Connect with us

Intrattenimento

La vita è una figata!, conferenza stampa in diretta

La sfida, questa volta televisiva, di Bebe Vio che presenta il nuovo programma di cui è conduttrice. Tutte le dichiarazioni.

Pubblicato

il

La sfida, questa volta televisiva, di Bebe Vio che presenta il nuovo programma di cui è conduttrice. Tutte le dichiarazioni.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Apre la conferenza Luca Pancalli, presidente del comitato paralimpico italiano, che si dichiara letteralmente innamorato della ragazza: “Rappresenta qualcosa di straordinario per la famiglia paralimpica”.
La trasmissione è prodotta dalla Rai con la Stand by me di Simona Ercolani: l’idea è nata un anno fa circa, come racconta il direttore di Rai 1 Andrea Fabiano. Ragionando su chi avesse potuto essere l’interprete migliore per storie interessanti, il pensiero è andato subito a Bebe Vio. “I miei occhi –svela Fabiano- si sono illuminati appena la Ercolani mi ha mostrato il programma: di più quando abbiamo pensato a Bebe”.
Con un titolo manifesto, il programma è la prima volta da conduttrice per la Vio, così come la prima collaborazione tra Rai 1 e la Stand by me: “Quando arriva Bebe, succede qualcosa; lei sposta qualcosa”, conclude.
Prende la parola Simona Ercolani: “Un programma di dolore e speranza, mentre la domenica pomeriggio siamo abituati a vedere altro genere di prodotti”. Le storie sono state scelte da Bebe Vio: un’esordiente a cui, a differenza delle altre volte, non c’è stato bisogno di insegnare niente. La Ercolani ringrazia in particolare i genitori “top” della campionessa, e anticipa che la Vio e Paola Turci hanno scherzato insieme sulle proprie cicatrici davanti allo specchio.
“La cosa bella è che è girato in una casa vera con persone normalissime: c’erano le telecamere, perciò è stato difficile metterle a proprio agio”, racconta Bebe Vio. Assicura che, insomma, sarà tutto “super sciallo”. Ma questa era la parte divertente, la parentesi televisiva a cui non ci sarà un seguito: bisogna prepararsi per i mondiali.
Il loft è stato arredato per l’occasione, gli scatoloni non sono ancora stati ritirati: ci sono oggetti presi direttamente dalla stanza di Bebe Vio. Le riprese sono avvenute in estate: prima che la Vio riprendesse a pineo ritmo gli allenamenti.
Il titolo viene da una frase detta dal padre di Bebe Vio alla figlia in un periodo in cui la ragazza stava male, sia fisicamente che mentalmente. Così come lei, tutte le persone che hanno preso parte al programma, hanno attraversato periodi duri: “Sono persone che avevano obiettivi: non sogni, ché quelli rimangono in un cassetto”.
Per il direttore di Rai 1 La vita è una figata! non è tanto una risposta a quanto va in onda in contemporanea su Canale 5, quanto piuttosto uno stimolo positivo.
Riguardo al ruolo pubblico, l’atleta ammette di sentire una responsabilità. “Devo stare attenta -dice- perché so che i bambini mi guardano: sono nell’età in cui si fanno le cavolate, ma so che un bambino l’altro giorno ha scritto di voler essere Bebe Vio. Ecco, io non vorrei mai vedere uno Zanardi così ubriaco, e che magari non riesce a fare una foto con me per come sta. A me non interessa niente degli adulti: hanno fatto la loro vita, sono formati, per cui mi stanno a cuore i giovani. Non mi importa se la cavolata esce sui giornali: io cerco di essere l’esempio che io vorrei avere”.
Prossimi obiettivi: la patente e la scelta dell’università, molto probabilmente nel ramo comunicazione per “diventare un mix tra Pancalli e Malagò”. “La paura di ogni atleta -racconta- è finire di fare sport perché niente ti ridà quell’emozione: vivi per provare quell’emozione lì. Tra poco andrò a Tokyo per i meno mille giorni, non vedo l’ora di cominciare a contare i mille giorni. Io non so come facciano le persone che non praticano sport”. Al di là di tutte le cose belle capitate nell’ultimo anno, dalla tv all’incontro con Obama, le esperienze preferite sono comunque sportive: “Non dimenticatevi che sono un’atleta”.
Alla domanda sul suo rapporto con la religione: “Ero molto credente, ho frequentato una scuola salesiana. Poi mi sono chiesta perché fosse successo a me. Ma un prete, che tutti chiamavamo affettuosamente don Pippo, mi suggerì di vedere Dio nelle cose belle: per me erano lo sport e la famiglia, quindi ho iniziato a concepire la religione così”.
Prima di chiudere, Bebe Vio ricorda l’associazione Onlus. Ospite della prima puntata Paola Turci, poi arriveranno Pif, Alex Zanardi, Gabriele Cirilli, Antonella Clerici, Carlo Conti, Marco Liorni, Francesca Fialdini, Giovanni Malagò, Luca Pancalli, Camila Raznovich, Geppi Cucciari, Martin Castrogiovanni, Oney Tapia e il Trio Medusa.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Domenica In 19 settembre: diretta della prima puntata, omaggio a Raffaella Carrà

Torna il contenitore festivo condotto da Mara Venier. Ospiti della prima puntata: Mahmood, Loretta Goggi, Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Alessandro Gassman.

