Connect with us

News

Le Iene Show l’ultima puntata del 14 maggio

Il live del programma di Italia Uno condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari insieme alla Gialappa's Band
Irene Natali

Pubblicato

il

Il live del programma di Italia Uno condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari insieme alla Gialappa's Band
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 {module Banner sotto articoli}

Dopo le presentazioni di rito, viene lanciato il primo servizio: Suor Marie incontra Papa Francesco, di Giulio Golia. La suora opera in Congo, dove fa educazione sessuale alle donne: in quanto suora, pubblicamente, non può sponsorizzare il preservativo, però di fatto, lascia capire che non si può fare altrimenti. L’incontro con il Papa può essere un momento per segnare una svolta nella Chiesa, chiedendo di accettare il profilattico a causa del “problema di coscienza” che la affligge. Purtroppo però, all’incontro, Suor Marie non riesce a parlare con Bergoglio; è dunque Golia a rivolgere un appello al Papa, affinché ci si possa amare senza rischiare la vita.

L'intervista a Simona Ventura

Si prosegue con un’intervista alla prima iena, Simona Ventura: 50 anni da iena. La conduttrice ammette di essersi rifatta due volte il naso e una volta il seno; confessa anche di aver abortito, in quanto rimasta incinta al primo rapporto sessuale. Il padre del “bambino” non l’ha mai saputo. Senza poi sbilanciarsi politicamente, si toglie alcuni sassolini dalla scarpa, ad esempio il cattivo rapporto con Mara Venier.

Si rientra in studio dopo il break pubblciitario, ironizzando sul party organizzato da Barbara D’Urso per il suo compleanno. 

Il servizio di Nadia Toffa

Tocca quindi a Nadia Toffa: Uscire dal tunnel della droga. Con l’aiuto di un ragazzo complice, Marco, la Toffa documenta come in un sert venga somministrato metadone a seconda delle richieste del paziente: si crea così uno spaccio di metadone, con i tossicodipendenti fuori dalla struttura. La Toffa si reca dunque al sert, dove chiede spiegazioni ai dirigenti che, fondamentalmente, sostengono di non poter seguire i pazienti passo passo e che avevano già ricevuto una segnalazione sullo spaccio che si sta verificando.

Per “uscire dal tunnel della droga” Marco decide allora di entrare in una comunità: data la situazione creatasi al sert infatti, il centro di accoglienza gli sembra la scelta migliore.

Il servizio di Nina Palmieri

Giovanna Nina Palmieri ci parla de L’eccezionale vita di Luca, un ragazzo autistico. Oggi 32enne, i genitori di Luca hanno filmato tutto il percorso terapeutico del figlio: la riabilitazione del bambino, raccontano, consisteva in continui esercizi fisici, in modo da toglierli il tempo per urlare o fissare il muro. Lentamente, giorno dopo giorno, il suo corpo ha iniziato a parlare, fino a quando ha iniziato a gareggiare a livello agonistico.

Appassionato di Topolino, Luca accetta di farsi intervistare, ma sembra poco convinto. La Palmieri si fa aiutare dalla madre e dalle sorelle per scrivere le domande: saranno proprio le donne della sua famiglia a intervistarlo. Il ragazzo però, dopo un po’ dà segni di insofferenza. La mamma spiega che i motivi sono due: aver montato il set nella sua stanza, violando così uno spazio privato, e aver usato una sedia del soggiorno; probabilmente  avrà pensato per tutto il tempo che doveva rimetterlo al suo posto. Luca, dicono le sorelle, è un fragilissimo insieme di equilibri.

Mauro Casciari è a Forte dei Marmi: Bollette dell’acqua gonfiate. L’azienda Gaia, che gestisce l’acqua, fornisce un servizio esoso ma insufficiente per via delle tubature obsolete. Sono pochi i cittadini ad avere il contatore, costretti a pagare cifre forfettarie che ammontano a circa il 64% in più del dovuto. Anche se le autorità promettono di abbassare la cifra delle fatture di quel 64%, rimane il fatto che i cittadini hanno dovuto acquistare a loro spese la pompa idraulica per poter avere l’acqua in casa.

