Connect with us

Intrattenimento

L’anno che verrà 2021 conferenza stampa di presentazione, prime notizie su Sanremo

Tutte le dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione per L'anno che verrà, su Rai 1 con Amadeus. Annunciata la presenza come ospiti a Sanremo 2021 di Elodie, Achille Lauro e Zlatan Ibrahimovic.

Pubblicato

il

L'anno che verrà 2021 conferenza stampa
Tutte le dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione per L'anno che verrà, su Rai 1 con Amadeus. Annunciata la presenza come ospiti a Sanremo 2021 di Elodie, Achille Lauro e Zlatan Ibrahimovic.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rai 1 propone, nella notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio, L’anno che verrà 2021, giunto alla diciottesima edizione presentata oggi in conferenza stampa. Il programma prevede la partecipazione di ospiti non solo musicali per festeggiare l’arrivo del nuovo anno insieme ai telespettatori.

In seguito alle restrizioni dovute alla pandemia da Covid, L’anno che verrà si sposta nello Studio Fabrizio Frizzi 5 a Roma. E rinuncia alle piazze Italiane che in passato hanno ospitato l’evento. Inoltre non c’è pubblico, nel rispetto del coprifuoco alle ore 22.00 vigente in tutta Italia.

Tra gli ospiti già confermati a L’anno che verrà 2021 c’è Nino Frassica, che farà da spalla ad Amadeus. Ma anche Gianni Morandi, Piero Pelù, Arisa, I Ricchi e Poveri, Umberto Tozzi. E ancora Rocco Hunt, Annalisa, J-Ax ed Erminio Sinni.

Ma la conferenza è stata anche l’occasione di fare il punto su Sanremo 2021. E sulle polemiche dei giorni scorsi. Il conduttore sta preparando la macchina organizzativa del Festival. Tante le incertezze e le proposte avanzate per far funzionare questa edizione, In particolare si ipotizza di isolare il pubblico dell’Ariston su una nave da crociera per tutta la durata del Festival.A queste e ad altre domande hanno risposto Amadeus e il direttore di Rai 1 Stefano Coletta.

Di seguito tutte le dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione di L’anno che verrà, in diretta dalle 12.30.

L’anno che verrà 2021 conferenza stampa, la diretta

Inizia la conferenza. In collegamento dagli studi Fabrizio Frizzi di Roma ci sono Stefano Coletta, Direttore Rai 1, e Amadeus.

Il primo a parlare è Stefano Coletta.

“Son molto contento di essere con Amadeus, l’uomo che dal Festival di Sanremo pre-pandemia ha davvero illuminato questa rete ammiraglia. Siamo orgogliosi, per Rai 1 l’intrattenimento e la Fiction sono stati difficili da adattare in tv in questo periodo, e Amadeus con un Sanremo di vero servizio pubblico ha illuminato questo anno orribilis per Rai 1, e per tutti coloro che fanno Rai 1. Chiuderemo l’anno con un piccolo segno positivo in prima serata, considerando che abbiamo dovuto sfruttare tante riedizioni: più di 30 repliche.”

Continua poi “Abbiamo fatto il più bel Sanremo della storia, quest’anno gli ascolti non sono un criterio assoluto. E’ il sintomo che la platea ha riconosciuto il servizio pubblico in Rai 1, un servizio adatto a tutte le età. Questo è motivo di grande emozione per me: chiudere quest’anno con un intrattenimento elegante, come sa fare Amadeus. Sobrio, ma leggero. Sarà un capodanno che vuole mettersi alle spalle quello che ha scompaginato la nostra vita. Lascio ad Amadeus il racconto della serata. Come con Sanremo e i Soliti Ignoti, che io non perdo mai nemmeno ora.

