Squadra mobile, i sospetti di Ardenzi


Il doppio gioco del poliziotto corrotto al centro della puntata in onda su Canale 5


 Due, come di sconsueto, gli episodi che vanno in onda. il primo ga per titolo Terroristi a Roma. Il secondo Sequestrati in casa. Al centro della serata c’è la compromessa amicizia tra i due Roberto Ardenzi e Claudio Sabatini (Daniele Liotti). Sabatini è artefice di un doppio gioco che sta mettendo in seria difficoltà lo stesso Ardenzi. Infatti è stata importante la sua testimonianza  grazie alla quale Ardenzi è stato indagato per istigazione al suicidio del povero  Marcello. L’ex capo del Decimo Tuscolano, adesso sta finalmente rendendosi conto dell’ipocrisia del suo ex migliore amico. E, proprio nella puntata odierna, ci saranno molte coincidenze significative che porteranno Ardenzi a sospettatre di Sabatini.

Il primo evento significativo è una notizia che Ardenzi viene a sapere da Sandro (Antonio  Catania): qualche giorno prima di morire, Marcello aveva confidato a Sandro di aver visto Sabatini in compagnia di Bradic. Questa preziosa informazione lo mette in allerta nei riguardi del suo collega.

Ma interviene la promozione della Zaccardo a scompiglaire le carte in tavola: la donna decide di lasciare il suo posto proprio a Sabatini di cui è l’amante.

Squadra mobile

Nel secondo episodio, Sequestrati in casa, Isabella (Valeria Bilello) riceve la telefonata di Cristina: la donna le dice che il suo compagno è tornato da lei e adesso la sta minacciando.

Intanto gli indizi su Sabatini aumentano. Ardenzi viene a sapere da uno spacciatore che Sabatini è noto nell’ambiente della droga come un poliziotto corrotto. Il ritrovamento del cadavere di Bradic convince ulteriormente Ardenzi del tradimento del collega che appare ai suoi occhi coinvolto nella serie di delitti che sta insanguinando la capitale.

Insomma anche questa sera il pubblico di Canale 5 assisterà alla lotta tra l’eroe postivo impersonato da Ardenzi e la parte marcia della società a cui da visibilità Sabatini. Il bene e il male si confrontano e si scontrano nell’eterna lotta caratteristioca dei serialpolizieschi.

Vedremo questa sera se Ardenzi riuscirà a bloccare, almeno in parte, le mire del corrotto Sabatini.

Qui la presentazione della serie.



0 Replies to “Squadra mobile, i sospetti di Ardenzi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*