Connect with us

Intrattenimento

Fratelli di Crozza | diretta 26 aprile | tornano Salvini, Di Maio e Napalm 51 antieuropeista

Maurizio Crozza torna in onda con il suo show Fratelli di Crozza dopo la pausa pasquale. Tra i personaggi presi di mira dalla sua inconfondibile satira: Matteo Salvini e Luigi Di Maio.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Maurizio Crozza torna in onda con il suo show Fratelli di Crozza dopo la pausa pasquale. Tra i personaggi presi di mira dalla sua inconfondibile satira: Matteo Salvini e Luigi Di Maio.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Crozza torna in diretta dopo la pausa pasquale; come sempre racconterà i principali fatti d’attualità servendosi di personaggi nuovi.

Nel mirino della satira vi sono i due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio ed il giornalista Vittorio Feltri Si parlerà delle vacanze pasquali appena trascorse.  Al fianco di Crozza non mancherà Andrea Zalone il quale, nei panni di cronista, pone domande scomode al personaggio di turno.

Seguiamo insieme la puntata:

Il conduttore racconta come la città di Milano ha trascorso le vacanze. Con tutti i negozi chiusi, ha notato la desolazione per le strade. Dalla Lombardia passa al Galles, in particolare su Ebbw Vale. La località vanta un passato minerario, di estrazione del carbone. Nella questione Brexit, il 62% dei residenti di tale cittadina ha votato per lasciare l’Unione Europea.

La cronista Carole Cadwalladr ha spiegato come, attraverso l’uso improprio di dati personali, i social e le fake news abbiano influito sulla Brexit.

Napalm 51 è antieuropeista. Nonostante l’euro sia in vigore dal 2002, al giorno d’oggi vuole utilizzare ancora le lire. Crede alle fake news che trova in giro nel web. Nell’episodio dell’incendio di Notre Dame, Napalm 51 è rimasto sorpreso di non aver trovato la zingarella Esmeralda e sostiene che sia stata Greta Thunberg ad appiccare il fuoco. L’unica fake news a cui non crede è quella della terra piatta. Secondo lui la terra è a forma di muffin.

Si passa ora da chi crede alle fake news a chi invece le crea. Un esempio è Matteo Salvini. Gli immigrati in Italia sono circa 90.000 e non 500.000 come aveva sostenuto per fare propaganda. Crozza mette in evidenza la “doppia anima” di Salvini avvalendosi di un esempio: il 21 aprile Luca Morisi ha pubblicato su Facebook un post che raffigura il Ministro dell’Interno con un mitra in mano. Il giorno seguente lo stesso Salvini ha postato una tenera foto con dei peluche.

Nel giorno della liberazione Salvini si è recato a Corleone per una manifestazione antimafia. Nel frattempo a Milano, un corteo ha sfoggiato lo striscione con la scritta “onore a Benito Mussolini”.

Andrea Zalone intervista Matteo Salvini (interpretato da Crozza). Il Ministro dell’Interno spiega che gli esponenti della lega non sono fascisti e stanno lottando per sconfiggere la mafia. Gli italiani sono dei gran cattivoni a pensar male di Siri: il sottosegretario ai Trasporti della Lega, Armando Siri, è indagato per corruzione per una tangente da 30.000 euro.

La politica contemporanea passa ormai sui social network. Nelle piattaforme sono presenti le piccole ripicche tra i politici che si esprimono attraverso gli unfollow. Di Maio e Salvini ad esempio non si seguono più su Instagram. Di Maio sembra essere un altro produttore di fake news: non ha mantenuto le promesse sull’Ilva di Taranto, scatenando le proteste degli attivisti e in ogni intervista cambia sempre le cifre riguardanti la povertà  in Italia.  Non ci capisce se in Italia i poveri siano 3, 5, 8 o 10 milioni.

Dal reddito di cittadinanza ci si aspettava una grande affluenza di domande. Nella realtà sono state appena 900.000. I cittadini sono delusi perchè il Governo ha concesso loro delle modestissime cifre.

Si torna dalla pubblicità, Maurizio Crozza si sofferma sui “casi tristi e disperati” della settimana. Ad esempio Fedez ha perso in Polinesia la go-pro, una telecamerina portatile, senza la quale la Ferragni non potrebbe vivere la realtà virtuale. Ha lanciato un appello ai fan per ritrovarla.

Il secondo caso è quello di Antonio Ingroia, bloccato in aeroporto in stato di ebbrezza.

Il Presidente della regione Campania Vincenzo de Luca viene impersonato da Crozza. Il Presidente vanta le bellezze della città di Napoli. Grazie agli investimenti Napoli si conferma capitale della Cultura.