Il servizio di Luigi Pelazza

Arriva il momento di Luigi Pelazza: Immigrati eritrei ricattati da eritrei. Si tratta di un traffico umano in cui i profughi che cercano di scappare dalla Libia vengono trattenuti in ostaggio per chidere un riscatto ai parenti in Italia. E spesso, nonostante il pagamento del riscatto, si perdono per mesi le notizie di queste persone.

Veronica Ruggeri si occupa delle Labbra fai da te. Esiste infatti in commercio un oggetto che permette di gonfiarle per un determianto lasso di tempo, grazie a un effetto “sottovuoto”. Sembrerebbe un metodo indolore, ma un dottore non è d’accordo: si rischia di rompere alcuni vasi sanguigni.

Filippo Roma torna a giocare un tiro mancino a Fabrizio, il collega che in passato era stato tentato da Ilary Blasi. Tanto è l’amore dell’uomo verso il capitano, che aveva respinto le avances della bella conduttrice. Ora è fidanzato, e ne viene messa alla prova la fedeltà nei confronti della sua ragazza: The power of love. Insomma: Marianna è una donna fortunata perché Fabrizio resiste a una modella e poi, rinuncia alla partita. Però non si capisce perché ai telespettatori dovrebbe interessare questo servizio autoreferenziale dalla sceneggiatura scontata.

Il servizio di Enrico Lucci

Enrico Lucci ripercorre Gli indimenticabili delle Iene, a partire dalla belloccia che aspira a una carriera politica con la convinzione che Togliatti fosse un politico del Pdl. Si tratta di una carrellata  dei personaggi più improbabili incontrati in tanti anni; rivediamo anche un il Lucci di ben 17 anni fa.

Poi Angelo Duro, che ha sognato di essere uno sbruffone che insulta gli uomini e tenta di abbordare tutte le ragazze.

Il servizio di Andrea Agresti

I toni diventano più seri con Andrea Agresti: Quando il mare diventa una discarica. La discarica in particolare è di estintori: da quanto risulta ad Agresti, gli estintori delle navi non vengono smaltiti in maniera idonea, ma buttati in mare. Non solo: riguardo a questa consuetudine di sversamento di rifiuti in mare vi è omertà, per cui nessuno sembra mai aver visto niente. Agresti però raccoglie la testimonianza di un uomo che ha lavorato sulle navi.

Il servizio di Matteo Viviani

Matteo Viviani ci parla de Il lato oscuro dell’antimafia. La gestione dei beni confiscati alla mafia finisce sempre agli stessi manager, perché la legge non stabilisce un numero massimo di amministratori giudiziari. La conseguenza è che la maggior parte delle aziende fallisce, lasciando i dipendenti per strada; ne consegue che il 90% delle aziende confiscate alla mafia è destinato ad un triste epilogo.

Sabrina Nobile intervista Antono Socci: L’elezione del Papa non è valida? Secondo il giornalista infatti, la votazione in cui è stato eletto Bergoglio andrebbe invalidata, perché secondo il regolamento, in un giorno non si potrebbero tenere più di quattro scrutini.

Il servizio di Giulio Golia

Ancora Giulio Golia: La Sicilia spezzata. Chilometri di strada che diventano un vero e proprio percorso a ostacoli: la via principale è resa impraticabile da due frane che l’hanno interrotta, emntre l’altra è a dir poco proibitiva. Gradini sull’asfalto, crepe: partire da Caltavuturo per andare al lavoro è una vera e propria impresa. Per poter percorrere 25 chilometri, serve almeno un’ora e mezzo di tempo. Per andare a scuola o al lavoro bisogna svegliarsi quando fuori è ancora notte.

I cittadini si sentono abbandonati, perciò si sono arrangiati da soli: seguendo il percorso di una vecchia mulattiera, hanno spianato il terreno. Naturalmente le autorità si “rimbalzano” le responsabilità.

Infine Cristiano Pasca, con un servizio di dubbio gusto. Le strutture di Expo al termine dell’esposizione universale, potrebbero essere utilizzate come alloggio per i clochard che dormono in strada. Così Pasca ne incontra alcuni di Milano, chiededno a ciascuno di loro in quale padiglione vorrebbe stare. Invece, mentre qualcuno quasi ci crede, è tutto finto: a un uomo non rimane che constatare che tutto rimarrà come prima.

