Connect with us

Intrattenimento

Emigratis 3 | Diretta 19 aprile 2018 | Pio e Amedeo a Mosca

Emigratis 3 | Diretta 19 aprile 2018 | Tutti i momenti più salienti e comici che si sono avvicendati nel corso dell'ultima puntata andata in onda su Italia Uno e condotta da Pio e Amedeo.
Flavio Tallone

Pubblicato

il

Emigratis 3 replica 4 maggio
Emigratis 3 | Diretta 19 aprile 2018 | Tutti i momenti più salienti e comici che si sono avvicendati nel corso dell'ultima puntata andata in onda su Italia Uno e condotta da Pio e Amedeo.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Seguite con noi la diretta.

Si comincia. La voce di Pannofino accompagna le ultime gesta del duo foggiano, ricalcandone prima le vicende più esilaranti delle puntate precedenti.

Le avevamo lasciati così, intercede Pannofino, alle porte del padre della musica italiana Claudio Baglioni. L’intento dei pazzi foggiani è sempre quello di sponsorizzare il gruppo dei loro amici foggiani, i Musicomio.

Incredibilmente il direttore artistico del passato festival di Sanremo apprezza fortemente le doti canore dei Musicomio.

Così il duo foggiano sta incominciando a pensare a quale big star della musica italiana affiancare ai Musicomio, intercede Pannofino: il duo foggiano incomincia a pensare concretamente di incontrare Totò Cotugno.

Il cantante italiano risiede però a San Pietroburgo, ecco così che il duo foggiano non ci pensa su un secondo di più: eccoli così insieme ai Musicomio in viaggio per la Russia.

Ovviamente Pio e Amedeo hanno anche un altro tipo di agganci in Russia (tutti calciatori). E’ così che i due foggiani incontrano il capitano dello Zenit, Mimmo Criscito.

Gli istrionici di Foggia cercano subito di mettere Mimmo a suo agio, parlando con lui del suo coinvolgimento con lo scandalo del calcio scommesse (da cui, tra l’altro, il calciatore venne assolto).

Il duo foggiano non si perde mai in chiacchiere: dopo essersi strafogati a dovere a casa di Criscito, Pio e Amedeo propongono al centrocampista dello Zenit di prestargli loro (si fa per dire) la modica cifra di 10.000 euro.

Senza pensarci su due volte, Pio e Amedeo accompagnano Mimmo Criscito nel negozio Cartier. Senza fronzoli né imbarazzo, il duo foggino fa domande chiare alla commessa del negozio: Questo è ‘nu zircone? O ‘nu diamant’?

Dopo aver spennato a dovere il centrocampista napoletano dello Zenit, Pio e Amedeo s’immettono senza ambagi all’interno di Casa Criscito, scroccando adirittura un posto letto.

Un nuovo giorno a San Pietroburgo, ma le intenzioni son sempre le medesime: scroccare, far casini, portare avanti idee folli.

Dopo aver lasciato momentaneamente Criscito, il duo foggiano incontra il direttore d’orchestra Fabio Mastrangelo che li accompagna (inspiegabilmente) all’interno del teatro di cui è direttore.

Prima di congedarsi dal direttore d’orchestra Fabio Mastrangelo, questi rivela loro un increscioso antefatto… Totò Cotugno non vive a San Pietroburgo, ma a Mosca.

Finite le chiacchiere con il direttore d’orchestra, il duo foggiano si sposta al centro allenamenti dello Zenit di San Pietroburgo, dove si presenta Roberto Mancini. Vista l’occasione (e la notizia di Cotugno a Mosca) Pio e Amedeo decidono bene di scroccare 10000 rubli al povero allenatore dello Zenit.

I due mononeuronici stanno dando prova del tutto il loro ardire storico e critico: cercano invano di rimembrare fatti storici della Russia sovietica, confondendo i rossi e i bianchi con i guelfi e i ghibellini.

