Connect with us

News

Le invasioni barbariche: le interviste del 5 marzo

Gli ospiti della Bignardi nella prima puntata in onda di mercoledì

Pubblicato

il

Gli ospiti della Bignardi nella prima puntata in onda di mercoledì
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il primo ospite in studio è il giornalista Beppe Severgnini, l’intervista inizia un po’ ironica, Daria Bignardi chiede al giornalista: “Cosa invidi di Jep Gambardella?”, “Le giacche”, risponde lui sorridendo. Si parla per qualche minuto del film italiano che ha vinto l’oscar, La grande bellezza di Sorrentino, “Perché all’estero è piaciuto così tanto il film?”, Severgnini risponde: “Perchè dimostra che l’Italia è la sede del congresso mondiale delle tentazioni e noi siamo ciò che loro vorrebbero essere qualche volta ma che non sono capaci di fare”.

Severgnini a Le invasioni barbariche

Dopo questa prima parentesi si inizia a parlare di politica, dell’incontro avvenuto a Berlino con Barroso e Angela Merkel, secondo il giornalista bisognerebbe fare un giorno senza Europa, perché solo così possiamo renderci conto di quanto sia importante. Ma si parla anche del monito dell’Europa all’Italia, i nostri conti non vanno bene e ci tengono d’occhio, “Beppe fanno bene a tenerci d’occhio?” chiede la conduttrice, “L’Italia – risponde- è come una bambina indisciplinata che ha bisogno di una babysitter tedesca”.
Beppe Severgnini sottolinea soprattutto un altro problema del nostro paese, “L’Europa è stufa del nostro parlare al futuro”, lui stesso si dice stufo, vorrebbe sentir parlare di presente. Inoltre, il giornalista fa capire chiaramente che ormai non si fida più della politica in generale, tutti dicono che faranno cose che invece poi non vengono messe in pratica.
In collegamento da Roma c’è anche Stefano Rodotà, giurista, accademico e politico italiano, che interviene spiegando la sua opinione sulla politica italiana.
La prima domanda riguarda la legge elettorale, Serve? Il giurista spiega che una nuova legge elettorale serve ma non perché oggi non si possa andare a votare con la legge attuale. Rodotà, si sofferma anche sull’incontro avvenuto tra Renzi e Berlusconi e Alfano, “I tre partiti – spiega il giurista – si sono accorti che dovevano difendere i propri interessi”.
Alla domanda “Pensa che Renzi sia l’ultima chance dell’Italia?”, Rodotà ridponde: “Aspettiamo di vedere cosa farà, ma sono sicuro che la promessa con la quale Renzi aveva sfidato Letta (Ius soli e unioni civili), non avrà una risposta tanto presto, inoltre la nostra politica non sa guardare al futuro”.

Per quanto riguarda il Movimento 5 stelle, Daria Bignardi chiede: “Cosa sta accadendo al movimento?” e il giurista risponde: ”Dopo le elezioni amministrative di maggio il Movimento non ha avuto un grande successo e io ho cercato di spiegare che questo avviene anche perché a livello locale è più difficile avere l’effetto Grillo, inoltre quando si entra nelle istituzioni si cambia poiché ci sono delle grammatiche da seguire”, continua poi Daria Bignardi: “Gli espulsi del M5S hanno annunciato che faranno un nuovo gruppo, è possibile?lei ci metterebbe la faccia?” la risposta è positiva. Le ultime domande sono sul futuro: “Cosa pensa che succederà?”, “Il governo durerà?”, “Cosa la preoccupa?” La risposta di Rodotà è molto diretta “Ho paura che la politica non riesca ad esprimere tutto quello che vuole dire ai cittadini – riprende poi il discorso sull’Europa iniziato da Beppe Severgnini – bisogna far capire ai cittadini europei che i loro diritti saranno più forti se faranno parte dell’Europa.
Salutato Stefano Rodotà, si continua con Beppe Severgnini, anche lui è d’accordo sul fatto che una leggere elettorale è necessaria perché se si andasse al voto ora non si riuscirebbe ad ottenere una maggioranza ed un governo. Tornando a parlare del nuovo Presidente del consiglio, per il giornalista, Renzi è un’occasione gigantesca per il centrosinistra. 

