Connect with us

Intrattenimento

MasterChef Italia 7, 22 febbraio 2018, puntata in diretta: fuori Antonino e Marianna

La cucina di Sky Uno sta di nuovo per aprirsi: va infatti in onda una nuova puntata di MasterChef Italia 7, trasmessa questa sera a partire dalle 21.15.

Pubblicato

il

La cucina di Sky Uno sta di nuovo per aprirsi: va infatti in onda una nuova puntata di MasterChef Italia 7, trasmessa questa sera a partire dalle 21.15.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sette i cuochi amatoriali rimasti in gara: il cerchio si stringe sempre più. Antonia Klugmann, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri accolgono i concorrenti con la consueta Mystery Box: al posto delle cloche, una bandiera di vari Paesi.
Al centro della cucina, una mega Mystery Box che, sollevata, rivela la presenza di chef stranieri. Si tratta di un gruppo di cuochi che si sono rifatti una vita in Italia, lavorando in ristoranti creati dai rifugiati.

I Paesi di provenienza sono Pakistan, Afghanistan, Nigeria, Somalia, Mahli, Palestina, Yemen: gli chef fanno la spesa ai concorrenti per preparare un piatto tipico, pronti anche ad assisterli durante la realizzazione. Un’ora e un quarto il tempo a disposizione, per una Mystery Box che Bastianich definisce speciale.

Il momento diventa un’occasione per scoprire non solo storie lontanissime dalla quotidianità degli aspiranti chef, ma anche culture e tradizioni. Spezie, salse, riso basmati, platano fritto: grazie alla cucina etnica, vengono superati i confini mentali e gastronomici.

Il primo dei migliori, il piatto di Kateryna: il Kapsa dallo Yemen, ricetta delle grandi feste che si mangia con le mani. Il secondo, quello di Antonino: Sambusi dalla Somalia. Il terzo, il piatto di Denise: Quabili Pulao dall’ Afghanistan.
Vince proprio quest’ultimo, grazie a un genere di accostamento di dolce-salato che in Italia non esiste. Per la prima volta, Denise ha la meglio nella Mystery Box.

Si va in dispensa, dove si scopre la protagonista dell’Invention Test: la cucina vegetariana. Una cucina etica, di cui grande esperta è la chef Klugmann: a Denise vengono spiegati i segreti di tre piatti, e lei potrà scegliere cosa cucineranno lei e i compagni. In ballo un risotto con parmigiano alla grappa, dei raviolini arrostiti ala cicoria selvatica e una zuppa di pomodorini e tartufo: Denise affiancherà chef Klugmann, con cui però non potrà parlare.

Denise opta per i raviolini, tra i cui ingredienti figurano molte erbe: sotto invece, composta di fichi amari e limone candito. Nel ripieno scuta e tarassaco. Tempo a disposizione, 45 minuti.
Siccome tutti cercano di sbirciare i movimenti della Klugmann, per non far perdere il vantaggio a Denise, gli altri tre chef improvvisano un muro di oggetti per impedire la visuale.

Preparare il piatto della Klugmann conoscendo appena gli ingredienti, senza nemmeno averlo provato, si rivela un compito difficilissimo. Prima di procedere con gli assaggi, Cannavacciuolo, Barbieri e Bastianich fanno avanzare la Klugmann complimentandosi con la collega.
La prima a presentare il suo piatto, è Denise: ha sbagliato gli equilibri dei sapori, ma indovinato le cotture.
Alberto sbaglia il sale, col risultato che i tanti ingredienti amari non trovano un equilibrio generale. Antonino abbonda con la centrifuga di porro e, per errore, inserisce i fichi nel ripieno: il sapore però non è buono, mentre viceversa il suo peccato sarebbe stato considerato veniale. Davide trova un riscontro positivo da parte di Barbieri. Simone centra il ripieno, riuscendo comunque a coniugare i sapori. Fallisce invece Kateryna, preoccupatissima e in lacrime.

Siamo al verdetto: il migliore dell’ Invention Test si rivela Simone. I tre peggiori invece sono Antonino, Kateryna e Alberto: esce Antonino, mentre Alberto e Kateryna vanno direttamente al Pressure Test.

Il secondo episodio si apre a Vieste, in Puglia: un promontorio sulla punta estrema del Gargano.. Per la prima volta, i concorrenti potranno misurarsi con una prestigiosa critica gastronomica: Eleonora Cozzella.

Appuntamento al faro di Vieste, i quattro concorrenti fanno la spesa a bordo di un’imbarcazione in mare. Dovranno preparare un piatto da somministrare al giudizio della Cozzella. Appena tornati a terra però, un cambio di programma: Cannavacciuolo presenta quattro ingredienti della tradizione pugliese, di cui Simone può scegliere quale tenere e quali cedere ai compagni. Bisogna quindi rivedere la propria strategia, visto che il nuovo ingrediente dovrà essere quello principale del piatto preparato: tutto compatibilmente con la spesa fatta.

Tanta la tensione: il vento forte inoltre, non migliora le cose. Gli oggetti cadono,.l’aria innervosisce gli aspiranti chef. Intanto Bastianich fa la conoscenza della Cozzella.

