Connect with us

News

Le Iene Show, la puntata del 7 maggio

Il live del programma di Italia Uno condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari insieme alla Gialappa's band
Irene Natali

Pubblicato

il

Il live del programma di Italia Uno condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari insieme alla Gialappa's band
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 {module Banner sotto articoli}

Puntata che entra subito nel vivo quella di oggi: appena il tempo di intravedere il top da ghirlanda di albero di Natale della Blasi che, terminata la sigla, viene lanciato il servizio di Mauro Casciari, Quel ponte sull’autostrada è sicuro? Alcune settimane fa infatti, la iena aveva raccolto una dettagliata segnalazione riguardante un ponte autostradale pericolante; la Società Autostrade ha ora effettuato i realtivi carotaggi, dimostrando che non c’è niente di cui temere.

Si rientra in studio, con le rituali battute di rito: si parla di Italicum.

servizio Golia

Viene lanciato il servizio di Giulio Golia: Una banda e una truffa impunibile. Attraverso un sito web, una ragazza ha messo in vendita degli orecchini da 2mila euro: giunta sul posto concordato, è stata fatta entrare in una proprietà privata di un campo rom. A quel punto, con la scusa di doverne valutare il valore,  gli orecchini sono stati sottratti. Si tratat di un modus operanti che, seocndo la polizia, è consolidato e non punibile perché serve che ci sia la flagranza di reato. 

Dopo aver adescato i truffatori, Golia ci va a parlare. Gli altri abitanti del campo fondamentalmente sostengono che la colpa sia di chi si fida; Golia chiosa ricordando che non bisogna generalizzare.

Il servizio di Matteo Viviani

Si prosegue con Matteo Viviani: Morire per un difetto di fabbrica? Viviani incontra il padre di Davide, un “ragazzone” morto in un incidente d’auto dopo averne perso il controllo. L’uomo non ha mai demolito quell’auto, dunque non vi è stata alcuna comunicazione ufficiale sull’auto: dopo la morte del figlio, per caso gli è stata recapitata una comunicazione della casa produttrice dell’auto, che raccomandava di riportare indietro l’auto, in quanto fabbricata con gli airbag difettosi. Non viene fatto il nome dell’azienda in questione, ma Viviani la invita a farsi avanti per assumersi le proprie responabilità.

Dino Giarrusso smaschera un chirurgo: Soldi in nero nell’ospedale pubblico. Gli interventi di chirurgia estetica non sono riconosciuti dal servizio sanitario nazionale, e devono essere pagati a parte. In una struttura pubblica invece, ès tato scoperto un dottore che opera prendendo soldi sottobanco.

Il servizio di Giulio Golia

Ancora un servizio di Giulio Golia, che è andato a conoscere Giacomo e Giovanni. Si tratta di due fratelli che hanno caricato in rete un video che è subito diventato un fenomeno virale: Giacomo, il maggiore, ha ripreso il fratellino down filmando le sue risposte mentre fingeva di essere a un colloquio di lavoro. La famigloia appare serena davanti alla disabilità del bambino: Giacomo racconta che per molto tempo ha temuto il giudizio degli altri, e solo nell’ultimo anno ha imparato a parlarne con serenità. Con un fratello così, dice, si impara non a pensare a ciò che non si ha, ma ad essere grati per ciò che si ha; da grande farà cioò che vuole, continua, e se economicamente ciò non fosse remunerativo, ci penseranno lui e gli altri fratelli.

Filippo Roma si occupa di un asilo alle porte della capitale: La buona scuola? Mentre l’informazione parla in toni trionfalistici del sistema scolastico in seguito alla riforma proposta dal governo Renzi, Filippo Roma ci mostra un asilo in cui i bimbi non possono andare in bagno. A causa della carenza di personale, la maestra in aula non può lasciare una classe di tanti bambini scoperta per accompagnarne solo uno in bagno; sarebbe troppo rischioso. La conseguenza? I piccoli se la fanno addosso, e solo chi abita vicino può permettersi di avere una mamma o una nonna che lo va a cambiare.