Severgnigni a Le invasioni barbariche
E’ obbligatoria poi una domanda sulla questione dell’Ucraina, “Cosa sta succedendo in Ucraina?, Si rischia la guerra?” chiede la conduttrice, “Cose gravi e preoccupanti – conferma il giornalista – Putin ha un cuscinetto di stati intorno e non sopporta di perdere l’ucraina, inoltre nel 2013 il 43% del gas italiano è arrivato dalla Russia, in questo senso noi dipendiamo dai russi e ci troviamo davanti ad un ricatto energetico. Una domanda è anche sul nuovo Ministro degli esteri Federica Mogherini, “Meglio la Bonino come ministro degli esteri?” Il giornalista risponde che sicuramente in un momento così difficile un ministro più esperto gli avrebbe fatto comodo. L’intervista finisce anche per lui con una domanda sul Movimento di Grillo, “Cosa sta succedendo al M5S?”, la risposta è molto chiara: “Sta accadendo che si passa dal movimento all’istituzione e Beppe grillo dovrebbe avere il coraggio di fare il capo del partito”.

Arisa a Le invasioni barbariche
La terza ospite è Arisa, vincitrice nella categoria “Big” della sessantaquattresima edizione del Festival di Sanremo, con il nuovo brano Controvento. “Tu non credi nei miracoli?Questa vittoria è stata un miracolo?” chiede Daria Bignardi mentre si avvicinano alla sua scrivania, “Io credo nei miracoli, tutta la mia storia è stata un miracolo” risponde la cantante. “Controvento è stato evocato anche da Matteo Renzi, lo sapevi?, chiede la conduttrice, “Non lo sapevo”, risponde un po’ ironica Arisa. La conversazione si sposta ovviamente sulla vittoria al Festival, “Tu e rocco Hunt siete i vincitori e tutti e due venite dal sud, è un caso?, “Non lo so – risponde la cantante – forse è perchè le persone del sud hanno più cose da dire ma meno modo di dirle”. La conversazione si sposta poi sulla sorpresa fatta ad Arisa a Domenica In, con una intervista alla mamma, “Eri commossa o arrabbiata?” chiede Daria Bignardi e la cantante risponde: “Un po’ tutte e due, non mi piace piangere in televisione e so che i miei genitori non sono contenti quando vengono messi davanti le telecamere, lo fanno solo per me”. Poi una domanda sul sua talento, “È vero che pensi che il tuo vero talento deve ancora esplodere?” risponde di si Arisa, e quando la conduttrice le ribatte “Il tuo talento non è la tua voce e la tua capacità di interpretare?” lei un po’ ironica commenta: “No, sennò riempirei gli stadi come Vasco Rossi”.

Arisa a Le invasioni barbariche

La chiacchierata continua con Arisa che racconta la sua vita da bambina, si descrive buona ma un po’ pazza. Qualche aneddoto divertente la riporta indietro nel tempo, come quando a scuola, per attirare l’attenzione e fare la parte della dura, sniffava il tabacco e le amiche le altre ragazze le camminavano lontane per paura di essere considerate matte come lei. La sua è una storia malinconica, di una bambina che non si è mai sentita parte del gruppo e lei stessa ammette: “Io ho una sorta di malinconia simpatica, un pessimismo ironico, fin da quando ero piccola”. Ma il desiderio più grande è proprio quello di tornare bambina. Si passa poi all’amore, “Pensi sempre che l’amore duri 3 anni?” chiede Daria Bignardi, “Si, non lo so, sto aspettando una risposta, ma comunque dopo 3 anni gli uomini cominciano a divenire distratti”, “Ma tu ci riesci ad amare?” continua la giornalista, “Si, di tanto in tanto si anche se io cambio idea ogni giorno”. “Dallo psicanalista ci vai ancora?”, chiede la conduttrice, sempre molto ironica Arisa risponde: “No, dovrei ma non ho molto tempo, magari potrei farlo su skype”. L’intervista finisce con Arisa che canta “Controvento” in una versione inedita.