Comincia la presentazione dei piatti: rompe il ghiaccio Simone, che riesce a sorprendere con l’equilibrio dei sapori e l’essere riuscito a coniugare i sapori marchigiani con quelli pugliesi. Piacciono anche i fagottini al grano arso di Denise.
Quindi gli gnocchetti di Davide e il polpo di Marianna, accompagnato da una cialda di canestrato.
La Cozzella si esprime in maniera più che positiva: mangerebbe volentieri quei piatti al ristorante. Il suo piatto preferito è quello di Davide, che denota competenza tecnica e capacità di osare.

Al rientro nella cucina di MasterChef, solo Davide sala in balconata. Al Pressure Test si sfidano Simone, Denise, Marianna, Kateryna e Alberto.
Piatti diversi e con un minutaggio a seconda del livello di difficoltà: a partire da Simone, scelto da Davide, ognuno sceglie una cloche e nomina il prossimo. Rimane ultima Marianna, con dieci minuti per cucinare i saltimbocca alla romana.
Ecco il responso. Si salvano Denise, nonostante fosse la sua prima volta coi passatelli, Kateryna e Simone con i suoi gnocchi al ragù di coniglio. Rimangono Marianna e Alberto, giunti al duello decisivo.

Stavolta si va di strategia: bendati, Alberto e Marianna devono riconoscere degli ingredienti dall’odore. Quelli riconosciuti, saranno gli ingredienti per il piatto: si può quindi fingere di non riconoscere per mettere in difficoltà l’altro.
Si tratta di unire sedano, gamberi, limone, mortadella, tartufo, salsa di pomodoro. Si salva Alberto, fuori Marianna.

La puntata si conclude qui: rimangono a contendersi la vittoria Davide, Simone, Denise, Kateryna e Alberto.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Chi l’ha visto? 23 giugno 2021, le news su Denise Pipitone e Saman Abbas, ritrovato Nicola Tanturli

Chi l'ha visto?, la puntata di stasera 23 giugno 2021. Nuovi aggiornamenti su Denise Pipitone, e Saman Abbas. Ritrovato Nicola Tanturli.

Pubblicato

il

chi l'ha visto stasera 23 giugno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rai 3  trasmette questa sera, 23 giugno 2021, una nuova puntata di Chi l’ha visto?. Gli spettatori possono partecipare fornendo segnalazioni telefoniche, oppure tramite WhatsApp, per i casi di scomparsa e le emergenze comunicate dalla conduttrice Federica Sciarelli.

Ampio spazio della puntata è dedicato ai casi più discussi del momento: la scomparsa di Denise Pipitone da Mazara del Vallo nel 2004, tutt’ora senza un colpevole o un movente. E la tragica morte di Saman Abbas, giovane che si era opposta ai familiari ultraconservatori e al matrimonio da loro combinato con un lontano cugino pakistano.

Stando alle prove e alle testimonianze raccolte fino ad ora, Saman sarebbe stata brutalmente uccisa da suo zio. Il corpo della giovane, però, ancora non si trova; e i suoi genitori, complici e mandanti dell’omicidio, sono fuggiti in Pakistan. Solamente il fratellino di Saman è ancora in Italia, ospitato in una comunità. La speranza degli inquirenti è che il ragazzo possa rivelare qualche dettaglio utile a rintracciare lo zio, o il corpo della sorella.

Vi ricordiamo che potete vedere la puntata di Chi l’ha Visto? anche in streaming su internet, tramite il servizio gratuito RaiPlay.

Chi l'ha visto stasera 23 giugno

Chi l’ha visto stasera 23 giugno, ritrovato Nicola Tanturli

La diretta inizia con il caso di Nicola Tanturli, scomparso nella notte del 21 giugno dalla sua casa a Campanara, una frazione di Palazzuolo sul Senio, tra i boschi del Mugello. Data la delicatezza della situazione, l’attenzione mediatica nei riguardi del piccolo di soli due anni è stata immediatamente altissima.

E’ stato un inviato di La vita in diretta a ritrovare il bambino, mentre con la sua troupe ha sentito il lamento di Nicola tra gli alberi. Questa sera l’inviato, Giuseppe di Tommaso, è ospite di Chi l’ha visto? per raccontare l’accaduto.

“Nicola è abituato a camminare e ad andare in campagna, e accompagnare suo padre al pascolo con gli animali. Vive con i genitori, che per scelta non hanno nemmeno l’attacco alla luce elettrica.” racconta l’inviato di Chi l’ha visto? da Campanara.

Sono poi mandate in onda più volte le immagini del momento esatto in cui Nicola è ritrovato e portato in salvo da Giuseppe di Tommaso con l’aiuto di un Carabiniere. Tuttavia, restano alcune domande: come mai Nicola si è allontanato da casa? Perchè aveva le scarpe indosso, se è sparito prima di andare a dormire? Come ha potuto percorrere una distanza così grande (più di 2km) da solo, e sopravvivere?

I legali della famiglia e i Carabinieri hanno risposto ad alcune di queste domande in conferenza stampa, affermando che sono in atto verifiche accurate sull’accaduto. Nicola potrebbe aver camminato tutta la notte percorrendo la strada, per poi scivolare e cadere nel bosco in mattinata.

Chi l’ha visto stasera 23 giugno, la scomparsa di Sofia

Sofia, ragazza di quattordici anni, è scomparsa l’1 giugno, da Ventimiglia. Questa sera suo fratello ha rilasciato dichiarazioni agli inviati del programma, per condividere le sue preoccupazioni con gli spettatori. “Sofia ha 14 anni, è minorenne, sappiamo come va di questi tempi. Nei primi giorni dopo la scomparsa ci ha scritto, ma non credo fosse davvero lei. Poi ha aperto un profilo Instagram nuovo, chiedendo di non scriverle più. E’ sospetto, siamo preoccupati” dichiara.

