Le Iene Show, puntata del 23 aprile in diretta


Tutti i servizi della puntata domenicale del programma di Italia 1


Dopo aver ironizzato sul gossip secondo cui la Toffa uscirebbe con Joe Bastianich, viene lanciato il primo servizio: I medici litigano e la bimba muore, di Giulio Golia. La iene icontra Marzia e Onofrio, che hanno perso la loro bimba nel momento del parto: i due genitori non hanno mai avuto una spiegazione in merito, nonostante 15 giorni di ricovero nel reparto di ginecologia. I due sostengono che la bimba non è morta per cause naturali: si sono quindi rivolti alle forze dell’ordine, scoprendo che la piccola aveva il cordone ombelicale intorno al collo: al termine delle indagini, è emerso che le sale operatorie erano occupate e c’era una sola sala libera, ma il primario aveva rifiutato di farla usare. Con tutto il personale pronto per eseguire l’intervento e una sala vuota, dietro la morte della bimba c’è l’alterco tra primario e anestesista.
La povera Marta si ritrova con un taglio cesareo che non è servito a niente: la coppia vuole giustizia. Golia si reca nell’ospedale, senza però ottenere alcuna spiegazione sulla vicenda.

leiene 23apr servizio golia

Nina Palmieri ci parla di disabilità e barriere architettoniche: Quando una piccola incomprensione diventa un grande problema. Marco è un ragazzo su una sedia a motore dal peso di 150 chili: ha bisogno di assistenza costante, e a causa della mole della sedia, non può sfruttare un montascale. Per uscire da casa, ha necessariamente bisogno dei genitori: ci sarebbe un ascensore che non si può costruire perché il signore del terzo piano sarebbe suo. La mamma di Marco però, ha delle carte che attestano che non è così: la Palmieri dunque cerca di mediare, riuscendo a risolvere il problema.

leiene 23apr servizio pasca

Il prossimo è Cristiano Pasca: Papa Francesco non piace a tutti. La iena cerca di capire le varie posizioni in campo: da un lato l’aperto Bergoglio, dall’altro l’iper conservatore prete Minutella. Secondo lui infatti, il Papa sarebbe l’adepto di una setta massonica che ha il compito di distruggere la Chiesa dall’interno: ne ascoltiamo le parole grazie all’incontro con due finti sposi. Minutella  sostiene che Bergoglio stia piazzando i suoi “delfini” e che l’omosessualità sta distruggendo il cristianesimo: la posizione è condivisa da altri parroci, come dimostra il colloquio con altri esponenti religiosi.

leiene 23apr servizio pecoraro

Gaetano Pecoraro è in Siria: I sopravvissuti di Aleppo. l immagini mostrano una città devastata, ridotta interamente a cumuli di macerie: la gente si fa largo tra quelle che, una volta, erano barricate. Essendo cresciuti sotto le bombe, molti giovani sognano la carriera militare: le persone gli raccontano che oggi manca la generazione capace di ricostruire il Paese, Pecoraro si muove tra quartieri distrutti, dove nn c’è né acqua né corrente: tra i tanti, c’è una famiglia che riesce a tornare a casa dopo sei anni da sfollati.
Pecoraro conosce poi Mohamed: l’uomo lo porta in casa sua, dove è rimasto un tavolino e poco altro. Un tempo notaio, Mohamed ha dovuto rinunciare persino ai ricordi: mano a mano che i due girano le stanze devastate, riemergono sprazzi di quotidianità. All’interno dei palazzi si trovano i tunnel costruiti dai ribelli.
La città ha completamente perso ogni segno dell’antica bellezza, di vita: ogni siriano ha almeno una vittima di guerra in casa. Pecoraro si spinge fino alla linea di confine oltre cui non si può andare: di là ci sono i cecchini dell’esercito siriano da una parte, i cecchini dei ribelli dall’altra.
Vediamo la piazza dove gli uomini del Daesh crocifiggevano la gente: chi abitava in zona, veniva costretto ad assistere alle esecuzioni. Tra i vari racconti ascoltati, quello agghiacciante di un 12enne ucciso perché fumava una sigaretta.

Al termine del servizio, i conduttori fanno un appello per la liberazione di Gabriele Del Grande, catturato in Turchia senza che gli sia ancora stato contestato alcun reato: il giornalista perciò, non sa da cosa difendersi. 

leiene 23apr servizio nobile

Sabina Nobile ha trascorso due giorni insieme alla Boldrini: Incollati a LA Presidente. La iena accompagna la Boldrini alle riunioni e nelle stanze del potere: nella sala in cui sono conservati i busti dei vari Presidenti della Repubblica, dato che non ci sono figure femminili, sono stati appesi degli specchi così ogni donna può vedersi.
La Nobile segue la Boldrini al bar, in osteria , parlando con lei delle tante bufale che le vengono attribuite. Ne emerge anche il lato più privato: “La vita che faccio non consente di avere un compagno”, dice. L’anzianità invece, se la immagina nella casa in campagna nelle Marche.