Nel capoluogo campano sono state realizzate mostre su Canova, Picasso e i longobardi. Inoltre il 3 luglio prenderà il via un’importante iniziativa ovvero le Universiadi. Si tratta di una manifestazione sportiva che abbraccia varie discipline ed è rivolta ad atleti universitari, provenienti da ogni parte del mondo.  La mascotte dell’evento sarà una sirena.

L’ultimo personaggio della puntata è Vittorio Feltri. Il giornalista ha definito “cretina” Greta Thunberg nel titolo di un articolo del suo giornale. Successivamente ha criticato la scrittrice Michela Murgia la quale non vuole rilasciare interviste a quotidiani come Libero e il Giornale o a trasmissioni televisive condotte da persone di cui non riconosce l’onestà intellettuale.

Termina così la puntata di Fratelli di Crozza. Appuntamento a venerdì 3 maggio.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Dritto e Rovescio 6 maggio 2021, il dibattito sul Ddl Zan, ospiti Salvini e Renzi

Dritto e Rovescio, il talk condotto da Paolo Del Debbio su Rete 4 è in onda questa sera, 6 maggio 2021. Ospiti Matteo Salvini e Matteo Renzi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Dritto e Rovescio 6 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rete 4 propone questa sera, 6 maggio 2021, il consueto appuntamento del giovedì con Dritto e Rovescio. Dalle 21.25 il conduttore Paolo Del Debbio accoglie in studio i suoi ospiti, per dialogare con loro su argomenti di stringente attualità.

Il dibattito ancora accesissimo sul noto Ddl Zan contro l’omotransfobia è l’argomento cardine della puntata. Del Debbio ne parla con il leader della Lega Matteo Salvini, in seguito al discorso del cantante Fedez tenutosi sul palco del Concerto del primo maggio 2021. 

E poi, si torna a parlare di economia e ripresa, Covid e vaccini. La variante indiana del virus preoccupa gli esperti, ed è ormai stata diagnosticata a diversi pazienti sul suolo nazionale. L’avanzamento della campagna vaccinale procede a rilento, e il futuro delle imprese, costrette a riaperture parziali e al famigerato coprifuoco delle 22.00, è in bilico.

Infine, Del Debbio propone un’intervista esclusiva a Matteo Renzi, leader del giovane partito Italia Viva, e un focus sul caso Grillo con l’intervento di Mauro Corona.

Vi ricordiamo che potete seguire Dritto e Rovescio anche in streaming su internet, tramite il sito dedicato MediasetPlay.

Dritto e Rovescio 6 maggio, la diretta

In apertura, è proposto un servizio girato a Monza. Il conduttore Del Debbio, come di consueto, intervista piccoli imprenditori locali e chiede la loro opinione sulla campagna di vaccinazione, sulle riaperture e sul coprifuoco.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Amore Criminale 2021: la storia di Rosa, uccisa dal marito Ciro

Stasera, 6 maggio, la nuova edizione di Amore Criminale prosegue con la storia di Rosa, uccisa da suo marito Ciro prima del divorzio.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’attrice e conduttrice Veronica Pivetti racconta la tragica storia di Rosa Landi in Amore Criminale, trasmesso dalle 21.20 su Rai 3 questa sera, 6 maggio 2021.

Il programma, di genere docufiction, è realizzato in collaborazione con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, e con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le storie di femminicidio narrate in Amore Criminale sono presentate tramite docu-fiction basate sul vero materiale di repertorio di ognuno dei casi trattati, e con le interviste ai testimoni diretti dell’accaduto.

Vi ricordiamo che potete seguire le puntate della nuova edizione di Amore Criminale 2021 anche in streaming, sul sito RaiPlay.

Amore Criminale, la storia di Rosa Landi

La nuova edizione di Amore Criminale giunge alla terza puntata, dedicata alla storia di Rosa Landi. Come di consueto, purtroppo, la narrazione non è a lieto fine: il marito di Rosa, Ciro Vitiello, uccide la moglie nella notte del 19 marzo 2016.

Vitiello è un uomo autoritario e tendente alla violenza, così lo descrive chi lo conosceva. Amici e parenti, infatti, sanno quanto Rosa fosse succube di quell’uomo intrattabile. Per anni Rosa Landi sopporta il trattamento che Vitiello le riserva, prima per amore dei suoi figli, poi quasi per abitudine. Ma una sera, scopre in un marsupio del marito una scatola di preservativi, e chiede spiegazioni.

L’uomo le rivela così di averla tradita, e non solo una volta, ma ripetutamente. Arriva a dirle che in quarant’anni di matrimonio non le è mai stato fedele. Così, Rosa Landi decide di allontanarsi da lui, e chiede il divorzio. Vitiello non accetta la decisione, ma soprattutto non può sopportare di aver perso il controllo di sua moglie, fino a quel momento una donna arrendevole.