Qualcuno, nei giorni scorsi, aveva scritto a Chi l’ha visto? per segnalare la presenza della ragazza a Sanremo, in compagnia di un uomo più grande di lei. Poi, in altri paesi della provincia di Imperia, come Bustana Vecchia, con due ragazzi molto alti. Secondo un’altra teoria, Sofia avrebbe scavalcato il confine per dirigersi in Francia. Negli ultimi tempi, infatti, si frequentava con un ragazzo algerino.

Segue il racconto sulla vicenda di Michele Dichio, senzatetto scomparso da quattro mesi da Bernalda, suo paese di residenza nei pressi di Matera. L’uomo aveva messo da parte una modesta somma di denaro per acquistare un’automobile usata. Possibile che qualcuno si sia approfittato dell’ingenuità di Michele, per sottrargli il denaro che portava con sè?

Dunque, le parole dei genitori di Alessandro Venturelli. Non ci sono novità sul caso del ventunenne, scomparso il 5 dicembre scorso da Sassuolo.

Chi l’ha visto stasera 23 giugno, il caso di Saman Abbas

Proseguono le indagini sul caso di Saman Abbas, uccisa da suo zio e occultata in un luogo ancora ignoto. I genitori sono fuggiti in Pakistan da tempo, e lo zio potrebbe essere scappato in Europa. Nel frattempo sono emerse nuove prove; Saman aveva mandato al ragazzo una foto del suo volto, su cui è ben visibile un livido. La ragazza ha anche scritto al suo fidanzato che sarebbe stato suo cugino Irfan a colpirla. Interpellato dagli inviati di Chi l’ha visto? Irfan, però, nega l’accaduto.

Quindi, è ripercorsa l’intera storia di Saman.

Segue il racconto del caso di Giuseppe Giordano, trovato morto a soli trent’anni in un capannone, nei pressi di Foggia. La sua è stata una vera e propria esecuzione in stile mafiosa. Il giovane è stato fatto inginocchiare, quindi gli è stato sparato un colpo alla nuca. Poi, il suo corpo e la sua auto furono dati alle fiamme. Le indagini escludono che Giordano possa aver avuto contatti con la malavita. Ma allora, perché seguire un rituale tanto specifico?

Il padre e il fratello di Giuseppe raccontano di un episodio particolare che precede di pochi giorni l’accaduto; un pregiudicato avrebbe chiesto a Giuseppe di dargli un cucciolo di cane. Dopo il rifiuto di Giuseppe, il pregiudicato avrebbe iniziato a tormentare Giuseppe e la sua famiglia. Tuttavia, la pista più accreditata è quella del delitto passionale. Infatti, Giuseppe aveva numerose relazioni aperte con tante donne; alcune delle quali, anche sposate.

Denise Pipitone, la ex PM Angioni indagata

La ex PM Angioni è attualmente indagata per false dichiarazioni. La donna si occupò del caso di scomparsa di Denise Pipitone; e persino oggi che non è più suo compito istituzionale, si dedica privatamente alle indagini. Gli inviati di Chi l’ha Visto? hanno intervistato la Angioni, per chiederle la sua versione dei fatti.

“Hanno cercato di contestarmi le uniche due frasi che presentavano una discordanza.” dice. “Ma sono fatti passati, risalenti al 2004.”. La ex PM, poi, prosegue affermando che l’indagine non riguardi assolutamente le ultime novità inerenti le ricerche svolte in privato sul caso di Denise Pipitone.

Poi, si approfondisce il ruolo di Jessica Pulizzi, figlia di Anna Corona, nella scomparsa di Denise. Stando agli atti processuali, sarebbero molte le incongruenze e le mezze verità pronunciate dalla Pulizzi nel corso dei vari processi nei quali è chiamata a testimoniare. Ma nel frattempo, dal 2004, sono stati condivisi numerosi dati inesatti, foto di Denise Pipitone invecchiata tramite programmi per PC, e false piste. Chi l’ha visto? di stasera, 23 giugno, ne ripercorre e racconta alcune.

Segue la scomparsa di Giuliana Lagomarsino, donna anziana che prima di andarsene ha lasciato scritto “Non voglio essere di peso, e non voglio vegetare”. Poi, sparisce. Però, raccontano le nipoti che vivevano con lei, Giuliana non era assolutamente considerata un peso per nessuno.

Infine, la conduttrice rivela un messaggio appena giunto alla redazione riguardo la scomparsa della quattordicenne Sofia. “E’ con me, è magra perchè non vuole mangiare molto. Più tardi registrerà un vocale per suo zio” ha scritto lo spettatore anonimo.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, presentazione nuovi programmi e fiction

Seguiamo la presentazione dei Palinsesti Rai per la stagione 2021/2022, partecipando alla conferenza stampa di martedì 22 giugno 2021.

Pubblicato

il

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Martedì 22 giugno 2021, dalle 12.00 si tiene la conferenza stampa di presentazione dei Palinsesti Rai per la stagione televisiva 2021/2022.

