Connect with us

News

X Love, la seconda puntata del 15 gennaio

La diretta del programma di Italia Uno dedicato a sesso, amore e sentimenti
Irene Natali

Pubblicato

il

La diretta del programma di Italia Uno dedicato a sesso, amore e sentimenti
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Banner sotto articoli}

Si parte alla 21.15: che fine hanno fatto i protagonisti di Scene da un matrimonio? La Palmieri citofona al campanello di alcuni di loro: Fulvia e Gianni si sono separati dopo otto anni, risposandosi con altre persone. Dal matrimonio dei due è nato Giuseppe, che ora però non vuole avere più alcun rapporto con la madre.
La Palmieri cerca di ricomporre la famiglia, ma Giuseppe per ora non vuole saperne: sostiene infatti che la madre abbia usato i soldi del figlio per i propri interessi. Infine, intervista doppia tra i due ex coniugi che, incredibile, si recriminano entrambi la stessa cosa: la dolcezza che li aveva colpiti prima del matrimonio, è sparita poco dopo.

Il primo comico è Andrea Pucci, che racconta la prima vacanza con la moglie. In spiaggia la donna apre un asciugamano gigantesco, poi gli dice che per quello del marito non c’era spazio.

La conduttrice torna sulla storia d’amore tra Marta e Mauro, due ragazzi down incontrati nel corso della puntata dello scorso febbraio. Dopo un anno li ritroviamo sposati: è il 10 gennaio, e hanno appena traslocato nella casa dove, finalmente, possono vivere da soli. Naturalmente sono sotto il “monitoraggio” costante dei genitori, dato che non è previsto alcun tipo di assistenza per persone come loro che abbiano intrapreso una vita insieme.

Tocca ora ad Alessandro Fullin, che racconta di essere gay. Fa parte di questa “simpatica minoranza” e invidiano quelli che possono rivelare agli altri di essere gay: lui non ci è mai riuscito, l’hanno sempre saputo già tutti.La voce alta ormai non è più qualcosa di cui giustificarsi, quanto un punto a favore da sfruttare.

Dopo il primo break si torna con un servizio che dimostra quanto gli uomini, anche a 40 anni, temano la paternità. Con la complicità di Cristiano Pasca, tre donne mostrano un finto test di gravidanza ai loro compagni: mentre i primi due vedono la propria vita passargli davanti, l’ultimo il figlio lo vuole.
Tutti e tre alla fine confidano che temono di non poter dare a un bambino ciò di cui ha bisogno; per via dei loro lavori precari, la paura è di non poter garantire quel minimo indispensabile per il benessere e la felicità di un bimbo.

Entra in studio Debora Villa, oggi sul fisico che cambia in gravidanza. La caviglia si gonfia, il piede passa da 35 a 42, eppure la gente che ti incontra ti dice che stai bene. Mentre parla, la Villa dice che “siamo nel 2013”: X Love infatti, è stato registrato proprio a fine 2013. Il dettaglio dev’essere sfuggito in fase di montaggio.

Mauro Casciari porta sullo schermo L’amore, quando sai di morire: la storia di Leonardo, a cui erano stati diagnosticati 4 mesi a causa di un tumore ai polmoni e al cervello. Dopo due anni invece, Leonardo è qui a ripercorrere la malattia per raccontare come ha superato la malattia: seguendo le indicazioni degli oncologi, chiedendo alle persone più care di lasciarlo vivere da solo per non ottenere trattamenti compassionevoli. Ora è vegetariano e continua a fare sport. Convinto di non arrivare a Capodanno, aveva organizzato una festa per l’ultimo dell’anno a novembre.
Il cancro l’ha reso impotente, ma non è questo il suo problema. Di quei due anni che non pensava di avere, Leonardo ha scelto di essere un uomo migliore lavorando per associazioni, facendo attivismo, realizzando  eventi.

Si alleggerisce con Antonio Ornano, alle prese con l’enorme valigia della moglie.