Paragone a Le invasioni barbariche
Il quarto ospite della serata è Gianluigi Paragone, conduttore de “La Gabbia”, programma che fino ad una settimana fa andava in onda proprio il mercoledì sera e che invece ora andrà in onda la domenica sera. Per prima cosa si parla della sua trasformazione, da Direttore della Padania a  vicedirettore di Libero e anche di Rai2, “Ma il vero Paragone chi è?”, chiede Daria Bignardi “Chi mi conosce lo sa, il vero Paragone è quello tamarro”. Si inizia poi a parlare della sua carriera giornalistica, del suo divenire direttore del giornale La Padania, poiché il giornale andava molto male e bisognava far risalire le vendite, “Sono diventato direttore, ho fatto il giornalista, ho immaginato la Lega come un movimento rivoluzionario e ho anche votato per il partito della padania” conferma Paragone. Il giornalista racconta poi della sua esperienza in Rai come vicedirettore di Rai2. Si arriva poi a parlare del programma La Gabbia, un programma di vite, con un video che ripercorre i momenti più forti del talk. “Tu cosa vuoi rappresentare?”, chiede Daria Bignardi, “Vorrei essere solo uno che fa passare il microfono”. Si arriva poi a parlare di politica, di Renzi e del Movimento 5 Stelle, che secondo Paragone è molto forte nella nel pars destruens, meno nella pars costruens. L’intervista si fa poi più leggera, scopriamo che come Renzi, anche il giornalista è stato un capo scout, ci racconta come ha conosciuto la moglie e come è riuscito a conquistarla e della sua band. Una domanda anche su una questione che sta facendo discutere molto, “Cosa è successo con Paolo Barnard, opinionista de La Gabbia?”, “Aveva scritto un post molto violento sulle donne e io gli ho detto o chiedi scusa e rimuovi il post o sei fuori”. Scopriamo anche che troveremo Paragone a teatro con un monologo sulla crisi economica accompagnato da alcune canzoni, in studio Daria Bignardi fa portare anche una chitarra e l’ospite canta un pezzo in napoletano di Pino Daniele. La domanda finale, “Cosa ne sarà di te?”,  “Non lo so – risponde – ma sopportatemi ancora per un po’ perché ora mi sto divertendo”.

Barbieri a Le invasioni barbariche

Quinto ospite di Daria Bignardi è Bruno Barbieri, giudice della terza stagione di Master Chef Italia, di cui domani ci sarà la finale. Si parla di Master Chef, ricordando i tre finalisti, “Chi è il tuo favorito?” chiede Daria Bignardi, “Sono arrivati i migliori, noi non abbiamo regalato niente”. Si fa un po’ di gossip, si parla della sua nuovissima ragazza conosciuta alla mensa di Sky, poi un video ripercorre la terza stagione del programma di cucina. Le domande spaziano da un argomento all’altro, “Sai che l’animale più permaloso è la faraona? Commenta lo chef,  “E’ vero che sai far addormentare una gallina?” continua la giornalista e Barbieri inizia a raccontare: “Si, io prendevo la gallina, gli alzavo l’ala, gli mettevo la testa sotto l’alta e la facevo roteare 3-4 volte, se poi la poggi dorme almeno mezzora”. Si passa poi a parlare degli studi, già con la passione per la cucina si iscrive all’alberghiero, la prima esperienza è a Milano Marittima, durante la quale incontra uno chef, il primo a riconoscere il suo talento e che gli propone di andare a lavorare con lui su una nave.

Esperienza molto dura e impegnativa ma da li nasce il suo mestiere. Si parla anche del suo ristorante italiano a Londra, uno tra i più grandi e belli, “Ma cucinare a Londra, dove non c’è mai il sole, anche i miei piatti erano divenuti un po’ in bianco e nero” ammette. L’intervista si sposta poi sul suo nuovo libro “Via Emilia, Via da casa”, ricette e racconti d’infanzia, con foto e disegni e in studio arriva Geppi Cucciari, conduttrice, su Rai3, del programma “Per un pugno di libri”.
Daria Bignardi le lascia la scrivania e la conversazione si fa subito molto ironica. Si torna a parlare del libro e si finisce con una scenetta divertente, “Quanti panini con il salame riuscirà a fare lo chef in un minuto?” Tre, uno per lui, uno per Geppi e uno per Daria Bignardi.