Andrea Agresti è sulle tracce di una vecchia conoscenza del programma: Il truffatore colpisce ancora. Si tratta di un uomo che ordina merce via internet e la paga con assegni scoperti: Agresti lo rintraccia grazie a un ordine alimentare, inserendo un localizzatore in un salame. Proprio a causa del tecnologico “salame localizzatore”, il truffatore non riesce a seminare Agresti; la iena chiama la polizia.

leiene 23apr servizio roma

Filippo Roma intervista Michele Emiliano e Andrea Orlando per un confronto tra candidati a Le primarie del PD. Il terzo sarebbe Renzi, che dice si davanti alal telecamera, ma la cui segretaria non sa niente. Filipp Roma telefona all’ufficio stampa, trovando continuamente la segreteria: alla fine “l’agenda è piena”.

Niccolò De Devitiis ha portato La vera laurea di Chiellini al calciatore: appena laureato in economia, è noto per i suoi falli, perciò De Devitiis gli porta l’attestato di “fallologia”. naturalmente vengono ripercorse tutte le “entrate affettuose” sui colleghi.

Nadia Toffa si occupa di Pedofilia on line. Antonello è un ex carabiniere: ha lasciato l’arma quando si è accorto che, dopo aver arrestato un prete pedofilo, sarebbe tornato libero poco dopo. Ora però ha una nuova possibilità: ha adescato un pedofilo 50enne in rete fingendosi Vanessa, bambina di 13 anni. A questo punto, grazie a una complice che sembra molto più giovane, viene realizzata uan videochat col pedofilo: lo scopo è quello di fissare un incontro per il giorno successivo.
Assistiamo alle proposte perverse del pedofilo, che subito invita la ragazzina a “esplorare” il suo corpo. Inizia a spiegarle nei dettagli cosa accadrà nella stanza ad ore dove la sta portando, intenzionato a stuprarla da dietro: l’uomo fa anche il rassicurante, mettendo in guardia la sua vittima sul bisogno di fare attenzione. Quando arriva la Toffa, il pedofilo si allontana: quando poi la iena lo raggiunge, pensa che sia una semplice amica della finta Vanessa. L’uomo nega di aver toccato certi argomenti con Vanessa, fino a promettere di entrare in terapia.
A questo punto vengono ripercorse le fasi dell’adescamento in rete: i pedofili trovano le vittime nei social, ma ben presto le “portano” su altri lidi. Fingendosi premurosi, affidando il segreto di quel rapporto ai minori, li contattano poi in altre chat con lo scopo di incontrarli.

leiene 23apr servizio roma firme

Filippo Roma torna sulle firme del Movimento 5 stelle in Sicilia: Firme false M5S: sospensioni e processo. In pratica, tutti i pentastellati di cui Filippo Roma si era occupato, sono stati sospesi dal Movimento: la procura ha riaperto il fascicolo archiviato quattro anni fa. Roma aveva indagato per lo stesso motivo sulla giunta raggi: ora gli è arrivata la diffida.

Matteo Viviani si domanda se Il cellulare fa male?  Innocente Marcolini stava male a causa di un tumore: un neurologo ha formulato che uno dei motivo potessero essere le onde del telefono. L’uomo trascorreva ore al telefono, e Viviani sperimenta gli effetti termici delle onde elettromagnetiche: la parte a contatto col telefono comincia a riscaldarsi.
Nel caso di Innocente, per la prima volta, la scienza ha stabilito che le onde del cellulare possono essere una delle cause di tumore. L’effetto insomma, non era semplicemente quello di un riscaldamento termico. Il professore Mario Rossini ha condotto degli esperimenti mirati.
Viviani fa quindi delle prove per verificare come, a seconda di dove ci troviamo, il campo elettromagnetico cambi: in auto per esempio, quando il telefono cerca continuamente di agganciarsi alla cellula più vicina, emette un “bombardamento” di radiazioni. Viene provato anche un dispositivo che si vende in farmacia per proteggere delle emissioni, con risultati deludenti. Alla fine i consigli sono pochi: cercare di tenere il telefono più lontano possibile durante la notte, usare gli auricolari, apsettare che l’altro risponda prima di avvicinare il cellulare all’orecchio.

A mezzanotte e mezza viene infine replicato il servizio di Cizco sul Sistema metrico genitale. La puntata si conclude qui.



0 Replies to “Le Iene Show, puntata del 23 aprile in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*