Nel corso della conferenza è rivelata la nuova offerta dei canali del servizio pubblico: comprensiva di programmi, tv movie, fiction e serie TV in onda sulle reti Rai. Ma, anche, in streaming sul sito dedicato RaiPlay, che di anno in anno si diversifica e si arricchisce di prodotti propri.

Potrebbero anche essere citati i due grandi eventi previsti per il 2022: Sanremo, la settantaduesima edizione, e l’Eurovision Song Contest. Che, in seguito alla vittoria dei Maneskin nel corso dell’ultima edizione, si terrà in Italia. Ascolteremo le eventuali dichiarazioni a proposito.

Alla conferenza stampa partecipano tutti i direttori delle reti pubbliche, generaliste e digitali.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, la diretta

Inizia la conferenza, in diretta dalla Sala degli Arazzi Rai. Il primo a parlare è il presidente Rai Marcello Foa. “Mi auguro si possa tornare alla normalità nel nuovo anno. I telespettatori e i giornalisti faranno la differenza, ma voglio sottolineare che la Rai ha fatto uno sforzo enorme per svolgere il loro compito con passione e dedizione nel corso dei mesi passati. E sono certo daranno il massimo quando i programmi andranno in onda da settembre. Non solo in TV, ma anche in Radio e Visual Radio, con un’offerta sempre più importante. La Rai del futuro dovrà aderire alle aspettative e alle differenti modalità di fruizione di oggi.” 

Quindi, inizia la presentazione dei programmi del nuovo palinsesto. A partire dalle Fiction. Segue la trasmissione di un promo con una selezione di estratti dalle fiction in onda nella stagione 2021/2022. Poi si esprime la direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati. “Siamo un ecosistema aperto, interconnesso e libero; contemporaneo. Noi guardiamo al vero, alla realtà. I set non hanno mai chiuso.” 

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, le nuove fiction 

Poi, la Ammirati elenca alcuni delle nuove Fiction: “Si inizia con Un professore, una storia di formazione corale. Poi Cuori, una storia meravigliosa anche di evoluzione femminile, sita alle Molinette, Torino. E ancora fiction come, Bastardi, Non mi lasciare, in cui vedremo una Venezia inedita, poichè vuota. Alcune grande sorprese sono le biopic; ad esempio, quella di Carla Fracci. Quando abbiamo girato a Milano, Carla Fracci è stata con noi sul set. Poi altri TV movie come Bonatti.”

“Su Rai 2, torna L’ispettore Coliandro, e Mare Fuori. Infine il lavoro sul digitale, che per noi è sperimentazione. Ad esempio, presentiamo Bangla, che parte dal cinema. E la comedy con Neri Marcorè Le più belle frasi di Osho”.

E ancora: “Ci muoviamo bene anche nel mercato internazionale, con Doc, fra gli altri. Italia Francia e Germania si stanno muovendo coese con nuove produzioni. Come Sopravvissuti, che arriverà in primavera. Avremo quindi anche L’amica geniale 3, Don Matteo 13, aspettatissimo anche per i nuovi avvicendamenti sul set. E poi Blanca, Macari, Mina Settembre. 

La conferenza prosegue con un nuovo promo, stavolta dedicato al servizio di informazione Rai.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, le parole di Franco di Mare

Si esprime Franco di Mare, direttore di Rai 3. “La vocazione Rai per l’approfondimento e le notizie è parte del nostro paese. E comunque, Rai 3 si distingue, perché la nostra squadra ruota proprio intorno all’informazione. Circa 1 milione e duecentomila di telespettatori in più ha seguito il servizio pubblico. Di questi, il 70% era su Rai 3. I nostri asset fondamentali Chi l’ha visto?, Report, Che tempo che fa hanno portato la nostra rete dalla quinta posizione su sette, alla terza, per tutti e dodici i mesi di questa terribile stagione.”

Il direttore parla poi delle nuove produzioni di Rai 3: “Agorà guadagnerà mezz’ora di trasmissione in più. Inoltre, proporremo Agorà anche nel week end, con Giusi Sansone. Mi manda Rai 3 diventerà un altro programma del fine settimana, Con Federico Ruffo. Lidia Galeazzo condurrà un altro programma dedicato al terzo settore produttivo. Confermiamo Mezz’ora in più, e aggiungiamo che Lucia Annunziata condurrà una guida alla lettura alla nomina del prossimo presidente della Repubblica, insieme a Paolo Mieli. Corrado Augias condurrà alcuni speciali; tra cui Cronache, le vicende della settimana. Confermiamo anche Che succede e Via dei matti numero zero.”

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, Pierluigi Colantoni, direttore sviluppo nuovi formati

Tocca poi a Pierluigi Colantoni, direttore allo sviluppo dei nuovi formati. “Siamo in un Big Beng ideativo, un periodo di cambiamento. Però è difficile, perchè ci sono tanti creators in questo paese. Le tante idee che ci sono devono essere viste, selezionate. Non basta un’ottima idea per ottenere un prodotto audiovisivo di qualità. Ci vuole prospettiva, una missione e una direzione. Stiamo lavorando a idee nel campo della digitalizzazione, ad esempio.” 