Pubblicato

il

Domenica in 19 settembre Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi, 19 settembre, Mara Venier dà il via su Rai 1 alla nuova stagione di Domenica In. Accanto a lei ritroviamo Stefano Magnanensi con la sua band.

Come vi avevamo già anticipato tra le novità previste c’è il ritorno di Don Mazzi che presenzierà in molte puntate per trattare temi di carattere sociale. La conduttrice inoltre ha aggiunto uno spazio dedicato ai Nuovi Talenti. L’ospite di turno può portare con sé una persona o un gruppo, di qualsiasi età, che abbia delle doti artistiche. Rimane inoltre il segmento dedicato al Covid e alla campagna vaccinale. 

Tra gli ospiti della prima puntata sono: Mahmood con il suo coro, Alessandro Gassmann, Paola Cortellesi, Antonio Albanese. E ancora Loretta Goggi e Vincenzo Mollica per lo spazio dedicato al ricordo di Raffaella Carrà. Presenti anche Francesco Gabbani, Aldo Cazzullo, la moglie di Gianni Nazzaro, scomparso lo scorso 27 luglio.

Domenica in 19 settembre Loretta Goggi

Domenica In, la diretta del 19 settembre

Nella diretta del 19 settembre Mara Venier ringrazia il pubblico ritrovato. Racconta che, nonostante si tratti della quarta stagione consecutiva ma in realtà tredicesima per lei a Domenica In, l’emozione rimane la medesima.

La prima ospite della nuova edizione è Loretta Goggi, che è stata premiata ai Seat Music Awards per il 40° anniversario di Maledetta Primavera. In quella occasione è stata attaccata duramente sui social per aver cantato in playback ma anche per il suo look.

La Goggi ammette di essere amareggiata per quanto accaduto perché non si aspettava tale cattiveria. Ma allo stesso tempo ha ricevuto anche un’ondata di affetto.

Domenica in 19 settembre Raffaella carrà

Omaggio a Raffaella Carrà

Mara Venier e Loretta Goggi vogliono ricordare Raffaella Carrà, scomparsa lo scorso 5 luglio. 

La Goggi la ricorda come icona, dotata di talento, bellezza ed eleganza senza mai scadere nella volgarità. Grinta, energia e personalità indescrivibili. Vengono mandate in onda anche una clip estratta dall’intervista della Goggi a Raccontare comincia tu.

Seguono anche le immagini tratte da Formula Due (1973) in cui la Goggi imita contemporaneamente Raffaella Carrà e Mina.

Goggi e Carrà si sono incontrate per la prima volta all’evento Maschera d’argento al Sistina quando la Goggi debuttò a Canzonissima. Nel 1991 nella trasmissione Fantastico hanno duettato insieme.

Intervengono anche Aldo Cazzullo in studio e Vincenzo Mollica in collegamento. Mollica racconta di averla incontrata l’ultima volta nel 2018 quando pubblicò un album con le canzoni natalizie. Aggiunge che per la Carrà erano importanti nella vita la salute e la libertà.

Stefano Magnanensi che ha collaborato per molti anni con lei la ricorda come una donna vera e ironica. Domenica In sono riusciti ad intervistare anche il primo amore di Raffaella Carrà. E’ l’ex calciatore Gino Stacchini.

Domenica in cortellesi albanese

Domenica In, Gabbani, Cortellesi, Albanese

Mara Venier accoglie in studio Francesco Gabbani che canta il suo ultimo singolo dal titolo La Rete. 

Al rientro dalla pubblicità entrano in studio Paola Cortellesi ed Antonio Albanese. I due protagonisti presentano il film Come un gatto in tangenziale- Ritorno a Coccia di Morto del quale manda in onda anche il trailer. La pellicola, diretta da Riccardo Milani, ha segnato la riapertura delle sale cinematografiche dopo oltre un anno e mezzo di pandemia.

I due oltre ad aver recitato insieme nel primo film (Come un gatto in tangenziale), hanno duettato insieme in televisione nel 2017. Riccardo Milani in un’intervista spiega di essere felice della loro affinità.