Filippo Roma assicura di recarsi dal ministro Giannini per ottenere risposte, anche se i telespettatori non potranno vedere l’incontro perché la par condicio elettorale vieta di mostrare esponenti politici.

servizio Pelazza

Quasi alle 23.00, l’annunciato contributo di Luigi Pelazza: “Vergini giurate” fino alla morte. Siamo in Albania, dove Pelazza incontra alcune persone nate donne che ora, in età avanzata, sembrano in tutto e per tutto uomini. Senza aver mai avuto rapporti sessuali, raccontano di essere asessuate e di non sentire alcuna pulsione; ragione questa per cui  non si possono definire omosessuali. Una di loro confessa di aver fatto questa scelta perché le donne erano relegate in casa. Una dottoressa spiega che non è strano che in uan cultura sis ia sviluppata una sacca di persone che ha cercato una libertà altrimoenti non concessa loro: la rinuncia al sesso inoltre, non è una vera rinuncia dato che nessuna di loro sa cosa sta perdendo.

Nel mirino di Cristiano Pasca oggi c’è un 18enne ancora vergine, a cui viene fatto credere che un’attraente cantante 30enne sia interessata a lui.

servizio Toffa

Nadia Toffa torna sul caso della Mereu: Il ritorno della dottoressa miracolosa. La donna non si è cancellata dall’albo dei medici come aveva promesso, ma continua a tenere i suoi convegni. Stavolta la Toffa raccoglie persino le testimonianze di chi sostiene di essere guarito dopo averla incontrata. Eppure, ripresa nuovamente  durante le sue “lezioni”, le farneticazioni sono palesi; al termine, quando la Toffa si mostra, viene fischiata dagli “adepti” presenti. Nonostante la Mereu sostenga che gli epilettici sono semplicemente degli esibizionisti.

servizio Golia

Per la terza volta, Giulio Golia: Imprenditore confessa mazzette a Mafia capitale. Si tratta di un aggiornamento sulla vicenda delle cooperative trattata la scorsa settimana; cooperative che, non pubblicando alcun bilancio da alemno due anni, dovrebebro essere dichiarate sciolte. Uno degli imprenditori titolari, Fabio Fusaroli, vuole incontrare Golia per discolparsi. L’uomo ritratta così anche il nome del politico a cui avrebbe dato il milione e mezzo di “mazzetta”, come invece aveva confessato in precedenza quando credeva che il registratore della iena fosse spento.

Cizco indaga su Il mondo degli annunci nei bagni pubblici. Contattando i numeri trovati sui muri del bagno di un autogrill, la iena si imbatte in varie perversioni che, pur pixellando, mostra senza risparmiarsi: dalla coppia che si mostra durante il rapporto sessuale al feticista che gli lecca un piede. 

servizio Trombetta

Riccardo Trombetta torna da Andrea, il ragazzo che adesca religiosi in chat: L’ “incastrapreti” becca un pedofilo? Ora si è imbattuto in un frate che gli propone un festino con dei minori e, addirittura, droghe. Addirittura questo frate gli ha scritto di aver pagato 100 euro a un cocainomane per rimanere solo con il suo bambino di cinque anni. 

Alla luce di ciò, Trombetta si reca dal Vescovo, che però non si dimostra troppo collaborativo.

Ultimo, Enrico Lucci: Possedere una pistola per difendersi. In un poligono di tiro, Lucci chiede ad un istruttore se possedere una pistola renda più sicuri: in realtà, risponde lui, possederla non equivale a saperla utilizzare. E questo, creando la falsa illusione di sentirsi più forti, può essere controproducente. 

La puntata si conclude dopo una breve apprizione in video di Stefano Corti, che è riuscito a baciare Moreno. Appuntamento a giovedì prossimo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it