Connect with us

Intrattenimento

Voyager, puntata dell’8 gennaio in diretta

Dopo la pausa festiva, torna su Rai 2 Roberto Giacobbo con una nuova puntata di Voyager-Ai confini della conoscenza.

Pubblicato

il

Dopo la pausa festiva, torna su Rai 2 Roberto Giacobbo con una nuova puntata di Voyager-Ai confini della conoscenza.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giacobbo inizia dalla diga del Vajont, ricordandone la tragedia. Dalla provincia di Bergamo, racconta quindi un altro crollo: quello della diga del Gleno,  un “dramma perduto” attraverso le testimonianze di chi l’ha vissuto. 359 i morti, ma potrebbero non essere state recuperate tutte le salme.
I lavori della diga iniziarono quando gli uomini dovevano ancora tornare dalla prima guerra mondiale: a sobbarcarsi una costruzione tanto dura, cominciarono le donne.

Affrontando una dura salita, il conduttore raggiunge il punto di rottura della diga, mettendo in evidenza la profondità della valle. Era il primo dicembre del 1923: all’improvviso, l’acqua è venuta giù.
La diga ha una particolarità che la rende unica al mondo: è infatti costituita da due parti che si sovrappongono. Al tempo costruzione avveniristica, il progetto in realtà era al risparmio: diversi i possibili punti critici, a partire dai materiali utilizzati fino a un peso eccessivo che non poteva essere retto.

Esaminando le carte del processo ai costruttori, è tuttora difficile capire cosa sia realmente accaduto. Di fatto la condanna di tre anni venne ridotta a uno, fino all’assoluzione di Santangelo e Viganò.
Finita nell’estate e crollata a dicembre, la vita della diga è stata di appena quattro mesi. A bordo di un elicottero, Giacobbo sorvola la gola seguita dall’acqua al momento del crollo.

L’avvocato Benedetto Maria Bonomo ha ristudiato le carte: viene ipotizzato che la causa fosse una bomba per sabotare la diga. Nelle carceri si era diffusa la voce di un attentato nella Val di Scalve: secondo gli esperti ci sarebbero voluti 500 chili di dinamite per far crollare la diga, mentre pare ne fossero stati usati 50. Bonomo sostiene che si volesse intimorire il costruttor, senza che ci fosse l’intenzione di distruggere completamente.
Mimmo Franzinelli, storico, esclude invece l’ipotesi della bomba: il motivo sarebbe da ricercarsi nella poca sicurezza della costruzione.

Arriva il primo permesso speciale della serata: Giacobbo accede alla parte alta della diga, camminandoci sopra. E naturalmente sottolinea come lassù non ci siano protezioni.

Ci spostiamo ora in Polonia, a Cracovia, alla ricerca dell’Italia nel mondo. Innanzitutto gli inni dei due Paesi: in quello italiano si cita la Polonia, e viceversa in quello polacco. Molti polacchi combatterono nel Risorgimento italiano; inoltre la prima tv trasmessa, fu l’italiana Rai 2.

Giacobbo scende nel sottosuolo, esplorando le miniere di sale fino ad arrivare alla maestosa cattedrale sotterranea. Passando attraverso le cappelle in cui i minatori pregavano, si giunge al lago sotterraneo: si tratta di una sala scolpita dall’uomo in 20 anni.

Ma l’esplorazione sottoterra non finisce qui: elmetto in testa, il conduttore di cala nei tunnel della miniera, dove ci mostra i carrelli usati e il treno elettrico. Le gallerie sono intitolate a città italiane, a sottolineare il legame tra Italia e Polonia.
Nella miniera è presente tuttora un sanatorio, dove viene chi ha problemi respiratori.

Si torna ora in Italia, a Orvieto. Giacobbo si occupa del miracolo eucaristico di Bolsena, uno dei pochi ufficialmente riconosciuto dalla Chiesa cattolica. a far cambiare forma al sangue sarebbe un batterio presente al suo interno.
Dall’interno dell’imponente Duomo di Orvieto, si passa al Pozzo di San Patrizio per riprendere quello che nessuna telecamera ha mai immortalato prima.

