.

Spesso il ragazzo viene ignorato e dunque Viviani lo aiuta per fargli ricevere delle risposte dai cittadini.

Inoltre Matteo lo porta a fare delle prove presso un giardiniere, un ristoratore ed un imbianchino.

Collins dimostra di potersela cavare in tutti quei mestieri ma chiaramente ha bisogno di fare ancora molta pratica.

Dopo la pausa pubblicitaria va in onda lo scherzo de Le Iene ad Anna Tatangelo.

La ragazza viene portata dal suo agente, Jacopo ad incontrare degli sponsor per promuovere il suo tour, organizzato in vari club.

La donna ha un appuntamento con un’agenzia di viaggi.

Solo quando giunge sul posto si accorge che i viaggi in questione erano viaggi nell’aldilà.

Anna si rifiuta fin da subito di stringere un accordo ma il suo agente porta avanti la trattativa a sua insaputa.

Un mese dopo l’incontro, poco prima del primo concerto, la Tatangelo scopre che l’accordo è stato ufficializzato ed è costretta ad incontrare i primi parenti disperati.

Solo quando ormai sembra quasi rassegnata compare la vettura de Le Iene in versione da carro funebre per svelare la verità.

Filippo Roma cerca di smascherare i dipendenti dell’INPS che durante la loro pausa vanno al centro commerciale di fronte e passano più del tempo concesso all’interno del negozio per fare i propri comodi.

Filippo scopre che ci sono dei tornelli ma che sono disattivati infatti quando intervista gli impiegati si accorge che questi entrano ed escono senza problemi.

Roma cerca di entrare nell’edificio per andare al supermercato ma viene fermato con la forza dalle guardie e portato fuori con la forza.

Michele Cordaro si occupa del prossimo servizio.

L’inviato smaschera un truffatore che ruba le carte di credito della gente.

La signora, Gloria De Santis si rivolge a Le Iene per la sparizione della propria carta.

Michele finge di essere un truffatore che vorrebbe accordarsi con il malvivente ma in realtà non fa altro che prendersi gioco del ragazzo per poi smascherarlo.

Chiaramente il ladro nega tutto e fugge su un autobus.

Nel prossimo servizio, la iena Nina Palmieri indaga sulla vicenda di Vicky, una bambina che all’età di 6 anni è rimasta vittima di un’esplosione proveniente da una cabina elettrica.

Nina intervista la ragazzina di Palermo, che racconta il fatto.

Vicky stava giocando con le cugine e mentre camminava su un marciapiede è stata coinvolta nell’esplosione di una cabina.

I mesi successivi all’incidente la bambina ha passato tre mesi in terapia intensiva ed in pericolo di vita.

Ora il peggio è passato ma la mamma di Vicky, insieme al nonno sta cercando di capire di chi è la colpa.

La ditta poco dopo l’incidente si è dichiarata non responsabile ma in realtà c’è una responsabilità morale importante.

Nina riesce ad ottenere una promessa da parte dei responsabili che assicurano il pagamento delle visite.

Luigi Pelazza nel suo servizio si occupa del casinò illegale di Prato.

All’interno di una bisca clandestina, un gruppo di cinesi ha organizzato un casinò illegale senza dichiarare nulla allo stato.

Pelazza smaschera i responsabili e cerca di fargli ammettere che stanno rubando dei soldi ai giocatori.

La polizia irrompe nella sala ed arresta i responsabili.

Alessandro Di Sarno è l’inviato che si occupa del prossimo servizio.

Di Sarno smaschera Guido Coletta, uno dei personaggi definiti “porconi” da Le Iene.

Guido attira le ragazze con degli annunci lavorativi che poi si rivelano essere dei colloqui fasulli per entrare nel mondo dello spettacolo.

Il signor Guido dice di aver avuto dei rapporti lavorativi con Anna Falchi, Checco Zalone, Paolo Limiti e di essere stato fidanzato con una Madre Natura di Ciao Darwin.