Laura Pausini ha preparato una sorpresa alla Cortellesi. Ha registrato una clip nella quale racconta della loro amicizia.

Domenica in ricordo Gianni Nazzaro

Domenica In, il ricordo di Gianni Nazzaro

Dopo l’omaggio a Raffaella Carrà, Mara Venier si occupa anche del ricordo di Gianni Nazzaro, scomparso lo scorso 27 luglio per un male incurabile. E’ presente in studio la moglie Nada Ovcina.

Nada Ovcina spiega ai telespettatori che Nazzaro era un artista di talento che è stato troppo presto dimenticato. Non ha avuto lo spazio che davvero meritava.

Il loro amore è durato oltre 50 anni nonostante alti e bassi. Dopo 10 anni di matrimonio si separarono perché lui si era innamorato di Catherine Frank, da cui ha avuto due figli. Poi però sono tornati insieme e lei è rimasta al suo fianco fino alla fine.

Interviene anche Pupo per il ricordo di Nazzaro. Entrambi hanno condiviso dei problemi economici. La stessa Ovcina spiega che quando l’ha riaccolto in casa aveva accumulato numerosi debiti. E’ stata lei ad aiutarlo a saldarli.

La Ovcina spiega di non aver avuto il denaro per pagare le spese del funerale. Ma molti personaggi dello spettacolo e amici di Nazzaro hanno organizzato una colletta per far fronte a tutti i pagamenti.

La figlia di Nazzaro, in un filmato, si scusa con la madre per non aver partecipato al funerale del padre. Nada Ovcina spiega che non la sente da allora (tant’è che non l’aveva quasi riconosciuta) perché non ha condiviso la sua scelta. Mara Venier la esorta a riappacificarsi con lei perché la conduttrice non era a conoscenza della loro rottura. Pupo invece le dedica il brano A modo mio. 

La Venier si occupa anche della storia del brano Perdere l’amore.

Il primo a presentarlo alla commissione di Sanremo nel 1987 fu proprio Nazzaro ma la canzone venne scartata. Con lo stesso brano Massimo Ranieri vinse l’anno dopo il Festival.

In chiusura Pupo canta il brano di Nazzaro Mi sono innamorato di mia moglie.

Domenica in 19 settembre fino all ultimo battito

Domenica In 19 settembre, Bocci, Guaccero, Placido, Cerlino

Nella prima puntata di Domenica In Mara Venier accoglie Marco Bocci, Bianca Guaccero, Violante Placido e Fortunato Cerlino. Sono i protagonisti della fiction Fino all’ultimo battito, diretta da Cinzia Th Torrini, che debutterà giovedì 23 settembre. Si tratta di 12 episodi suddivisi in 6 serate.

In collegamento da San Candido c’è Alessandro Gassmann che presenta la terza stagione de I Bastardi di Pizzofalcone che debutta invece domani.

Entra in studio Mahmood al quale Domenica In dedica un filmato che raccoglie alcune tappe salienti della carriera. 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Antonino Chef Academy 19 settembre, ospiti e anticipazioni

Tutte le anticipazioni sulla puntata odierna del programma ideato e condotto da Chef Cannavacciuolo.

Pubblicato

il

Antonino Chef Academy 19 settembre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Torna, domenica 19 settembre, con la quarta lezione Antonino Chef Academy. Si tratta  dell’Accademia culinaria guidata da Antonino Cannavacciuolo. Qui i giovani chef, sfoderando le loro abilità e conoscenze professionali e personali, devono dimostrare il proprio valore per conquistare un posto ai fornelli della celebre e prestigiosa cucina di Villa Crespi, ristorante stellato dello stesso Cannavacciuolo.

Antonino Chef Academy 19 settembre

Il nuovo episodio, in arrivo domenica 19 settembre su Sky e NOW, si apre con una lezione di vita da parte dello chef Cannavacciuolo: superare la propria comfort zone può portare a un salto di qualità.

Questo vale anche in cucina, e per dimostrarlo il prof. eseguirà davanti alla classe, durante la lezione sulle tecniche di cucina, la sua ricetta del risotto gamberi e zucchine. La sua creazione ha rappresentato il superamento di un proprio limite personale. Terminata la dimostrazione, lo chef consegnerà a ogni studente un pagellino di metà percorso nel quale, per ognuno di loro, verrà indicato un compito che servirà per uscire dalla comfort zone. Dovranno quindi mettersi alla prova con il proprio tallone d’Achille.