Arriva la sera a Mosca e il duo foggiano ha solo un obiettivo: provarci con ogni forma di vita immaginabile con il fare più rumoroso possibile

Invitati da Mimmo Criscito allo Stadio di Mosca, durante la partita tra Zenit e Spartak Mosca, il duo foggiano si presenta con ben 35 minuti di ritardo: perdendo così il goal fatto fuori casa dal loro stesso amico e benefattore Criscito.

Con tutto che Criscito ha pagato loro 10000 euro di regali nel negozio di lusso Cartier e si è pure preoccupato di rimediare loro i biglietti per lo stadio, questi non riuscendo a riconoscerlo in mezzo al campo decidono bene di smettere di tifare per lo Zenit e iniziare a supportare senza fiato lo Spartak Mosca.

Passata la notte, ecco un nuovo giorno a Mosca, eppure il duo foggiano è sempre assuefatto dalla solita ossessione: incontrare Totò Cotugno per convincerlo a cantare con i Musicomio. Per le vie della capitale delle Russie, Pio e Amedeo fanno la conoscenza di Antonio Villani, attore italiano idolo della televisione russa, che prima di indirizzrli da Cotugno, decide di far fare loro un’intervista con un importante emittente televisiva… Potete facilmente immaginarvi come sia andata a finire.

Finita l’intervista, i mononeuronici incontrano nuovamente il calciatore italiano dello Spartak Mosca, Salvatore Bocchetti che vista l’occasione pensa bene di offrire loro un bel vestito da Dolce e Gabbana. Neanche a dirlo, Pio e Amedeo danno sfoggio di tutto il loro repertorio (schiamazzi, allusioni di vario tipo e illazioni).

Congedando Bocchetti (che ha dovuto pagare solo 7200 euro per saziare la fame di compere dei due pazzi foggiani), Pio e Amedeo si appropinquano a incontrare Francesca Brambilla.

La ignara Brambilla decide bene di andare in piscina con i folli due. Spogliatisi tutti e tre, Pio e Amedeo diventono ancor più scemi e folli di quanto lo sono di solito: le curve della Brambilla, mettono a dura prova la tenuta delle loro menti e corpi.

Amedeo riceve svariati due di picche, mentre Pio gioca con la palla da solo in un angolo. Dopo che tutti gli approcci si son rivelati a dir poco fallimentari, i foggiani ricevono una grande notizia: Totò Cotugno è a Odessa e vuole incontrarli.

Finalmente Pio e Amedeo vengono presentati al guru della musica italiana. Dopo i soliti schiamazzi e battute, il duo foggiano pressa Totò Cotugno obbligandolo a dare loro un feedback sul gruppo da loro prodotto Musicomio.

Succede l’incredibile: Toto Cotugno ascolta i Musicomio e decide di inserire il trio foggiano nel suo concerto serale a Odessa. Dopo alcuni concitati attimi, Cotugno annuncia al pubblico ucraino la presenza sul palco dei tre ragazzi prodotti da Pio e Amedeo. Tra gli applausi scroscianti del pubblico presente in teatro, i foggiani riescono a realizzare il loro sogno: diventare produttori.

Ottenuto il tanto agognato assenso di Toto Cotugno, i due neo produttori foggiani tornano immediatamente in Italia: direzione Festival di Sanremo.

Nell’incredulità generale, Pio e Amedeo entrano nella conferenza stampa della prima giornata del Festival, introducendo così essi stessi e i loro protetti Musicomio.

Dopo esser stati cacciati (in maniera poco efficace, va riconosciuto) dalla sala stampa del festival, i mononeuronici entrano alla chetichella nel red carpet della serata inaugurale cercando di produrre altri artisti lì presenti. Le loro velleità da produttori durono poco: Pio e Amedeo incontrano L’Uomo gatto e cominciano a tartassarlo di richieste d’ogni sorta.