“Sogno azzurro proseguirà. Inoltre, stiamo lavorando al road movie della nazionale, per un contenuto che potrà vivere trasversalmente sulle diversa piattaforme. Il nostro terzo progetto si chiama Record, oltre l’impossibile. Attraverso la realtà aumentata vogliamo raccontare i più grandi record delle Olimpiadi. Sarà condotto dalla giovanissima Nadia Bala, campionessa di Sitting Volley, con la voce di Mauro Ruggeri e l’esperienza di Andrea Fusco. E ancora, ci sarà un docu-show dedicato allo spazio.”.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, l’offerta culturale

Interviene quindi la direttrice di Rai Cultura Silvia Calandrelli.Il mondo della cultura ha sofferto tantissimo: è stato un dramma nel dramma. Ma la Rai è stata presente con forza: l’offerta di Rai Cultura è raddoppiata. Abbiamo collaborato con musica, teatro, con il Ministero dell’Istruzione. Pensate che la prima della Scala a Milano quest’anno è stata senza pubblico; speriamo di lasciarci alle spalle tutto questo.”

“Sarà un autunno di grandissima musica. Anche attraverso Rai Radio, per portare conoscenza e sapere al pubblico in un momento così drammatico. Questa è stata anche un’occasione per innovare i nostri linguaggi. Cito due esempi: La Traviata e il Barbiere di Siviglia trasmessi in Rai, a teatro vuoto. Continueremo su questo filone con l’Orchestra sinfonica Rai, con tutti i teatri italiani. Avremo anche in esclusiva le lezioni d’Orchestra di Riccardo Muti. Su Rai Storia e Rai 3 continua Maestri, ci occuperemo di comunicazione dedicata alle donne ogni martedì sera. Ci sarà Stefania Battistini, con un programma intitolato Soffitto di Cristallo. Rai Scuola ci sarà con nuove lezioni.”.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, il Day Time

La conferenza prosegue con la presentazione dei programmi parte del Day Time Rai. Parla Ludovico Di Meo, direttore di Rai 2. “Abbiamo provato ad andare avanti con diversi nuovi programmi. Fra cui La Caserma, e la comicità di Valerio Lundini. Un personaggio straordinario, tutto da scoprire. In autunno proporremo un quiz con Magalli sulla lingua Italiana. Poi lo sport, i documentari, specialmente la domenica. C’è troppo spezzatino la domenica, in prima serata proporremo intrattenimento puro. Cerchiamo quindi di trovare altri -mostri televisivi- per farci due risate il lunedì sera.”

“Avremo anche sempre sabato e domenica il ritorno di Check-Up, in autunno. Rai 2 cerca sempre di sfornare nuovi titoli. Abbiamo molte seconde serate con Diaco, Andrea Delogu alla conduzione di un programma sulla musica. E ancora Restart, un programma sull’economia. E Followers, programma di infotainment sempre in seconda serata.”.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, Rai Movie

Le dichiarazioni di Roberta Enni direttore Rai Gold: “Cinema e serie tv ci riempiono gli occhi e la vita. E’ un ecosistema: buoni libri generano buoni film. Come servizio pubblico, rendiamo liberi gli spettatori. Niente nella nostra produzione è scelto a caso. Ma non è tutto programmazione, ma anche aver cura dell’offerta cinematografica. Seguiamo la festa del cinema di Roma, i nastri d’argento a Torino. Ogni volta che si parla di cinema Rai Movie c’è.”

“Quest’anno trasmetteremo cinque o sei film completamente restaurati: dalla Comencini a Olmi a Saverio Costanzo. Grandi classici Italiani. Tornare in sala non inibisce la fruizione televisiva. Torniamo a vivere, Rai farà la sua parte. SU Rai 4 e Rai Premium arricchiremo la programmazione con film, ma anche con documentari. Creeremo serate tematiche dove film e documentari si interano nella narrazione di un tema.”.

E ancora: “Obiettivo mondo di Rai Gold è nel mio cuore. Dobbiamo occuparci della sostenibilità. Parlo da -boomer-, abbiamo bisogno dell’impegno dei governi, ma anche dell’apporto quotidiano di ciascuno di noi. Obiettivo mondo interessa tutti i canali di Rai Gold; dove noi, come canali di intrattenimento, tratteggiamo con film documentari e fiction i goal sostenibili del progetto. Cercando di innescare una rivoluzione culturale urgente. Il servizio pubblico deve aiutare gli spettatori a diventare cittadini consapevoli.”.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa, l’offerta digitale

Elena Capparelli, direttore Rai Play, afferma: “L’ecosistema digitale si è trasformato a una velocità maggiore a quanto preventivabile. Abbiamo tentato di migliorare ancora il nostro posizionamento, rispetto a quanto fatto nel 2020. Quest’anno, lo dico con grande soddisfazione, Rai Play è entrata nell’immaginario collettivo. Rai Play è Rai, coniugando quantità e qualità.”.

“Abbiamo esteso i contenuti dei canali lineari sul web in completa sinergia. Abbiamo lavorato anche a contenuti originali, dirette. E a un archivio On Demand più vasto. Il dato più interessante è quello di retention, gli utenti di ritorno ogni mese. Abbiamo registrato un dato maggiorato del 100%.”. 

Riguardo i contenuti originali: “Avremo film in anteprima esclusiva, che si aggiungono agli oltre mille già presenti. Stiamo sperimentando con i The Jackal, e 8 puntate di L’altro Show. Poi 21 puntate da 15 minuti con Luciano Ligabue, La Nottataccia, programma comico, Ossi di Seppia, un formato innovativo di racconto breve supportato dal progetto Teche Rai. Piero Angela parlerà d’amore, e proporremo una nuova stagione di Amori Criminali. Infine, avremo una grande varietà di progetti sportivi.”.

