Connect with us

News

Le iene shock: “gli onorevoli sono ladri di tasse”

anticipazioni sul servizio della Iena Filippo Roma sulle tasse dei parlamentari

Pubblicato

il

anticipazioni sul servizio della Iena Filippo Roma sulle tasse dei parlamentari
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Infatti il giornalista e scrittore Stefano Livadiotti ha denunciato che “un trucchetto riduce al 18.7 le tasse sulla busta paga di deputati e senatori”  Lo racconta nel suo libro “Ladri. Gli evasori e i politici che li proteggono”). Nel saggio, lo scrittore sottolinea anche come un manager che guadagni la stessa cifra, normalmente pagherebbe tasse per un’aliquota Irpef del 39,4% del proprio reddito. Filippo Roma incontra lo scrittore.

 Quasti sono ampi stralci dell’intervista e delle domande poste dalla Iena a alcuni parlamentari.

Iena: Ma sei sicuro di quello che hai scritto?

Stefano Livadiotti: Al Cento per cento. Non sono stato smentito

Iena: Come funziona questo trucchetto delle tasse di cui parli?

Livadiotti: Il parlamentare ha un’ indennità di mandato di circa 125.000 euro l’anno. A questi si sommano una serie di benefit che sono la diaria, il rimborso delle spese dell’esercizio del mandato parlamentare, le spese telefoniche e le spese di trasporto che non si capisce perché, dato che ha delle tessere per viaggiare gratis in aereo, in autostrada, in nave e in treno. La maggior di queste somme non entrano a far parte dell’imponibile, cioè sulla cifra sulla quale si calcolano le tasse dovute.

Iena: Queste voci di rimborso di cui parlavi sono veri rimborsi?

Livadiotti: No, non sono veri rimborsi come prova il fatto che per la maggior parte di queste somme i parlamentari non sono costretti a produrre una documentazione, fatture, ricevute, scontrini, come tutti gli altri lavoratori.

Iena: Quindi sono soldi che intascano senza dover rendicontare?

Livadiotti: Esatto

Iena: Quindi un onorevole paga molte meno tasse rispetto ad un cittadino che ha lo stesso reddito?

Livadiotti: Paga un’aliquota al 18,7% contro un’aliquota che pagherebbe un professionista che guadagnasse la stessa somma che è pari al 39,4%. Quindi più del doppio

Iena: Quindi paga la metà delle tasse

Livadiotti:

Iena: Ci confermi la definizione che hai scritto sul libro che “i politici sono ladri di tasse”?

Livadiotti: Pagano 40.000 euro l’anno di tasse in meno di un cittadino che guadagnasse quanto loro, quindi sono ladri di tassi e non è certo da loro che ci si può aspettare che una seria guerra all’evasione fiscale.

Filippo Roma: Le iene show

 Filippo Roma decide di chiedere spiegazioni in merito ai parlamentari. In molti se ne vanno senza rispondere, altri dicono di non saperne niente. Ma c’è chi conosce benissimo il problema e chi, addirittura, sa quale potrebbe essere la facile soluzione per risolverlo.

 Iena: Com’è possibile che voi deputati paghiate la metà delle tasse dei cittadini che hanno il vostro stesso reddito?

On. Renata Polverini (Forza Italia): Guardi, io sto andando dall’ortopedico. Sia gentile che sono pure in ritardo.

Iena: Non gliene frega niente di questa disparità di trattamento tra cittadini e deputati dal punto di vista fiscale?

On. Renata Polverini (Forza Italia): Non so di che mi parla, quindi mi informo

Iena. Parliamo del fatto che un deputato paga meno tasse rispetto ad un cittadino che ha lo stesso reddito

On. Renata Polverini (Forza Italia): Non lo so, adesso vedremo

 

 Iena: Lo sapeva?

On. Gianluca Buonanno (Lega Nord): Sì, l’ho sentito dalla televisione e poi da quello che hanno detto

Iena: è servita la televisione per farle apprendere questa discrepanza di trattamento tra un cittadino normale e un deputato

On. Gianluca Buonanno (Lega Nord): Sarà una colpa, non lo sapevo

 Iena: Com’è possibile che un deputato debba pagare la metà delle tasse rispetto a un cittadino normale?

On. Giancarlo Galan (Forza Italia): Ma non le so queste robe. Queste robe dovete chiederle a qualcun altro, io non le so. Non me ne occupo, non mi interessano.

Iena: Non è deputato lei?

On. Giancarlo Galan (Forza Italia): Sì

Iena: Lo sa che lei rispetto ad un cittadino che guadagna la sua stessa cifra paga di fatto un’aliquota del 18% rispetto a quella del cittadino del 39%?