Conclude infine: “Sono format che tengono il pubblico avvinto. Questo capodanno è un motivo di commozione: se davvero c’è stata una stagione in cui ci siamo sentiti tutti uguali, e abbiamo dovuto rivedere le nostre priorità è stato questo. La vaccinazione dà una speranza per il futuro, ma non dobbiamo scordare cosa è successo. Abbiamo lottato per garantire informazione e intrattenimento. Credo che Rai 1 abbia fatto molta compagnia a casa.”

L’anno che verrà 2021 conferenza stampa, l’intervento di Amadeus

Subito dopo, parla Amadeus, conduttore di L’anno che verrà 2021.

“E’ stato un anno molto difficile per tutti. Volevo aggiungere una cosa: l’informazione è stata al primo posto, abbiamo avuto tutti voglia di essere informati. Ma anche lo spettacolo e l’intrattenimento non sono calati. Le persone in un anno difficile e drammatico hanno voglia di pensare a qualcosa di divertente, di sorridere e condividere un momento di gioia. Per chi fa intrattenimento la nostra è una mission importante.”

Continua “Credo di aver fatto 25 tamponi, e poi non c’è il pubblico. Nonostante questo devi offrire uno spettacolo divertente e spensierato. Questo è quello che faremo a Capodanno. Deve esserci un clima di festa, basta leggere i nomi per capire che offriremo un’immagine trasversale sulla musica. Tutti potranno cantare canzoni famose, quelle di Gianni Morandi per esempio, un vero mito. L’idea di condividere il palco con lui mi riempie di gioia.”

Aggiunge quindi “Dal nonno al nipote tutti potranno divertirsi e stare uniti a capodanno con noi. Sperando che il 2021 sia un anno di rinascita. Staremo al caldo in uno studio, dopo anni bellissimi trascorsi in Basilicata. Ma ovviamente il clima ti obbliga ad avere guanti cappello e cappotto. Speriamo di riscaldare anche i cuori degli italiani che trascorreranno capodanno con noi.”.

L'anno che verrà 2021 conferenza stampa

L’anno che verrà 2021 conferenza stampa, gli ospiti della serata

Ancora Amadeus, parla degli ospiti della serata.

“Amo molto trascorrere capodanno pensando che a casa si possa cantare. Questa è una prerogativa del capodanno di Rai 1. Potrebbero esserci cose particolari, nino Frassica ci regalerà un oroscopo speciale, e chissà cosa potrebbero fare insieme Gianni Morandi e Piero Pelù. Il clima sarà di festa: vogliamo, anche senza pubblico, regalare un capodanno importante. Credo che ce lo meritiamo tutti.”

L’anno che verrà 2021 conferenza stampa, le domande dei giornalisti

La conferenza prosegue con le risposte alle domande dei giornalisti collegati che si riferiscono soprattutto al prossimo Sanremo 2021

Domanda 1: Siete davvero sicuri che il 2 marzo si possa fare Sanremo? Ci sono pubblico, cantanti, musicisti e giornalisti. Bisogna organizzarsi anzitempo, siamo preoccupati.

Risponde alla domanda Stefano Coletta: “Siamo preoccupati anche noi, non solo per Sanremo ma per la nostra vita. Lavoriamo alacremente affinchè si possano rispettare le date 2-6 marzo. Stiamo mettendo a punto le procedure attenendoci alle normative sanitarie e non. Mi sento di dire che se non dovesse scattare un’epidemia non prevedibile, al momento non è indicata questa strada, Sanremo è organizzato in quella settimana.”

Anche Amadeus risponde: “Quando a gennaio partono i Tir per Sanremo, Sanremo si fa. Se invece a febbraio o marzo fossimo in una situazione drammatica dovremo capire il da farsi. Ma gli esperti ci dicono che stando attenti andremo verso una fase di miglioramento.”

L'anno che verrà 2021 conferenza stampa

L’anno che verrà 2021 conferenza stampa, ancora su Sanremo 2021. Presenti Elodie e Achille Lauro

Domanda 2: Riguardo alla “barca” di cui si è parlato, non ci sono problematiche di sponsor, oltre che di sicurezza? Ci sono altre ipotesi? Inoltre: Gerry Scotti o Ibrahimovich saranno davvero ospiti?