Rai Play Sound, i documentari, Rai Ragazzi

Prosegue Elena Capparelli, per parlare di Rai Play Sound, il nuovo progetto Rai. “Faremo tante operazioni su questa nuova piattaforma, che porta l’ascolto dell’audio e dell’audio on demand su nuove modalità di ascolto. La piattaforma sarà strutturata per contenuti radiofonici, e per diverse esclusive. La distribuzione avverrà su tutte le piattaforme.”.

“Dietro questa telecamera 8k c’è il futuro di Rai Documentari” afferma Duilio Gianmaria, direttore di Rai Documentari, con in mano il dispositivo. “Avremo serie Crime sperimentali e di contenuti, che racconteranno casi di cronaca storici. Crime declinato all’aspetto sociale, quindi. Rai Documentari vuole informare, educare, intrattenere. Abbiamo grandi co-produttori Italiani, ma non solo. Anche grandi e piccole major, come BBC, PBS, IBU, Artè. Da settembre inizia una stagione dedicata all’attualità, agli eventi storici più importanti della storia.”

Sono annunciati, poi due nuovi documentari: Bella Ciao, e un prodotto sulla storia di Dante Alighieri con la collaborazione di Pif.

Luca Milano sale sul palco per parlare dei progetti Rai Ragazzi. “Dieci gironi fa abbiamo potuto far rientrare bambini e ragazzi negli studi Televisivi. La tv dei ragazzi è educare e divertire, ma anche promuovere la fiducia in sè stessi. Ad esempio con Pianeta storie, che si basa sui Silent Book, libri senza testo pensati per stimolare la fantasia e la coesione familiare. Abbiamo lavorato molto anche sulla diretta. Fondamentale l’inclusione, con programmi in lingua inglese, e lingua dei segni. SI può fare il servizio pubblico anche in maniera divertente e per bambini”.

Palinsesti Rai 2021/2022 conferenza stampa

La prima serata, Stefano Coletta

Stefano Coletta, direttore di Rai 1, racconta l’offerta per la Prima Serata Rai. “Di Rai spesso si parla attraverso critiche e attacchi. Ma ora distacchiamo di 5 punti i nostri competitor.”.

“Abbiamo avuto un intrattenimento reso parziale da ciò che abbiamo vissuto. Ma votato al registro dell’evasione. Ballando con le Stelle ha avuto uno dei risultati migliori dell’ultimo anno, e non potrà mancare nella prossima edizione. In registri consolidati e noti introdurremo nuovi modi di comunicare. Poi, torna The Voice Senior, per dare una chance artistica a chi ha rincorso da tempo il successo, e ora ha una possibilità. Torna Antonella Clerici, con un talent che oltre a mostrare abilità canore racconterà la vita dei partecipanti.”. 

“Il mio obiettivo per l’autunno è passare dall’evasione alla relazione. Perchè se è vero che cercavamo l’evasione, quest’anno che arriva dobbiamo rintracciarci, ripristinare i rapporti sociali. Poi, Amadeus, dopo i due grandi Sanremo, torna al suo amore, essere DJ. Un viaggio nella memoria, chiamato matrice 60/80/90, che racconta grandi successi e meteore sconosciute. Quindi, arriva su Rai 1 Alessandro Cattelan, con Da Grande. Per la rete è una scelta forte, ma dobbiamo fare queste scelte per proporre nuovi volti e nuovi talenti.”

La programmazione di Rai 1

Prosegue Coletta: “Nel Day Time abbiamo innovato con due marchi nuovi all’ora di pranzo: Oggi è mezzogiorno, ad esempio, ha portato risultati in fasce che non brillavano da tempo. A cui si aggiunge Vita in Diretta con Alberto Matano. L’intrattenimento fa parte anche del Day Time, soprattutto nel Week End. Mara Venier sarà di nuovo al timone di Domenica In, ma con un cambio di registro. Arriveranno segmenti di people show durante i quali Mara si confronterà con gente comune. Prosegue anche Da noi a ruota libera, Eredità, Soliti Ignoti. Amadeus, poi, condurrà Affari tuoi family; un format inedito al quale partecipano famiglie anche allargate.” 

“Tornerà Alberto Angela in prime time, in particolare il giorno di Natale. Tornerà Ciao Maschio in seconda serata, e anche Roberto Bolle, in onda dopo Sanremo per Danza con me. Presenti nella programmazione, ma è Top Secret, Sanremo 72 e l’Eurovision. Non abbiamo nemmeno definito conduzione e direzioni artistiche. Nel caso di Eurovision, dobbiamo anche selezionare la città ospitante, adesi alle regole di EBU.”

Rai Sport con Auro Bulbarelli, gli amministratori Giampaolo Tagliavia, Fabrizio Salini

Tocca quindi ad Auro Bulbarelli, direttore di Rai Sport: “Rai è il servizio pubblico che più è dedito alla trasmissione dello sport. Avremo 22 ore al giorno le Olimpiadi, e 14 le paraolimpiadi. Passeremo agli Europei di Volley, al Tennis, in attesa di trasmettere il Master. Se ne parla ancora poco, ma trasmetteremo anche le Olimpiadi di Pechino 2022.”