On. Giancarlo Galan (Forza Italia): Me lo dice lei adesso, lo scopro adesso

Iena: E ora che lo scopre cosa ne pensa?

On. Giancarlo Galan (Forza Italia): Ma non penso niente. Adesso ci penserò e glielo dirò quando mi verrà…

 

Iena: è giusto che un cittadino e un deputato che hanno lo stesso reddito paghino la stessa aliquota fiscale?

On. Cècile Kyenge (Partito Democratico): (Non risponde, ndr)

Iena: Lei da deputato non si è mai posta questo problema? Si parla tanto dei problemi dei cittadini, dell’occupazione, delle tasse, e non vi preoccupate del fatto che avete un trattamento fiscale di favore rispetto ai cittadini?

On.Cècile Kyenge (Partito Democratico): (Non risponde, ndr)

 

Iena: è giusto che un cittadino e un deputato che hanno lo stesso reddito paghino le stesse tasse?

On Laura Ravetto (PDL): (Non risponde e si allontana, ndr)

 

Iena: Se un cittadino e un deputato hanno lo stesso reddito, è giusto che paghino le stesse tasse?

On. Rocco Buttiglione (UDC): Io non ho voglia di fare il buffone con lei. Faccia il suo mestiere con quelli che sono..

Iena: Non voglio che lei faccia il buffone, ma solo che risponda alla domanda.

On. Rocco Buttiglione (UDC): Vada a fare il buffone con qualcun altro

 

On. Bruno Tabacci (Centro democratico): Guardi, io le leggi me le sono trovate. Le voglio dire che io quando sono arrivato qui guadagnavo molto di più

Iena: Nessuno l’ha obbligata. Non sarebbe il caso di eliminarlo questo privilegio fiscale?

On. Bruno Tabacci (Centro democratico): Non mi interessa nulla, nel senso che io guadagno molto di meno

 

Iena: è giusto che gli onorevoli paghino le stesse tasse dei cittadini o che ne paghino di meno? È un problema che riguarda tutti, perché non risponde?

On. Angelino Alfano (Nuovo Centro Destra): (Non risponde, ndr)

 

Iena: Le sembra giusto che i deputati paghino la metà delle tasse rispetto ai cittadini?

Guglielmo Epifani (PD): Ci sono altre indennità che hanno altre funzioni che hanno diversa modulazione. Se si vuole però parlare delle cose questo è. Poi si può affrontare e si deve affrontare, e ci saranno le sedi per affrontarlo, ma è evidente che il parlamentare è esattamente come tutti i cittadini.

Iena: Non è tanto evidente

 

Iena: Pure i privilegi fiscali dovete avere ora? Come mai pagate la metà delle tasse rispetto ai cittadini?

On: Michela Biancofiore (Forza Italia): Abbiamo la legge elettorale, quale metà delle tasse. Arrivederci

 

Iena: A parità di reddito, è giusto che un cittadino e un deputato paghino le stesse tasse?

On. Gianni Farina (Partito Democratico): Naturalmente è giusto, dove sta il problema

Iena: Il problema è che nei fatti non è così

On. Gianni Farina (Partito Democratico): è così, lei racconta storie, è proprio così

Iena: Racconto fatti, purtroppo è così

On. Gianni Farina (Partito Democratico): No, no

 

Iena: A parità di reddito è giusto che un deputato paghi le stesse tasse di un cittadino?

On. Daniele Capezzone (Forza Italia): Quando avrete voglia vi racconto tutto quello che abbiamo fatto per i cittadini noi di Forza Italia in questa legislatura a partire dalla riforma di Equitalia.

Iena: Parliamo di questa cosa specifica

On. Daniele Capezzone (Forza Italia): Non faccio interviste per strada

 

Ma ci sono anche onorevoli che fanno capire di conoscere benissimo il problema.

 On. Pippo Civati (PD): Indennità, rimborsi, diarie etc. poi c’è il fatto che se noi assumiamo un collaboratore c’è un passaggio di denaro che riguarda il parlamentare. Come vede 3.000 più 2.000, sono troppi i soldi che girano intorno alla politica.

 On. Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia): Da noi è più alta la quota di soldi che il parlamentare si mette in tasca. Questo per paradosso penalizza quelli che lavorano, perché quelli che non fanno niente si mettono tutto in tasca e quelli che lavorano invece li utilizzano per i collaboratori e tutto quanto. Quindi ovviamente è un meccanismo che non funziona.

 

On. Osvaldo Napoli (Forza Italia): C’è da modificare la legge. Devono pagare tutti le stesse tasse

Iena: Quale legge?

