Domenica In | 16 settembre 2018 | Forfait della Lollobrigida per motivi di salute


Domenica In | 16 settembre 2018 | Diretta prima puntata. Il ritorno di Mara Venier, il programma da rilanciare, Romina Power, Gina Lollobrigida e Vittorio Feltri come ospiti. Seguite con noi la prima puntata live


È il giorno di Domenica In’ e Mara Venier. Lo storico contenitore domenicale di Rai1 torna oggi, alle 14:00, sulla rete ammiraglia di Viale Mazzini. L’obiettivo dichiarato è quello di ritrovare l’empatia con il pubblico per risollevare le sorti del programma, dopo i risultati non proprio esaltanti dello scorso anno.
Mara Venier è stata scelta dai vertici Rai perché considerata la più adatta per riallacciare i rapporti con i telespettatori. Dal canto suo, la presentatrice veneta si è dimostrata entusiasta di tornare sugli schermi che le hanno dato alcune delle più grandi soddisfazioni in carriera.

Domenica In’ sarà un rotocalco televisivo: riflessioni e dibattiti sull’attualità, interviste e intrattenimento. Nei giorni scorsi, la stessa Venier ha detto che proverà a raggiungere il suo obiettivo affidandosi ad ingredienti familiari al pubblico target di Rai1, di età medio-alta. Ma anche alla simpatia guadagnata negli ultimi anni – grazie alle esperienze in Mediaset è diventata “la zia d’Italia” – tra i più giovani.
Vedremo, dunque, la riproposizione del vecchio “Cruciverbone” – ideato da Gianni Boncompagni proprio per le prime edizioni di‘Domenica In’ condotte dalla Venier – affiancato al contest ironico “Una canzone per Mara”, durante il quale alcuni ragazzi si sfideranno cantando proprie canzoni dedicate alla presentatrice.

L’anteprima è un lungo ringraziamento commosso di Mara Venier – sulle note di “Eh…già” di Vasco Rossi – al Direttore di Rai1 Angelo Teodoli, all’ex Direttore Generale Mario Orfeo e a tutti i colleghi che le hanno dimostrato vicinanza per questo suo ritorno. “Dopo quattro anni sono finalmente tornata a casa”, ha detto la presentatrice.
Subito dopo, un video con cui Mara Venier vuole ricordare il collega e amico Fabrizi Frizzi. All’indimenticabile presentatore Rai è intitolato proprio lo studio da cui va in onda ‘Domenica In’, il Nomentano 3.

Il primo momento è dedicato al talk sul caso che ha coinvolto Asia Argento. L’attrice, figlia del regista Dario Argento, è stata suo malgrado protagonista negli ultimi mesi per il caso di molestie che ha sconvolto Hollywood: quello che ha coinvolto il produttore Harvey Weinstein. Vittima delle condotte violente del produttore americano, è poi stata controaccusata dal giovane attore statunitense Jimmy Bennet, che ha denunciato di aver fatto sesso con lei quando aveva 17 anni, contro la sua volontà. Un’accusa che le è costata anche il ruolo di Giudice a X factor 2018.

Lo schema alla base del talk è il classico – e discutibile – “Pro/contro”. Partecipano: l’Avvocato Annamaria Bernardini De Pace, la criminologa Roberta Bruzzone, lo scrittore Gianpiero Mughini, il giornalista Vittorio Feltri e Vera Gemma, amica di Asia Argento.
Come spesso accade in questi casi, la discussione è bloccata dalle posizioni cristallizzate dei “Pro” (Roberta Bruzzone, Vera Gemma e Maurizio Costanzo, apparso in un breve video) e dei “Contro” (Gianpiero Mughini, Annamaria Bernardini De Pace e Vittorio Feltri). Un confronto che, evidentemente, non vuole arrivare da nessuna parte e il cui unico obiettivo è quello di mettere in scena il gioco delle parti.
Chiuso il breve talk, arriva subito “Il tabellone”, cioè la rivisitazione del vecchio “Cruciverbone”. La Venier lo annuncia dicendo che è un momento-nostalgia, voluto fortemente da lei sia perché piaceva molto al pubblico, sia per ricordare Gianni Boncompagni.