Poi, parla Giampaolo Tagliavia, amministratore delegato Rai Pubblicità. “Abbiamo un primo semestre molto positivo. Avremo una crescita lusinghiera.”. E ancora, Fabrizio Salini, amministratore delegato Rai. “Oggi accendiamo il futuro. Sono soddisfatto e gratificato dalla visione che stiamo condividendo. Ho sentito parlare di innovazione e sperimentazione. Ma noi abbiamo solamente messo il contenuto al centro. Il contenuto è il prodotto che ci fa andare avanti e ci fa crescere.”

Le domande dei giornalisti

Domanda 1: per Coletta, quali altri talenti presenterete oltre a Cattelan? Due puntate non sono poche?

“Lo show è una miniserie nata per snodarsi in due puntate. Oltre a Cattelan abbiamo sperimentato con Serena Rossi, ad esempio. Seguiremo questo filone nel 2022.”

Domanda 2: per Coletta, si sa qualcosa di Sanremo Giovani? Sanremo Estate è tramontato?

“Il progetto Sanremo include anche Sanremo Giovani, prima della fine nel 2021. Anche quest’anno la stessa figura porterà i giovani fino a Sanremo 2022. Sanremo Estate era una proposta personale di Amadeus. L’impianto avrebbe avuto valori economici superiori ai preventivi, e abbiamo preferito dirigere le risorse altrove.”.

Domanda 3: Cattelan è papabile per Sanremo? Cosa ci sarà il sabato sera su Rai 1?

“Per Sanremo, stiamo lavorando prima all’idea, poi ai nomi. Dal 18 settembre fino a Natale, poi, di sabato sera avremo in onda Cattelan, Amadeus, e poi Ballando con le stelle. Il programma di Amadeus sarà basato sull’esperienza di Amadeus come DJ.”

Domanda 4: per Maria Pia Ammirati, qual è la tua linea editoriale? Che tematiche tratterai?

“La Fiction è un lungo percorso. Si parte dall’idea, poi arrivano scrittura, produzione e post produzione. Ci vogliono quasi due anni per veder messo in onda un titolo. Gioco su due fronti: la fusione di più generi anzitutto.”.

Domanda 5: per Tagliavia. I listini della prossima stagione cresceranno?

“Confermo un andamento del 9% in più rispetto al 2019. Riguardo i listini, non prevediamo grandi scostamenti rispetto l’anno scorso.”.

Altre domande dei giornalisti

Domanda 6: Cattelan arriva in Rai con un contratto anche con Netflix, non è controproducente? Qual è la posizione di Rai rispetto al video trasmesso su Rai 3? La conduzione di Uno Mattina è a cura di chi?

Inizia Coletta: “Il 28 giugno parte una vivace stagione estiva in cui Uno Mattina porta in conduzione Gianmarco Sicuro e Barbara Capponi. Non abbiamo ancora definito le conduzioni per settembre”. 

Prosegue l’amministratore Salini. “Rispetto al video credo nel dovere di cronaca delle testate giornalistiche. Per quanto riguarda Cattelan: è uno dei nuovi protagonisti del nostro settore. Il fatto che condivida un’esperienza su un’altra piattaforma non è un malus.”.

Domanda 7: per Coletta, Amadeus potrebbe tornare a Sanremo? Chi conduce Sanremo condurrà l’Eurovision? Per Salini, il suo mandato è finito, non si è riusciti in questo triennio a fare una transizione definitiva alla direzione dei generi. Perchè?

Inizia Coletta: “Ci siamo parlati molto con Amadeus, che non ha avuto un netto ripensamento. Ma stiamo dialogando anche con lui rispetto a Sanremo e altri eventi. Mi sento di dire che sarebbe fisiologico, poi, collegare Eurovision e Sanremo. Ma essendo gli eventi così vicini, dato che riproporremo Sanremo nelle prime settimane di febbraio, sarebbe premiante una diversificazione.”.

Poi, parla Salini: “I direttori di genere furono nominati a gennaio 2020. La sospensione di quel discorso è stata un po’ forzata dagli eventi. Ma Rai ha fatto decisivi passi avanti.”.

Domanda 8: si tornerà a parlare di Rai 6, una rete al femminile, e di una rete in inglese?

Salini risponde: “Il canale in inglese è previsto per l’autunno. Il canale al femminile è in cantiere, non ci stiamo lavorando. Saranno i nuovi vertici e la nuova governance a terminarlo.”.

Ancora domande dei giornalisti

Domanda 9: La giuria di The Voice Senior è confermata? Canzone segreta tornerà nella prossima stagione?

Parla Coletta: “Stiamo tentando, come in ogni edizione, di fare innovazione. Vorrei rivedere la vecchia giuria, ma potrebbero avvenire integrazioni. Poi, Serena Rossi: la sua priorità è Mina Settembre 2. Poi dovremmo capire i suoi spazi per tornare nell’intrattenimento. Ha dato un’ottima prova.”.

Domanda 10: per Di Meo, si può fare un chiarimento sul programma Check-Up? Quando va in onda?

“Ho dimenticato di dire alcune cose. Il nuovo programma della domenica è di Paola Perego e Simona Ventura. Check-Up, invece, andrà in onda il sabato. Inizieremo con 12 puntate, poi si vedrà. Ne approfitto per citare un altro programma fulcro che ho dimenticato: I Fatti Vostri. Nel cast si introdurrà Anna Falchi alla conduzione, e abbiamo molta fiducia in questa nuova programmazione. Restano Paolo Fox e altri protagonisti della trasmissione.”.