Arrivato al fondo del pozzo, si risale grazie a un canale segreto voluto direttamente da Papa Clemente VII. Nella costruzione si incrociano due scale; sul fondo l’acqua.
Il Papa fece costruire il passaggio per scappare in caso la rocca fosse stata assediata. Questo “tunnel mai raccontato” è a dir poco angusto: Giacobbo fa molta fatica, ne esce con il viso rosso.

Prossima tappa, Roma: siamo a Palazzo delle Esposizioni per la mostra Digital Life. Si parla di memoria umana, in particolare di alcune persone che ricordano tutto.
Eric Kandel, premio Nobel per la medicina, ritiene positivo il fatto che dimentichiamo alcune cose: ricordare tutto infatti, impedisce di accantonare i grandi dolori della vita.

In conclusione, un elenco delle invenzioni nate in Italia: dalla funicolare al termometro, dal ferro da stiro al telefono solo per citarne alcune.
La puntata si conclude qui.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Primo appuntamento crociera 18 maggio, le coppie della prima puntata

Primo appuntamento crociera, spin off del reality di Real Time è al suo esordio questa sera, 18 maggio 2021. Ecco le coppie partecipanti.

Pubblicato

il

primo appuntamento crociera 18 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Real Time propone questa sera, 18 maggio 2021, Primo Appuntamento crociera, spin off del reality Primo Appuntamento. Al timone il conduttore Flavio Montrucchio  in prime time.

Il format, in seguito al cambio di location, resta di base lo stesso. Ma dal momento che gli appuntamenti al buio proposti dal programma si tengono durante una crociera, i partecipanti sanno che difficilmente potranno evitare di rivedere il/la loro partner dopo la serata. Almeno, fino alla fine della vacanza sulla nave.

Si potrebbe, quindi, quasi parlare di vacanza al buio per i partecipanti alla crociera che hanno scelto di partecipare al reality; una coppia di fratelli, Marco (35 anni), e Gianluca (41), è alla ricerca dell’anima gemella.  Marco cena con Walter (35 anni, wedding planner).

Fabrizio (31) invece preferirebbe non impegnarsi seriamente. Il suo appuntamento è con Annalisa (28) gelataia di Milano.

C’è poi Simone (25) che ha paura di dormire da solo, e normalmente dorme con sua madre. Il giovane cena con Noemi (24 anni),

Le puntate della prima edizione di Primo appuntamento crociera sono visibili anche tramite il servizio in streaming Discovery+.

Primo appuntamento crociera 18 maggio, la diretta

I primi partecipanti a presentarsi sono i fratelli Marco e Gianluca. Il più propositivo è Marco: “Io faccio tutto quello che fa lui” dice Gianluca. Entrambi sono alla ricerca dell’anima gemella: un ragazzo per Marco, e una ragazza per Gianluca.

Poi, tocca a Simone, operatore socio-sanitario di Bologna. “Il mio sogno è scendere dalla crociera con una fidanzata, per presentarla a mia madre” afferma Simone, molto timido ed emozionato.

Quindi, c’è Annalisa, che appena entrata nella sua stanza chiama la nonna per descriverle la sua stanza; e Fabrizio, ferroviere con “l’istinto da predatore” afferma lui. “E’ pieno di belle ragazze qui” racconta al telefono con un amico. “Per me conquistare le ragazze è la normalità. Ma quando spezzo loro il cuore mi fa male, non sono un cinico.” continua.

Infine, salgono sulla nave Noemi, 24 anni, timida, ma dolce; e il wedding planner Walter. “Mi piacciono le nuove esperienze, ma allo stesso tempo mi mettono agitazione.” afferma Walter.

Primo appuntamento crociera 18 maggio, i primi incontri

“Vorrei un uomo non troppo egocentrico” racconta Annalisa. Intanto Fabrizio ha già fatto amicizia con Michele, un altro crocerista. Marco, invece, pensa già all’outfit che sfoggerà durante la cena.

Il primo ad arrivare di fronte al tradizionale “calice di bollicine” del programma è Walter, che aspetta il suo “principe azzurro“. “Non ho molta stima di me, mi spaventano gli appuntamenti. Mi devo buttare.” racconta. Per lui arriva nel locale Marco.

