Piccoli Giganti diretta della prima puntata del 26 aprile su Real Time


Prima puntata questa sera su Real Time, canale 31 del digitale terrestre, del programma Piccoli Giganti. Seguite la diretta insieme a noi.


La puntata inizia con Gabriele Corsi che annuncia ai telespettatori la presenza di 12 bambini speciali. Accanto a lui ecco il piccolo Giorgio Zacchia che viene presentato come una star internazionale. Il bimbo adesso ha soltanto 5 anni l’anno scorso ha partecipato a Pequeños Gigantes e naturalmente ci vengono mostrate alcune immagini in replica

Giorgio Zacchia piccoli giganti diretta 26 aprile

I tre giudici dei bambini vengono presentati in studio. Si tratta di Serena Rossi, Enzo Miccio e Benedetta Parodi. Vengono anche mostrate delle foto di quando erano bambini loro stessi. Tutti promettono di essere buoni.
I ragazzi sono divisi in tre squadre: “gli aquiloni” guidati da Massimiliano Rosolino, “le stelle filanti” capitanati da Rossella Brescia e “le bolle di sapone” da Leonardo Decarli.

piccoli giganti 2017 giudici

Ogni squadra ha il suo cavallo di battaglia con cui esibirsi. Ricordiamo che il programma è realizzato in collaborazione con l’Unicef.
Leonardo Decarli fa esibire Rebecca e Andrea rispettivamente in danza classica e hip hop. Benedetta Parodi fa i complimenti hai due bambini. Miccio si associa alla conduttrice e la Rossi dice di essere stata molto colpita dall’energia dei due bimbi. I voti dei giurati per adesso rimangono segreti, ma possono andare da 6 a 10. Al termine delle sei puntate si fa la somma e si capirà chi ha vinto la borsa di studio che permetterà ai ragazzi di continuare gli studi.

Arriva Massimiliano Rosolino con il piccolo Gennaro che è protagonista di una candid camera. Deve sapere usare le bacchette mentre gli servono del cibo giapponese. Nel piatto c’è anche una cavalletta e persino delle formiche. Il bimbo rimane un po’ impressionato ma non ne dà a vedere. Benedetta Parodi gli fai i complimenti e gli dice di essere coraggioso. Così anche Miccio e la Rossi. Quest’ultima gli fanno notare di essere napoletana come lui.

piccoli giganti 3

Rossella Brescia schiera Gaia e Rebecca due sorelle cantanti che interpretano “Stardust” il brano di Mika. Anche loro bravissime ma con qualche piccola imprecisione dice Serena Rossi. Miccio e la Parodi sono entusiasti.

Intanto la classifica provvisoria è già stilata. Al secondo posto ci sono “le stelle filanti”.

piccoli giganti 2017 alex e co

Per la gioia di grandi e piccoli arrivano i protagonisti del telefilm amatissimo “Alex & co“. Una vera e propria sorpresa che fa piacere a tutti. Viene ricordato a questo punto il numero per fare una donazione all’Unicef. I bambini fanno le domande ad “Alex & co” e così si scopre che Alex Leonardo è single, Lucrezia è molto divertita di interpretare un personaggio cattivo. Infine Federico confessa di amare alla follia e la pizza napoletana.

Comincia la seconda manche ed è la volta degli “aquiloni”. Si esibiscono Gabriel e Giulia che danzano circondati da una coreografia ispirata a temi ambientali. La Parodi sottolinea che si tratta di un messaggio molto bello e forte. Enzo Miccio inneggia alla coscienza ecologica di oggi. E la Rossi è addirittura commossa.

piccoli giganti 2017 stelle filanti

Ecco le stelle filanti con il piccolo Nicolas. Il bambino confessa candidamente di essere fidanzato. Ma la sua fidanzata non è in studio. Anche il bimbo è stato vittima di una candid camera e lo hanno fatto parlare con una persona di cui non si capiva neanche una parola. Un dialogo simpatico ma surreale. Anche Nicolas piace alla giuria. 

piccoli giganti 2017 vincenzo bolle di sapone

Per “le bolle di sapone” si esibisce Vincenzo. Il piccolo è ripreso in bianco e nero e canta “Tanto pe’ cantà” un brano dell’indimenticabile Nino Manfredi. Complimenti anche a lui da parte della giuria.

Adesso tocca a Giorgino essere al centro di una candid. Il piccolo deve far credere al insegnante di inglese che Gabriele Corsi è svenuto. Lo scopo è di far interrompere la lezione.
Seconda classifica provvisoria con le “stelle filanti” ancora in seconda posizione. La terza manche inizia con la squadra degli aquiloni. Canta la piccola Teodora un brano molto intenso che dedica al padre. La canzone era “Meraviglioso amore mio” di Arisa. Naturalmente il padre del bimbo in studio si commuove. Questa volta c’è qualche appunto da parte della giuria. Ma tutto sommato la performance si rivela molto commovente.
Tocca adesso alle “bolle di sapone”. Carlotta protagonista di una candid camera nella quale non deve avvicinarsi ad un uovo di Pasqua.

piccoli giganti 2017 serena rossi

Promessa non mantenuta. Alla fine entra nella stanza la signora delle pulizie e colpisce l’uovo mandandolo in pezzi. La bimba si rivolge al piccolo Leonardo dicendogli di mangiare la cioccolata e di comprare poi un altro uovo. La giuria ammira la creatività della piccola nel dire bugie. Solo Serena Rossi dice la bambina “che furbacchiona sei“.
È la volta adesso delle “stelle filanti”. La piccola Miriana si è fatta leggermente male ad una gamba. Ciononostante propone la sua esibizione di danza realizzata a metà strada tra la vita e il sogno qui. La giuria rimane commossa. La preparazione della bambina entusiasma tutti.

piccoli giganti 2017 unicef
Adesso si torna a parlare di Unicef. Tutti i piccoli cantano un brano che parla di acqua. Non è casuale: infatti l’obiettivo è ricordare che 350 milioni di bambini nel mondo soffrono per mancanza d’acqua.
Arriva la classifica della prima puntata: vincono “gli aquiloni”, al secondo posto si sono ghiacciate “le stelle filanti” e al terzo “le bolle di sapone”. 

piccoli giganti 2017 calssifica finale
Per “gli aquiloni” il premio è un piccolo tablet.
Finisce qui la prima puntata appuntamento tra 7 giorni con i Piccoli Giganti su Real Time.



0 Replies to “Piccoli Giganti diretta della prima puntata del 26 aprile su Real Time”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*