On. Osvaldo Napoli (Forza Italia): La legge che i deputati hanno una parte che non pagano tasse. E quindi è giusto che paghino le tasse come gli altri

Iena: Lei dice tante belle parole, ma nei fatti…

On. Osvaldo Napoli (Forza Italia): Ascolti, d’altra parte non è colpa mia. Sono andato contro la legge?

Iena: No

On. Osvaldo Napoli (Forza Italia): E allora basta

Un servizio de Le iene show

 

Ci sono anche parlamentari che non solo conoscono il problema, ma sanno anche quale potrebbe essere una facile soluzione.

 On. Gianni Farina (Partito Democratico): Secondo me qui c’è un errore e l’errore sa dov’è? E io sono d’accordo per il cambiamento.

Iena: Dov’è?

On. Gianni Farina (Partito Democratico): Tutte le spese dovute a diarie, a spese per collaboratori ect. dovrebbero essere pagate direttamente dall’assemblea e non date all’interessato. Io sono per questa soluzione. Ora non è così e bisogna cambiare

 

On. Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia): Sennò che succede? Che quelli che vengono, per paradosso, puniti sono quelli che fanno la politica, mentre quelli che non fanno niente…soprattutto con una legge di nominati, cioè con una legge elettorale che chi nomina il parlamentare tecnicamente può stare qui 5 anni a non fare niente, salvo schiacciare il bottone come ti dice il partito. Per cui tu vai a privilegiare questi che non fanno niente e che non hanno soldi da spendere per l’attività, e se li intascano, e invece te la prendi con quelli che con quei soldi ci fanno attività politica. Sono per fare sì che i parlamentari non prendano più di 5.000 euro e, però, vengano messi nella condizione di lavorare come accade nell’Unione Europea. Per esempio, se tu hai un dipendente da assumere, lo fai assumere dall’Istituzione. E poi far trattare tutto il resto direttamente dalla Camera dei Deputati, senza mettere in tasca al parlamentare dei soldi per organizzare l’attività, è oggetto di proposte che noi abbiamo formalizzato. Su questo io sono d’accordo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Romano, ma cittadino del mondo, appassionato di viaggi e sport. Lo streaming è per me indispensabile: grazie a questo strumento riesco a conciliare viaggi e lavoro. Oltre la tv amo anche il cinema classico. Colleziono libri da viaggio.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Paperissima Sprint 2021 su Canale 5, torna l’edizione estiva con Brumotti e le ex-veline Shaila e Mikaela

Paperissima Sprint, l'edizione estiva 2021, torna su Canale 5 a partire da lunedì 14 giugno, condotto da Vittorio Brumotti.

Pubblicato

il

Paperissima Sprint 2021 Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Paperissima Sprint torna su Canale 5 a partire da lunedì 14 giugno 2021, alle 20.35 circa. L’edizione estiva del varietà di Antonio Ricci è condotta per il terzo anno consecutivo dal medesimo team composto da Vittorio Brumotti, dalle ex-veline Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva, e dal Gabibbo.

Paperissima Sprint 2021 Canale 5, il format

Il format, negli anni, è rimasto il medesimo. Quindi, il varietà propone nel corso di ogni edizione nuovi sketch divertenti, e inediti filmati di “papere”; ovvero, gaffe ed errori di persone comuni, ma anche di attori, e personaggi televisivi. I filmati non sono esclusivamente italiani; bensì,  provengono da tutto il mondo. Inoltre, come di consueto, nella trasmissione trovano spazio anche i filmati inviati dagli spettatori da casa. Infatti, chiunque può inviare le proprie registrazioni al sito ufficiale www.paperissima.mediaset.it

Vi ricordiamo che Paperissima Sprint è un programma di Antonio Ricci, scritto con Lorenzo Beccati e con Alessandro Meazza, Fabio Nocchi e Carlo Sacchetti. Inoltre, la regia è affidata a Mauro Marinello.

La storia del varietà Mediaset

Lo sportivo Vittorio Brumotti è giunto alla nona conduzione televisiva di Paperissima Sprint. Mentre le ex-veline Shaila e Mikaela detengono attualmente il record assoluto di partecipazione alle puntate di Striscia la notizia. Infatti, hanno partecipato a ben 886 puntate, da settembre del 2017, in quattro edizioni del programma.

Infine, il Gabibbo non ha probabilmente bisogno di presentazioni. La mascotte di Striscia è infatti una presenza fissa su Paperissima Sprint dalla sua prima edizione nel 1990. All’epoca, Paperissima Sprint era in onda su Italia 1, sotto forma di edizione speciale di Paperissima.