La Cucciari a Le invasioni barbariche
Si continua poi solo con Geppi Cucciari.  Daria Bignardi cerca di capire come si è trasformata la vita dell’attrice comica, “Il pubblico come ha reagito al tuo cambiamento?”, chiede la conduttrice, “In questo periodo l’intrattenimento è un po’ in crisi, chi guarda la tv non ha la serenità che merita”.  Si parla un po’ di sport e delle giornate in palestra di Geppi, ma anche del film “Una donna per amica”, nel quale recita insieme a Fabio De Luigi e Laetitia Casta. Non manca qualche domanda sull’amore, il matrimonio e la convivenza. “Sei sempre la brava ragazza di una volta?”, chiede la giornalista, “Si” risponde senza alcun dubbio Geppi. Prima di passare all’ultimo ospite c’è un ultimo giochino, lo stesso che l’attrice comica fa nel suo programma su Rai3, bisogna sintetizzare la trama o la morale di un libro in 140 caratteri, questa volta sarà lei a giocare chiudendo in simpatia la sua intervista.
Ultimo ospite della serata è Vasco Brondi, cantautore italiano e ideatore del progetto artistico-musicale “Le luci della centrale elettrica”, che ha appena lanciato il suo nuovo album “Costellazioni”. L’intervista inizia e finisce con Vasco Brondi che canta un piccolo estratto della prima canzone del suo disco “La terra, l’Emilia, la luna”.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Stasera in tv 21 giugno 2021 – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 21 giugno 2021. Euro2020 prosegue su Rai 1 con la partita Finlandia - Belgio. Su Rai 3, le nuove inchieste di Report.

Pubblicato

il

Stasera in tv 21 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 21 giugno 2021. Su Rai 1 è in onda il match di EURO2020: Finlandia – Belgio. Invece, su Rai 3 il programma Report propone nuovi servizi e indagini. Di seguito tutta la programmazione prevista sui canali in chiaro, e alcune proposte dalle reti satellitari Sky Cinema.

Stasera in tv 21 giugno 2021

Stasera in tv 21 giugno 2021 – Programmazione Rai

Rai 1, alle 20,30 trasmette il match della Fase A valido per Euro2020 Finlandia – Belgio. La trasmissione della partita è a cura di Rai Sport. La telecronaca è di Ezio Capuano e Bruno Giordano.

Su Rai 2, alle 21:20 è proposto prima un episodio in prima visione TV Rai del poliziesco action Hawaii Five-0. Nello specifico, l’episodio dieci della stagione dieci, intitolato Rivalità. Segue dalle 22:05 un episodio di N.C.I.S. New Orleans. Si tratta dell’episodio 11 della stagione 6, il cui titolo è Sotto una cattiva Luna.

Rai 3 propone alle 21:20 Report. Il programma di Sigfrido Ranucci manda in onda ogni mercoledì nuovi servizi e indagini. Nella puntata di questa sera, sono previsti servizi inerenti la situazione dei tamponi in Italia ad oggi, giugno 2021. Come funzionano? Quali sono più attendibili, e quali meno? Il servizio è intitolato Far West Tamponi. E ancora, una inchiesta sui sindacati nazionali, intitolato Il minimo sindacale.

Stasera in tv 21 giugno 2021 – Programmazione Mediaset

Rete 4 trasmette una nuova puntata di Quarta Repubblica, alle 21.26. Il conduttore Nicola Porro affronta dibattiti di stringente attualità con ospiti in studio o in collegamento. Anche questa sera è previsto un focus sui vaccini e sulle riaperture degli esercizi commerciali; oltre a diversi approfondimenti sui casi di cronaca più rilevanti del momento.