Simone è pronto, molto emozionato, per il suo appuntamento. L’ultima relazione di Simone è finita perchè “Mia madre ha chiamato la sua, e ha detto che era finita. Io non trovavo il coraggio di ammetterlo.”. Per lui arriva al locale Noemi, altrettanto emozionata. I due, un po’ impacciati, iniziano a chiacchierare.

Fabrizio, invece, è decisamente più sicuro di sè. Con il suo appuntamento, Annalisa, la conversazione non langue nemmeno un istante. “Mi piace che un uomo mi sappia corteggiare, ma mi darebbe fastidio uscire con un latin lover” afferma Annalisa.

La prima conclusione: Noemi e Simone

Al tavolo di Walter e Marco volano sguardi languidi e sorrisi. Diversamente, invece, Noemi e Simone hanno molte difficoltà a far avanzare la conversazione. Tuttavia, alla fine, il ghiaccio sembra rompersi. Simone confessa a Noemi di aver timore di dormire da solo, ragion per cui dorme abitualmente con sua madre a casa.

Nel frattempo tra Fabrizio e Annalisa, invece, non c’è un attimo di silenzio. Fabrizio, da bravo ammiratore di Casanova, ha un solo obiettivo: conquistare Annalisa.

Infine, la cena tra Simone e Noemi è giunta a conclusione. “Noemi mi ha toccato il cuore, è la ragazza dei miei sogni, proprio come la speravo.” afferma Simone, convinto che l’appuntamento sia andato bene. Noemi è d’accordo, e la loro serata continua nella sala giochi della nave.

Anche per Annalisa e Fabrizio la cena è finita, ed entrambi vorrebbero proseguire il viaggio insieme, per scoprire di più l’uno dell’altra.

Primo appuntamento crociera 18 maggio

Annalisa e Fabrizio giocano a strip poker

Walter e Simone si alzano dal tavolo, entrambi contenti della cena appena conclusa. Walter, addirittura, vorrebbe invitare immediatamente Marco nella sua cabina per proseguire la serata. Fabrizio ha lo stesso piano, e invita Annalisa a vedere la sua stanza. Annalisa, però, non è convinta al 100% dal suo modo di fare. “E’ troppo sicuro di sè” dice.

Tuttavia, accetta l’invito di Fabrizio, ed entra con lui nella sua cabina. Addirittura, gioca con lui a Strip-Poker. “Siamo molto simili, sappiamo quando essere birichini” dice Fabrizio. “La sua sicurezza mi attira e mi spaventa.” risponde Annalisa. La loro serata, alla fine, si conclude tra le lenzuola della cabina di Fabrizio.

La serata prosegue allo stesso modo anche per Walter e Marco. Entrambi si piacciono, e concludono la serata nella cabina di Walter, baciandosi appassionatamente.

Primo appuntamento crociera 18 maggio

La mattina dopo

“Ci siamo solo coccolati, nulla di più. Abbiamo parlato stanotte” dice Annalisa, che si risveglia nella stanza di Fabrizio. “Inizialmente c’era attrazione, ma poi niente di più. Non mi sono lasciata andare.” continua.

Simone, invece, si vede con il conduttore Flavio Montrucchio: Noemi ha cambiato idea sul continuare a vedersi. “Volevo presentarla ai miei amici, e lei è cambiata” dichiara Simone.

Il viaggio delle coppie presentate proseguirà nelle prossime puntate del reality.

Tutte le conclusioni

Marco e Walter sono innamoratissimi. Walter è ancora un po’ timido.

Fabrizio e Annalisa stanno capendo se possono diventare una vera coppia.

Simone e Noemi stanno già affrontando la prima crisi di coppia.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Loving: l’amore deve nascere libero su Rai 5 – trama, cast, finale

La storia vera di Richard e Mildred Loving che si sono battuti contro la Virginia per difendere i diritti delle coppie miste.

