X Factor 13, diretta del 10 ottobre 2019, seconda puntata dei bootcamp

Mara Maionchi, Samuel, Sfera Ebbasta, Malika Ayane cercano il nuovo talento di X Factor 13. Al timone Alessandro Cattelan


Questa sera, alle ore 21.15 su Sky uno, andrà in onda la quinta puntata della nuova edizione di X Factor ItaliaMara Maionchi, Malika Ayane, Samuel e Sfera Ebbasta hanno portato a termine le Auditions ed ora continuano la loro ricerca del talento con i bootcamp.

Samuel ha già scelto i suoi gruppi e Sfera le sue under donna. Ora tocca a Mara selezionare gli Over ed a Malika gli under uomini.

Il bootcamp di Malika

Iniziano i bootcamp. E’ il momento di Malika e degli under uomini.

Il primo a salire sul palco è Renato, che interpreta “Riccione” dei The Giornalisti. La sua versione del brano è inedita e fresca, ma Malika non è convinta. Ritiene che la scelta di portare hit famose abbia penalizzato il giovane cantante, perchè in questo modo non emerge la sua personalità. Niente sedia per lui.

x factor renato

Lorenzo ha 19 anni, ma ha già uno stile molto personale. Canta “Let her go” dei The Passengers e con la sua chitarra sembra quasi un menestrello 2.0. “Mi sei tanto piaciuto” – commenta Malika. Samuel ritrova in lui un cantautore della sua infanzia: James Taylor. “C’ha una faccia pazzesca questo qui” – chiosa Mara.

Malika gli assegna una sedia.

Riccardo canta una versione gioiosa ed energica di “50 special” dei Lunapop. “Mi devi promettere che mi porterai al karaoke con te una serata. Solo che stasera non sei stato abbastanza incisivo” – commenta Malika. “Io lo farei sedere subito” – controbatte Sfera. Per non essere “iper-severa”, Malika decide di dargli una possibilità.

Enrico canta la dolcissima “Lost” di Michael Bublè, ma virandola dalla classicità ad un sound quasi indie. Conquista il favore del pubblico e quello di Malika, che entusiasta decide di assegnargli una sedia. “Corri a sederti e non muoverti da lì per nessun motivo” – gli dice la giudice.

x factor enrico

Emanuele (Nuela) dopo aver lanciato la sua prima hit “Carote”, ci regala un’altra perla: “Ti voglio al mio funerale”. I suoi inediti si contraddistinguono per una strepitosa ironia testuale. Nonostante la giovane età, Emanuele mostra di avere già sviluppato un punto di vista molto lucido.

Davide (Nova) porta una cover di un brano trap di Izi. Malika apprezza e gli dà una sedia.

Michele canta “The blower’s daughter”. La sua voce è particolarissima, tutta sua, solo sua. E’ profonda, crea un effetto straniante, ma è certamente d’impatto. Malika propone uno switch con Riccardo.

Riccardo (Karma) si fa prendere dall’ansia e chiede di sospendere l’esibizione. Dopo aver bevuto un sorso d’acqua, offertagli da Sfera, ricomincia con più carisma, ma non riesce a recuperare la situazione ormai compromessa.

Daniel interpreta “I’ll never love again”, canzone cantata da Lady Gaga nel film “A star is born”. E’ visibilmente emozionato anche lui e la performance ne risente, ma è comunque bravo ed emoziona. Malika gli chiede di ricantare a cappella l’ultimo passaggio del brano e, finalmente conquistata, propone lo switch con Davide (Nova).

Sale sul palco un altro Davide, un cantante dallo stile ben diverso dal suo omonimo trapper. Piano e voce interpreta “Ordinary people” di John Legend. Crea un’atmosfera soffusa, la sua esibizione è intensa. I giudici apprezzano molto e Malika propone lo switch con Michele per un discorso di coerenza nella squadra.

Il pubblico si ribella, si scatenano i fischi. Malika porta però avanti la sua scelta con coraggio e caparbietà. E’ convinta di aver fatto bene e di aver composto una squadra forte.

I bootcamp di Malika si concludono con una profezia di Samuel: “Se arriva in finale, vince Carota ve lo dico”.

Il bootcamp di Mara

Quando Biagio sale sul palco sembra in procinto di cantare un pezzo heavy metal e invece stupisce interpretando “Roar” di Katy Perry. Sorride mentre canta, trasmette allegria e gioia di vivere. Mara gli chiede perchè abbia scelto un brano apparentemente così distante da lui. “Mi piace un sacco, mi dà tantissimo entusiasmo” – risponde lui e guadagna una sedia.

x factor biagio

Cicco Sanchez fa una scelta audace, propone una sua cover di “Anche fragile” di Elisa. Forse abusa un po’ di autotune, ma la strofa che ha riscritto gli dà un quid in più, scrive bene. E’ proprio questa sua abilità a regalargli una sedia.

Tomas canta “A song for you” nella versione di Donny Hathaway. “Devi aggiungere più emotività, manca quel punto lì” – commenta Mara. Decide però di dargli fiducia e gli assegna una sedia.

Flora allunga troppo le finali e questo lascia Mara contrariata. Sfera suggerisce però alla collega giudice di darle una possibilità e la Maionchi si fida. “Ho l’impressione che rimarrò molto poco su questa sedia” – rivela Flora.

Antonio (Rosso petrolio) interpreta “Un sabato italiano” di Sergio Caputo. La scelta del pezzo gli dona una patina vintage, ma la voce è attuale. Antonio ricorda Mannarino, ma in versione più allegra e scanzonata. Sedia per lui!

Marco canta “Un matto” di Fabrizio de Andrè. “Che pezzone che hai scelto” – commenta Malika. La performance è fuori dagli schemi, nella sua semplicità è davvero di grande effetto. E’ talmente convincente e trascinante, che sembra già un professionista affermato. Mara propone uno switch con Biagio.

Gabriele canta “Talk is cheap” di Chet Faker. Il brano interpretato voce e piano risulta romantico ed emozionante. Alle audition Mara l’aveva definito “molto piacevole” ed anche stasera Gabriele è riuscito a riconfermare la prima impressione. “E’ incredibile perchè lo vedi così e dici boh. Poi si siede al pianoforte e stupisce. Non puoi lasciartelo scappare” – commenta Samuel. “E poi ha buon gusto” – aggiunge Malika. Mara propone switch con Flora.

Comete interpreta un brano a cui è molto legato: “En e Xanax” di Samuele Bersani. Gli ricorda un periodo difficile della sua vita, un momento in cui ha sofferto di attacchi di panico perchè non gli piaceva la sua vita. Accompagnato dalla sola chitarra, Comete canta con delicatezza questa difficile storia d’amore e di coraggio.Al termine della performance Mara gli chiede se pensa di poter essere convincente come Bersani e Comete risponde, senza dubbi di sì. “Questa è una sfida e per questo io ti do una sedia e ti porto con me” – dichiara Mara.

Nicola canta “Someone you loved” di Lewis Capaldi. La sua voce rauca graffia e avvolge, accoglie e respinge. Mara decide di dargli una sedia, ma deve fare alzare qualcuno. Propone lo switch con Antonio.

I bootcamp terminano qui. La prossima settimana i concorrenti ancora in gara partiranno per Berlino, dove avranno luogo gli Homevisit. Scopriremo finalmente chi saranno i 12 talenti che si esibiranno ai live!



0 Replies to “X Factor 13, diretta del 10 ottobre 2019, seconda puntata dei bootcamp”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*