Il programma si avvia alle battute finali, una travolgente terza stagione di Emigratis finisce proprio qui. Non c’è molto altro da aggiungere: Pio e Amedeo sono dei mattatori della televisione italiana. Volgari? Sì molto. Politicamente scorretti? Altrettanto. Eppure i due foggiani rappresentano una sfrezzante corrente d’aria fresca.

Poco prima di lasciare definitivamente i telespettaori, Pio e Amedeo tornano nella loro terra natia, non tanto per semplice spirito nostalgico, quanto per riscuotere la quota dai commercianti che hanno fatto pubblicizzare dai vari personaggi famosi incontrati in queste puntate.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono laureato in filosofia, ma lavoro da anni nei mercati. Se dovessi scegliere un sostantivo per indicare il mio semplice vivere, userei la parola controverso. In questo senso trovo che la televisione rappresenti in larga misura la mia vita. Da una parte, infatti, penso che non vi sia alcuna ragione al mondo per vedere la televisione, dall'altra non capisco come si possa anche solo nominarlo il mondo senza buttarci un occhio dentro.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Domenica In 16 maggio: tra gli ospiti Sandra Milo ed Ermal Meta, omaggio a Francesco Nuti

Tutti gli ospiti e le anticipazioni sulla puntata di oggi del contenitore festivo condotto da Mara Venier.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Domenica in 16 maggio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica In torna il 16 maggio, con molti ospiti in studio ed in collegamento. L’appuntamento con la trentaseiesima puntata è alle ore 14:00 su Rai 1. Il contenitore festivo è trasmesso in diretta dagli Studi Fabrizio Frizzi di RomaE’ condotto da Mara Venier.

Domenica in 16 maggio Sandra Milo

Domenica In ospiti 16 maggio, Sandra Milo, omaggio a Francesco Nuti

Nella puntata del 16 maggio Mara Venier accoglie in studio Sandra Milo. L’attrice mostra al pubblico il Premio alla Carriera che le è stato consegnato da Carlo Conti ai David Di Donatello 2021. Racconta le emozioni che ha vissuto durante la cerimonia e ripercorre alcune tappe salienti della propria carriera attraverso immagini di repertorio.

La conduttrice inoltre rende omaggio all’attore e regista Francesco Nuti, che compie gli anni domani, il 17 maggio. In occasione del suo 66° esimo compleanno sono presenti in studio la figlia Ginevra Nuti e l’ex compagna Annamaria Malipiero. Ginevra inoltre duetta con Marco Masini in Sarà per te. E’ il brano che Francesco Nuti portò a Sanremo nel 1988, classificandosi al dodicesimo posto.

Intervengono in collegamento anche alcuni colleghi ed amici di Nuti. Tra questi Ornella Muti, Giovanni Veronesi, Clarissa Burt e tanti altri. La conduttrice inoltre manda in onda alcune immagini tratte da alcuni suoi film. Vengono infine anche ricordati i Giancattivi, il trio comico che Nuti ha formato negli Anni 70 con Athina Cenci ed Alessandro Benvenuti.

Domenica In 16 maggio, il caso di Denise Pipitone

Mara Venier nella puntata di oggi torna ad occuparsi di Denise Pipitone, la bambina scomparsa nel 2004 a Mazara Del Vallo. Con il supporto del giornalista Alberto Matano e dell’avvocato di Piera Maggio Giacomo Frazzitta ricostruisce tutte le fasi della vicenda. Ed aggiorna i telespettatori sulle ultime novità del caso, a partire dalla riapertura delle indagini ai racconti di nuovi testimoni.

Domenica in 16 maggio Ermal Meta

Domenica In 16 maggio, ospiti Ermal Meta e Alvaro Soler

Nello spazio dedicato all’intrattenimento musicale Mara Venier accoglie in studio Ermal Meta ed Alvaro Soler. Ermal Meta interpreta dal vivo il nuovo singolo Uno, che è contenuto nell’ultimo album Tribù Urbana. Regala al pubblico anche Un milione di cose da dirti. E’ il brano con il quale si è classificato al terzo posto all’ultimo Festival di Sanremo.

