Amaurys Perez, la mia carriera tra pallanuoto e tv


Intervista al pallanuotista che è nel cast del programma condotto da carlo Conti su Rai1


Si può fare è giunto alla conclusione, qual è stata la prova più difficile che ha sostenuto?
Il tappeto elastico e il lazo, perché ho avuto poco tempo. Ma comunque posso garantire che, anche se poteva sembrare semplice, il lazo è in realtà molto difficile.

E invece la magia comica di stasera com’è?
Beh, considerando che non sono comico, non mi sbilancio…vedremo come andrà

Come nasce la partecipazione a Si può fare? Si è proposto lei oppure è stato contattato dalla produzione?
Sono stato contattato tramite la mia agenzia e ho accettato

Secondo lei chi vincerà?
Penso Biagio Izzo

Pensa a Biagio Izzo perché è il primo in classifica?
Al di là del primo posto in classifica, penso che vincerà perché è veramente bravo. Sia lui che Tommaso Rinaldi: sono loro due a fare la differenza nel programma. Un altro concorrente che si è distinto è Simon Grechi: hanno tutti superato le prove con grande classe

Prima Ballando con le stelle, poi Pechino Express, ora Si può fare: ambisce a una carriera televisiva dopo quella sportiva?
Quest’ambizione non me la posso permettere, perché non sono nessuno e non sono in grado di scegliere: non nascondo che mi piacerebbe, certo, però sono realista, e dire che le mie ambizioni sono queste, è diverso…passo per passo, poi si vedrà.

Amaurys Perez

Argento a Londra 2012, Oro a Shanghai 2011, un palmares di grande prestigio. Ma lei per il pubblico ormai è un personaggio televisivo.
Si, purtroppo si…

Perché “purtroppo”?
Perché dopo anni di sacrifici e carriera, essere riconosciuto come il ballerino della situazione, non è molto “piacevole”. Però va bene così: in fondo solo la televisione mi può regalare un pubblico tanto vasto.

Di queste tre esperienze televisive, qual è la migliore?
Mi hanno lasciato tutte qualcosa: Ballando è stata la prima e mi ha riservato momenti molto emozionanti, come la sorpresa di mia madre, e Pechino Express mi ha dato un fantastico viaggio con mia moglie. Però forse, essendo il primo programma a cui ho partecipato, metto al primo posto Ballando.

Che ci dice invece di Si può fare?
Un’esperienza di alto livello, perché ho avuto la possibilità di prendere parte al programma di un grande professionista qual è Carlo Conti. Le ripeto: ogni trasmissione lascia un bagaglio di esperienze diverse, tutte altrettanto intense.

Visto che ammira tanto Conti, se ne avesse l’occasione, parteciperebbe a Tale e Quale?
Io sto con i piedi per terra, e Tale e Quale richiede competenze diverse rispetto a Si può fare.

Un’ultima domanda: ci anticipa qualche progetto futuro?
Innanzitutto, quello imminente, è di andare a casa da mia moglie e dai miei figli. Poi, scherzi a parte, insieme a mio cognato e un compagno di nazionale, sono produttore di birra artigianale, perciò il progetto è portare avanti la produzione.
A livello agonistico invece, dopo il termine del campionato mi riposerò: tra gli allenamenti di Si può fare e quelli con la mia squadra, è stato un periodo davvero faticoso.

Qui le anticipazioni della serata.



0 Replies to “Amaurys Perez, la mia carriera tra pallanuoto e tv”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*