A Paperissima Sprint, inoltre, si sono susseguiti come conduttori stagione dopo stagione numerosi volti noti della televisione italiana. Fra cui il celebre Mike Bongiorno, Michelle Hunziker, Serena Grandi, Miriana Trevisan; Naike Rivelli, Antonella Mosetti, Eva Henger, Edelfa Chiara Masciotta; e ancora Juliana Moreira, Giorgia Palmas, Vittorio Brumotti; e poi Valeria Graci, Alessia Reato, Maddalena Corvaglia. Infine Roberta Lanfranchi, Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv 14 giugno 2021 – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 14 giugno 2021. Report va in onda su Rai 3 con nuove inchieste. Rai 1 trasmette la partita di EURO 2020 Spagna - Svezia.

Pubblicato

il

Stasera in tv 14 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 14 giugno 2021. Su Rai 1 è in onda il match di EURO2020: Spagna – Svezia. Rai 3 propone invece le nuove indagini di Report. Di seguito tutta la programmazione prevista sui canali in chiaro, e alcune proposte dalle reti satellitari Sky Cinema.

Stasera in tv 14 giugno 2021

Stasera in tv 14 giugno 2021 – Programmazione Rai

Rai 1 trasmette alle 20.30 la partita di Euro 2020 Spagna – Svezia. La diretta è a cura di Rai Sport Siviglia. La partita fa parte della Fase A, Girone E. Dario Di Gennaro e Andrea Agostinelli curano la telecronaca del match.

Rai 2, invece, propone a partire dalle 21:20 prima una puntata di Hawaii Five 0, l’episodio 9 della stagione 10 intitolato Ringraziamento con delitto. Poi, alle 22:05, è in onda una nuova puntata in prima visione Rai di N.C.I.S. New Orleans; si tratta dell’episodio 10 della stagione 6, intitolato Occhio per occhio.

 Su Rai 3 è in onda Report, con nuovi servizi e indagini dalle 21.20. Focus sui fondali del Mar Jonio, nei pressi di Reggio Calabria, dove alcuni sommozzatori avrebbero individuato un piroscafo, probabilmente affondato dalla ‘ndrangheta per nascondere i segreti della strage di Capaci. E poi: un nuovo servizio su Amazon e la gestione dei lavoratori. Infine, un approfondimento sulla reale sicurezza delle app di messaggistica istantanea.

Stasera in tv 14 giugno 2021 – Programmazione Mediaset

Rete 4 manda in onda una nuova puntata di Quarta Repubblica, alle 21.26. Nicola Porro affronta dibattiti di stringente attualità con ospiti in studio o in collegamento. Previsto un focus sui vaccini e sulle riaperture, e diversi approfondimenti sui casi di cronaca più rilevanti del momento.

Su Canale 5, sono proposte dalle 21.21 le puntate 12, 13 e 14 della prima stagione in prima visione tv di Mr. Wong – Lezioni d’amore. La giovane e bellissima Ezgi ritiene di essere molto sfortunata in amore. Tanto che, ultimamente, ha perso le speranze di poter incontrare l’uomo dei suoi desideri. Poi, però, conosce Özgür, il suo avvenente vicino di casa. Lui è però un vero donnaiolo, incapace di avere una storia d’amore duratura.

Italia 1 trasmette Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie, alle 21.22. Fa parte della trilogia ispirata al cult di fantascienza Il pianeta delle scimmie. Racconta, nello specifico, gli avvenimenti che precedono la pellicola del 1968, raccontando come avvenne la caduta del genere umano in favore di scimmie iper-intelligenti e aggressive.

La programmazione di La7, TV8 e NOVE

La 7 propone la commedia Julie & Julia alle 21.15. Il film racconta la storia di due donne; Julia è un’affermata cuoca icona della televisione, mentre Julie è solo un’annoiata trentenne che vuole disperatamente cambiare vita. Così, anche se non ha alcun talento in cucina, Julie apre un blog dove si cimenta con le ricette presenti nel libro di Julia. Nel cast sono presenti molte star di Hollywood come Meryl Streep, Amy Adams e Stanley Tucci.

Invece, su TV8 prosegue la replica degli episodi della stagione 1 di Gomorra la serie. Sono oggi trasmessi gli episodi 7 ,intitolato Imma contro tutti, e 8, intitolato La scheda bianca, a partire dalle 21.30.