Su Canale 5, sono proposte dalle 21.21 le puntate 20, 21 e 22 della prima stagione in prima visione tv di Mr. Wong – Lezioni d’amore. La storia tra Ozgur ed Ezgi prosegue, non senza difficoltà. Questa volta, devono confrontarsi con le ingerenze dei loro genitori, nel momento in cui si presentano, tutti contemporaneamente e senza preavviso, a casa loro.

Italia 1 propone dalle 21.22 il film La furia dei Titani (titolo originale Wrath of the Titans). Nel cast, tra gli altri, le star Liam Neeson e Sam Worthington. Perseo, il protagonista, sta vivendo una vita tranquilla con suo figlio, Helius. Tuttavia, gli dei stanno perdendo potere e influenza, a causa della mancanza di fede dimostrata dall’umanità. Così, perdono il controllo delle creature mitiche note come titani, che rischiano di insidiare il loro trono divino e distruggere il mondo. Perseo è l’unico in grado di aiutarli, salvando Zeus e combattendo i titani.

La programmazione di La7, TV8 e NOVE

La 7 manda in onda alle 21.15 Hunting Hitler, un documentario storico. Hunting Hitler indaga e fa luce sui documenti segreti secondo i quali il Führer sarebbe sfuggito alla morte alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Per rintracciarlo, e scoprire la veridicità di quei documenti, si sono susseguite numerose indagini dell’ FBI, tutte infruttuose. Però, il documentario propone alcune testimonianze inedite, per verificare se possono esistere risposte alternative. 

Su TV8 prosegue la messa in onda in replica degli episodi della stagione 1 di Gomorra la serie. Sono oggi trasmessi gli episodi 9 e 10; intitolati rispettivamente Gelsomina verde e Ora facciamo i Conti.

NOVE propone il film La mia vita è uno zoo (titolo originale We Bought a Zoo), dalle 21.25. Benjamin Mee (Matt Damon), è rimasto vedovo. La sua famiglia è allo sbando, e lui decide di usare i risparmi di una vita per acquistare un parco zoologico in disuso nella campagna inglese. L’obiettivo è rimetterlo in sesto e riaprirlo insieme ai figli, occupandosi deglie oltre duecento esemplari di animali esotici e in via d’estinzione presenti nello zoo. Nel Cast, oltre a Matt Damon, figurano Scarlett Johansson ed Elle Fanning.

Stasera in tv 14 giugno 2021 – I film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema.

Sky Cinema Canale 308, alle 21.00 manda in onda L’ultimo dei Mohicani (titolo originale The Last of the Mohicans), film storico del 1992. Uncas, il padre Chingachgook e il loro fratello adottivo Occhio di falco sono gli ultimi membri una tribù di nativi americani: i Mohicani. In seguito al rapimento delle figlie di un colonnello inglese, i due giovani sono arrestati pur se innocenti, e costretti a combattere come mercenari nella sanguinosa guerra fra i francesi e gli indiani.

Su Sky Cinema Canale 313, è trasmesso Godzilla II – King of the monsters, alle ore 21.15. Godzilla, un gigantesco rettile geneticamente modificato, nato nelle acque inquinate del Giappone, si risveglia dal suo lungo sonno sottomarino. Mothra, Rodan e il mostro a tre teste King Ghidorah hanno infatti iniziato una sanguinosa lotta per la supremazia sulla Terra. L’agenzia criptozoologica Monarch cerca di salvare l’umanità dal disastro, ma, nel frattempo, anche Godzilla prende parte alla contesa.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Detectives puntata 19 giugno, gli omicidi di Maurizio Minghella

Tutte le notizie sulla puntata che accende i riflettori sulla storia di Maurizio Minghella e sui suoi efferati delitti

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo appuntamento con Detectives, questa sera sabato 19 giugno su Rai 2. La trasmissione true crime di approfondimento giornalistico è realizzata in collaborazione con la Polizia di Stato.

Detectives puntata 19 giugno su Maurizio Minghella

Il titolo completo del programma è Detectives, casi risolti e irrisolti. La trasmissione mette al centro del racconto gli investigatori che hanno seguito in prima persona i casi più controversi e complessi di cronaca nera. Tutti vengono ripercorsi ed analizzati, attraverso i reali documenti d’indagine.