Nadia Toffa affronta il tema della violenza sulle donne: secondo uno studio, in Italia una donna su tre ha subito violenza. La iena raccoglie la testimonianza di Rosaria Aprea, che ha partecipato a Miss Italia in qualità di “miss coraggio”. La ragazza racconta l’escalation del suo ex compagno: prima sembrava solo geloso, poi è diventato possessivo fino al punto da impedirle di vedere le amiche o navigare su Facebook. Il momento di dire basta è arrivato quando le ha spappolato la milza con un calcio.
La Toffa incontra anche Miss Mondo 2008, violentata all’età di 18 anni.
La violenza sessuale accade quasi sempre tra le mura domestiche, ma raramente le donne denunciano: da un lato temono di non essere credute, dall’altro sanno che la pena sarà irrilevante. Linor, questo il nome della reginetta di bellezza israeliana, ha realizzato un documentario: mentre lei è riuscita ad “uscirne sana” , le altre donne hanno iniziato a tagliarsi, oppure hanno difficoltà nella vita sessuale.

Il prossimo comico è Maurizio Lastrico: la sua vita riassunta per parole chiave.

Si prosegue con Pietro Sparacino, con le sue battute. Sparacino ha una sua teoria sull’homo erectus, che prima è diventato sapiens, poi ha scoperto la masturbazione. Poi disanima sul porno, dove l’amore è un apostrofo tra le parole YouTube e com; infine chiosa sul catechismo, quando il prete gli diceva che toccarsi è peccato. Solo che se è lei che tocca, padre, allora è reato.

Laura Gauthier viene contattata da Rosy Maggiulli, ex gieffina poi finita nel giro delle olgettine. La ragazza diceva di considerarsi una vittima dopo che in rete era stato diffuso un filmato in cui era a letto con due uomini; invece si scopre che la bionda maggiorata era solo in cerca di visibilità.

Ancora Andrea Pucci, di nuovo con un pezzo sul rapporto con la moglie.

Pablo Trincia, ora nella squadra di Servizio Pubblico, racconta l’ Amore in carcere. Andrea e Luigia infatti, si sono conosciuti dietro le sbarre. Ma non sono gli unici: le coppie nel carcere di Bollate si incontrano una volta a settimana durante l’ora d’aria; per avere questo privilegio però, i detenuti devono dimostrare che la relazione è reale. Naturalmente questi rari incontri non consentono di avere rapporti intimi; la comunicazione avviene tramite “letterine”. Tutto sommato, si torna ad una sorta di amore adolescenziale in cui, stando insieme per poco tempo, si prende solo il bello di una storia, l’aspetto più romantico.

 Alle 23.20, Diana Del Bufalo più trash che mai. L’ex “amica” propone la canzoncina in cui svela di non essere depilata nelle parti intime.

Con un’associazione poco felice, si passa a Giovanna Nina Palmieri: ascoltiamo la terribile testimonianza di una donna somala infibulata. Con un’ora di operazione e il privilegio di un’anestesia, per l’intervento è stato usato un matrimonio. La prima notte di nozze poi, si va in ospedale per aprire la cucitura con le forbici: subito dopo bisogna consumare il rapporto. Non solo: la ragazza, per dimostrare di essere infibulata, deve farsi sentire mentre urla.

Torna Alessandro Fullin. Se i genitori del comico erano poco perspicaci, tanto da scoprirne l’omosessualità a 16 anni, anche la sua insegnante era poco sveglia: alla recita scolastica gli ha ssegnato il ruolo di Attila.

Il servizio seguente è firmato da Veronica Ruggeri: Storia di un uomo che picchia le donne. Daniela ha incontrato un bel ragazzo in palestra: colpita dalla sua dolcezza ha iniziato una relazione. La storia è degenerata con minacce: è bastato prestare un accendino a un passante per essere riempita di botte, portando Daniela ad avere attacchi di panico fino a scappare. Quando l’ha lasciato, ha ricevuto minacce di morte rivolte a lei e alla sua famiglia.
La Ruggeri lo raggiunge questo personaggio: prima sostiene che esistono due tipi di botte, più e meno forti. Poi perde ogni freno: “io se una donna nomi porta rispetto la ammazzo, non mi importa se vado in carcere”.

