Il Collegio 4: dal 22 ottobre su Rai 2. Arriva Niccolò Bettarini

Diventa un programma familiare l'edizione 2019 del docu-reality: infatti la voce guida è di Simona Ventura, lo spazio Off è affidato a Niccolò Bettarini.


Martedì 22 ottobre prima serata alle 21:20, la seconda rete diretta da Carlo Freccero presenta la quarta edizione de Il Collegio. Saranno in tutto sei puntate.

Il docu-reality torna in una versione differente e con molte novità.

Il Collegio 4 | le novità della nuova edizione

Innanzitutto la scuola dove dovranno studiare i ragazzi è ambientata nel 1982. La voce narrante sarà di Simona Ventura che racconta la vita dei 20 studenti suddivisi in 10 ragazze e 10 ragazzi.

L’altra novità è rappresentata dalla seconda vita di cui potrà disporre in docu-reality. Infatti in contemporanea con la messa in onda, sulle piattaforme digitali di Rai 2 è possibile seguire Il Collegio Off.

Si tratta di un format studiato esclusivamente per il web. I conduttori sono la youtuber ed influencer Valeficent, all’anagrafe Valentina Varisco, e l’esordiente Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura. Il loro compito è di andare alla ricerca degli ex alunni che hanno partecipato alla terza edizione de Il Collegio. Il fine è di intervistarli e di avere da loro un’opinione su come la partecipazione al programma ha cambiato la loro vita.

Rivedremo sicuramente Cora e Marilù Fazzini, le studentesse che hanno più colpito l’opinione pubblica la scorsa edizione.

Altra novità dell’autunno 2019 è che, nello stesso giorno di messa in onda, Il Collegio arriva in libreria. Edito da Rai Libri, è stato realizzato un libro illustrato nel quale tutti coloro che hanno amato il programma, potranno ritrovare le storie dei loro beniamini, i retroscena sulla trasmissione, tutte le curiosità e le notizie che non sono mai state dette in video.

I 20 ragazzi che dovranno studiare in una classe del 1982, rappresentano una realtà distante dai protagonisti, ma non dai loro genitori. Infatti in quell’anno molti genitori probabilmente frequentavano la scuola media. Vedremo così qual è il divario tra il modo di studiare di 37 anni fa e quello invece degli adolescenti nati negli anni 2000, ovvero i cosiddetti millennials.

Il racconto metterà in evidenza non soltanto il modo di studiare, ma anche le caratteristiche degli adolescenti di allora nati e cresciuti senza internet, smartphone e social network. Vedremo quali sono i loro sogni, le debolezze, le aspirazioni e le caratteristiche di una generazione che si trova proiettata in un mondo completamente diverso.

Il Collegio 4 | ascolti

La terza edizione del docu-reality ha ottenuto un grande successo, soprattutto tra gli adolescenti, diventando un vero e proprio fenomeno di costume. Si pensi che è stata riproposta sia in replica su Rai 2, sia su Rai Gulp. E l’interesse delle nuove generazioni è rimasto sempre elevato.

Rispetto al passato le adesioni ai provini sono più che raddoppiate. Quest’anno oltre 22.000 ragazzi si sono iscritti ai provini e la selezione è stata anche abbastanza dura e complicata.

La quarta edizione spera di bissare il successo della precedente. Il segreto del gradimento del pubblico è tutto nel cast.

Il Collegio 4 | il set del programma

Anche quest’anno il set è il Collegio Convitto di Celana di Caprino Bergamasco, in provincia di Bergamo. Qui i 20 ragazzi entreranno per studiare secondo le regole scolastiche del 1982. Ricordiamo che la struttura è nata nel 1579 per volontà di San Carlo Borromeo. La prima utilizzazione è stata come collegio maschile e femminile e come istituto scolastico anche per gli studenti esterni.

La struttura era in grado di accogliere circa 1000 ragazzi. E tra gli studenti più noti c’è stato anche Papa Roncalli, salito al soglio pontificio con il nome di Giovanni XXIII.



0 Replies to “Il Collegio 4: dal 22 ottobre su Rai 2. Arriva Niccolò Bettarini”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*