Nella seconda puntata, in onda sabato 19 giugno alle 22.40 su Rai2, Giuseppe Rinaldi si avvale della presenza in studio del Dirigente della PS Marco Basile. E, insieme a lui, racconta l’indagine geniale e sofisticata che ha posto fine alla lunga carriera criminale di uno dei più spietati assassini seriali che l’Italia abbia mai avuto nella sua storia: Maurizio Minghella.

Detectives 19 giugno

La storia di Minghella

Ecco la storia del criminale con alle spalle almeno otto omicidi

Tina è una prostituta moldava di 20 anni che vive a Torino. Nella notte tra il 16 e il 17 febbraio del 2001 viene assassinata e il suo corpo ritrovato lungo un canale di irrigazione nelle vicinanze di uno svincolo della tangenziale. Tina non è la prima prostituta che viene uccisa a Torino.

Per questi brutali delitti gli inquirenti iniziano a seguire la pista dell’omicida seriale che porta all’arresto di Maurizio Minghella. L’uomo era già stato condannato a Genova per quattro omicidi di ragazze e godeva del regime di semilibertà a Torino.

Proprio dall’omicidio di Tina parte una indagine a ritroso che porta alla luce altri efferati delitti di Minghella. In totale, al serial killer sono stati attribuiti otto delitti, anche se il numero delle vittime potrebbe essere molto più alto.

Una storia densa di colpi di scena in cui spicca la dedizione delle forze dell’ordine. Ma ci sono anche inquietanti risvolti psicologici. La puntata infatti non seguirà solo l’indagine di Polizia ma cercherà, con l’aiuto di un neuropsichiatra, il professor Roberto Delle Chiaie, di entrare nella mente di questo feroce assassino.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Catfish su MTV la nuova stagione e una striscia quotidiana dedicata alla comunità LGBTQI+

Torna su MTV il programma dedicato alle coppie nate su internet condotto da Nev Schulman e Kamie Crawford.

Pubblicato

il

Catfish MTV
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il produttore esecutivo e conduttore Nev Schulman e la co-conduttrice Kamie Crawford da domenica 20 giugno alle ore 22.50 tornano finalmente su MTV (canale Sky 130 e in streaming su NOW) con la nuova stagione in prima tv assoluta di Catfish, la serie che racconta le verità e le bugie delle relazioni nate online.

Catfish MTV coppie

Catfish MTV

Se da un lato i social network e i siti di incontri permettono di conoscere tante nuove persone, dall’altro sono un’arma a doppio taglio, perché ci si può imbattere in qualcuno che non è chi e come dice di essere! Catfish è il format a metà strada tra documentario e reality che si occupa proprio di confermare o smascherare chi si trova dall’altra parte dello schermo.

La serie si ispira all’omonimo film di Henry Joost e Ariel Schulman del 2010. Nev Schulman, protagonista anche del film, diventa produttore e conduttore della serie e inizia a seguire i casi di coloro che temono di essere vittime di un tentativo di “catfish”, termine con cui si indica una persona che finge di essere qualcun altro nascondendosi dietro una falsa identità creata sui social.

Durante il lungo anno di quarantena, con tanto tempo libero a disposizione e con la mancanza di interazioni sociali in tutto il mondo le persone hanno cercato contatti online, sia per amore, amicizia o altro. Ma non sempre le cose hanno avuto un lieto fine…In ogni episodio le persone in difficoltà contattano Nev e la co-conduttrice Kamie che indagano sul presunto “catfish” e organizzano un incontro rivelatore tra le due parti. Siete pronti a scoprire i protagonisti della nuova stagione?

Speciale Pride

Inoltre, in occasione del mese del pride su MTV (canale Sky 130 e in streaming su NOW) dal lunedì al venerdì vanno in onda due strisce quotidiane di Catfish – Speciale Pride, al mattino e al pomeriggio, con episodi legati alla comunità LGBTQI+.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it