X Factor 7 gioca la carta dell’internazionalità


la prosima edizione di X Factor con tutte le novità


Dal 26 settembre su Sky Uno riparte la caccia alla popstar della musica italiana dotata dell’ X Factor. Il celebre talent show, giunto alla settima edizione (la terza su Sky), si preannuncia carico di novità su tutti i fronti, perché – nonostante i grandi risultati della passata stagione – l’azienda è convinta che chi fa televisione debba avere il coraggio di rischiare e di cambiare.

E allora spazio prima di tutto ad una nuova location, un teatro in grado di ospitare 1200 persone nato in seguito alla riqualificazione urbanistica di Piazzale Udine, zona degradata di Milano; struttura che risponde alle numerosissime richieste degli appassionati di poter assistere dal vivo alla trasmissione, confermando come il pubblico sia una parte fondamentale del racconto di X Factor. Il secondo elemento di novità riguarda l’interazione digitale del programma, potenziata ulteriormente rispetto all’anno scorso. Attraverso l’app ufficiale sarà infatti possibile accedere al “backstage pass” per curiosare dietro le quinte durante la diretta e vivere in maniera ancora più tangibile le emozioni dei concorrenti. A questo si aggiungono giochi, sondaggi, l’applausometro e la possibilità di votare per il proprio concorrente preferito (il voto anche quest’anno è esprimibile tramite Facebook, Twitter, sms, sito ufficiale e MySky HD). Su Deezer e iTunes saranno disponibili le playlist dedicate al programma e le compilation con i brani eseguiti dai cantanti nelle performance settimanali. Se invece non volete perdere le reazioni a caldo dei giudici dopo le esibizioni e le loro espressioni che non sempre vengono colte dalle telecamere, allora la nuovissima “Judges Cam” disponibile con MySky HD è ciò che fa per voi.

L’essenza di tale edizione è racchiusa in una frase pronunciata da Simona Ventura nella prima puntata delle audizioni – di cui questa mattina in conferenza stampa è stata mostrata un’anteprima – : “Spero che X Factor riporti la musica italiana al livello che merita, quello internazionale”. Sicuramente la presenza di una popstar come Mika al tavolo dei giudici accanto ai confermati Elio, Morgan e la già citata Ventura avrà molto da dare in questo senso, e l’ex leader dei Bluvertigo ha confessato: “Mika ha già alzato il livello e con lui tutto è diventato più stimolante”. Durante le prime quattro puntate vedremo le diverse fasi dei casting (ci hanno provato in 60mila), anch’esse ricche di sorprese, come Fedez in veste di quinto giudice d’eccezione alle selezioni di Milano per valutare alcuni rapper. Saranno però gli “Home Visit” a riservare l’inaspettato: i capisquadra verranno affiancati nella scelta finale da ospiti davvero speciali (Marco Mengoni, Asia Argento, Boosta e Linus) in location molto suggestive, tra cui Berlino e Dublino. A loro volta i 24 superstiti godranno nella performance decisiva dell’accompagnamento della “Superband” composta da Federico Poggipollini, Sergio Carnevale, Marco Castellani e Megahertz che rivedremo anche nei live show, come svelato quest’oggi. Tra la puntata degli “Home Visit” e la prima diretta televisiva, il pubblico da casa avrà l’opportunità di far entrare in gara alla seconda puntata un concorrente escluso ad un passo dal palco di X Factor che, altra grande novità di questa stagione, in occasione della finale si sposterà nel tempio italiano della musica internazionale: il Forum di Assago.

La parola è poi passata direttamente ai giudici che hanno chiarito i propri obiettivi ed aspettative. Simona Ventura puntualizza che la sua permanenza dietro il bancone è dettata dalla volontà di dare un’opportunità ai giovani che la meritano e avvisa: “Cerco l’originalità, voglio scovare una star internazionale e non darò false illusioni”.

Elio non vede l’ora di entrare nel vivo della gara ed è felice di poter aiutare dei giovani artisti a stare di fronte ad un grande pubblico. “Spero che Mika insegni qualcosa alla musica italiana che da vent’anni si è data ad un bieco dilettantismo” ha aggiunto. Il più prolisso è come al solito Morgan che ammette: “Sono ancora qua perché mi diverto a fare X Factor, soprattutto quando vinco! La verità è che faccio musica tutto il giorno tutti i giorni, sono votato alla musica ed è di questo che voglio parlare all’interno del programma”. L’istrionico musicista svela anche l’ultima idea che ha avuto: quella della musica come cinema. “Per me Sky è cinema, e X Factor deve essere cinematografico. Mi piacerebbe realizzare degli arrangiamenti orchestrali e avere come ospite per una sera Pino Donaggio, il re della musica cinematografica italiana”.

L’ultimo a prendere la parola è stato Mika, la novità su cui si sta maggiormente concentrando l’attenzione degli addetti ai lavori e del pubblico. Dopo le iniziali paure, si è lasciato travolgere dall’energia del programma e dai suoi compagni d’avventura, che ha definito educati, preparati e allo stesso tempo pazzi. La difficoltà più grande che sta incontrando è quella di “choosare” (in alcune clip che vedremo giovedì l’artista inciampa in modo molto divertente in un italiano maccheronico con protagonista il verbo “scegliere”, “to choose” appunto, riproposto in conferenza in questa forma personalizzata) le canzoni italiane da affidare ai ragazzi, ma il collega Morgan sta già provvedendo e lui sembra apprezzare: “Amo De Andrè e Mina, amo il vintage italiano”. La collaborazione tra i due giudici potrebbe non limitarsi ad un semplice aiuto tra “compagni di scrivania”, dal momento che pare stiano lavorando anche ad un progetto musicale a quattro mani su cui non hanno voluto dire nulla: “Zitto!” ha intimato l’artista monzese in modo scherzoso a Mika.

Stesso atteggiamento, infine, da parte dell’azienda sull’indiscrezione degli ultimi giorni riguardante la partecipazione di Lady Gaga al primo live show del 24 ottobre: “Non confermiamo né smentiamo”, facendo intendere che effettivamente ci sono trattative in corso. “Ci sarà invece Simon Cowell – il padre del format – ma non sveliamo come”.



0 Replies to “X Factor 7 gioca la carta dell’internazionalità”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*