Guido Coletta suggerisce alla complice de Le Iene che partecipa al colloquio il vestito da mettere e poi, non contento chiede alla ragazza di mostrargli i seni perchè fa tutto parte del metodo “Poppe”.

Il bizzarro personaggio afferma di essere superiore a tanti personaggi importanti sia della politica che della storia ed anche una volta che viene smascherato da Di Sarno, continua a mantenere il proprio comportamento da uomo convinto di ciò che dice.

Dopo la pubblicità Roberta Rei si occupa del caso Brizzi dato che la questione delle false testimonianze sta prendendo una piega sempre più losca.

La iena grazie ad un intermediario, riesce a contattare Tania Sanchez che permette all’inviata di scoprire chi è Alessandro Rosica, la mente di tutta la truffa.

L’intermediario parla con Rosica e riesce a capire come ha fatto Rosica ad architettare tutta la truffa delle false testimonianze.

Roberta grazie alle testimonianze raccolte durante la conversazione tra Rosica e l’intermediario, va dall’avvocato Marino per cercare di capire come è stato possibile non capire che le testimonianze erano tutte false.

Il signor Marino non risponde in maniera chiara e se ne va in automobile.

Dopo la pausa pubblicitaria, Giulia Innocenzi riepiloga i servizi realizzati da Le Iene Show nell’ultimo periodo.

Termina qui la puntata


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista che nel corso degli anni si è cimentato negli ambienti di : calcio, spettacolo e Wrestling. So relazionarmi con tutti e sono sempre disponibile ad ascoltare l'opinione degli altri. Ho avuto esperienze organizzative e mi sono trovato a mio agio. Direttore,News broadcaster ed editorialista per un sito di Wrestling.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Dritto e Rovescio 6 maggio 2021, il dibattito sul Ddl Zan, ospiti Salvini e Renzi

Dritto e Rovescio, il talk condotto da Paolo Del Debbio su Rete 4 è in onda questa sera, 6 maggio 2021. Ospiti Matteo Salvini e Matteo Renzi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Dritto e Rovescio 6 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rete 4 propone questa sera, 6 maggio 2021, il consueto appuntamento del giovedì con Dritto e Rovescio. Dalle 21.25 il conduttore Paolo Del Debbio accoglie in studio i suoi ospiti, per dialogare con loro su argomenti di stringente attualità.

Il dibattito ancora accesissimo sul noto Ddl Zan contro l’omotransfobia è l’argomento cardine della puntata. Del Debbio ne parla con il leader della Lega Matteo Salvini, in seguito al discorso del cantante Fedez tenutosi sul palco del Concerto del primo maggio 2021. 

E poi, si torna a parlare di economia e ripresa, Covid e vaccini. La variante indiana del virus preoccupa gli esperti, ed è ormai stata diagnosticata a diversi pazienti sul suolo nazionale. L’avanzamento della campagna vaccinale procede a rilento, e il futuro delle imprese, costrette a riaperture parziali e al famigerato coprifuoco delle 22.00, è in bilico.

Infine, Del Debbio propone un’intervista esclusiva a Matteo Renzi, leader del giovane partito Italia Viva, e un focus sul caso Grillo con l’intervento di Mauro Corona.

Vi ricordiamo che potete seguire Dritto e Rovescio anche in streaming su internet, tramite il sito dedicato MediasetPlay.

Dritto e Rovescio 6 maggio, la diretta

In apertura, è proposto un servizio girato a Monza. Il conduttore Del Debbio, come di consueto, intervista piccoli imprenditori locali e chiede la loro opinione sulla campagna di vaccinazione, sulle riaperture e sul coprifuoco. “Con le riaperture attuali non ripaghiamo nemmeno la corrente elettrica che utilizziamo” affermano. Terminato il servizio, il conduttore presenta il primo ospite: Matteo Renzi.

“Il coprifuoco va tolto. Non serve più, ci sono molti più vaccinati che contagiati. Inoltre, il vero decreto sostegni è far ripartire le aziende. Se proprio lo si deve tenere, lo terrei fino a mezzanotte, garantendo una capienza del 50% all’interno dei locali” afferma Matteo Renzi, in collegamento con lo studio.