Alvaro Soler invece propone la sua ultima hit Magia, tratta dall’omonimo album che uscirà il 9 luglio. E’ già considerata uno dei tormentoni dell’estate 2021.

La campagna vaccinale anti Covid

Come ogni settimana Mara Venier dedica la prima parte del programma alla campagna vaccinale anti Covid. Sono presenti ancora una volta in studio Pierpaolo Sileri ed il Prof Francesco Vaia.

Il Sottosegretario alla Salute informa i telespettatori sugli ultimi dati dei contagi. Il Direttore Sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma si occupa invece dell’andamento della somministrazione dei vaccini. Intervengono in collegamento anche Alessandro Sallusti, Peppino Di Capri e Giovanna Botteri, da Pechino.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Amici 20 finale 15 maggio, vince Giulia

Gli allievi e le allieve di Amici 20 giungono al termine del loro percorso formativo, e si sfidano nella puntata finale del talent show. La vincitrice di Amici 20 è Giulia.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Amici 20 finale 15 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La puntata finale di Amici 20 è in onda su Canale 5 questa sera, 15 maggio 2021, dalle 21.20.

I giovani finalisti in gioco sono i cantanti Sangiovanni, Deddy, Aka7even, e i ballerini Giulia e Alessandro.

Il montepremi in palio consiste in 150.000 Euro in gettoni d’oro, assegnati al concorrente che otterrà più voti attraverso il sistema del televoto. Il pubblico da casa può votare in vari modi: tramite l’apposita app per dispositivi smart e tramite smart tv abilitate; oppure direttamente dal sito web WittyTV.

Inoltre, una giuria composta da membri di testate giornalistiche e web italiane elegge il vincitore del Premio della Critica, al quale è assegnato un montepremi da 50.000 Euro. Altri 50.000 Euro vanno in premio ai vincitori dei Premi di categoria. Infine, il cantautore Giovanni Caccamo consegna il Premio Siae e 20.000 Euro all’autore del miglior testo originale.

Ogni finalista riceve inoltre il Premio Marlù del valore di 7000 Euro in gettoni d’oro. Inoltre le emittenti radio RDS, Radio Italia, R101 ed RTL 102.5 votano per eleggere il vincitore del Premio delle radio, attribuito al miglior brano inedito.

Confermata la partecipazione di alcuni ospiti speciali: la cantante Gaia, vincitrice della precedente edizione del talent, passa il testimone al vincitore eletto questa sera. Inoltre, l’artista presenta in anteprima sul palco di Amici il suo nuovo singolo Boca, che ha realizzato insieme a Sean Paul. Infine, sono presenti anche i comici Pio e Amedeo.

Amici 20 finale 15 maggio, la diretta

Inizia la puntata, la conduttrice Maria De Filippi presenta la giuria: Stefano De Martino, Emanuele Filiberto e Stash. “Finalmente siamo riusciti a far venire Stash in studio vestito bene!” scherza De Martino.

Poi, tutti insieme, salgono sul palco i finalisti: i cantanti Sangiovanni, Deddy, Aka7even, e i ballerini Giulia e Alessandro. 

“In tutte le finali ero sempre io che parlavo a voi. Questa volta abbiamo chiesto ai vostri compagni di scrivere dei pensieri per voi. Sangiovanni ha scritto qualcosa che penso possa valere per tutti.” esordisce Maria De Filippi, prima di mostrare un video in cui scorrono le immagini delle varie edizioni di Amici. E poi, quelle dell’edizione appena trascorsa.

“Amici è il treno perfetto: sempre in orario, dove tutto funziona alla perfezione. Il nostro viaggio è finito, facciamoci un applauso, come quando si applaude all’atterraggio dell’aereo.” ha scritto Sangiovanni.

