La fabbrica del sorriso torna su Mediaset


anticipazioni sulla dodicesima edizione dell'evento con fini di solidarietà per il progetto "Fame di vita"


Durante la tradizionale maratona benefica, il palinsesto delle Reti Mediaset e del Digitale Terrestre del Biscione sarà coinvolto attivamente: i volti più amati della tv, i maggiori programmi d’intrattenimento, d’informazione e i Tg delle tre Reti di Cologno Monzese dedicheranno infatti numerose finestre a “La Fabbrica del Sorriso”, attraverso la realizzazione di servizi sui progetti delle associazioni, approfondimenti e testimonianze. Anche il web e la radio saranno attori protagonisti di questa campagna di solidarietà: “Fabbrica del sorriso” sarà presente infatti sul portale Tgcom, nella pagina dedicata a Mediafriends e sui social aziendali, che saranno costantemente aggiornati con contributi inediti e approfondimenti ad hoc.

Radio Italia e Radio 101, dal canto loro, metteranno in onda voci e programmi per sostenere i dieci progetti di Mediafrends.

Otto dei quali sono dedicati, come da filosofia dell’iniziativa, al sostegno dei bambini (i progetti verranno realizzati da Acraccs, Cefa, Cesvi, Ciai, Coopi, Mas Children Hospital, Medici Senza Frontiere e Soleterre) e due al supporto dei nuovi poveri (padri separati, pensionati, disoccupati) e delle due realtà che quotidianamente si prendono cura di loro: l’associazione ‘Pane quotidiano’ a Milano e la ‘Comunità di Sant’Egidio’ a Roma.

Al termine della maratona tv, come si diceva, “La Fabbrica del Sorriso” continuerà la sua azione con iniziative editoriali, quali il ‘Calendario’ e il ‘Libro del Sorriso’, espressamente rivolti a ‘Fabbrica del Sorriso 2015’ e con numerosi eventi distribuiti su tutto territorio italiano. Tra quelli già in calendario, il musical “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo”, che toccherà diverse città italiane (Milano dal 10 marzo, Genova, Torino, Pesaro, Trieste, Acireale e Padova), il Concerto a favore di Comunità Nuova Onlus e Amici di Cometa Onlus, al Teatro alla Scala di Milano il 25 marzo, la crew degli MNAI’S, impegnati in “Arround”, il primo spettacolo in cui le storie sono raccontate con il linguaggio hip hop (dall’8 aprile al Teatro Nazionale di Milano), la prova generale dell’opera “Orfeo e Euridice”, in scena al Teatro San Carlo di Napoli. E molti altre iniziative attendono di essere definite o confermate.

La fabbrica del sorriso su Mediaset

Perché “La Fabbrica del Sorriso”, da sempre in prima fila per i più piccoli, ha deciso di allargare la sua solidarietà? A spiegarcelo è Nicola Conti, responsabile Progetti Mediafriends, il quale lancia al tempo stesso un appello, che vuole raggiungere il cuore di tutti gli italiani, siano essi autoctoni, di prima, seconda o qualsivoglia generazione. Perché qui non importano i colori, le razze o le provenienze. Qui importa solo il conseguimento dell’obiettivo: aiutare chi ne ha bisogno e chi ha diritto a una prima o a una seconda chance nella vita.

“Il mondo della solidarietà vive appieno il momento di crisi della società in cui opera. Per questo è sempre più importante – sottolinea Conti – che il mondo del sociale e il mondo del business collaborino, e per questa ragione “Fabbrica del Sorriso” ha deciso di occuparsi, per tutto il 2015, di un tema importante come la fame e la malnutrizione nel mondo”. Che non è una realtà, prosegue il responsabile Progetti Mediafriend, solo “in Africa, come viene spontaneo pensare, ma anche in Italia, dove non esiste un problema endemico di fame infantile ma ci sono persone, e sono sempre di più, che stanno in fila per ore davanti alle mense per un pasto caldo, che sarà forse l’unico della loro giornata. Proprio in un momento difficile – chiosa Conti – per tutti noi continuiamo a credere che una società più giusta e solidale sia non solo possibile ma, quasi, inevitabile”.

Quello della fame è un tema di strettissima attualità non solo in vista di Expo 2015, (il cui titolo è, appunto, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”), ma soprattutto in considerazione della scadenza di quest’anno dei termini per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio (I Millennium Goals) fissati dall’Onu, tra i quali compare lo sradicamento della povertà estrema e della fame.

Ma come è possibile aiutare Mediafrends nel suo ambizioso progetto? Da domenica 15 marzo basterà mettere una mano al cuore e l’altra al telefono, donando 2 euro attraverso l’invio di un SMS al 45595 da rete mobile (TIM, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobile, Coop Voce) o 2 o 5 euro chiamando sempre il numero 45595 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb; oppure basterà effettuare un versamento sul conto corrente bancario IT92R0103020600000055555575, recandosi a uno sportello di banca oppure collegandosi al sito www.mediafriends.it.

“Prendi un sorriso, regalalo a chi non l’ha mai avuto. / Prendi un raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte. / Scopri una sorgente, fa bagnare chi vive nel fango. / Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto. / Prendi il coraggio, mettilo nell’animo di chi non sa lottare. / Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla. / Prendi la speranza, e vivi nella sua luce. / Prendi la bontà, e donala a chi non sa donare. / Scopri l’amore, e fallo conoscere al mondo” (Mahatma Gandhi).

Qui l’edizione del 2014.



One Reply to “La fabbrica del sorriso torna su Mediaset”
  • Avatar

    silvana germoglio

    vorrei capire xche’ nonostante questa grande crisi e fame in quei luoghi i bambini non vengano dati in adozione a chi come mio figlio ha tanto sofferto e ha tanto amore da dare xche’ la burocrazia e’ cosi’ lenta? zche’ non vengono dati questi bambini a una vita migliore??????? grazie

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*