Temptation Island, arriva la condanna del Moige


il comunicato del Moige riguardo alla prima puntata di Temptation Island


                                                                                                

Lo show, già ieri sera, ha suscitato l’attenzione degli spettatori, che hanno subito preso di mira  Bisciglia, ex concorrente della sesta edizione del Grande Fratello, per la sua conduzione priva di carisma. In breve tempo infatti, Temptation Island è diventato trending topic su Twitter, schizzando subito alla prima posizione.

Inoltre non è stato apprezzato nemmeno il suo modo di esprimersi, consono più alla partecipazione di un reality che al ruolo di presentatore di una trasmissione di prima serata. E la condanna da parte di Twitter è stata totale.

Alcuni inoltre hanno subito notato quanto i concorrenti sembrassero appena usciti da un casting di modelli: Temptation Island è sembrato ai più la trasposizione di Uomini e Donne su una spiaggia. Tutti troppo belli e patinati per essere credibili.

Infine,il popolo del web e non solo, si è interrogato sul perchè il linguaggio colorito dei partecipanti non sia stato bloccato. Perchè nessuno prima della registrazione ha avvertito i partecipanti che non dovevano usare termini volgari? E, nonostante la prima serata e nonostante la puntata fosse registrata, non ci si è preoccupati di coprire le numerose parolacce con degli opportuni “bip”. Probabilmente dunque, lo scopo era proprio attirare l’attenzione anche con la volgarità.

Ebbene, questo debutto ha fatto discutere, e ora, a tal proposito, si esprime anche il Moige, il Movimento Italiano Genitori. Il Moige ha trovato la trasmissione una “vera a propria pornografia dei sentimenti” con “situazioni pensate ad arte per favorire le tentazioni”. Non vi anticipiamo altro, ma vi rimandiamo direttamente  al comunicato, che vi riportiamo testualmente. 

Eccolo:

“Il titolo è già tutto un programma. Abbiamo assistito a una vera e propria pornografia dei sentimenti, altro che viaggio all’interno dei rapporti amorosi, come vogliono far intendere gli autori. I meccanismi del reality sono tutti giocati tra cinismo e perversione, le situazioni pensate ad arte per favorire le tentazioni. La convivenza tra single e fidanzati durerà 21 giorni, ma già alla prima puntata un paio di coppie vanno in tilt. Che messaggio diamo ai ragazzi che guardano? In un’epoca in cui è tutto precario, viene lasciato intendere che anche i sentimenti lo siano. Non si mette alla prova la propria fedeltà infilandosi in una situazione rischiosa. Sarebbe come se un soggetto sano volesse dare prova della sua salute andando in un reparto di malattie infettive senza precauzioni. Dunque, non solo la formula del programma è perversa, ma anche i protagonisti scelti, ovvio, cavalcano la situazione con eccessiva disinvoltura. L’ennesimo prodotto trash di una rete che aveva promesso di essere meno volgare”.



0 Replies to “Temptation Island, arriva la condanna del Moige”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*