Risponde Amadeus: “Tutta Sanremo va riorganizzata. Non sarà come gli anni scorsi. La Rai sta lavorando affinchè avvenga. La nave la stiamo ipotizzando, trovo sia un’idea bellissima. Non si può fare un Sanremo senza pubblico, un Sanremo Covid. Deve essere tradizionale, ne hanno bisogno gli italiani e gli artisti. Certo, dovremo essere bravissimi, e tutti dovremo essere controllati.

Riguardo agli sponsor, prosegue dicendo che: “Gli sponsor sono tuti felicissimi dell’idea della nave. Hanno tutti aderito a coprire la situazione di Sanremo: Tim, Nutella, Suzuki, Costa Crociere. Sanno che il Sanremo che faremo sarà storico. E’ un Sanremo che porta la testa fuori dall’acqua che abbiamo avuto nel 2020. Le idee che portano il cuore oltre l’ostacolo ci piacciono, stiamo cercando di accettarle.

Termina annunciando due scoop: “Ti posso dire due notizie al 100%: posso ufficializzare la presenza di una donna, Elodie sarà con noi a Sanremo come co-conduttrice. Non discutiamo della bellezza, è spiritosa, divertente e ironica. Un altro artista ci regalerà cinque quadri bellissimi. Ospite fisso dei cinque quadri sarà Achille Lauro. Ne siamo estremamente felici.”

Conclude Coletta: “Non creiamo turbative: dobbiamo essere tutti propositivi e lavorare insieme per il Sanremo più Sanremo di tutti. Forse ora è importante anche fare silenzio. Stiamo affrontando tutto con rigore. Le idee che stiamo avendo sono sul tavolo, le ufficializzeremo. Non amplifichiamo elementi ancora in corso.”

Ancora domande dei giornalisti

Domanda 3: Cosa farà la figlia di Mihajlović a L’anno che verrà? 

Risponde Amadeus: “Ho avuto il piacere di frequentare come amico il padre di Victoria Mihajlović quando lei era ancora bambina. Abbiamo un piano, ci serve trasversalità. Victoria copre una fascia di un pubblico giovane, a cui piace. Ecco perchè è trasversale. Vogliamo che la serata abbia la famiglia come elemento portante. Non ci saranno calciatori sul palco.”.

Domanda 4: Come sceglierai i 500 fortunati, se andrà in porto l’idea della nave? Saranno molto invidiati.

Ancora Amadeus: “Non so risponderti in questo momento, L’idea va valutata, e non siamo ancora nella fase del chi sono le 500 persone. L’argomento è secondario rispetto alla logistica e alla sicurezza. Certo che le 500 persone avranno la fortuna di coronare un sogno. A volte ci si prenota un anno prima per l’anno dopo.”

Continua Coletta: “Ribadisco che per le procedure ci vuole ancora tempo. In questa edizione la norma sanitaria è al primo posto. Non sappiamo ancora chi siederà all’Ariston. Si tratterà comunque di soggetti che saranno monitorati e tamponati. Ci sarà la minore promiscuità e il minor rischio possibile. Il dato anagrafico sarà un criterio importante. Non ne abbiamo parlato, ma oltre al tampone non possiamo immaginare di mettere a rischio le persone molto anziane. Seguiremo i protocolli per fare le cose giuste.”

Proseguono le domande dei giornalisti

Domanda 5: Cosa vi augurate, Covid a parte, per l’anno che verrà?

Risponde Stefano Coletta: “Vi rispondo sinceramente. Mi viene in mente una collega di Rai 1 che a causa della pandemia ho conosciuto pocoUna collega che sceglie i documentari per le trasmissioni divulgative: ha perso suo marito per il Covid. E’ rimasta con due figli. Da quel giorno penso molto a lei. Il dolore degli altri in questa esperienza non ha possibilità di conforto. Mi auguro di veder sorridere di nuovo le persone, anche vicine a noi nel quotidiano che hanno avuto perdite assurde. Noi amiamo il nostro lavoro, i lustrini, il successo. Ma la vita è altrove, nel privato.”