Infine, sale sul palco Gaia, la campionessa della passata edizione di Amici, per passare la coppa al futuro campione. L’artista è molto emozionata: “Stasera torno a casa. Vi faccio i complimenti: siete anime belle, che spiccheranno il volo dopo questo percorso. Vi faccio gli auguri dal profondo del cuore” afferma Gaia.

Inizia la finale: il circuito cantanti

La finale, spiega Maria De Filippi, si divide in due circuiti: uno di canto e uno di ballo. Terminati i due circuiti, sono scelti due sfidanti, uno da ogni circuito; infine, si terrà la finalissima tra loro, per eleggere il vincitore definitivo.

Amici 20 finale 15 maggio

Il primo a esibirsi è Aka7even, con il brano Loca.

Subito dopo tocca a Deddy, che si esibisce con Zero Passi.

Amici 20 finale 15 maggio

Infine, sale sul palco Sangiovanni, da tempo additato come il favorito della finale, con il brano Lady.

Quindi, canta di nuovo Deddy, che si esibisce con Non fa per me.

E poi si esibisce ancora Sangiovanni, con il brano Tanti Auguri, di Raffaella Carrà.

Subito dopo, tocca ad Aka7even, con la sua versione di Hypnotized.

Prima di proseguire, Maria De Filippi mostra al pubblico le cover dei dischi realizzati dai tre artisti. Poi, annuncia che devono cantare solo una canzone ciascuno, prima di sapere chi andrà in finalissima.

Si esibiscono nell’ordine Sangiovanni, Aka7even, che canta il suo brano Yellow, e infine Deddy. Dopo la sua esibizione, si chiude il televoto per il circuito cantanti, e i giornalisti in collegamento si esprimono sui finalisti.

Amici 20 finale 15 maggio, il cantante della finalissima è Sangiovanni

La più amata dagli italiani questa sera balla con il più amato dalle italiane. Si esibiscono con un modernissimo Tuca Tuca” afferma Emanuele Filiberto per annunciare lo stacchetto di Stefano De Martino e Lorella Cuccarini. 

Poi, dopo una breve interruzione pubblicitaria, Maria De Filippi annuncia che il cantante scelto per la finalissima è Sangiovanni. Che, ricevuta la notizia, si commuove.

Amici 20 finale 15 maggio, il circuito di danza

Iniziano le esibizioni del circuito di danza, a partire da Giulia. Quindi, si esibisce Alessandro. “Difficile trovare un ballerino così sicuro di sè” afferma la Cuccarini.

Amici 20 finale 15 maggio

Poi, Giulia e Alessandro si alternano sul palco più volte, ogni volta con un pezzo differente. A sorpresa, durante l’esibizione finale di Giulia, suo padre le dedica un messaggio. “Sono fiero di te”.

Come accaduto per il circuito cantanti, prima di procedere i giornalisti in collegamento si complimentano con i due finalisti. Rudy Zerbi propone ad Arisa di ballare con lui il Tuca Tuca, ma lei rifiuta l’offerta. 

Il premio della critica: vince Sangiovanni

Tutti i finalisti sono chiamati sul palco per l’annuncio del vincitore del Premio della Critica. Lo consegna Stéphane Jarny, il nuovo direttore artistico della serale di Amici.

Renato Tortarolo, del Secolo XIX darebbe il premio a Giulia. Renato Franco del Corriere della Sera, invece, sceglierebbe Sangiovanni. Anche Mattia Marzi de Il Messaggero, Marco Mangiarotti di QN, Fabrizio Biasin di Libero premierebbero Sangiovanni.

Uno alla volta, i giornalisti esprimono le loro preferenze personali, indicando mano a mano Sangiovanni come il favorito. Alla fine, è proprio Sangiovanni a vincere il Premio della Critica.