NOVE, dalle 21.25 manda in onda il film Il vento del perdono (titolo originale An Unfinished Life). Nel cast sono presenti, fra gli altri, Robert Redford, Jennifer Lopez e Morgan Freeman. Dopo la morte del suo primogenito, Einar Gilkynson cade in depressione. Il suo matrimonio fallisce, e il suo ranch è ormai quasi in rovina. L’unica persona con cui interagisce è il suo fedele amico Mitch. Un giorno, però, Einar conosce Jean, la moglie del suo defunto figlio. E incontra così la sua nipotina undicenne Griff; riuscirà la piccola a far breccia nel cuore di Einar?

Stasera in tv 14 giugno 2021 – I film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema.

Sky Cinema Canale Uno trasmette alle 21.15 il film del 2020 Wonder Woman 1984. La regista Patty Jenkins dirige Gal Gadot, Kristen Wiig e Chris Pine nel sequel con la supereroina DC Wonder Woman; che, stavolta, deve difendere la Terra da un ricco imprenditore, e da una donna che ha scelto la via del male, mal consigliata da una divinità maligna.

Infine, su Sky Cinema Canale 316 è in onda alle 21.15 il film d’esordio del comico Checco Zalone: Cado Dalle Nubi. Checco, interpretato da Zalone stesso, è un musicista esordiente dalla mentalità retrograda, che decide di allontanarsi dalla Puglia per tentare una carriera canora.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Il vecchio e la bambina film, al via le riprese – trama, cast, anticipazioni

Partono le riprese del docufilm ispirato a Ernest Hemingway. L'obiettivo è di promuovere i territori del Veneto

Pubblicato

il

Maria Grazia Cucinotta Il vecchio e la bambina
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono iniziate lo scorso 8 giugno le riprese de Il vecchio e la bambina, il docufilm ambientato tra le splendide location del Veneto.

Il film vuole, infatti, ripercorrere tutti i luoghi del territorio dove Ernest Hemingway ha vissuto, dalla Grande Guerra in poi, in un viaggio in cui lo scrittore e la nipote sono i protagonisti.
Tra incontri speciali, luoghi e ricordi, Hemingway viene rievocato in tutta la sua grandezza.

Il vecchio e la bambina film Maria Grazia Cucinotta

Il vecchio e la bambina – l’iniziativa

Il vecchio e la bambina non ha solo l’obiettivo di omaggiare lo scrittore americano ripercorrendo alcuni dei suoi momenti più intimi.
Lo scopo del docufilm è anche di accrescere l’attrattiva turistica dei territori dei GAL veneti. Questi sono: Venezia orientale, Montagna e pedemontana Vicentina, Colli Euganei e bassa Padovana, Medio Polesine e Alta marca Trevigiana.
Il film nasce, infatti, grazie alla partnership tra Corrado Azzollini e HGV Italia, in occasione del progetto di cooperazione internazionale “Veneto rurale”.
I gruppi promuovono il progetto grazie al finanziamento della Misura 19 – Sviluppo Locale Leader del PSR 2014-2020 della Regione Veneto.

La Regione Veneto, la Fondazione Veneto Film Commission e la Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo, sostengono l’intero progetto per un valore di 450.000,00 euro.

Giorgio Fregonese, Presidente di VeGAL, gruppo capofila del progetto, dichiara che “la valorizzazione del patrimonio naturalistico storico-artistico ed enogastronomico dei nostri territori, è l’obiettivo principale del progetto condiviso fra i GAL e contribuisce alla strategia di promozione turistica della Regione Veneto.”
Abbiamo creduto e investito molto nella realizzazione di questo film documentario – continua – che racconterà i territori rurali dei GAL attraverso un viaggio evocativo nell’intento non solo di far conoscere luoghi e paesaggi che li contraddistinguono, ma anche di emozionare lo spettatore ed alimentare il desiderio di progettare viaggi futuri con destinazione le aree rurali venete“.

Sebastiano Rizzo Il vecchio e la bambina

Regia e produzione del docufilm ispirato a Hemingway

Alla regia de Il vecchio e la bambina c’è Sebastiano Rizzo, ex volto di fiction di successo come Distretto di Polizia, Squadra Antimafia e Don Matteo. Nel 2015 l’attore ha esordito nella regia cinematografica in Nomi e cognomi. 
Nel cast ci sono Totò Onnis, con cui il regista aveva già precedentemente collaborato in “Nomi e cognomi”, e Maria Grazia Cucinotta. L’attrice mostra il suo entusiasmo per il ruolo delicato che ricopre: “Nel film faccio la nonna. Spero di diventare nonna, intanto faccio le prove. Sono contenta di questo ruolo, in molte attrici avrebbero paura di perdere la loro freschezza, io no. Lotto contro tutti i tipi di pregiudizio femminile (e non solo).”
La produzione è di Corrado Azzollini per la Draka Production, di cui lui stesso è il produttore.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it