Secondo monologo di Maurizio Lastrico, sulla Bibbia come libro più bello del mondo. Del resto è scritta da uno con discrete credenziali.Segue una personale rilettura dell’Antico Testamento a partire da Adamo ed Eva; si chiude con rivisitazione moderna e in rima dei comandamenti.

Si va avanti: un finto giornalista cinese importuna i vip rivelando il significato a luci rosse dei loro nomi. Tra le vittime, Irene Pivetti, Valeria Marini, Filippa Lagerback, ed Elisabetta Canalis

Chitarra alla mano, Diana Del Bufalo: La notte. Insomma, siamo donne ma anche noi, quando siamo sole nel letto, ci tocchiamo.

Poi il matrimonio di Matteo Viviani con Ludmilla Radchenko. Se ne occupa Andrea Di Sarno, che non risparmia domande piccanti. Siccome Di Sarno segue il collega in palestra a due giorni delle nozze, capisce subito perché l’ex letterina voglia sposarlo: in palestra la telecamera inquadra le parti basse nei boxer neri. Vediamo anche il momento del fatidico si, svoltosi con una cerimonia all’aperto.

Vittorio e Adelina si sono innamorati da ragazzi, me nel ’94 lei si è ammalata. Quando l’amore resiste a tutto però, l’Alzheimer ti permette di sopravvivere.
Il Dottor Antonio Guaita spiega che il cervello rimpicciolisce: il sintomo è la perdita della memoria. Si tratta di una malattia latente che può manifestarsi da un momento all’altro; a differenza di quanto accade in altri paesi, in Italia non esiste un piano Alzheimer per assistere le persone. Sono le famiglie a sostenere i costi delle spese, spesso indebitandosi visti i prezzi degli istituti.

A mezzanotte e mezza passata, finalmente a X Love è il turno di Alberto Patrucco, finora mai in video. Il comico parla dei farmaci che permettono a un uomo di 80 anni di avere ancora rapporti sessuali. Si, ma con chi? Chi vorrebbe stare sopra o sotto un reperto archeologico?

Conclude Annalisa Arione, anche lei per la prima volta a X Love. La Arione ha scritto una lettera a Babbo Natale in cui chiede un compagno che la notte non indossi più la maglia con la faccia della madre.

Appuntamento a giovedì prossimo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3, gli altri servizi

Le inchieste e i reportage di cui si occupa Sigfrido Ranucci nel corso della puntata. In primis gli scandali in Vaticano.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Report Lo sterco del diavolo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Report propone oggi l’inchiesta dal titolo Lo sterco del diavolo. Va in onda lunedì 12 aprile alle 21.30 su Rai3 e su RaiPlay. Al timone come al solito Sigfrido Ranucci che promette rivelazioni esplosive.

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3

Report riparte con l’inchiesta esclusiva “Lo sterco del diavolo” di Giorgio Mottola con la collaborazione di Norma Ferrara e Giulia Sabella.

Il reportage documenta come gli scandali all’ombra del Cupolone non si fermano nemmeno davanti ai Santi. Da anni Papa Francesco ha avviato una battaglia interna al Vaticano per portare trasparenza nei conti della Santa Sede. Ma la resistenza interna continua a essere forte: troppi sono gli interessi finanziari in ballo.

Questa sera viene raccolta una denuncia inedita dalla trasmissione. All’interno della Congregazione per le cause dei santi, la commissione vaticana che gestisce i processi di canonizzazione, un alto funzionario avrebbe chiesto una tangente per avviare il processo di beatificazione di un candidato molto noto e amato.

Una vicenda avvenuta mentre il prefetto della Congregazione per le cause dei santi era il cardinale Giovanni Angelo Becciu, l’ex sostituto della Segreteria di Stato dimessosi lo scorso settembre dopo le accuse di peculato.

Con documenti inediti e testimonianze esclusive Report ricostruirà gli investimenti finanziari realizzati dalla Segreteria di Stato negli ultimi anni.