Quindi, Arisa e Stash duettano sul palco. Cantano Caro amico di scrivo di Lucio Dalla.

L’esibizione di Pio e Amedeo, Giulia finalista per il circuito di danza

I comici Pio e Amedeo sono in studio ad Amici 20 per esibirsi. “Possiamo darci un bacio?” chiedono i due alla De Filippi. Lei inizialmente è restia, nel rispetto delle norme anti Covid. “Ma ci fai fare mille tamponi al giorno!” obiettano i comici. Così, alla fine entrambi ottengono il bacio a stampo richiesto con la conduttrice.

“Vogliamo festeggiare i vent’anni di Amici. Che poi sono anche vent’anni di carriera per noi. Come due anni fa, abbiamo preparato una lettera per te.” avvisano Pio e Amedeo.

“Maria te ne potresti stare a casa tua a farti i selfie con tuo marito, mettendo i denti di diamante come i rapper. Potresti fare le sgommate in motocross in salotto. E invece sei qui ad Amici. In un anno vai in vacanza dieci giorni.” affermano.

“Non sai quanto bene fai alle persone: sarai la prima Beata da viva.” continuano. “Ma poi, che nomi hanno questi concorrenti? Quando torneranno un Salvatore, un Marco… tutti Irama, Aka7even, Stash…”.

Infine, è annunciato il nome del finalista del circuito di danza: Giulia.

Amici 20 finale 15 maggio

La finalissima tra Giulia e Sangiovanni

Maria De Filippi apre ufficialmente il televoto per la finalissima. Il vincitore tra Giulia e Sangiovanni è scelto infatti unicamente dalle preferenze espresse tramite il televoto.

La sfida vede alternarsi Sangiovanni con il canto, e Giulia con la danza. Inizia Sangiovanni, e canta il brano Malibù.

La sfida prosegue, i giornalisti della giuria si complimentano con Sangiovanni e Giulia per le loro abilità. In particolare, poi, con gli tutti i finalisti autori di inediti, la vera sorpresa di questa edizione di Amici 20.

Anche Stash afferma che “Grazie a voi mi sono ricordato delle emozioni che provai quando partecipai ad Amici. A prescindere dal risultato, fuori da qui inizia tutto.”.

All’ennesima richiesta di Zerbi, Arisa cede e gli concede un Tuca Tuca. Quindi, la finalissima prosegue, e Sangiovanni canta Hype.

Il verdetto finale: Giulia vincitrice di Amici 20

“Una volta Sangiovanni mi ha scritto un bigliettino: ci vediamo in finale.” racconta Giulia. “Giulia ha sempre cercato di essere bella e diversa. Non sapeva di essere già bella e diversa, non doveva cambiare nulla di sè.” commenta allora Sangiovanni.

Elena D’Amario consegna il Premio Tim, del valore di 30.000 Euro in gettoni d’oro. La vincitrice è Giulia.

Segue il Premio delle Radio, per l’inedito di Amici 20 più trasmesso in radio, consegnato da alcuni rappresentanti delle principali radio nazionali. Il vincitore è Sangiovanni, con il brano Malibù.

Ci sono altri premi da assegnare. Tocca quindi al Premio Siae, del valore di 20.000 Euro in gettoni d’oro. Il premio è consegnato da Giovanni Caccamo. Sangiovanni è di nuovo il vincitore.

Poi, Giulia Pauselli attribuisce il Premio Marlù, 7000 Euro in gettoni d’oro, a ciascuno dei concorrenti.

Infine, è il momento del verdetto finale, l’elezione del vincitore di Amici 20. Prima, però, Gaia si esibisce con il suo nuovo singolo Boca.

Per l’ultima volta la De Filippi scopre la carta del vincitore di un confronto. E rivela che il vincitore di Amici 20 è Giulia.