“A me la divisa non spaventa. Ero più preoccupato quando c’era Arcuri, che adesso con Figliuolo” afferma poi Renzi. Si riferisce alle dichiarazioni di Michela Murgia, che si è detta intimorita dall’atteggiamento di alcuni militari che le avrebbero richiesto le generalità.

Quindi, a Renzi è richiesta la sua opinione sui recenti assembramenti milanesi, in seguito alla vittoria dello scudetto dell’Inter. “Va malissimo, la violenza è intollerabile. Capisco la gioia della vittoria di uno scudetto, ma c’è un tema difficile da gestire. O ti organizzi per tempo per una manifestazione del genere, oppure bisognerebbe avere buonsenso e ragionevolezza.” dichiara.

In ultimo, Renzi commenta le dichiarazioni di Fedez dal palco del 1 maggio 2021. “Io ho una mia visione: un artista può dire quello che vuole, senza censure. Se qualcuno si sente leso dalle parole di Fedez può andare in giudizio e chiedere i danni” afferma. “La frase -se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno-, però, è inaccettabile”.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Amore Criminale 2021: la storia di Rosa, uccisa dal marito Ciro

Stasera, 6 maggio, la nuova edizione di Amore Criminale prosegue con la storia di Rosa, uccisa da suo marito Ciro prima del divorzio.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’attrice e conduttrice Veronica Pivetti racconta la tragica storia di Rosa Landi in Amore Criminale, trasmesso dalle 21.20 su Rai 3 questa sera, 6 maggio 2021.

Il programma, di genere docufiction, è realizzato in collaborazione con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, e con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le storie di femminicidio narrate in Amore Criminale sono presentate tramite docu-fiction basate sul vero materiale di repertorio di ognuno dei casi trattati, e con le interviste ai testimoni diretti dell’accaduto.

Vi ricordiamo che potete seguire le puntate della nuova edizione di Amore Criminale 2021 anche in streaming, sul sito RaiPlay.

Amore Criminale, la storia di Rosa Landi

La nuova edizione di Amore Criminale giunge alla terza puntata, dedicata alla storia di Rosa Landi. Come di consueto, purtroppo, la narrazione non è a lieto fine: il marito di Rosa, Ciro Vitiello, uccide la moglie nella notte del 19 marzo 2016.

Vitiello è un uomo autoritario e tendente alla violenza, così lo descrive chi lo conosceva. Amici e parenti, infatti, sanno quanto Rosa fosse succube di quell’uomo intrattabile. Per anni Rosa Landi sopporta il trattamento che Vitiello le riserva, prima per amore dei suoi figli, poi quasi per abitudine. Ma una sera, scopre in un marsupio del marito una scatola di preservativi, e chiede spiegazioni.

L’uomo le rivela così di averla tradita, e non solo una volta, ma ripetutamente. Arriva a dirle che in quarant’anni di matrimonio non le è mai stato fedele. Così, Rosa Landi decide di allontanarsi da lui, e chiede il divorzio. Vitiello non accetta la decisione, ma soprattutto non può sopportare di aver perso il controllo di sua moglie, fino a quel momento una donna arrendevole.

Così, nella fatidica notte del 19 marzo 2016, mentre Rosa è al telefono con suo figlio trentasettenne, si presenta di fronte a lei con una pistola, e spara cinque colpi.

Dopo l’omicidio

La brutalità di Ciro Vitiello è da subito evidente. L’uomo chiama la polizia alle 22.16 del 10 marzo 2016, autodenunciandosi. Le sue parole, tuttavia, non lasciano trasparire alcun pentimento.

Sentite, ho ammazzato mia moglie. Non potevo più vivere, questioni di separazioni. Ho perso la testa e ho separato a mia moglie con la pistola“ dichiara al telefono con un poliziotto della Questura di Genova.

Così, avviene l’irruzione in casa della Landi e di Vitiello. Il corpo di Rosa è rinvenuto là dove il marito le ha sparato, vicino al telefono; è riversa sul pavimento in una pozza di sangue.

