Reazione a catena, I Perchè No Campioni per caso ma senza montepremi


Nel game di Rai 1 condotto da Marco Liorni, gara al cardiopalma per i campioni ne L'intesa vincente, il gioco che determina il gruppo vincitore.


Nella puntata di giovedì 15 agosto di Reazione a catena, i campioni, I Perchè No, hanno riconfermato il titolo solo per imperizia dei propri avversari, I Sorrisi di sera.

Erano arrivati a L’intesa vincente con un montepremi inferiore rispetto alla squadra con cui si confrontavano composta da Mario, Claudia e Elisa. I Perchè No erano riusciti ad individuare dodici parole nel tempo di sessanta secondi stabilito dal regolamento per il gioco che determina i Campioni di puntata.

Quando sono arrivati I Sorrisi di sera, sembrava che oramai il passaggio di testimone fosse scontato. Invece, proprio alla fine, quando erano riusciti ad agguantare il pareggio con 12 parole, all’ultima definizione hanno sbagliato e sono tornati indietro ad 11 termini indovinati.

Eppure la definizione da dare non era impossibile. Quindi, solo l’imperizia e la fretta, e certamente l’emozione, hanno giocato a favore dei Campioni. I Perchè No hanno così, davvero per caso, riconfermato la propria presenza anche nella puntata di questa sera. E li vedremo difendere un titolo che sembra più precario di puntata in puntata.

Andrea, Riccardo e Antonella, I Perchè No, sono giunti all’Ultima Catena con la somma, non alta, di 84 mila euro. Hanno dimezzato alcune volte giungendo, poi, all’Ultima parola con 10.500 euro.

Gli elementi che componevano quest’ultimo gioco erano i seguenti: il primo Modello,il terzo che hanno acquistato dimezzando ancora la somma, era Mano. Le prime due lettere che componevano il termine da individuare erano DI e la E finale.  La parola giusta era Dichiarazione. I Campioni avevano, invece, scelto Dipendente.



0 Replies to “Reazione a catena, I Perchè No Campioni per caso ma senza montepremi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*