La prova del cuoco | 28 maggio- 1 giugno | l’addio di Antonella Clerici

La prova del cuoco giunge al finale di stagione. Nell'ultima settimana di programmazione si ripercorre la storia del mezzogiorno di Rai1


Appuntamento alle 11:50 su Rai1, in diretta dal Nomentano3 in Roma, con l’ultima settimana di programmazione del cooking show.

Lunedì 28 maggio

Alle 11:50 circa, linea al GazzetTinto per l’anteprima de La prova del cuoco di questo lunedì 28 maggio 2018.  Tinto, inviato nelle Marche racconta il paesaggio, i prodotti e i piatti tipici di San Benedetto del Tronto (AP), bandiera blu dell’alto Adriatico.  A mezzogiorno Antonella Clerici saluta il pubblico dello studio 3 del centro Nomentano in Roma, proveniente oggi da Magione (PG), prima di raggiungere gli chef del giorno pronti ad affrontare il primo round della gara.

Alessandra Spisni, sfoglina emiliana, Sergio Barzetti, alias Mister Alloro, e Natalìa Cattelani, maestra super mamma e blogger, nelle cucine blu, gialla e rosa, propongono le ricette pensate per la stagione e per le occasioni: dal primo al dolce, un menù cui Luciano Mallozzi, sommelier, abbina un vino che esalti gusto e componenti.

Ultimo appuntamento con i viaggi nelle corti dello street food italiano, per Peppone, al secolo Giuseppe Calabrese; l’inviato più goloso de La prova del cuoco, saluta pubblico e conduttrice dalla sua Potenza, con un assaggio di ciambotta e di pancotto, due tra le specialità lucane più apprezzate.

Poco prima delle 13:00 il gong segna l’inizio della finale tra squadra del pomodoro rosso e squadra del peperone verde: i due concorrenti, con l’ausilio e la collaborazione degli chef – Francesca Marsetti e Gian Piero Fava – provano a guadagnare il primo punto per  aggiudicarsi i 30.000 euro in palio, che saranno assegnati il 1 giugno, al termine dell’ultimissima gara dell’anno.

A giudicare cuochi e concorrenti, dal 28 maggio al 1 giugno, Cristina Bowerman, chef stellata di origini pugliesi, chiamata ad assaggiare i menù pensati e realizzati dalle coppie ai fornelli, in un tempo massimo di 20 minuti, a partire da ingredienti racchiusi in un box dal contenuto segreto.

Martedì 29 maggio

Dopo l’omaggio del GazzetTinto a Padula (Salerno), Antonella Clerici dà il via alla seconda puntata della settimana, tra ricette, gare, approfondimenti.

La tensione dei primi 10 minuti di sfida, catapulta subito i concorrenti nelle cucine rossa e verde, dove il tempo a disposizione è poco ma l’attenzione richiesta è massima, per conquistare il palato della conduttrice con una proposta a tema, e portare a casa un importante vantaggio. Federico Quaranta, food storyteller ufficiale del programma, si aggira curioso tra le pentole messe sul fuoco da: Anna Moroni, Luisanna Messeri e Gianfranco Pascucci per dare notizie sugli ingredienti usati e svelare aneddoti sulla tradizione.

Dopo il sorteggio dei box segreti, Daniele Reponi, paninaro gourmet modenese alla corte di Antonella Clerici, mette tra due fette di fragrante pane, la sua idea di estate, nella cornice della splendida Sperlonga, Latina.

Mercoledì 30 maggio

Il pubblico dello studio Nomentano 3 di Roma è composto oggi dagli studenti dell’Istituto Alberghiero Pitoni di Pagani (Salerno). Antonella Clerici, dopo il primo round tra pomodoro rosso e peperone verde,  presenta le ricette casalinghe di Anna Moroni, e i piatti di Andrea Mainardi e Daniele Persegani.

Fabrizio Nonis, nel suo viaggio alla scoperta di eccellenze gastronomiche da conoscere e tutelare, torna nella sua Carnia per preparare un frico, a base di patate, cipolla, uova e formaggio latteria, tipico della regione.

Roberto Valbuzzi e Ambra Romani affiancano e sostengono i concorrenti nei 20 minuti finali: siamo al giro di boa della settimana, al terzo confronto valido per aggiudicarsi i 30.000 euro di montepremi messi in palio in questa XVIII edizione de La prova del cuoco.

Giovedì 31 maggio

Archiviato il primo verdetto della giornata, che consente ai finalisti di guadagnare un importante vantaggio per la prova finale, il menù de La prova del cuoco prevede un ampio capitolo dedicato alla tradizione. Spazio dunque al Campanile Italiano, un confronto aperto tra cucine regionali, dove a farla da padrone sono i piatti antichi, i prodotti autoctoni e il gusto che fa grande il patrimonio enogastronomico italiano.

Un tuffo nel passato riporta pubblico e conduttrice indietro nel tempo, con la cacio e pepe di Anna Moroni, la ricetta che la maestra, braccio destro di Antonella Clerici, propose al suo provino per il programma.

La dottoressa Evelina Flachi, nutrizionista specializzata in scienza dell’Alimentazione, nel suo ultimo intervento di questa stagione, conclude lasciando un decalogo per l’estate, una serie di consigli per ricercare il benessere a tavola.

Poco prima della gara delle 13:00, Bruno Vanzan, campione del mondo di flair, inviato de La prova del cuoco in un locale trendy di Roma, realizza uno dei suoi cocktail acrobatici, il summer sensation, a base di amarena e soda al limone.

Venerdì 1 giugno

La diretta è preceduta, come di consueto in quest’anno, dall’omaggio al territorio italiano del GazzetTinto, in onda oggi da Andalo, Trentino Alto Adige.

Per l’ultima volta Antonella Clerici fa il suo ingresso nello studio del Nomentano 3 in Roma. Una puntata di saluti, di sapori da rincorrere per tutta l’estate, di proposte, ma anche di verdetti importanti: si chiude infatti, la gara tra pomodoro rosso e peperone verde. Il vincitore, decretato dal verdetto emesso da Cristina Bowerman, chef stellata di origini pugliesi, si aggiudicherà il montepremi in palio di 30.000 euro.

La prova del cuoco è anche su Facebook e twitter; sulla pagina ufficiale è possibile lasciare commenti e interagire con il programma. Sul sito del programma www.laprovadelcuoco.rai.it ricette, notizie e biografie del cast.



0 Replies to “La prova del cuoco | 28 maggio- 1 giugno | l’addio di Antonella Clerici”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*