Pessimo modo di ironizzare su Expo, strumentalizzando le storie tragiche di queste persone. E senza nemmeno un appello al riutilizzo dei padiglioni, ma solo un invito a donare all’associazione milanese che si occupa dei senzatetto.

Con Ilary Blasi vestita da fatina infine, si conclude questa stagione de Le Iene Show. Ringraziamenti generali, con particolare attenzione agli avvocati. Siamo davvero alla fine; la linea passa all’anteprima di Shark Tank, programma in onda giovedì prossimo in prima serata.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Concerto Primo Maggio: la risposta della Rai in merito all’intervento di Fedez

Sul caso Fedez, avvenuto durante il concerto del Primo Maggio, è intervenuto anche l'Amministratore delegato Rai Fabrizio Salini. Ecco le sue dichiarazioni.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Intervento Fedez Concerto risposta Rai 3
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In seguito a ciò che accaduto per l‘intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, è arrivata la risposta da parte della Rai.

Ieri sera il rapper, prima dell’esibizione, ha cercato di puntare i riflettori sul Ddl Zan. E’ il disegno di legge contro le discriminazioni di genere. Sostiene che i ritardi della sua entrata in vigore dipendano da alcuni esponenti politici, in particolare della Lega. Ma sul palco del Primo Maggio non ha reso noti i nomi ai quali si riferiva nel discorso.

Una volta però rientrato in albergo sui suoi profili social ha pubblicato un video che in pochi minuti è diventato virale. Ha proposto la registrazione della sua telefonata con la vice direttrice di Rai 3, Ilaria Capuani.

Fedez ha tentato di denunciare il fatto che il Servizio Pubblico abbia tentato di censurare il suo monologo. Ed ha aggiunto che prima di potersi esibire con il monologo ha dovuto inoltrare alla Rai il testo per ottenere l’approvazione.

La Rai però si è subito difesa rendendo pubbliche le dichiarazioni della stessa Capuani. Sulla questione però è intervenuto anche l’Amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini.

Intervento Fedez Concerto risposta Rai fabrizio salini

Intervento Fedez Concerto, la risposta dell’ Ad Rai Fabrizio Salini

In merito all’intervento di Fedez ecco le dichiarazioni dell’Amministratore Delegato della Rai su quanto accaduto ieri sera:

“In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti.

In questi tre anni ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay.

Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun “sistema” e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso. Su questo assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un’aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali.

Ringrazio profondamente tutti gli artisti che ieri si sono esibiti con performance straordinarie studiate appositamente per la Festa del lavoro, che danno lustro al Servizio Pubblico e ci hanno mostrato in modo evidente quanto l’arte sia fondamentale per la rinascita del Paese.”


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Milva è morta, scompare una delle più grandi artiste italiane

E' scomparsa una delle più grandi artiste italiane, da tempo malata. Il ricordo della Pantera di Goro nel mondo della musica e della tv.
Redazione

Pubblicato

il

Milva morta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ morta a Milano Milva. Lo conferma la figlia, Martina Corgnati, spiegando che la madre era malata da tempo. La grande cantante e attrice, Ilvia Maria Biolcati, aveva 81 anni e viveva a Milano con la segretaria Edith e la figlia Martina, critica d’arte.

E’ morta Milva

Soprannominata “La Rossa” per il colore della sua chioma, Milva ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo realizzando più di sessanta album. Nata a Goro, in Emilia Romagna, il 17 luglio 1939, nel corso della sua carriera ha partecipato 15 volte al Festival di Sanremo, un record di presenze che detiene insieme a Peppino Di Capri, Toto Cutugno e Al Bano.

Nel 2010 aveva pubblicato il terzo album scritto e prodotto per lei da Franco Battiato, intitolato ‘Non conosco nessun Patrizio’ e balzato immediatamente nella top 20 dei dischi più venduti in Italia.