Sangiovanni, invece, riceve il premio della categoria Canto.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Reazione a catena dal 7 giugno 2021 con Marco Liorni

Tutte le notizie, le novità e le curiosità sulla nuova edizione del game show condotto da Marco Liorni su Rai1.
Beatrice Martini

Pubblicato

il

Reazione a catena 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Parte il 7 giugno Reazione a Catena 2021. Il gioco preserale estivo di Rai1 è giunto alla sua 15ema edizione e ritorna con la conduzione di Marco Liorni. Il format resta uguale al passato, ma ci sono alcune novità.

Reazione a catena dal 7 giugno 2021 La Sfida dei Campioni

Eccezionalmente, quest’anno l’edizione 2021 sarà inaugurata da La Sfida Dei Campioni. Il torneo che, tradizionalmente, andava in onda negli anni passati, alla fine della stagione, ne rappresentava la parte conclusiva. Vengono selezionate otto squadre che si sono distinte nel 2020 non solo per la bravura, ma anche per la tenacia e la simpatia, in un campionato ad eliminazione diretta. Alla fine verrà eletta la squadra vincitrice.

Da martedì 15 giugno, invece, tornano a sfidarsi le nuove squadre. Ed ha ufficialmente inizio l’edizione 2021. Ritroveremo Le Ricongiunte, campionesse che avevano partecipato all’ultima puntata del 2020. Ed avevano battuto i supercampioni dell’anno I tre alla seconda che saranno tra le squadre che si battono per La Sfida dei Campioni.

“Reazione a Catena” conferma la sua formula vincente, mettendo alla prova l’intuito, la prontezza e la padronanza della lingua italiana dei concorrenti in studio e dei telespettatori. E proponendo ogni stagione più di 7.000 diverse associazioni di parole.

Oltre alla trasmissione televisiva, in onda su Rai 1 tutti i giorni dal 7 giugno al 26 settembre alle 18.45, si potrà giocare con le parole e le associazioni anche su carta con la rivista settimanale.

Le novità dell’edizione 2021

Reazione a Catena presenta delle novità nei giochi. Resta immutata la maggior parte delle gare, da Caccia alla parola alle catene musicali ed alle catene Una tira l’altra.  Immutabile L’intesa vincente come anche L’Ultima catena e L’Ultima parola.

In questo modo si permette a tutti divertendosi di scoprire o riscoprire alcune curiosità sulla lingua italiana. Si consente di fare ai concorrenti e a chi lo segue da casa, un po’ di “ginnastica mentale” che “rinfresca la mente”.

Ma la prima novità riguarda il gioco Quando, dove, come, perché. Si tratta della gara durante la quale i componenti delle due squadre devono indovinare una parola, seguendo una serie di indizi che descrivono “quando”, “dove”, “come” e “perché” relativi al termine da indovinare. Questo gioco viene semplificato anche nella parte economica, ovvero l’assegnazione della somma vinta per ogni risposta esatta.

Arriva anche un gioco nuovo, si chiama Zot e, annuncia Marco Liorni, sarà un vero e proprio sprint che porta i due gruppi di giocatori verso L’intesa vincente.

Come partecipare

Chi vuole partecipare come concorrente può rivolgersi al sito: www.rai.it/raicasting e www.reazioneacatena.rai.it

Qui ci sono gli appositi moduli da compilare per partecipare ai casting.

Prodotto nel Centro di Produzione Rai di Napoli, in collaborazione con la Sony Pictures Entertainment Srl, “Reazione a Catena” è un programma di Tonino Quinti, Francesco Ricchi, Stefano Santucci. E’ scritto con Simona Forlini, Danila Lostumbo, Christian Monaco, Ivo Pagliarulo, e con Giancarlo Antonini, Francesco Lancia, Alessandra Pagliacci e Alessandro Venditti

La scenografia, nuova di zecca e molto colorata, è realizzata da Flaminia Suri. La regia è firmata da Amedeo Gianfrotta


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it