Poi, tocca ad Amadeus: “Mi auguro una cosa banale: il ritorno alla normalità. Incontrare un amico e abbracciarlo, andare al ristorante, o al cinema, o al teatro tranquillamente. Ma ricordandoci quello che abbiamo vissuto.”

Domanda 6: (Ad Amadeus) Hai pensato che spesso la trasmissione di capodanno faceva da sottofondo, mentre ora no?

Il conduttore risponde: “Assolutamente. Quest’anno la televisione diventerà la serata, l’intrattenimento. Si è soli in famiglia. Per questo vogliamo fare una festa per tutti, di tutti.”

Ancora domande sulla “nave” di Sanremo

La domanda 7 riguarda ancora la “nave” di Sanremo.

Risponde Coletta “Domanda prematura. Ma capisco che la Love Boat interessi tutti. Posso solo dire che si verrà ammessi all’Ariston previo tampone e forse qurantena”.

Domanda 8: A proposito di turbative, perché ogni anno si torna a convocare Morgan? E Bugo, come mai la scelta di rimetterlo tra i Big? E’ un risarcimento per l’anno scorso?

Risponde Coletta: “Come ho avuto prova questo e l’anno scorso, Amadeus ha sempre privilegiato le canzoni. Al primo posto ci sono le canzoni. Riguardo a Morgan: il nostro affetto per lui non muta, è un artista di valore. Quando però si realizzano programmi per il servizio pubblico, un criterio importante è rispettare sempre anche il codice etico. Condivido la scelta di Amadeus di escluderlo, perché si è superato il codice dell’educazione. Morgan potrà lavorare per Rai in futuro. Questo era un episodio specifico: ha mancato di rispetto ad Amadeus.”

Amadeus aggiunge poi: “Sottoscrivo tutto quello che ha scritto il direttore. Non c’è stato nessun risarcimento per Bugo, ho solo valutato le canzoni al di là dei cognomi. Per quanto riguarda Morgan l’ho voluto io ad Ama Sanremo. Non gli ho fatto alcuna promessa, l’ho invitato a farmi ascoltare delle canzoni. Ma poi ho valutato secondo il mio gusto personale e la mia idea di Sanremo.” 

I giornalisti proseguono chiedendo ancora della “nave” di Sanremo: danneggerà gli affari degli alberghi?

Risponde Amadeus: “Gli alberghi non avranno ripercussioni, noi e i cantanti alloggeremo in albergo. Tutti rispettavano le normative di sicurezza.”

Le ultime domande dei giornalisti su L’Anno che verrà 2021

Domanda 10: (Ad Amadeus) A L’anno che verrà canterai anche tu? E poi, avete pensato a possibili accalcamenti intorno ai set esterni all’Ariston?

“Sono un cantante da sotto la doccia, non sono un cantante. La musica quest’anno sarà ascoltata molto bene, non canterò.” risponde il conduttore.

Sui set extra Ariston risponde Coletta: “I set esterni come a Piazza Colombo ci saranno. Sempre nel rispetto dei distanziamenti.”

Domanda 11: Avete avuto feedback migliori dagli sponsor quest’anno per L’anno che verrà?

Risponde Stefano Coletta: “Possiamo dire che è un evento che nonostante una diversità di programmazione intorno notevole, con Canale 5 che schiera il GF, mi risulta che c’è stato comunque più appeal.”

L’ultima Domanda: Quale sarà il ruolo di Frassica? Cosa vi aspettate riguardo gli ascolti?

Risponde prima Amadeus: “So che ha preparato cose molto divertenti. Alcune me le ha tenute nascoste, sa che amo le sorprese. Tutti gli ospiti, comunque, saranno con noi per tutta la sera.”