Pubblicato

il

Loving l'amore deve nascere libero film Rai 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Loving: l’amore deve nascere libero è il film proposto oggi da Rai 5. Si tratta di una pellicola di genere drammatico datata 2016.

La produzione è tra Gran Bretagna e Stati Uniti, la durata è di circa due ore. Il film è ispirato ad una storia vera. Rai 5 lo propone senza interruzioni pubblicitarie. Inoltre è possibile fruirne anche in lingua originale.

Loving l'amore deve nascere libero film attori

Loving: l’amore deve nascere libero film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Jeff Nichols. Protagonisti principali sono Richard e Mildred Loving interpretati rispettivamente da Joel Edgerton e Ruth Negga. Nel cast anche Nick Kroll nel ruolo di Bernie Cohen.

Le riprese si sono svolte negli Stati Uniti, in particolare a Richmond nello stato della Virginia. La produzione è della Big Beach Films in collaborazione con Raindog Films. Il titolo originale è semplicemente Loving.

Loving l'amore deve nascere libero film dove è girato

Loving: l’amore deve nascere libero – trama del film in onda su Rai 5

Richard e Mildred sono cresciuti a Central Point, una cittadina della Virginia, dove la comunità è più progressista nei confronti dell’integrazione tra le diverse etnie rispetto ad altre zone del sud degli Stati Uniti.

Eppure, Richard e Mildred per la loro unione vengono condannati al carcere e all’esilio e quindi costretti a trasferirsi con i figli in un modesto quartiere di Washington, D.C. Nonostante l’appoggio dei loro familiari, i due trovano difficoltà ad essere accettati dall’ambiente circostante e Mildred sente anche il bisogno di tornare in Virginia.

Spoiler finale

Il caso “Loving contro Virginia” arriva così alla Corte Suprema nel 1967, sancendo una vittoria nella battaglia per i diritti civili e riaffermando il diritto fondamentale di sposarsi senza barriere razziali. Richard e Mildred infine sono tornati a casa e la loro storia d’amore è diventata un modello per molte altre coppie dell’epoca.

Loving l'amore deve nascere libero film finale

Loving: l’amore deve nascere libero – cast

  • Joel Edgerton (Boy erased: vite cancellate): Richard Loving
  • Ruth Negga: Mildred Loving
  • Marton Csokas: sceriffo Brooks
  • Nick Kroll: Bernie Cohen
  • Michael Shannon: Grey Villet
  • Terri Abney: Garnet Jeter
  • Alano Miller: Raymond Green
  • Chris Greene: Percy
  • Jon Bass: Phil Hirschkop
  • Bill Camp: Frank Beazley
  • Will Dalton: Virgil
  • Christopher Mann: Theoliver
  • Winter-Lee Holland: Musiel
  • David Jensen: giudice Bazil
  • Andrene Ward-Hammond: Laura

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

L’Eredità 16 maggio: il neocampione Marco non conquista il montepremi

Marco è il nuovo campione del game show ma non è riuscito ad indovinare la parola corretta della Ghigliottina.

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 16 maggio è andato in onda su Rai 1 un  nuovo appuntamento de L’Eredità. Il game show è condotto da Flavio Insinna.

Nella puntata di oggi Marco è stato eletto campione dopo aver sconfitto al Triello Marta ed Elisabetta. Ha dovuto però rinunciare al montepremi in palio perchè non ha individuato la parola corretta della Ghigliottina. Marco prende il posto di Marta, che non è riuscita a difendere il titolo.

L eredità 16 maggio sfidanti

L’Eredità, la diretta del 16 maggio

Nella diretta del 16 maggio Flavio Insinna presenta gli sfidanti della campionessa Marta, che viene da Firenze. Il primo è Marco, dalla provincia di Ferrara. E’ uno sportivo ed ama affrontare le maratone. E’ sposato con Maria ed ha due figli. Nel gioco degli abbinamenti deve specificare se i film sono interpretati da Julia Roberts o Demi Moore.

Elisabetta invece studia Lettere all’Università e sta scrivendo un giallo. E’ anche Consigliere Comunale del suo paese. Lei deve riferire se alcune ricorrenze cadono in giorni festivi e lavorativi.