Subito dopo aveva annunciato il suo addio alle scene, dopo mezzo secolo di palcoscenico. Nel 2018 era stata premiata al Festival di Sanremo: premio alla carriera ritirato dalla figlia.

Per molti è stata la «Pantera di Goro». Si è spenta ieri nella sua casa milanese dove viveva con Edith, la sua fidata segretaria, e la figlia Martina Corgnati, critica d’arte avuta con il produttore discografico Maurizio Corgnati.

La famiglia in questo momento sta organizzando l’ultimo saluto.

La carriera

Nella sua lunga carriera Milva è passata dalla canzone popolare al teatro di Giorgio Strelher. Ma anche per la musica di Franco Battiato, di Ennio Morricone, di Astor Piazzolla. Ha interpretato anche le canzoni dei grandi compositori greci, francesi, tedeschi ed è approdata sui palcoscenici di tutto il mondo.

La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle Repubbliche Italiana, Francese e Tedesca, che le hanno conferito alte onorificenze.

Il 26 marzo scorso Milva, aveva anche ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui”, aveva scritto sulla sua pagina Facebook, “Fatelo anche voi. Abbiamo bisogno di tornare alla vita di prima, e di abbracciare i nostri cari. Tutti quanti insieme possiamo farcela a sconfiggere questo virus”.

Il ricordo di Franceschini

Così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ricorda Milva nel giorno della sua scomparsa:

Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni. Una grande italiana, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali, rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro”. 

 

FONTE: ANSA


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Notte degli Oscar 2021 su Sky Cinema Oscar, Sky Uno e Tv8

Tutte le notizie sull'appuntamento più prestigioso che è visibile oltre che su Sky anche in chiaro su Tv8. Le novità
Joele Germani

Pubblicato

il

Notte degli Oscar 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Notte degli Oscar 2021, l’appuntamento più atteso dal mondo del cinema, va in onda nella notte tra il 25 e il 26 aprile su Sky in diretta. Si parte dalle 00:15 su Sky Cinema Oscar® (canale 303 di Sky) con tutte le premiazioni. La diretta della 93ª edizione degli Oscar® sarà trasmessa in contemporanea anche su Sky Uno e in chiaro su TV8.

Notte degli Oscar 2021 su Sky Cinema Oscar, Sky Uno e Tv8

Dagli studi Sky Francesco Castelnuovo accompagna gli spettatori per l’intera serata. Commenta i momenti salienti insieme al “Cinemaniaco” Gianni Canova e alla giornalista di Sky TG24 Denise Negri. Ospiti l’attrice Anna Foglietta, la regista e attrice Michela Andreozzi, l’attore Lillo e il giornalista esperto di moda Ildo Damiano.

Ricordiamo che Laura Pausini è candidata agli Oscar® per la miglior canzone Io sì (Seen) per la colonna sonora del film La vita davanti a sé in cui Edoardo Ponti dirige la madre Sophia Loren.

In un’intervista esclusiva a Sky Cinema, ci racconta l’emozione per la nomination e la partecipazione alla Notte degli Oscar®, il suo ricordo di Ennio Morricone e il suo rapporto con Sofia Loren.

Oscars After Dark 2021

E per la prima volta, dalle 5:00 del mattino in diretta dalla Union Station di Los Angeles Oscars After Dark 2021. Un evento che, al termine della cerimonia di premiazione, accompagna gli spettatori dietro le quinte dello spettacolo catturando l’euforia e le emozioni della serata. È qui che si possono seguire le interviste esclusive a tutti i vincitori ed è qui che -alla stazione di incisione-i premiati vedranno per la prima volta il loro nome sull’ambita statuetta.

La Notte degli Oscar® 2021 sarà riproposta integralmente lunedì 26 aprile su Sky Cinema Oscar® a partire dalle 12:15. Mentre in prima serata l’appuntamento con “Il meglio della Notte degli Oscar® 2021” sarà in onda dalle 21:15 su Sky Cinema Oscar® e su Sky Uno e in seconda serata in chiaro su TV8, disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW.

Tutti gli aggiornamenti sulla programmazione e sul live sono disponibili su tg24.sky.it/spettacolo, sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter di Sky e tg24.sky.it/oscar.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it