Mara Venier è affiancata da Alessia Macari nelle vesti di “valletta”, come da tradizione del gioco.
In questi primi frangenti, la Venier sta dimostrando tutta la sua abilità naturale di entrare in confidenza con i concorrenti da casa. In generale, dall’inizio della puntata, al netto dell’emozione palpabile, la conduttrice sta facendo di tutto per creare un’atmosfera amichevole e rilassata. E ci sta riuscendo.
Da buona “zia d’Italia”, ha scherzato a lungo con il primo concorrente, un ragazzo di 27 anni con il quale ha messo in piedi un piccolo siparietto sulla sua vita affettiva.

Adesso è il momento della prima ospite: Romina Power.

Nei giorni scorsi si è discusso molto sulla presenza della Power, visto che Loredana Lecciso sarà ospite in contemporanea a ‘Domenica Live’. Mara Venier si è difesa dicendo che gli accordi con l’ex moglie di Al Bano erano stati raggiunti da molte settimane. Resta il fatto che Al Bano e Romina sono ospiti visti decine di volte nelle ultime stagioni televisive. Per quanto garantiscano partecipazione da parte del pubblico, una disputa sulla loro presenza sembra piuttosto sterile.

Le prime domande riguardano: l’essere diventata nonna, il rapporto con i figli, il matrimonio tra Cristel Carrisi e Davor Luksic, Al Bano. In questa fase, sembra di essere sintonizzati su ‘Domenica Live’. Il merito di Mara Venier è quello di manterene la discusisone su binari comunque più composti e meno civettuoli, ma potrebbe fare di più per ottenere un’intervista più ficcante e interessante.

Romina Power parla del suo amore per la natura, i posti isolati e la ricerca di una pace interiore che favorisca il suo benessere e la sua creatvità. Ma, dice, non ha ancora trovato il suo posto definitivo nel mondo. Il pubblico tenta di suggerirle che il suo posto è a Cellino San Marco, ma lei risponde dicendo che in Puglia si trova bene ma non può dire che il suo posto definitivo sia quello.
Poi racconta di come è tornata a cantare: lei scriveva e dipingeva e quella era la sua vita, quando è arrivata una telefonata dalla Russia di un impresario che voleva una reunion del suo duo con Al Bano. Disse di sì perché era un’offerta irrinunciabile e convinta dovesse trattarsi di un solo concerto. Invece, da quattro anni Al Bano e Romina non si sono mai fermati e continuano a cantare in giro per il mondo.

Andando avanti, l’intervista si fa più interessante parlando della conversione al Buddhismo, dell’incontro con Papa Wojtyla e di come è cambiata la sua vita affettiva. 

Segue un video da parte di Cristel Carrisi – la figlia di Al Bano e Romina – che saluta e ringrazia pubblicamente sua madre per esserle sempre vicino. Poi  la volta di un messaggio analogo di sua sorella Tyron Power, dagli Stati Uniti.

L’intervista si chiude con Romina Power che insegna a Mara Venier il “Qua, qua, qua” e con la conduttrice che lascia intendere possibili partecipazioni da parte della Power alle future puntate. Intanto, una sorpresa da New York: l’altra figlia di Al Bano e Romina, ovvero Romina Carrisi, in collegamento dalla metropoli statunitense alla ricerca di “Zia Michelina”, una sorta di web star di origini italiane.