Poi, parla Coletta: “Sugli ascolti non voglio essere ipocrita. Anche se termina un anno in cui gli ascolti devono essere al secondo posto, io sono un agonistico. Credo che Amadeus realizzerà una serata di intrattenimento per tutti i target. Ieri sera il GF è andato sotto a un film bellissimo, La Bella e la Bestia, credo che potremo far bene anche a Capodanno”. 

L’ultimo scoop su Sanremo 2021

Infine, un ultimo scoop da parte di Amadeus riguardo Sanremo: “Posso ufficializzare la presenza in tutte le sere di quel grande campione di Zlatan Ibrahimovic. Non salterà nessuna partita del Milan. Da interista ci ho provato.” 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

What They Had film Canale 5 – trama, cast, finale

La malattia di una madre di famiglia è l'occasione per fare i conti con rancori mai sopiti e problematiche tra parenti.

Pubblicato

il

What They Had film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Canale 5 propone oggi il film dal titolo What They Had. Si tratta di una pellicola di genere drammatico datata 2018.

La produzione degli Stati Uniti d’America, la durata è di un’ora e 38 minuti.

What They Had film attori

What They Had film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Elizabeth Chomko. Personaggi principali sono Bridget Ertz e Nicky interpretati rispettivamente da Hilary Swank e Michael Shannon. Nel cast anche Robert Forster nel ruolo di Burt.

Le riprese si sono svolte negli Stati Uniti, in particolare a Chicago nello stato dell’Illinois. Alcuni set hanno avuto come location la città di Los Angeles. La produzione è della Unified Pictures in collaborazione con Bona Fide Productions e Look to the Sky Films.

Il titolo originale coincide con il medesimo scelto per la distribuzione a livello internazionale.

What They Had film dove è girato

What They Had – trama del film in onda su Canale 5

La trama ha come protagonista Bridget Ertz che torna nella sua città natale per aiutare suo fratello Nicky a convincere il padre a mettere la moglie Ruth in una casa di cura perché è malata di Alzheimer.

L’uomo non si fa convincere perché non vuole affrontare la fine della sua lunga storia d’amore. Ma l’aggravarsi della malattia della madre Ruth rende questa decisione improrogabile.

La donna infatti in seguito alla malattia da molti mesi continua a vagare per la città e i figli avvertiti dal padre corrono in suo aiuto per ritrovarla. È accaduto anche durante la notte di Natale quando Ruth si è trovata a vagare in una bufera di neve. Adesso in famiglia ci sono discussioni sul futuro della donna.

Nicky discute con il padre Norbert perché è riuscito ad assicurarsi un posto in una delle prime strutture di assistenza nella città di Chicago. Norbert invece insiste che solo lui può fornire le migliori cure alla moglie Ruth.

Spoiler finale

Nicky così chiede aiuto a Bridget. Ma il tempo trascorso lontano dai suoi genitori rende questa sfida molto difficile da affrontare. Tra l’altro Bridget è alle prese con i suoi problemi familiari, in particolare con la patologia di sua figlia che soffre di ansia ed ha dovuto così smettere di frequentare le lezioni al college.

Le discussioni sul futuro di Ruth saranno per tutti un’occasione per fare i conti con alcuni rancori mai sopiti all’interno della famiglia.

What They Had film finale

What They Had – il cast completo

Di seguito il cast del film What They Had e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Hilary Swank: Bridget Ertz
  • Michael Shannon: Nicky
  • Robert Forster: Burt
  • Blythe Danner: Ruth
  • Josh Lucas: Eddie
  • Taissa Farmiga: Emma
  • Aimee Garcia: dott. Zoe
  • Jay Montepare: David
  • Jennifer Robideau: Rachel

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Conta su di me: trama, cast, finale del film in onda su Canale 5

Un trentenne viene obbligato dal padre a prendersi cura di un'adolescente che ha una malformazione al cuore. Tra i due nascerà un forte legame.