Così, nella fatidica notte del 19 marzo 2016, mentre Rosa è al telefono con suo figlio trentasettenne, si presenta di fronte a lei con una pistola, e spara cinque colpi.

Dopo l’omicidio

La brutalità di Ciro Vitiello è da subito evidente. L’uomo chiama la polizia alle 22.16 del 10 marzo 2016, autodenunciandosi. Le sue parole, tuttavia, non lasciano trasparire alcun pentimento.

Sentite, ho ammazzato mia moglie. Non potevo più vivere, questioni di separazioni. Ho perso la testa e ho separato a mia moglie con la pistola“ dichiara al telefono con un poliziotto della Questura di Genova.

Così, avviene l’irruzione in casa della Landi e di Vitiello. Il corpo di Rosa è rinvenuto là dove il marito le ha sparato, vicino al telefono; è riversa sul pavimento in una pozza di sangue.

Dopo l’arresto Vitiello non vuole nemmeno più parlare con i suoi figli, che lo descrivono come un padre aggressivo.

Infine, l’uomo è condannato a scontare una pena pari a 18 anni di carcere.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Eurovision Song Contest 2021, ecco chi sono i conduttori italiani

Tutte le notizie e le anticipazioni sull'edizione del Festival della Canzone Europea. I Maneskin in gara per l'Italia.
Federica Simonetti

Pubblicato

il

Eurovision-2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Torna l’Eurovision Song Contest nell’edizione 2021. Sabato 22 maggio alle 20:40 ritorna l’appuntamento con il festival della Canzone Europea in diretta da Rotterdam. Si tratta della sessantacinquesima edizione.

Ricordiamo che l’Eurovision song contest torna nella sua formula originale dopo che nel 2020 era stato cancellato e sostituito da una serata celebrativa senza alcuna competizione. Adesso è stata anche annunciata la presenza del pubblico alla Ahoy Arena di Rotterdam che rappresenta anche un segnale di speranza e di ripartenza per il mondo dello spettacolo gravemente penalizzato dalla pandemia.

Eurovision song contest 2021 arrivano Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio.

Novità dell’edizione 2021 è la presenza di una coppia assolutamente inedita di commentatori. Si tratta di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio che sostituiscono Flavio Insinna e Federico Russo al timone della manifestazione lo scorso anno.

Saranno Corsi e Malgioglio a raccontare al pubblico italiano quanto accade sul palco della Ahoy Arena di Rotterdam.

Ricordiamo inoltre che il palinsesto Rai per l’Eurovision song contest 2021 inizia con la cronaca delle due semifinali in programma su Rai 4 e in contemporanea su Rai Radio. I giorni deputati sono martedì 18 e giovedì 20 maggio in prima serata a partire dalle 20:45. La cronaca su Rai4 è affidata a Saverio Raimondo ed Emma Stoccolma, mentre la radiocronaca su Rai Radio2 è affidata alla stessa Ema Stoccolma in compagnia di Gino Castaldo.

I Maneskin per l’Italia

A rappresentare l’Italia sul palcoscenico internazionale di Rotterdam è il gruppo dei Maneskin che partecipa con la canzone Zitti e buoni. Il brano è stato presentato alla scorsa edizione di Sanremo 2021 dove si è aggiudicata la vittoria. I Maneskin sono stati però invitati a eliminare dalla loro canzone tutte le parolacce e le volgarità inserite nel testo italiano. Ricordiamo inoltre che il gruppo è anche reduce dalla conquista del disco d’oro per  l’ultimo album Teatro d’Ira volume 1. Il trofeo del Eurovision song contest manca in Italia da oltre 30 anni ovvero dal 1990.

Chi sono i conduttori

Ecco chi sono i conduttori di Eurovision Song Contest 2021.

Gabriele Corsi torna su Rai 1 dopo aver condotto nel 2018 il programma estivo della fascia preserale della rete Reazione a catena. E’ una presenza fissa insieme al Trio Medusa su Radio Deejay. E attualmente è al timone del programma dell’access prime time del canale NOVE del digitale terrestre dal titolo Deal with it Stai al gioco.

Cristiano Malgioglio non ha bisogno di presentazioni. Molto noto sui canali Mediaset approda per la prima volta alla conduzione dell’Eurovision Song Contest è apprezzato soprattutto per la sua grande capacità di cantautore e autore di testi. Ma anche come polemista in molti salotti televisivi soprattutto Mediaset.

Inoltre Carolina Di Domenico attrice Vj conduttrice televisiva e radiofonica avrà il compito di annunciare in diretta Europea il risultato del voto della giuria italiana.

Il pubblico di casa nostra potrà votare il brano preferito ma non può esprimere pareri sulla canzone italiana.

Lo slogan ufficiale dell’evento resta Open Up, il medesimo pianificato per l’edizione annullata.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it