Roberta viene da Avellino, è funzionario pubblico ed è laureata in management. Suona il pianoforte ma uno dei suoi sogni è di partecipare in un musical. Per lei come abbinamenti ci sono alcune poesie/opere. Deve spiegare se sono state scritte da Ungaretti o Leopardi.

La quarta concorrente è la giovane Bianca che frequenta il liceo linguistico. E’ fidanzata con Davide ed il suo sogno è di diventare cantante. Ha già inciso due singoli. La ragazza deve indovinare se alcune sigle sono cantate da Cristina D’Avena.

Selene è nata a Firenze ma si è trasferita a Prato per amore, per il suo Alessandro. E’ una cantante lirica ma anche una beauty trainer. Ha una figlia di 14 anni. Deve riferire il nome di alcuni personaggi noti sulla base dei cognomi suggeriti dal conduttore.

Torna Harieta, proviene dalla Romania ma vive in Piemonte. E’ docente universitaria di rumeno all’Università. Per lei come abbinamento se alcuni luoghi sono lago o deserto.

La campionessa Marta infine sceglie di far sfidare nel gioco dei 60 secondi Harieta e Roberta. Harieta riesce a rimanere in gara. Roberta invece è la prima concorrente eliminata.

L eredità 16 maggio una o l'altra

L’Eredità, il gioco L’una o l’altra

Il conduttore dà il via al gioco L’una o l’altra dove per ogni quesito fornisce solo due possibili alternative. Al termine del primo giro forniscono la risposta sbagliata Bianca, Harieta, Marta ed Elisabetta. 

A compiere il doppio errore è la professoressa Harieta che ha scelto di sfidare la giovane Bianca. La docente è obbligata ad abbandonare lo studio.

Eredità quattro date

Le Quattro Date

Nella puntata di oggi, 16 maggio, il game show ha scelto le seguenti quattro date:  1957, 1971,1982 e 2019. 

La prima concorrente a non eseguire il corretto abbinamento è la campionessa Marta. Bianca però compie il doppio errore e sceglie di puntare il dito contro Selene. La giovane studentessa è eliminata dal gioco.

Eredità paroloni

L’Eredità 16 maggio, i Paroloni

E’ il momento dei Paroloni. E’ il gioco in cui i concorrenti devono riferire il significato di alcune parole in disuso. Il primo termine è Riavolo, individuato da Marco.  Si tratta di un’asta di ferro utilizzata per mescolare i metalli fusi.

Il secondo parolone è invece Filugello, indovinato dalla campionessa Marta. E’ un sinonimo di baco da seta.

Si sfidano di conseguenza nel gioco dei 60 secondi, Elisabetta e Selene. Quest’ultima è la concorrente eliminata.

L eredità 16 maggio triello

Il Triello

Nella puntata del 16 maggio si sfidano al Triello Marco, Marta ed Elisabetta. 

Inizia Marta che conquista le categorie Musica (20.000 euro), Spettacolo (10.000 euro), Curiosità (20.00o euro). Ed ancora Chi l’ha detto (20.000 euro) ed Italiano (30.000 euro).

Elisabetta invece risponde correttamente solo al tema Casa (30.000 euro). Marco infine si aggiudica solo la categoria Scienza (10.000 euro).

Marta ha il montepremi più alto e deve affrontare altre domande per poter accedere alla Ghigliottina. I temi scelti sono Viaggi nel Medioevo e Peter Pan. La concorrente sbaglia la seconda risposta ed è Marco a diventare il nuovo campione.

L eredità 16 maggio ghigliottina Marco

L’Eredità, la Ghigliottina di Marco

Marco affronta la Ghigliottina con 130.000 euro  Deve scegliere tra i seguenti abbinamenti: aereo o treno, concorrente o studente, chimica o fisica, musica o poesia, forno o piastra. Il neocampione dimezza ben quattro volte. Il montepremi scende vertiginosamente a 8.125 euro.

Le parole che formano la Ghigliottina del 16 maggio sono:

  • aereo
  • studente
  • musica
  • fisica
  • forno

Marco ha scritto la parola volo. Il termine corretto però è carta.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it