I 60 anni della tv: Ballando con le stelle


Il talent show per Vip condotto da Milly Carlucci


Il programma è l’adattamento italiano del talent Stricthy come dancing, format britannico della BBC. Dal 2013 il programma è stato anche trasmesso in alta definizione su Rai HD ed è stato replicato su Rai Premium.

Da un po’ di anni gli italiani hanno scoperto una grande passione per il ballo ed allora ecco che circa dieci anni fa la Carlucci s’inventò questo programma per celebrare l’arte tersicorea a 360°, toccata in tutti i suoi generi: tango, bachata, twist, meregue, salsa.

Al programma partecipava regolarmente una giuria di esperti sia in ambito tecnico che in ambito artistico, attenta nel giudicare le prove di ballo sostenute dai ballerini. La giuria si componeva da quattro elementi fissi e un ospite a sorpresa per ogni puntata. I giurati erano attenti nel valutare l’aspetto prettamente tecnico nonché l’aspetto più artistico come costumi, presenza scenica, mimica facciale dei ballerini.

La particolarità di questo spettacolo era di unire ballerini veri e propri, campioni provenienti dalle scuole di danze, con personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport.

Dall’8 gennaio del 2005 al 7 dicembre 2013 sono state realizzate, con vari intervalli, a volte anche di mesi, se non con l’ultima volta di circa due anni, 9 edizioni. Come dicevamo, le coppie di ballo erano formate da ballerini professionisti e da personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport. Tanti avvenimenti sono successi in questi nove anni, grandi polemiche sono scoppiate, sono sbocciati amori e un matrimonio.

Tra i tanti personaggi che vi hanno partecipato ricordiamo le performance di Hoara Borselli (la prima vincitrice di Ballando con le stelle, in coppia con il maestro di danza Simone Di Pasquale), la vittoria di Cristina Chiabotto nella seconda edizione del varietà in coppia con Raimondo Todaro (proprio in questa edizione la Chiabotto conobbe Fabio Fulco, che ballava in coppia con Claudia Nicolussi e da allora stanno insieme felicemente innamorati), l’amore sbocciato nella terza edizione tra Massimiliano Rosolino e Natalia Titova, coppia di ballo e poi nella vita, le divertenti performance dei comici Maurizio Battista, Gabriele Cirilli, Massimo Boldi, la vittoria della quarta edizione di Emanuele Filiberto di Savoia in coppia con Natalia Titova, l’amore sfortunato sbocciato tra il calciatore Stefano Bettarini e Samanta Togni, una delle coppie della quinta edizione, la partecipazione di Ronn Moss, il “mascellone” di Beautiful alla sesta edizione, la vincita dell’ottava edizione da parte dell’idolo delle ragazzine, Andrés Gil, in coppia con Anastasia Kuzmina, nonché il finto amore, sempre in questa edizione, tra Lucrezia Lante della Rovere ed il suo maestro di ballo Simone Di Pasquale. Ma si ricordano anche il brutto ictus che ha colpito il giurato – giornalista Lamberto Sposini, alla vigilia dell’ultima puntata della settima edizione (tutt’ora in convalescenza), le polemiche dell’attore Lorenzo Crespi, fino a quelle su Anna Oxa nell’ultima edizione.

La giuria, stabile da alcuni anni, era formata dallo stilista Guillermo Mariotto, dal giornalista sportivo Ivan Zazzaroni, dal conduttore Fabio Canino e dalla coreografa Carolyn Smith, in qualità di presidente. Prima c’erano stati, fra i giurati, anche Heather Parisi, Roberto Flemack, Amanda Lear, Lina Wertmuller.

Nel corso degli anni, attorno al programma sono sorte delle controversie: quella più eclatante fu dell’estate 2011, quando Milly Carlucci, gli autori di Ballando con le stelle e la Rai presentarono un esposto al Tribunale Civile di Roma contro la trasmissione Baila!, in onda dal settembre 2011 su Canale 5 e condotta da Barbara d’Urso. Lo show di Canale 5, a detta della Carlucci, era un plagio del suo programma; richiese, quindi, il divieto di trasmissione. Il giudice accolse la richiesta della Carlucci e bloccò la trasmissione riconoscendo il plagio il giorno stesso della messa in onda della prima puntata del programma di Canale 5. Mediaset decise comunque di mandare in onda il programma impegnandosi a cambiare quelle parti del format che il giudice riscontrò essere uguali a quelle di Ballando con le stelle, annunciando che avrebbe presentato ricorso, respinto, però, il 23 ottobre 2011.

Baila!, comunque, non ha comunque riscosso il successo sperato ed è stato chiuso dopo sole 4 puntate sulle 8 previste a causa dei bassi risultati d’ascolto conseguiti.

Per l’ultima edizione, conclusasi lo scorso 7 dicembre 2013, la cronaca è ancora sotto i nostri occhi. Ha vinto la fiorettista Elisa Di Francisca con il maestro Raimondo Todaro. Il momento più brutto di quest’ultima edizione è stato l’infortunio di Anna Oxa che di puntata in puntata ha dato un grande apporto alla discussione e alle polemiche. Il momento più divertente? Sandro Mayer con la sua nuova capigliatura spuntata tutta insieme sulla sua testa.


                      



0 Replies to “I 60 anni della tv: Ballando con le stelle”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*