Per il test fuori sede, gli studenti e lo chef si sposteranno nel pieno centro di Milano. Ospiti delle cucine della storica pasticceria Marchesi, gli studenti si confronteranno con il caffè e con la piccola pasticceria. A dare lezione ai ragazzi saranno l’esperto coffelier – sommelier del caffè – Fabio Sipione, e Fabrizio Fiorani, nominato Miglior Pasticcere dell’Asia nel 2019 e membro dell’Accademia Maestri Pasticceri italiani. Il compito dei ragazzi, divisi in squadre, sarà di realizzare quattro pezzi di piccola pasticceria e due bevande al caffè.

Gli altri ospiti

A seguire, nel test di approfondimento, in Aula ci sarà come ospite lo chef salentino Floriano Pellegrino. Il suo ristorante a Lecce si è guadagnato una stella Michelin ed è inserito nel 2018 nella lista di Forbes 30 Under 30 nella categoria Arte.

Gli allievi dovranno esplorare e imparare a usare un gusto spesso non apprezzato ma cavallo di battaglia del giovane e carismatico chef: il rancido. Per tutti gli allievi l’obiettivo sarà ottenere il massimo dei voti possibile, poiché anche alla fine di questo appuntamento, non tutti potranno proseguire il proprio percorso all’interno di Antonino Chef Academy.

Il programma è stato realizzato nel pieno rispetto della normativa relativa alle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2.

Antonino Chef Academy va in onda ogni domenica alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, digitale terrestre canale 455). E’ sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go, su smartphone, tablet e PC, anche in viaggio nei Paesi dell’Unione Europea, e in streaming su NOW.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Da Grande: le anticipazioni dello show condotto da Alessandro Cattelan

Tutte le anticipazioni e le dichiarazioni sul nuovo programma di Alessandro Cattelan in onda su Rai 1 in due puntate.

Pubblicato

il

Da Grande anticipazioni prima puntata
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 19 settembre Alessandro Cattelan approda su Rai 1 alla conduzione del nuovo show evento dal titolo Da Grande di cui vi abbiamo già dato alcune anticipazioni.

Da Grande anticipazioni prima puntata conduttore

Da Grande – anticipazioni

Si tratta di uno show nel quale il conduttore protagonista racconta la fase della maturità alla sua maniera. Secondo Cattelan è una soddisfazione enorme essere arrivato su Rai 1 e notare come tante maestranze e professionalità siano disposte a lavorare su una sua idea. Intanto vi anticipiamo che i primi ospiti nella puntata d’esordio sono Carlo Conti, Antonella Clerici, Marco Mengoni, Il Volo, Elodie Di Patrizi, Luca Argentero, Blanco e Paolo Bonolis.

Non sarà un programma generazionale, ma una vera e propria festa insieme ad amici che mi sono venuti in soccorso in questo mio esordio“.

Da Grande è un vero e proprio esperimento in due puntate che saranno differenti tra di loro. Ognuna con un proprio schema ed una propria vitalità, anche se il formato generale è identico.

Continua Cattelan: “Ho sempre desiderato realizzare uno show, non un programma televisivo. Per me è stato una sorta di palestra tutto il mio passato per poter arrivare poi a questa domenica“.

Il direttore di Rai 1, Stefano Coletta, sottolinea anche che questa esperienza per Cattelan è la prima di un percorso futuro. Il responsabile della prima rete anticipa che sta già parlando con Alessandro Cattelan di dare continuità alla sua presenza in Rai. In particolare sta parlando di eventi importanti tra cui il prossimo Eurovision Song Contest.

Stefano Coletta sottolinea che per adesso si sta lavorando per scegliere la città che dovrà ospitare l’evento. Ma la presenza di Cattelan potrebbe essere quasi una certezza.

La premessa infatti, in questo caso, è di saper parlare perfettamente l’inglese e di avere un codice culturale rappresentativo dei concetti che Eurovision veicola. In questo senso Cattelan sarebbe il conduttore ideale.

Lo stesso ex conduttore di X Factor sottolinea che il suo percorso è iniziato proprio a MTV, ovvero la casa dei grandi premi Awards che sono molto simili all’Eurovision.

Da Grande anticipazioni prima puntata conduttore

Ospiti seconda puntata

Cattelan anticipa poi che nella seconda puntata saranno presenti Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs insieme a Sangiovanni. Poi sottolinea che Da Grande sarà l’unico programma senza Orietta Berti. È ancora, con una vena ironica: io sono abituato a share del 1,5% e se dovesse arrivare al 3% per me sarebbe già un raddoppio, ma non credo che in Rai saranno contenti.

Poi sottolinea di aver sperimentato personalmente quanto sia importante per la gente la presenza della Rai che è presente in ogni caso, in ogni evento nella vita del paese. Infine svela che gli piacerebbe realizzare un late show secondo quanto ha anticipato anche Stefano Coletta direttore di Rai 1.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it