Pubblicato

il

conta su di me film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi su Canale 5 va in onda il film Conta su di me. La pellicola tedesca, di genere commedia ma dalle atmosfere drammatiche, è arrivata nelle sale il 22 novembre 2018. La durata è un’ora e 46 minuti. E’ tratto dall’omonimo romanzo di Lars Amend e Daniel Meyer.

conta su di me film attori

Conta su di me: regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Marc Rothemund. Protagonisti principali del film sono Elyas M’Barek che interpreta Lenny Reinhard e Philip Noah Schwarz nel ruolo di David Müller. Nadine Wrietz e Uwe Preuss, invece, sono rispettivamente Betty Müller e il Dottor  Reinhard.

Le riprese si sono svolte interamente in Germania. Il film infatti è stato girato a Berlino, Bavaria e Monaco di Baviera.

Le musiche sono di Johnny Klimek. Maggie Peren e Andi Rogenhagen si sono occupati della sceneggiatura mentre Christof Wahl ha curato la fotografia. Il montaggio è di Simon Gstöttmayr.

Il film è prodotto da Constantin Film in collaborazione con Olga Film. E’ infine distribuito da M2 Pictures. Il titolo originale è Dieses bescheuerte Herz.

conta su di me film dove è girato

 Conta su di me: trama del film in onda su Canale 5

ll film racconta la storia del trentenne Lenny, figlio di un celebre cardiologo di Monaco.  Ha da tempo abbandonato gli studi di medicina ma riesce ad avere una vita lussuosa grazie al denaro del genitore.

Una notte però accade un evento inaspettato che costringe il padre a bloccargli la carta di credito. Lenny infatti dopo essere rientrato da una serata in discoteca, in cui ha consumato una quantità eccessiva di alcol, è sprofondato con la propria auto nella piscina della loro villa.

Lenny potrà però riottenere la carta di credito e tutti i privilegi solo se si prenderà cura di uno dei giovani pazienti del padre. Si tratta del quindicenne David che è affetto da una grave malformazione cardiaca. Ha già subito molteplici operazioni al cuore ma secondo il parere dei medici potrebbe restagli poco tempo da vivere.

Dopo l’iniziale ritrosia Lenny, decide di accettare la proposta del padre. Quando incontra David, con sua madre, scopre che il ragazzo deve portare sempre con sé uno zaino. Contiene una bombola d’ossigeno da utilizzare durante le sue crisi respiratorie.

Il finale del film 

Dopo essersi conosciuti Lenny chiede a David di stilare una lista dei suoi desideri da esaudire prima del suo sedicesimo compleanno.

Tra questi uno shopping sfrenato e un viaggio in limousine. Ma il più importante è di vedere di nuovo felice sua madre, che gli è stata sempre accanto. Lenny cerca in ogni modo di realizzare i suoi sogni ma un giorno David collassa improvvisamente e viene ricoverato d’urgenza. Deve subire un’ulteriore operazione al cuore.

Nel finale David, dopo l’intervento, festeggia il suo compleanno in famiglia mentre Lenny decide di riprendere gli studi di medicina che aveva abbandonato tempo prima.

conta su di me film finale

Conta su di me: Il cast completo del film

Ecco il cast del film Conta su di me ed i relativi personaggi interpretati:

  • Elyas M’Barek: Lenny Reinhar
  • Philip Noah Schwarz: David Müller
  • Nadine Wrietz (Amore a tacchi alti): Betty Müller
  • Uwe Preuss: Dr. Reinhard
  • Lisa Bitter: Dr. Julia Mann
  • Jürgen Tonkel: Herr Petry
  • Bruno Sauter: Kellner Bruno
  • Max Alberti: Ingegnere del suono
  • Lu Bischoff: Nick
  • Stephan Buschmann: ospite della festa
  • Sebastian Gerold: medico
  • Kim Girschner: passante
  • Jo Kern: Mutter Hannah & Sarah
  • Tesha Moon Krieg: Sarah
  • Lena Meckel: Barbara
  • Coco Möller: Maike

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Ti sento Rai Radio2, il programma di Pierluigi Diaco diventa radiofonico per l’estate

Ti sento Rai Radio2, il programma condotto dal giornalista Pierluigi Diaco diventa radiofonico per l'estate 2021, dal 28 giugno.

