Servizio pubblico tenta di risalire la china degli ascolti


anticipazioni sulla puntata e gli argomenti del programma di Michele Santoro


 Intanto il titolo della puntata in onda questa sera in prima serata su La7 è significativo “Adesso spera!” E a sperare sono in molti, a iniziare dallo stesso padrone di casa che dovrà fare i conti anche con la par conditio. Intanto si torna a parlare della situazione politica e dell’andamento del governo, quindi del Premier Matteo Renzi che ha incontrato il Presidente Obama in visita in Italia. Tra gli ospiti di Santoro, questa sera, ci saranno Gino Strada fondatore di Emercency,  Maurizio Landini leader della Fiom, il giornalista Federico Rampini che ha seguito la tappa italiana del viaggio in Italia di Obama, Mario Mauro ex ministro della Difesa del governo Letta e presidente dei Popolari per l’Italia.

Nel corso della puntata viene ricordato come, nel 2009, il Time azzardò l’ipotesi che Matteo Renzi avrebbe potuto essere il Barack Obama made in Italy. Una analisi che, a cinque anni di distanza, sembrerebbe non essere poi così tanto azzardata.

La puntata di Servizio pubblico si soffermerà, in particolare, proprio sulla figura di Obama e sulle dichiarazioni fatte dal Premir qualche giorno fa. “A Obama”, aveva anticipato Renzi, “chiederò anche alcuni consigli soprattutto nel settore economico, sui motivi in base ai quali, negli USA la disoccupazione sta lentamente scendendo e le aziende ritornano man mano a investire. Ma gli farò anche notare i progressi fatti dal nostro paese negli ultimi tempi, progressi e passi avanti per uscire dalla crisi di cui sono particolarmente fiero”.

Anche in Italia la fiducia dei cittadini nella ripresa pare aumentare, sia pure in maniera lenta. Lo stesso era accaduto negli USA. Ma Santoro e i suoi ospiti si chiederanno: è sufficielnte solo l’ottimismo per risolvere davvero i problemi che sono visibili quotidianamente? E come far fronte ad una situazione davvero drammatica: ridistribuire la ricchezza in maniera più equa facendo in modo che i grandi capitali non siano accumulati in poche mani. La disoccupazione ha prodotto circa dieci milioni di disoccupati con fortissime sperequazioni sociali, soprattutto un forte indebolimento del ceto medio che rischia di ritrovarsi nella condizione di povertà annunciata.

Sarà difficile avere una soluzione per ognuno di questi problemi. Ma Michele Santoro ci proverà, nella speranza che l’interesse per le tematiche generi automaticamente spettatori sul suo canale.Accanto al padrone di casa i suoi ospiti fissi tra cui Travaglio e Vauro.



0 Replies to “Servizio pubblico tenta di risalire la china degli ascolti”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*