Le tre rose di Eva 3: Anna Safroncik racconta il suo ruolo


Parla la protagonista della fiction di Canale 5


Che succederà ad Aurora e Alessandro in questo terzo sequel?
Innanzitutto sottolineo che la serie all’esordio è sicuramente la più ricca di intrighi, misteri, amori e colpi di scena. La novità è rappresentata dal fatto che questa volta i due personaggi principali tornano insieme: l’amore tra Aurora e Alessandro è più forte degli ostacoli affrontati finora. Ma di ostacoli ne incontreranno ancora tanti nel corso delle prossime puntate.
Questa volta però lotteranno insieme, saranno dalla stessa parte, si daranno coraggio a vicenda, e questo è il risvolto positivo del loro sentimento.

In quali altri percoli si troveranno Aurora e Alessandro?
Saranno molti a cercare di farle del male, e in maniera molto più consistente rispetto al passato. Innanzitutto, tornata a Villalba per cercare di far luce si aspetti del suo passato, improvvisamente sparisce e non se ne hanno più tracce. La scomparsa fa pensare che Aurora sia morta, ma Alessandro sa che è ancora viva e cercherà di far luce su quanto è successo. Posso solo anticipare che, a voler del male ad Aurora, sono persone a lei molto vicine.
Quindi, in questa serie, viene celebrato il trionfo dell’amore tra Aurora e Alessandro?
Si, posso svelare che, finalmente, questa coppia che si è amata e odiata, rincorsa e allontanata per due stagioni, adesso finalmente si ricongiungerà e riuscirà ad amarsi.
È proprio grazie al loro rapporto ritrovato che Alessandro troverà la forza di riscoprire il mistero sulla scomparsa di Aurora e smascherare gli intrighi che si stanno perpetrando a suo danno.

Anna Safroncik

Su quali basi si regge il nuovo rapporto tra Aurora e Alessandro?
Questa volta è la fiducia tra di loro ad animarli e spingerli a continuare nella lotta per scoprire i misteri di Villalba. In passato invece, il comportamento dei due era sempre stato ambiguo e ognuno aveva sempre diffidato dell’altro.

In questa serie Aurora appare più matura, ci spiega il perché?
Il mio personaggio è cresciuto mentalmente e psicologicamente. Tutto quello che ha dovuto soffrire nelle serie precedenti, ha inciso sulla sua personalità, regalandole una maturità che si è ancor più esaltata nel ruolo di madre. Aurora infatti, ha avuto da Alessandro una bimba, Eva, a cui adesso dedica tutte le attenzioni.

Oltre Le tre rose di Eva, quali sono i suoi futuri impegni professionali?
Sarò nel cast di due film destinati al grande schermo. Il primo ha per titolo Il Traduttore, ed è di Massimo Natale.
Interpreto un personaggio negativo: un’ispettrice di polizia corrotta che rappresenta il male ed è molto lontana dalla figura di Aurora, che invece è una vera e propria eroina romantica. È un ruolo che metterà alla prova la mia professionalità, in quanto mi sono sforzata di essere credibile e convincente.

Con il secondo film torna alla commedia?
Con Poli Opposti mi calo in una sorta di eroina che vive in atmosfere quasi simili a quelle di Aurora, anche se il contesto è diametralmente opposto. Ma non sono un personaggio negativo, e torno quindi a interpretare una donna con buoni sentimenti. Nel film recito accanto a luca Argentero.
L’uscita nelle sale cinematografiche è ancora incerta.



0 Replies to “Le tre rose di Eva 3: Anna Safroncik racconta il suo ruolo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*