Pubblicato

il

Ti sento Rai Radio2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dal 28 giugno 2021 Ti sento, il programma del giornalista Pierluigi Diaco, diventa radiofonico e va in onda dal lunedì al venerdì su Rai Radio2.

Ti sento Rai Radio2, il format

Ti sento ha avuto il suo esordio su Rai 2, condotto sempre da Pierluigi Diaco. Con una media di share del 4.6%, toccando punte del 6%, il programma è stato accolto favorevolmente dal pubblico.

Al centro del format c’è il suono, in tutte le sue possibili manifestazioni. “L’occhio è superficiale, l’orecchio è profondo”, affermava Robert Bresson, regista e sceneggiatore francese. Sviluppando questa citazione Diaco accoglie ospiti diversi ogni giorno, e percorre con loro un’esperienza “sonora” basata sulla musica, ma non solo.

L’obiettivo del conduttore è infatti far riaffiorare negli ospiti ricordi ed emozioni, per raccontare aneddoti e storie di vita, anche personali.

Su Radio2 dunque, a partire dal 28 giugno fino a fine luglio, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, Ti sento è in diretta dalle 20 alle 21 in versione radiofonica. Infatti, quale  mezzo è migliore della Radio per veicolare sensazioni attraverso il suono? afferma Diaco

Tuttavia, Ti sento su Rai Radio 2 rappresenta anche una anticipazione estiva, in vista della ripartenza autunnale del programma in chiaro su Rai 2. Per ora, però, Ti sento sarà in esclusiva audio su  Radio2 e in diretta streaming audio su RaiPlay Radio. Ma è anche disponibile sugli account social di Rai Radio2: Facebook, Instagram, Twitter e Telegram. Proprio sui social, il programma vanterà diversi contenuti extra e speciali.

Infine, Ti sento sarà fruibile anche in video streaming su RaiPlay.

Ti sento Rai Radio2

Il conduttore: Pierluigi Diaco

Pierluigi Diaco è un veterano di Radio2. Il giornalista ha iniziato la sua carriera proprio come speaker radiofonico, conducendo i programmi Chiamate Roma 3131, La Cantina, Maglioni Marroni con Niccoló Fabi e Il Pittore con Ivano Fossati.

Tuttavia, aveva cominciato ancor prima, negli studi di via Asiago; dove da giovanissimo ha intrapreso la sua carriera radiofonica.

Come giornalista, invece, Diaco esordisce infatti nel 1995, non ancora maggiorenne. In Radio su TMC conduce il programma TMC: giovani-vecchi. Nella stagione 1995-1996 conduce poi il programma Generazione X, che prima ancora di andare in onda genera una polemica riguardo titolo del programma. Generazione X, infatti, era un titolo usato nella stessa fascia oraria e nella stessa stagione televisiva per un differente programma in onda sulle reti Mediaset, condotto da Ambra Angiolini.

Diaco si trasferisce poi sulle reti Rai, per le quali conduce vari programmi; tra cui La cantina nel 1997 e Maglioni marroni nel 1999.

Inoltre, dal 2013 ogni lunedì dalle 19 alle 21 affianca in radio su RTL 102.5 il Radio Costanzo Show, con Maurizio Costanzo e Jolanda Granato. Dal gennaio 2014 Diaco conduce su RTL 102.5 Onorevole Dj – Signoria Vostra con il Conte Galè ed Emanuele Filiberto di Savoia.

Nel frattempo, dal 17 giugno 2019 conduce ogni pomeriggio su Rai 1 il talk Io e te.

Infine, il 10 marzo 2021, dopo 18 anni di carriera radiofonica, lascia RTL 102.5 per passare a Rai Radio 2; proprio per condurre, a partire dal 28 giugno, Ti sento.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it