Anche in questo caso, molto, troppo viene mutato da trovate che potremmo vedere nei programmi della concorrenza.
È arrivato il momento dei “Una canzone per Mara”, il talent ironico in cui giovani partecipanti si esibiranno cantando canzoni dedciate a Mara Venier. In giuria, oltre alla Venier e a Romina Power, viene presentato Amadeus, che esordisce con un caloroso “È tornata Mara!”. Conduce Nino Frassica.
“Una canzone per Mara” nasce da un’imbeccata di Vincenzo Salemme. L’attore napoletano ha ricevuto, tempo fa, un video di un ammiratore della Venier, alla quale dedicava una canzone esilarante. Una volta saputo di questo video, la presentatrice ha pensato con gli autori di inserire una sorta di talent, ispirato scherzosamente a quell’episodio, all’interno di ‘Domenica In’.

Il primo concorrente è Antonio Botta, un 34enne napoletano. Si presenta in maniera bizzara e con un pezzo che tutto sommato interpreta bene lo spirito del talent.

Tra gioco, comicità, ironia e un clima a tratti da Corrida di corradiana memoria, vince il ragazzo che l’ha presa cogliendo l’occasione per creare una piccola hit ch eha stregato tutti.

Un colpo di scena: Mara Venier annuncia che Gina Lollobrigida non potrà partecipare a ‘Domenica in’ perché ha avuto un incidente in casa ed è stata ricoverata in ospedale. Dovrebbe esserci tra pochi minui un collegamento in diretta con l’ospedale Sant’Eugenio di Roma.
Un suo collaboratore ha detto che la Lollobrigida ha avuto un sanguinemnto dal naso. L’allarme è nato dal momento che la diva assume anticoagulanti. I primi accertament in ospedale, comunque, sono rassicuranti.
‘Domenica In’
 riprende il suo normale corso con un nuovo collegamento con Romina Carrisi, a New York insieme all’anziana web-star “Zia Michelina”.

Nel frattempo, entra in studio anche Luisa Ranieri, l’attrice che esordirà questa sera su Rai1 con la fiction “La vita promessa”. Un lavoro, diretto da Ricky Tognazzi, che racconta una delle tante storie di emigrati italiani negli Stati Uniti.

Adesso un momento importante: l’intervista alla mdre di Tiziana Cantone, Maria Teresa Giglio.
Quello di Tiziana Catone è uno dei più gravi e tragici esempi di quanto sia pericoloso il fenomeno del revenge porn.

L’intervista va avanti tra ricordi di Tiziana Cantone, testimonianze e aneddoti sulla persona che era e il dramma che ha vissuto.
Parlare di certi fatti, mantenerli vivi in memoria e aumentare la consapevolezza del pubblico su temi così delicati è un dovere, oltre che una possibilità. Intento lodevole, tantopiù se – come annunciato da Mara Venier – ogni domenica ci sarà un appuntamento fisso di questo tipo. Ma farlo in questa maniera rischia di far sfociare tutto nella più classica “tv del dolore”, puntando al coinvolgimento emotivo del pubblico.

La prima puntata di ‘Domenica In’ 2018 finisce qui, tra luci ed ombre. Mara Venier e gli autori del programma hanno resettato lo show rispetto alla vecchia edizione, ammiccando senza fronzoli, con simpatia, temi e personaggi famigliari al grande pubblico di Rai1. Nessuna concessione ad esperimenti o finestre particolarmente innovative. Una sorta di “usato sicuro” che parrebbe aver raggiunto il suo obiettivo, grazie alle capacità di Mara Venier di creare un’atmosfera rilassata e amichevole come sfondo ai vari momenti. Il lato negativo di questo impianto è che abbiamo visto cose già incontrate nei vari programmi di infotainment pomeridiano oppure, peggio ancora, in programmi della concorrenza.
Insomma, pochi dubbi sul fatto che ‘Domenica In’ abbia funzionato, dando l’impressione di poter essere andata a segno per quanto riguarda gli obiettivi della vigilia. Qualche perplessità in più su come ci sia riuscita.



0 Replies to “Domenica In | 16 settembre 2018 | Forfait della Lollobrigida per motivi di salute”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*