A partire dall’acquisto degli ex magazzini Harrod’s di Londra, un palazzo costato al Vaticano oltre 400 milioni di euro e che oggi varrebbe non più di 290 milioni. Dietro agli investimenti opachi fatti con i soldi dei fedeli, si nasconderebbero uomini d’affari spregiudicati, faccendieri, religiosi corrotti e una guerra all’interno dei servizi segreti italiani.

Gli altri servizi

Tra gli altri servizi: Il triangolo della censura con una discussione e un approccio sul mancato aggiornamento del piano pandemico.

Si chiude con Sputnik il vaccino che viene dal freddo. 

Efficacia dichiarata altissima (92%), prezzo contenuto (10 dollari a dose), scarsi effetti collaterali, queste le caratteristiche del vaccino. Mentre in Europa mancano i vaccini e le dosi arrivano con al rallentatore, tutti parlano di Sputnik V. Il siero russo però in Europa non arriva e la sua autorizzazione si sta trasformando in un giallo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni ecco quando inizia

Tutte le notizie sulla nuova edizione del gioco condotto ancora una volta su Rai 1 da Marco Liorni. Come partecipare.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

Marco Liorni 2021 Reazione a catena
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Arriva Reazione a catena con l’edizione del 2021. Il programma di giochi e connessioni sulla lingua italiana, riprende il proprio posto nel palinsesto estivo di Rai 1. Sarà presente sempre nella fascia preserale della prima rete e prende il posto di L’Eredità condotto da Flavio Insinna.

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni

Intanto, per il terzo anno consecutivo è confermata la presenza, al timone del programma, di Marco Liorni. Il conduttore è attualmente padrone di casa del contenitore del day time pomeridiano di Rai 1 Italia Si. Per un determinato periodo sarà presente contemporaneamente nei appuntamenti. E quindi in onda tutti i giorni, visto che Reazione a catena, così come L’Eredità non si ferma nel fine settimana e va avanti sette giorni su sette.

Il quiz è nato nel 2007 e fino al 2009 il quiz è stato condotto da Pupo. Successivamente ne ha preso il posto dal 2010 al 2013, Pino Insegno. E’ stata la volta, poi, dal 2014 al 2017 di Amadeus. Per un solo anno, nel 2018, è arrivato Gabriele Corsi. Infine, dal 2019 Marco Liorni ne ha preso il timone.

Il format è un susseguirsi di giochi tutti legati alla lingua italiana che ricorda molto La settimana Enigmistica. In tutti i giochi i concorrenti devono scoprire assonanze tra parole e frasi con lo scopo di completare una “catena di parole”, in base a significati comuni, proverbi, aforismi, titoli di film o di libri e così via. Si tratta de Le catene musicali, Una tira l’altra e L’Ultima catena.

Il programma richiede dunque ai concorrenti una buona cultura generale ed una valida padronanza della lingua italiana. Il gioco più importante è L’intesa vincente che decreta il vincitore della puntata.

Come partecipare

Ecco come partecipare ai casting e quello che dice il regolamento Rai

A partire dall’8 febbraio 2021, tutti gli aspiranti concorrenti al programma potranno candidarsi al provino di Reazione a Catena solo attraverso il portale del Casting Rai www.rai.it/raicasting, previa iscrizione al sito, compilando l’apposito form di iscrizione.

Durante la fase di iscrizione, a ciascun candidato verrà chiesto di scegliere il nome della propria squadra. O, qualora fosse già stata denominata e individuata in precedenza da un componente della squadra stessa, di indicare l’esatta denominazione della squadra di appartenenza, composta
da tre unità.

Quando inizia Reazione a catena 2021

La data di inizio confermata a meno di ulteriori slittamenti, è il 7 giugno 2021. Il programma resta in onda fino al 26 settembre. Per poi cedere il posto di nuovo a L’Eredità di Flavio Insinna.

Nella prima puntata torna la squadra che deteneva in titolo di campione nell’ultima puntata andata in onda nel settembre 2020. Si tratta delle Ricongiunte, ovvero Giulia Rita e Donata, tre amiche alle quali era toccato il compito di battere I tre alla seconda che sono stati presenti per ben 26 puntate all’interno del programma.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it