Domanda 11: nel pacchetto Sanremo con un eventuale Amadeus, è compreso Fiorello? Il contratto di Fabio Fazio verrà rinnovato? Cosa augura a chi verrà dopo di lei?

Parla Coletta: “Vi dirò una cosa in più, penso che al di là della conduzione è stato premiante il lavoro rivoluzionario del registro musicale apportato da Amadeus. E’ mio parere personale che non si possa tornare a un Sanremo più classico, dopo Amadeus e Fiorello. Per ora, però, con Fiore ci diciamo solo -come stai-. E’ tutto in evoluzione.”.

Continua Salini: “Fabio Fazio accompagnerà la Rai per altri due anni. Ai nuovi vertici dirò quel che ho da dire, ma direttamente a loro.”.

Le ultime domande

Domanda 12: per Coletta e Di Meo. Avete immaginato un progetto di approdo di altri volti giovani? Penso a Stefano de Martino, o ad Andrea Delogu. Un commento rispetto a Detto Fatto: dopo l’imbarazzo dello scorso autunno avete decido di riconfermarlo?

Inizia Coletta“Tutti noi direttori osserviamo quel che avviene in ogni canale e ipotizziamo passaggi ed acquisti.” Di Meo prosegue: “Bianca Guaccero di Detto Fatto è una professionista, per questo Detto Fatto è stato riconfermato.”. 

Domanda 13: ci sarà spazio per Caterina Balivo e Raffaella Carrà, come si vocifera?

Risponde Coletta: “Ho un ottimo rapporto con Caterina Balivo. Stiamo parlando di progetti, e non abbiamo nessun veto in atto. Raffaella Carrà resta un desiderata, per riportarla su Rai 1.”. 

Domanda 14: il bilancio sociale della Rai sembra un documento semi-clandestino. Perchè non pubblicarlo? Come mai durante queste due ore non è mai stata presentata la direzione Rai per il Sociale?

Risponde Salini: “Se non è stata citata Rai per il Sociale, mi imputo la responsabilità. Questo vertice l’ha fortemente voluta e sostenuta. Per la presentazione del bilancio sociale, nessuno ha inteso nasconderlo. Volevamo dedicargli una data prima dell’estate, ma slitterà in autunno. Al riguardo, il lavoro fatto negli ultimi due anni è tanto. Non c’è nessuna volontà di nasconderlo.”.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

What They Had film Canale 5 – trama, cast, finale

La malattia di una madre di famiglia è l'occasione per fare i conti con rancori mai sopiti e problematiche tra parenti.

Pubblicato

il

What They Had film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Canale 5 propone oggi il film dal titolo What They Had. Si tratta di una pellicola di genere drammatico datata 2018.

La produzione degli Stati Uniti d’America, la durata è di un’ora e 38 minuti.

What They Had film attori

What They Had film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Elizabeth Chomko. Personaggi principali sono Bridget Ertz e Nicky interpretati rispettivamente da Hilary Swank e Michael Shannon. Nel cast anche Robert Forster nel ruolo di Burt.

Le riprese si sono svolte negli Stati Uniti, in particolare a Chicago nello stato dell’Illinois. Alcuni set hanno avuto come location la città di Los Angeles. La produzione è della Unified Pictures in collaborazione con Bona Fide Productions e Look to the Sky Films.

Il titolo originale coincide con il medesimo scelto per la distribuzione a livello internazionale.

What They Had film dove è girato

What They Had – trama del film in onda su Canale 5

La trama ha come protagonista Bridget Ertz che torna nella sua città natale per aiutare suo fratello Nicky a convincere il padre a mettere la moglie Ruth in una casa di cura perché è malata di Alzheimer.

L’uomo non si fa convincere perché non vuole affrontare la fine della sua lunga storia d’amore. Ma l’aggravarsi della malattia della madre Ruth rende questa decisione improrogabile.

La donna infatti in seguito alla malattia da molti mesi continua a vagare per la città e i figli avvertiti dal padre corrono in suo aiuto per ritrovarla. È accaduto anche durante la notte di Natale quando Ruth si è trovata a vagare in una bufera di neve. Adesso in famiglia ci sono discussioni sul futuro della donna.

Nicky discute con il padre Norbert perché è riuscito ad assicurarsi un posto in una delle prime strutture di assistenza nella città di Chicago. Norbert invece insiste che solo lui può fornire le migliori cure alla moglie Ruth.

Spoiler finale

Nicky così chiede aiuto a Bridget. Ma il tempo trascorso lontano dai suoi genitori rende questa sfida molto difficile da affrontare. Tra l’altro Bridget è alle prese con i suoi problemi familiari, in particolare con la patologia di sua figlia che soffre di ansia ed ha dovuto così smettere di frequentare le lezioni al college.

Le discussioni sul futuro di Ruth saranno per tutti un’occasione per fare i conti con alcuni rancori mai sopiti all’interno della famiglia.

What They Had film finale

What They Had – il cast completo

Di seguito il cast del film What They Had e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Hilary Swank: Bridget Ertz
  • Michael Shannon: Nicky
  • Robert Forster: Burt
  • Blythe Danner: Ruth
  • Josh Lucas: Eddie
  • Taissa Farmiga: Emma
  • Aimee Garcia: dott. Zoe
  • Jay Montepare: David
  • Jennifer Robideau: Rachel

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it