Giffoni Film Festival: è il giorno del giudizio per i ragazzi


i giurati devono decidere il loro film preferito


                                                                                                    

Una decisione di grande responsabilità, un delicato compito che si rinnova ogni anno con l’avvicendarsi dei giurati. E come in ogni edizione, anche se è difficile azzardare previsioni, alcune indiscrezioni pure sono circolate all’interno della Cittadella del cinema di Giffoni. Infatti, a sentire i pareri di chi frequenta la Cittadella, qualche favorito c’è tra i film presentati finora.

Ad esempio, l’olandese “Boys” nella categoria +13, racconta la storia di due giovani sportivi che si innamorano ed è tra i pochissimi film in concorso in cui il motto del festival ‘Be different’ si coniuga con il tema dell’omosessualità.

Ma nella categoria riservata ai ragazzi dai 13 ai 16 anni ci sono altri due film che sono riusciti graditi ai giovani giurati: il francese “The finishers”, la storia di un diciassettenne costretto su una sedia a rotelle che decide di concorrere assieme a suo padre ad una durissima gara di thriatlon; e il commovente “Jack and the cuckoo-clock heart”, cartoon prodotto da Luc Besson su un ragazzo che al posto del cuore ha un orologio a cucù.

Tre i film favoriti anche nella categoria di giurati con più di 18 anni: il sudafricano “Four Corners”, storia di un padre alla ricerca del figlio 13enne sullo sfondo di una Capetown violentissima; lo svizzero “Left foot right foot”, su una diciottenne attratta dal denaro e dal potere che si imbatte in un ragazzo autistico; e l’ungherese “The notebook” sulla vicenda di due gemelli che cercano di sopravvivere alla brutalità della Seconda guerra mondiale.

Tra i +16 ottima accoglienza ha avuto il tedesco “Exit Marrakech“, sulla formazione di un ragazzo in viaggio con il padre in Marocco. “Antboy“, film danese su un timido ragazzo che improvvisamente si accorge di essere diventato un supereroe, sembra essere il favorito nella categoria +6, mentre per la categoria +10 sono sttai notati in particolare, l’indiano “Counting Dreams” entusiasmante  pellicola sul rollerblade, e l’olandese “Finn” su un ragazzo che preferisce il violino alla carriera di calciatore che desidererebbe per lui il padre.



0 Replies to “Giffoni Film Festival: è il giorno del giudizio per i ragazzi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*