Dopo l’arresto Vitiello non vuole nemmeno più parlare con i suoi figli, che lo descrivono come un padre aggressivo.

Infine, l’uomo è condannato a scontare una pena pari a 18 anni di carcere.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Eurovision Song Contest 2021, ecco chi sono i conduttori italiani

Tutte le notizie e le anticipazioni sull'edizione del Festival della Canzone Europea. I Maneskin in gara per l'Italia.
Federica Simonetti

Pubblicato

il

Eurovision-2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Torna l’Eurovision Song Contest nell’edizione 2021. Sabato 22 maggio alle 20:40 ritorna l’appuntamento con il festival della Canzone Europea in diretta da Rotterdam. Si tratta della sessantacinquesima edizione.

Ricordiamo che l’Eurovision song contest torna nella sua formula originale dopo che nel 2020 era stato cancellato e sostituito da una serata celebrativa senza alcuna competizione. Adesso è stata anche annunciata la presenza del pubblico alla Ahoy Arena di Rotterdam che rappresenta anche un segnale di speranza e di ripartenza per il mondo dello spettacolo gravemente penalizzato dalla pandemia.

Eurovision song contest 2021 arrivano Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio.

Novità dell’edizione 2021 è la presenza di una coppia assolutamente inedita di commentatori. Si tratta di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio che sostituiscono Flavio Insinna e Federico Russo al timone della manifestazione lo scorso anno.

Saranno Corsi e Malgioglio a raccontare al pubblico italiano quanto accade sul palco della Ahoy Arena di Rotterdam.

Ricordiamo inoltre che il palinsesto Rai per l’Eurovision song contest 2021 inizia con la cronaca delle due semifinali in programma su Rai 4 e in contemporanea su Rai Radio. I giorni deputati sono martedì 18 e giovedì 20 maggio in prima serata a partire dalle 20:45. La cronaca su Rai4 è affidata a Saverio Raimondo ed Emma Stoccolma, mentre la radiocronaca su Rai Radio2 è affidata alla stessa Ema Stoccolma in compagnia di Gino Castaldo.

I Maneskin per l’Italia

A rappresentare l’Italia sul palcoscenico internazionale di Rotterdam è il gruppo dei Maneskin che partecipa con la canzone Zitti e buoni. Il brano è stato presentato alla scorsa edizione di Sanremo 2021 dove si è aggiudicata la vittoria. I Maneskin sono stati però invitati a eliminare dalla loro canzone tutte le parolacce e le volgarità inserite nel testo italiano. Ricordiamo inoltre che il gruppo è anche reduce dalla conquista del disco d’oro per  l’ultimo album Teatro d’Ira volume 1. Il trofeo del Eurovision song contest manca in Italia da oltre 30 anni ovvero dal 1990.

Chi sono i conduttori

Ecco chi sono i conduttori di Eurovision Song Contest 2021.

Gabriele Corsi torna su Rai 1 dopo aver condotto nel 2018 il programma estivo della fascia preserale della rete Reazione a catena. E’ una presenza fissa insieme al Trio Medusa su Radio Deejay. E attualmente è al timone del programma dell’access prime time del canale NOVE del digitale terrestre dal titolo Deal with it Stai al gioco.

Cristiano Malgioglio non ha bisogno di presentazioni. Molto noto sui canali Mediaset approda per la prima volta alla conduzione dell’Eurovision Song Contest è apprezzato soprattutto per la sua grande capacità di cantautore e autore di testi. Ma anche come polemista in molti salotti televisivi soprattutto Mediaset.

Inoltre Carolina Di Domenico attrice Vj conduttrice televisiva e radiofonica avrà il compito di annunciare in diretta Europea il risultato del voto della giuria italiana.

Il pubblico di casa nostra potrà votare il brano preferito ma non può esprimere pareri sulla canzone italiana.

Lo slogan ufficiale dell’evento resta Open Up, il medesimo pianificato per l’edizione annullata.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it